2007/04/16

Matrix stasera: KSM, nuovo materiale Mazzucco

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Questa sera Matrix (Canale 5, ore 23.30 circa) torna sul complottismo presentando del nuovo materiale preparato da Massimo Mazzucco e una sintesi dei recenti sviluppi riguardanti le rivendicazioni di Khalid Sheikh Mohammad come capo organizzatore degli attentati. Seguiremo e commenteremo la puntata in diretta in questo blog. Buona visione.


Prima parte: qualunque cosa abbia da dire Mazzucco, dopo l'angosciante carrellata di video di attentati veri presentata dalla top twenty dei terroristi, avrà inevitabilmente il sapore infantile del brodo insipido. Anche perché la dose di realtà viene rincarata dalle recenti rivelazioni di Le Monde, che presentano nuove fonti e conferme del ruolo di bin Laden nell'organizzazione degli attentati dell'11 settembre e della enorme quantità di allarmi di possibili dirottamenti (allarmi però generici, di dirottamenti tradizionali, non precisi) che si riversavano sull'FAA: circa duecento al giorno. Quale fra i tanti sarà autentico? E se non lo fosse nessuno? Blocchiamo il paese per nulla?

Informazioni su queste rivelazioni sono su Newsday (in inglese) e su Le Monde (in francese). E' interessante notare che gli allarmi riguardavano dirottamenti fuori dai confini americani, non di voli interni USA, e che venivano indicate numerose compagnie aeree oltre alle due effettivamente coinvolte nell'11/9.

La domanda che si devono porre i complottisti, a questo punto, è se anche i francesi facciano parte della cospirazione. Eh sì, perché se l'11 settembre non fu opera di Al Qaeda, come mai i servizi segreti francesi dicono invece che Al Qaeda stava preparando l'attentato? Mazzucco, spiegaci questa, per favore.

Viene presentata la confessione/rivendicazione di Khalid Sheikh Mohammad secondo la documentazione pubblicata dal Pentagono, ribadita dalla rivendicazione fatta da KSM quando era ancora in libertà a Yosri Fouda di Al Jazeera. La quantità di attentati rivendicata da KSM non deve stupire: era appunto uno degli organizzatori di maggiore spicco del terrorismo internazionale, un professionista del settore.

Viene replicato un congruo stralcio di Inganno, il debunking del video Inganno Globale, che rende evidente l'assurda complicazione delle teorie di complotto, l'impreparazione tecnica dei complottisti e la deliberata manipolazione dei fatti commessa da Mazzucco.


Seconda parte: Viene presentato il nuovo materiale di Mazzucco: è il contro-debunking di Inganno. Mazzucco continua a dire che il debunking si basa sul Rapporto della Commissione 11/9, ma quando gli fa comodo "dimentica" che in realtà il lavoro di verifica svolto minuzosamente da John attinge massicciamente alle indagini giornalistiche. Saranno anche loro parte del Grande Complotto?

Finalmente, dopo anni di richiesta delle fonti, Mazzucco presenta il testo integrale annotato di Inganno globale. Meglio tardi che mai.

Salta fuori la vera e propria mania complottista di Mazzucco: anche Kennedy sarebbe stato vittima di un complotto (di non si sa chi, forse i rettiliani?), anche lo sbarco sulla Luna sarebbe un falso (teoria sbufalata qui) e le "scie chimiche" non sono scie di condensazione di vapore acqueo lasciate dagli aerei, ma sono una sinistra realtà mirata a debellare buona parte del genere umano per il Nuovo Ordine Mondiale (sbufalata qui). Mazzucco, parliamoci chiaro: X-Files non è il telegiornale.

Ma andiamo avanti. Mazzucco
dimostra di essere ancora una volta selettivo (a proprio favore, ovviamente) nell'elencare soltanto, fra gli oggetti rinvenuti dopo l'impatto, quelli appartenuti ai terroristi del Volo 93, dimenticando di citare quelli appartenuti ai passeggeri. Molto comodo: ci vuole un attimo, con questi mezzucci, a creare il mistero. Svicola sulla cronologia dei voli, che risulta ancora inventata di sana pianta. Poi arriva il massimo della contraddizione: prima si lamenta delle bugie del NORAD, e le usa per dire che quindi la Commissione 11/9 è inaffidabile, poi osserva che le bugie imputate al NORAD dal senatore Dayton sono state scoperte proprio dalla Commissione. Ci vogliamo decidere, Mazzucco? I seguaci potrebbero andare in confusione, di fronte a questi continui cambi d'opinione.

Sul cambio di procedure ordinato da Rumsfeld, Mazzucco "dimentica" di dire che riguardava soltanto le intercettazioni non urgenti ("The NMCC will, with the exception of immediate responses as authorized by reference d..."). Basterebbe leggere la documentazione senza le fette di salame complottista sugli occhi. Ma sarebbe chiedere troppo.

E poi si torna ancora (ancora!) sul foro d'entrata al Pentagono. Nonostante ormai anche i più gettonati complottisti dicano che il "no plane" è una trappola e va mollato, Mazzucco insiste con la pervicacia di un bambino che, trovato con la bocca sporca di marmellata, nega di averla mangiata. Dice che l'apertura non è mai esistita, facendo finta di non notare i muri sfondati per decine di metri ai lati della zona che insiste a indicare come unica breccia. Chi li ha sfondati, quei muri mancanti, e con quale scelleratezza si può insistere a non vederli?

Mazzucco torna ancora sulla presunta incompetenza del dirottatore pilota Hanjour: pesca dalla stampa solo quello che fa comodo a lui. Ma lo sa, per esempio, che i simulatori di volo sui quali Hajour si è addestrato sono talmente avanzati che da soli bastano per qualificare un pilota (lo fa l'Alitalia)? Si rende conto che ai dirottatori non era necessaria la competenza di gestione del traffico aereo e delle procedure d'emergenza che fanno parte così vitale dell'addestramento di un vero pilota di linea? Lo capisce, vero, che un conto è saper fare manovra con un TIR, un altro è prenderne il volante mentre sta già viaggiando in autostrada? Perché è questo che hanno fatto i dirottatori: hanno fatto fare la parte difficile ai piloti veri, e poi hanno raffazzonato rotta e impatti (il secondo aereo al WTC ha quasi mancato il bersaglio, il quarto non l'ha mai raggiunto).

Nessuna delle manovre che hanno fatto era "impossibile" né vietata dall'aereo. Semplicemente, gli aerei di linea di solito non si pilotano come caccia, per non far vomitare tutti i passeggeri. Ma sono perfettamente capaci di sopportare manovre notevoli. Un Boeing 707 fece addirittura un barrel roll: un avvitamento che porta l'aereo a volare rovescio.

E poi ci risiamo con le testimonianze di aerei "piccoli". Allora è questa la teoria di Mazzucco? Un aereo "piccolo"? Cosa vuol dire "piccolo"? Come fa un osservatore non esperto a riconoscere le dimensioni di un aereo che gli sfreccia per un istante nelle vicinanze e lo paragona con un edificio largo quasi trecento metri come il Pentagono?

E come arrampicata ulteriore sugli specchi, Mazzucco cita anche a suo favore i testimoni che dicono "era come un missile", "ho pensato che fosse un missile", "faceva un rumore come un missile" per sostenere che forse era un missile. Il mio gatto corre come un razzo, ma non per questo intendo dire che gli escono letteralmente le fiamme dal posteriore. A proposito: ma allora era un missile o un aereo piccolo? Ci decidiamo?

Manco gli va bene il "media" grandezza riferito al Boeing 757. Peccato, perché un Boeing 757 è proprio un aereo di linea di media grandezza. E' un bimotore a fusoliera stretta. Quaranta metri di apertura alare, contro i 60 e passa degli aerei grandi.

Il resto del filmato è un'accozzaglia di tesi già indagate e sbufalate da tempo: Scott Forbes dice che fu tolta la corrente in metà della torre sud, permettendo di piazzare (par di capire) l'esplosivo. A parte il fatto che di conferme di questo stacco non ce ne sono, che facciamo con la torre nord? E con il WTC7?
Lì di blackout non ce ne furono, neppure secondo i complottisti. E che dire dei filmati che mostrano il WTC senza tracce di esplosivi sparsi qua e là il giorno prima degli attentati?

Poi ci sono le esplosioni prima e dopo dei crolli: ma Mazzucco, siamo seri. Da quando gli edifici si demoliscono a singhiozzo, con detonazioni un po' prima e un po' dopo? Risulta così difficile immaginare che durante un disastro del genere possano esserci oggetti che esplodono, come i serbatoi delle auto, i trasformatori (per esempio al WTC7) pieni d'olio infiammabile sotto pressione, o le munizioni presenti nel deposito d'armi della polizia nel WTC6? No, non risulta difficile: basta voler ignorare qualsiasi fatto possa intralciare la propria teoria prediletta.

Notevole la disinvoltura con la quale Mazzucco parla del "meteorite" di "acciaio fuso". E' lo stesso nel quale ci sono pezzetti di carta (come nota la nostra indagine). Come fa la carta a sopravvivere alla fusione dell'acciaio? Quello è un blocco di cemento. Sta all'Hangar 17 dell'aeroporto JFK. Le foto presentate dai complottisti (specificamente Steven Jones) sono falsificate per spacciarlo per metallo, e si vede lontano un miglio.

Sul Volo 93, Mazzucco è ancora fermo ai rottami e resti umani trovati a 8 miglia di distanza. Ma nessun resto umano è stato trovato lontano dal cratere d'impatto, come ha chiarito il coroner della zona, e i rottami sono in realtà pezzetti leggeri di tela e carta finiti a un paio di chilometri di distanza, come hanno già ribadito le indagini della BBC (The Conspiracy Files). Le otto miglia sono la distanza su strada fra cratere e luogo di ritrovamento, non la distanza in linea d'aria. Il bello è che Mazzucco mostra anche la mappa di Google con le distanze, ma la lampadina proprio non s'accende.

Viene presentato ancora Danny Jowenko, l'esperto olandese di demolizioni che giudica il crollo del WTC7 sulla base di un filmato incompleto e manipolato, che non mostra i danni preesistenti (Jowenko manco sapeva di che edificio si trattasse). Non gli viene mostrato lo squarcio di venti piani sulla facciata opposta del WTC7.

A sua volta, Jowenko finisce vittima del taglio e della manipolazione dei complottisti, perché nel resto del filmato Jowenko dice che le Torri Gemelle non possono essere state demolite. Ma questo, ovviamente, i complottisti non lo vogliono far sapere.

Una testimone dice di aver sentito che il WTC7 sarebbe forse crollato o demolito, ed è solo l'insistenza manipolativa dell'intervistatore a farle dire che si ricorda che sarebbe stato demolito. Perbacco, che testimone precisa e sicura di sé.


Terza parte: sulla testimonianza di William Rodriguez, che inizialmente raccontava una cosa e ora ne racconta tutt'altra (come documentato qui), è già stato chiarito tutto. Il video di Mazzucco, fra l'altro, mostra impietosamente la teatralità recitativa di Rodriguez, degna del miglior telepredicatore. Non per nulla Rodriguez è stato assistente di palcoscenico del prestigiatore James Randi.


Per quanto riguarda David Miller, altro testimone citato da Mazzucco, in quello che dice non c'è assolutamente nulla che dia prove di demolizioni controllate o altre teorie complottiste: la catastrofe ecologica è indiscussa e ben documentata. Miller è arrabbiato per le conseguenze di salute della sua opera di soccorritore a Ground Zero, e ne ha ben donde, e la rabbia gli toglie lucidità, cosa sulla quale i complottisti contano per i loro profitti. Che Mazzucco e i complottisti ricamino su queste tragedie personali per rifilare paccottiglia in DVD è davvero squallido. E la "polverizzazione" descritta da Miller come se fosse una cosa sospetta, fra l'altro, è smentita proprio da Steven Jones, il guru complottista.


Conclusione. Che dire? Di materiale nuovo da verificare non ce n'è: il video di Mazzucco è una rifrittura di avanzi. Per il resto, mediaticamente siamo alle solite: l'ennesima dimostrazione che ci vuol ben poco a confezionare un videoclip col copiaincolla, sovrapponendo teorie incompatibili fra loro e manipolando i fatti. Ci vuole poco, e i media ci vanno a nozze, con un gusto a volte discutibile per l'immagine e la polemica fine a se stessa.

Chi vuole restare sedotto dalle immagini di uno come Mazzucco, che sostiene che la Terra è cava e noi ci viviamo dentro, si accomodi. Chi preferisce ragionare sui fatti, senza i lustrini dei videoclip, sa già dove trovare buona compagnia.

132 commenti:

Zer0 ha detto...

Stiamo a vedere cosa tira fuori dal cilindro il nostro illusionista Mazzucco...

Zer0 ha detto...

(PS: bella questa visione con commento "in diretta" di Matrix ^^)

Zer0 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Zer0 ha detto...

Certo che se a Matrix continuano a dare voce a Mazzucco e alla demolizione controllata del WTC7 siamo messi bene...

Paolo ma perchè non ci vai tu a Matrix :D ?

dino ha detto...

caro paolo attivissimo stai proprio facendo una figura di merda!

dino ha detto...

faresti meglio a ritrattare!

Zer0 ha detto...

Sino a che Mazzucco porta come prove cose trite e ritrite, e già confutate su questo Blog, credo proprio di no.

Ecco che attacca con Rodriguez...(ore 00:45)

GuyFakez ha detto...

In passato Mazzucco non mi convinceva molto, adesso in riferimento alle "difese" di Crono911, sì.

Zer0 ha detto...

Mazzucco ormai è vittima della sua stessa creazione. Anche volendo non riuscirebbe mai a portare delle critiche costruttive a quella che è, con tonnellate di prove e di dati di fatto, prodotti sia dalla logica del buonsenso che dalle ricostruzioni, la terribile e cruda verità di quel giorno.

mother ha detto...

Cioè che Mazzucco per esempio con Danny Jowenko usa la forbice ai video tagliando quello che può dar fastidio? Soprattutto se dopo si cita Scott Forbes?


notte

John ha detto...

Quando un cospirazionista tenta di debunkare il debunker che lo debunka, è alla frutta.

Non a caso mi rifutai di ribattere a Crono912: i fatti scritti su Inganno restano fatti, Inganno Globale resta una raccolta di menzogne e trucchetti, e non c'è replica o controreplica che tenga, nemmeno se va in TV.

:-)

Andrew.82 ha detto...

Ridicolo mazzucco a matrix, l'intervista tagliata dell'esperto olandese è davvero lo zenit della sua ridicolaggine!
Paolo non possiamo lasciare mazzucco a piede libero, ormai ha esaurito tutte le sue storie, un'ultima debunkata definitiva ci vuole.

Nichilista ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Nichilista ha detto...

> della enorme quantità di allarmi di dirottamento (allarmi però generici, di dirottamento tradizionale, non precisi) che si riversavano sull'FAA.<


saranno stati pure "generici" questi allarmi . saranno sate poco precise le informative dei servizi segreti nazionali o esteri, finite sulle scrivanie in quegli anni. saranno servite a poco le intercettazione dei terroristi conosciuti e gli interrogatori di quelli imprigionati.

ma diamine, avrà fatto qualche minimo sforzo il governo americano per evitare che un gruppo di terrosristi - CONOSCIUTO nei suoi membri di spicco, in molti dei suoi finaziatori e persino in alcuni attuatori materiali (certi sotto osservazione da tempo)- portasse a termine un attentato a dir poco "straordinario" nel suo rapporo mezzi/riuscita ?!

o i servizi di sicurezza americani erano funzionali solo ad arginare il "pericolo" (mi viene da ridere )sovietico e nulla più ,se non progettare invasioni fallimentari in medioriente?!


invece zero.nulla. non una precauzione.un accorgimento.uno stato di allerta giustificato( a fronte dei tanti ingigantiti dai media). poche indagini .mal eseguite se non interrotte.

avevano un parente stretto di khalid mohamed dal '93, l'hard disk di uno dei terroristi, sequestrato durante il periodo bojinka ('96).contatti con pakistan, arabia saudita , malaysia...

ma niente.
nulla prima dell'11 9 a parte rendere il protocollo di intercettazione aerea più complesso e rinforzare le pareti del pentagono(!!)



da cittadino dell'ex patto atlantico spero veramente che ci sia lo zampino di qualcuno dell'amministrazione, un implicazione in un complotto od in un insabbiamento (come dicono i "complottisti") piuttosto che pensare di aver ceduto la mia sicurezza ad un BRANCO DI DEFICENTI INCAPACI ,come paiono essere i servizi segreti americani.

usa-free ha detto...

Gli aspetti che più mi hanno interessato sono stati la notizia dell'inchiesta di Le Monde e l'esplosione che si sente avvenire nel wtc7 in uno dei video portati da Mazzucco.

Da quanto ha detto Mentana, l'intelligence francese avrebbe fornito indicazioni agli Stati Uniti non proprio così "generiche". Se esiste una traduzione in inglese dell'articolo di Le Monde, vi sarò grato se mi segnalerete il link.

Quanto all'esplosione nel 7 , bisognerebbe indagare, anzitutto vedere se l'audio al momento dell'esplosione è stato enfatizzato da Mazzucco o se è reale.

Nel caso sia reale, è un'esplosione davvero forte. La centrale Con Edison forse?

Mazzucco replica a 360° perchè non può fare altro, è vittima del sito che ha messo in piedi, che ha avvalorato senza cautele e senza il beneficio del dubbio dalle ipotesi più legittime alle sparate più assurde.

Tuttavia in questa replica tout court vi sono anche molti aspetti interessanti e per nulla chiariti, che sono poi le zone d'ombra che ancora permangono nonostante tutto il lavoro svolto sinora da complottisti e debunker.

Il problema più grande di Mazzucco & co è l'aver utilizzato qualsiasi cosa come strumentale all'ipotesi di complotto invece di condurre un'analisi cauta e obiettiva.

Comunque Mentana, dopo tutte queste puntate, sembra avere una passione per l'argomento che rasenta l'ossessione. Mi chiedo se sia un suo pallino personale o se ancora la questione 9/11 faccia così tanta audience... :O

Concludo dicendo che presentare la top twenty degli attacchi terroristici è una mossa ad effetto che considero scorretta da un punto di vista giornalistico, tanto quanto lo sarebbe stata presentare una carrellata fotografica delle vittime civili degli americani in Iraq e Afghanistan.

I terroristi filmano le loro azioni perchè hanno bisogno di una struttura di propganda, gli americani non hanno questa esigenza.

John ha detto...

Scusa Nichilista, non te la prendere, solo una correzione di pignoleria:

l'ex Patto Atlantico non è ex.
Esiste ancora, e si chiama NATO.

John ha detto...

USAFree, Matrix non ha messo in discussione i film degli attentati.
Ci sono stati gli attentati, capirai che differenza fa averli filmati o meno.

Su Youtube o in P2P ce ne sono centinaia di filmati simili, da una parte e dall'altra.

E' il concetto della TOP20 con la musica di sottofondo, quello che Matrix ha voluto sottolineare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Usa-free, ho aggiunto all'articolo i link che portano alla notizia di Le Monde originale e alla versione inglese di Newsday.

Nichilista ha detto...

>Scusa Nichilista, non te la prendere, solo una correzione di pignoleria:

l'ex Patto Atlantico non è ex.
Esiste ancora, e si chiama NATO.<


si è vero, sono stato poco chiaro.

con "ex patto atlantico" mi riferivo al periodo storico un cui la NATO poteva avere ancora un senso data l'esistenza almeno formale della controparte sino al finire degli '80.
differenziandola in tal modo da quella attuale di lega atlantica,funzionale solo a alimentare il terrorismo islamico in europa (es. UCK nei balcani e jihadisti in bosnia) e totalemnte incapace,evidentemente, di affrontare gli attuali pericoli per la sicurezza (che ce ne facciamo di f22,eurofighter, testate nucleari e basi pachidermiche contro il terorismo suicida?)


grazie per lo spunto datomi per chiarire il concetto(il discorso rimane comunque valido)

ciao

Francesco81 ha detto...

Volevo dire due cose:

1)Matrix ha dimostrato la sua imparzialità: la trasmissione di Enrico Mentana era stata accusata, ai tempi della precedente puntata sull'11 settembre, di essere troppo dalla parte degli anticomplottisti (passatemi il termine) ed invece questa volta si è messo dalla parte di Massimo Mazzucco, mandando in onda le sue teorie.

Solo questo è un colpo a tutti quanti quelli che, soprattutto su Luogocomune, avevano contestato la professionalità del conduttore e della redazione intera. Ancora convinti che Mentana faccia parte del complotto?. Almeno in questa occasione i cospirazionisti dovranno piantarla con il loro scialbo vittimismo che, dovrebbero capire, colpisce solo la loro già minima credibilità.

2) Francamente mi è venuto da ridere a sentire Mazzucco. Ha tirato fuori il solito agglomerato di fantasie già sbugiardate su questo sito e su altri fonti. Non c'è niente da fare, il lupo perde il pelo ma non il vizio. Continua a insistere su tasti che non hanno più senso: il missile, l'aereo, i passeggeri di United 93, etc etc. Basta! Non se ne può più. Ma non lo capisce che sta diventando la caricatura di se stesso? E tutto questo dopo che nella prima parte della trasmissione sia i francesi che Khalid Sheikh Mohammad hanno fornito altre prove tangibili.

Anche loro farebbero parte del complotto? La parte però più esilarante è quella di Rodriguez. Ancora con questa storia dei due botti (prima da sotto e poi da sopra) e dei 20 anni di esperienza all'interno delle torri? E cosa significa? Come puoi giustificare con quei 20 anni fenomeni fisici o chimici (come le esplosioni dovute all'impatto dell'aereo?)?

Francamente mi sembrava di assistere, come già detto da Paolo, al più classico dei telepredicatori in stile americano: tutto fumo e niente arrosto. Con questo non voglio assolutamente sminuire quello che fece Rodriguez quel giorno, è stato un eroe di dimensioni straordinarie. E lo ammiro per questo. Ho ammirato e continuo ad ammirare il suo coraggio. Su questo non ci sono dubbi, ma spacciare la sua anzianità lavorativa all'interno delle torri come "curriculum" per spiegare fenomeni scientifici all'interno delle stesse, è francamente ridicolo.

Infine alcune domande per i complottisiti: quando ci porterete UNA prova delle vostre teorie? Quando ci porterete testimonianze vere e non mistificate? E per vere intendo non estrapolate da uno specifico contensto e poi inserite all'interno di un'altra realtà solo per corroborare le vostre debolissime teorie. Possibile che ogni vostra teoria sia stata sburgiadata? Resto in attesa. Così come altri navigatori di questo sito.

Saluti, Francesco.

usa-free ha detto...

Grazie per la segnalazione Paolo. Purtroppo non conoscendo il francese ho potuto leggere solo la versione di Newsday.

Nulla di eclatante salvo il ribadire questo concetto: tutti sapevano che Al Quada stava preparando attentati che si sarebbero serviti di aerei di linea. Nessuno, a livello di intelligence, era riuscito a dare indicazioni sul dove come e quando.
Ma nessuno ha pensato di alzare il livello di guardia. George Tenet a quanto ne so è stato rimosso dall' incarico.

L'attenzione verso sistemi spaziali di difesa contro i missili intercontinentali è sempre stata ed è, al contrario , molto alta.

Quello che non mi spiego è il modus operandi dei vertici della difesa. Non ci si deve muovere innanzitutto per contrastare le minacce presnti e concrete? Se i terroristi usano le bombe e gli aerei , non è quella minaccia che si deve cercare di fronteggiare? A me non risulta che gli US abbiano elaborato alcun accorgimento atto a sventare dirottamenti e attacchi con aerei, nè interni nè esterni, prima del 2001.

Ancora recentemente pare (dico "pare" perchè l'hanno fatto vedere su striscia la notizia) un imprenditore italiano ha volato su voli interni americani con un taglierino nel bagaglio a mano. Un taglierino, proprio l'arma utilizzata dagli attentatori per prendere il controllo degli aerei.

A che serve avere lo scudo spaziale , ma i trasporti aerei alla mercè di qualunque pazzo? A che pro invadere stati per scovare sofisticate armi di distruzione di massa chimiche/biologiche (che poi non si trovano) quando un aereo, un'autobomba o un martire imbottito di esplosivo possono essere usate come armi di distruzione di massa?

Chiaramente gli ordini di grandezza sono importanti. E' ovvio che un missile intercontinentale o un'arma biologica possono arrecare danni incommensurabili rispetto a un kamikaze.

Secondo me il terrorismo, la percezione del terrorismo, è un ottimo strumento di potere. Nei decenni della guerra fredda non era necessario portarlo in casa degli americani, la minaccia era lì , ben definita, il blocco sovietico.A rafforzare questa percezione la guerra in Vietnam.

A questo è stato sostituito nell'immaginario collettivo americano il blocco "degli stati canaglia nemici degli americani". Stati che però non avevano mai mosso unilateralmente contro gli USA. Al-Quaeda è un'organizzazione terroristica, non una nazione. Sarebbe stato come se la Gran Bretagna avesse invaso il Pakistan dopo gli attentati di Londra. Adesso sì che ho paura, dopo le decisioni tattiche prese dagli USA. Prima bisognava fronteggiare solo le organizzazioni terroristiche, adesso ci hanno messo contro 3/4 del mondo islamico. Bella mossa.

Alessio ha detto...

qui viene fatto a pezzi il metodo d'indagine di Attivissimo.
http://blogghete.blog.dada.net/permalink/244177.html
http://blogghete.blog.dada.net/permalink/244537.html
http://blogghete.blog.dada.net/permalink/245084.html
http://blogghete.blog.dada.net/permalink/245317.html
http://blogghete.blog.dada.net/permalink/246828.html

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Alessio per i link, molto divertenti. Se questo è il meglio che il complottismo sa fare per rispondere alle montagne di fatti, allora c'è poco da preoccuparsi, finirà sommerso dagli sberleffi. Santo cielo, ancora la menata dei dirottatori ancora vivi... ma chissà perché non telefonano mai ad Al Jazeera? In fin dei conti basterebbe una telefonatina, una sola, per sbugiardare tutta la ricostruzione comunemente accettata. "Ehi, siamo vivi, non siamo stati noi, Khalid Sheikh Mohammad è un ciccione contaballe, bin Laden è un simpatico mitomane..."

Che strano che non succeda.

Quando un complottista arriva all'attacco personale con tanto di scritta "anti-attivissimo", capisci che di argomenti solidi non ne ha.

Per il resto, s'è rivelata più soporifera e inconcludente dei rantoli di Mazzucco.

riot mamo ha detto...

la mia stima paolo per tutto quello che fai ma 11 settembre non mi va giu...
ok nessun complotto ma c'è dell'inspiegabile e sicuramente Bush non è pulito; ti tirano giu due torri cosi e non ne sai niente a me fa un po ridere.
Se poi volete farci credere che uno si sveglia alla mattina e decide che l'america gli sta antipatica prende un brevetto e fa fuori 2 torri con 3000 persone dentro nella nazione piu controllata al mondo ditelo pure
ma sappiate che ci puo essere qualcuno che ha dei dubbi e al posto di dare contro alle tesi complottistiche che posso essere vere o no ( pongo dei quesiti queste tesi non spiegano l'accaduto)
fateci vedere ad esempio l'aero sul pentagono
non vi viene da ridere che si veda il video con l'esplosione e l'aereo no
( non so se ci credono tutti stupidi )
io non tiro fuori nessuna teoria ma spieghino loro come si fa a mettere in giro un video che ci prende cosi in giro
massimo valerio

Paolo Attivissimo ha detto...

Massimo, se leggi a fondo la documentazione disponibile scopri che l'11/9 non è una cosa decisa da "uno che si sveglia alla mattina". Ha richiesto anni di pianificazione.

E l'America non era affatto "la nazione piu controllata al mondo". Togliti un po' di questa nebbia di luoghi comuni e leggi, indaga, scopri come stavano realmente le cose. Anche se resterai dubbioso, sarà comunque un viaggio educativo.

>fateci vedere ad esempio l'aero sul pentagono

C'è proprio bisogno di un video? No ti basta tutta la montagna di altre prove, ben più difficili da falsificare?

>non vi viene da ridere che si veda il video con l'esplosione e l'aereo no

No, specialmente non ridono i periti balistici che contribuiscono a questo blog, perché in quelle condizioni è quello che deve succedere.

>io non tiro fuori nessuna teoria ma spieghino loro come si fa a mettere in giro un video che ci prende cosi in giro

Allora lascia perdere il video e guarda tutto il resto. E chiediti, soprattutto, che senso avrebbe usare un aereo al WTC1, un aereo al WTC2, un aereo a Shanskville e invece al Pentagono usare qualcos'altro spacciandolo per un aereo... perché è questa l'assurdità che ti vogliono far bere i complottisti.

Zer0 ha detto...

Io non riesco a capire gli sciettici dell'aereo al Pentagono...

Siete tutti focalizzati sul buco troppo piccolo, sulla traiettoria assurda, sui resti dell'aereo che non ci sono etc...etc...tutte questioni già analizzate e risolte.

Ma ammettiamo per un attimo che abbiate ragione: sul pentagono hanno sparato un missile e/o un piccolo aereo (ovviamente telecomandato). Bene, se è così mi volete spiegare da dove saltano fuori i cadaveri dei passeggeri e dei dirottatori?

E tutte le persone registrate sull'aereo che fine hanno fatto? Tutte partecipi del complotto?

Dalle mie parti si dice "se vuoi sapere che animale ha fatto quel buco, guarda al suo interno".
Beh, io dentro al buco ci vedo i passeggeri del Boeing (AA77? adesso non mi ricordo la sigla :D) e quindi scopro cosa ha provocato quel buco.

bobo ha detto...

Patetico,non mi viene in mente altro.
Attaccare Mazzucco come se il movimento per la verità sull'11 settembre fosse una sua creazione, accusarlo di vedere complotti ovunque citando il caso Kennedy ma ignorando che l'HSCA stesso ha confermato che si è trattato di complotto, inserire link di documentazioni che non sono più consultabili per poi denunciare taglia e cuci nelle interviste, parlare di seguaci come se la gente che ragiona con la propria testa dovesse per forza far entrare un b757 in quel buchetto,un aereo di media grandezza qui ed un barrel roll li, condito con la solita menata che il crollo delle torri inizia dall'alto e non può essere una demolizione controllata(prova ad immaginare le torri che vengono giù come il wtc7, che risate)e con l'immancabile spruzzatina di attacchi personali finalizzati a screditare chi non crede a qualcosa di incredibile.
In Sostanza una sola cosa,se l'alternativa è scegliere tra uno che la pensa come me e uno che non sa far altro che tentare di screditare uno dei rappresentanti del movimento sperando che riuscendoci la sostanza cambi(se fosse cosi' il movimento italiano pro VU sarebbe già estinto,vedi ad es. letto e debunkato o l'affermazione fatta a matrix) allora 10,100,1000 volte Mazzucco.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Attaccare Mazzucco come se il movimento per la verità sull'11 settembre fosse una sua creazione,

Bobo, scusa, ma a Matrix è stato presentato un video di Mazzucco. E chi altro dovevo criticare?

Sappiamo benissimo che il complottismo non è sua invenzione. Se ti fossi soffermato a leggere le nostre indagini, invece di liquidare tutto con il solito atteggiamento superficiale, te ne saresti accorto.

>inserire link di documentazioni che non sono più consultabili per poi denunciare taglia e cuci nelle interviste,

prego?

> parlare di seguaci

e come altro chiameresti quelli che si bevono qualsiasi panzana sparata dal loro leader?

> allora 10,100,1000 volte Mazzucco.

Questo è quello che intendo per seguaci. Grazie del brillante esempio.

Bisquì ha detto...

Ecco ci mancava il predicatore ascetico :-)

Non c'è nulla da fare, i complottisti non sanno nulla di nulla e si permettono di aprire bocca.

Invece di fare solo domande perchè non date risposte provate con argomenti seri?

Fino ad oggi non mi è capitato di leggere nulla che sia farina del sacco dei complottisti, sempre cose riportate dalla voce di altri e neanche complete.

Se questo è il vostro modo di svolgere le indagini è facile capire come mai ci sia così tanta delinquenza in giro!

Paolo Attivissimo ha detto...

Nichilista, riformula senza insulti il tuo commento (quello che ho cancellato) e sarà pubblicato.

In questo blog è richiesto chiaramente di evitare l'insulto gratuito. Anche nei confronti dei complottisti.

Nichilista ha detto...

ma come, mi avete cancellato il post perfettamente in linea con tutto il pensiero caratterizante il sito - ed il thread in questione - solo per il termine scatologico riferito al "principe del male" ,con cui chiosavo il mio intervento aflitto da amletico dubbio?

che personalità delicate!

a proposito: "200 allarmi al giorno" riversati negli anni sulla FAA e quale sarebbe stata la risposta organizzativa di tutto l'apparato difensivo statunitense?
e da parte della faa?
e degli organi investigativi, visto che su 200 quotidiani(questa stima da chi è stata fatta?) almeno 80% si può ben pensare avessero come denominatore comune l'appartenenza a gruppi legati ad al-qaeda?

ma che domande! si sa che all'epoca avevano altro a cui pensare non certo a centinaia di minacce di dirottamento e attentati

Nichilista ha detto...

>Nichilista, riformula senza insulti il tuo commento (quello che ho cancellato) e sarà pubblicato.

In questo blog è richiesto chiaramente di evitare l'insulto gratuito. Anche nei confronti dei complottisti. <

no, non era importante.evito di riformularlo.l'appunto a bisquì poi era ancora meno essenziale.

(l'espressione da me usata era chiaramente ironica).

poi sono dell'avviso che ci sono cose ben più offensive e volgari del turpiloquio

saluti

Paolo Attivissimo ha detto...

>(l'espressione da me usata era chiaramente ironica).

Lo so, ma considerato il quoziente di autoironia medio dei complottisti e il rischio di una citazione maliziosa, meglio evitare lo stesso.

>poi sono dell'avviso che ci sono cose ben più offensive e volgari del turpiloquio

Certamente. Steven Jones che va a parlare a un congresso di negazionisti dell'Olocausto è molto, molto offensivo.

Nichilista ha detto...

>Certamente. Steven Jones che va a parlare a un congresso di negazionisti dell'Olocausto è molto, molto offensivo. <

mi riferivo ad altre cose più vicine a noi, ma anche questo lo è certamente.
più che offensivo direi che è fuori luogo ,dannoso e riprovevole

Paolo Attivissimo ha detto...

>che personalità delicate!

Delicate no: attente a evitare di offrire pretesti alla querela e alla polemica sì.

>a proposito: "200 allarmi al giorno" riversati negli anni sulla FAA e quale sarebbe stata la risposta organizzativa di tutto l'apparato difensivo statunitense?

Le fonti per la cifra sono linkate sopra, nell'articolo.

E' facile criticare la mancata risposta difensiva col senno di poi. Supponi di essere la FAA. Ti arrivano ogni giorno 200 segnalazioni di possibili minacce di ogni sorta. Che fai? Seriamente.

Rispondi a tutte? Blocchi ogni singolo volo anche nel caso dell minaccia più vaga e approssimativa? Se i servizi francesi ti avvisano che forse qualcuno trama qualcosa contro una di tre o cinque compagnie aeree entro l'anno, che fai? Fermi tutti i voli di quelle compagnie per tutto l'anno? E se fosse un depistaggio, o un falso allarme?

E' facile fare l'antiterrorismo da tastiera. E' meno facile farlo quando dalla tua decisione dipendono migliaia di vite, ogni giorno, 365 giorni l'anno, e sai che il tuo sistema è vulnerabile in mille punti e mille modi e per quanto lo chiudi sarà sempre vulnerabile. Ma al tempo stesso devi tenere in volo quegli aerei, perché da loro dipende l'economia del paese. E ti danno pochi soldi per farlo.

E allora che fai? Fai il meglio che riesci a fare con quello che ti danno. Guardi la El Al, con le sue doppie porte di cabina e le tre ore di preimbarco con screening individuale e personale armato in borghese a bordo, e sai che funziona, perché nessun volo El Al è mai stato dirottato, ma capisci che nessuno accetterebbe imposizioni del genere. E allora preghi, come fanno tutti quelli che fanno antiterrorismo. Preghi di arrivare sempre in tempo prima che sia troppo tardi. Sapendo che a te, per avere successo, deve andare bene cento volte su cento; a loro, per avere successo, basta riuscire una volta sola.

Nichilista ha detto...

mica ho parlato di corazzare le cabine di pilotaggio e chiudere gli aeroporti statunitensi. non sono certo ebete.

con centinaia di messaggi quotidiani che ti ripetono:

"possibile tentativo di dirottamento da parte di estremisti islamici" (già dal '96 dopo bojinka e dalla primavera 2001 si parlava in alcune informative di aerei "like missile" comunque) certo non chiudi bottega e ti metti ad urlare , ma fai pressione sul pentagono e sugli organi di difesa americaniperchè facciano qualcosa di concreto.

quello che doveva essere fatto non era piazzare guardie armate nei velivoli come fanno gli israeliani, ma ben altro.

si trattava di

-fare maggiore pressione diplomatica (e non solo) sui paesi che sostenevano il terrorismo wahabbita in mediooriente.
minacciarli e insistere perchè i capi (CONOSCIUTISSIMI GIà DAL '96) di al-qaeda venissero imprigionati o persino consegnati(non mi pare gli usa si siano mai fatti grossi problemi)
non stimolare il jihadismo nei balcani, in caucaso, sostenere l'isi e poi sparare un paio di missili qua e la,giusto per obbligo d'immagine, dopo gli attentati (1998 kenya tanzania)come si è invece fatto.

-incrementare spese e uomini nei reparti investigativi antiterrorismo dell'inteligence all'interno ed all'esterno della nazione8si legga richard Clark).

-evitare di ostacolare o persino bloccare le indagini già in corso per paura di far venire l'orticaria a partner commerciali in medioriente e tra il governo in carica

-rendere più semplici le procedure di intercettazione aerea, non viceversa

-aumentare i controlli (come si fa ora) all'imbarco

-aumentare i controlli prima della concessione dei passaporti nelle varie sedi sparse per il medioriente

-prendere con più serietà le dichiarazioni di esponenti del "terrore detenuti da anni" e il materiale confiscato


e non può valere la scusa "col senno di poi" dato che gli usa non erano certo all'oscuro delle trame di alqaeda ed erano già stati colpiti ;persino all'interno della loro stessa nazione (wtc '93)
e perchè ogni anno vengono spesi soldi del contribuente per centinaia di miliardi di dollari proprio per "valutare con attenzione e scrupolo queste minacce" e non per progetti di astrusi scudi spaziali a scadenza indeterminata, vernici radarassorbenti, satelliti per rilevare MDW inesistenti , progettare invasioni inutili se non esiziali o menarcela con l'arricchimento dell'uranio da parte dell'"asse del male".

qui non si parla di sovraccarico informativo o distrazione di ingenui funzionari pubblici.

qui si sta dicendo che il mondo intero sembrava essersi accorto da almeno un anno che qualcosa stava per accadere e che invece l'intero apparato organizzativo, difensivo di intelligence, americano non sapeva (o voleva) dove mettere le mani.


la thermite, l'aereo fantasma,le telefonate campionate,il pod sono tutte cose assolutamente improponibili e incredibili.
questa non è da meno se mi posso permettere

Paolo Attivissimo ha detto...

E' proprio questo che intendo (senza offesa) come "antiterrorismo da tastiera". Col senno di poi, e senza conoscere come funziona davvero l'antiterrorismo e quali compromessi politici, beghe interservizio e norme lo imbrigliano, è facile dire "bisognava fare così e cosà".

Dopo che il patatrac è successo, tutto sembra così chiaro: dalla marea di segnalazioni estrai soltanto quelle che portano all'attentato reale. E' cosa ben diversa quando sei nella confusione di mille allarmi sparsi, di dubbia autenticità, e devi decidere.

E molti dei tuoi rimedi avrebbero avuto efficacia zero. Tipo "rendere più semplici le procedure di intercettazione aerea": cosa ottieni con un'intercettazione di un aereo dirottato? Nulla, se non eventualmente agevolare l'abbattimento a sangue freddo di un aereo pieno di americani. A che beneficio?

Aumentare i controlli all'imbarco? Consigliabile, ma fino a che estremo? Ancor oggi c'è modo di portare a bordo oggetti taglienti con facilità.

Aumentare i controlli prima della concessione dei passaporti? Ma i passaporti esteri non sono sotto il controllo USA. Quasi tutti i dirottatori avevano nazionalità saudita, paese amico, scelto apposta dagli organizzatori.

E se tappi una falla, se ne apre un'altra, il terrorista cerca un altro punto debole e lo trova. Blindati gli aerei? Passiamo ai treni (Madrid). Come fai a blindare una stazione ferroviaria?

Con questo non intendo certo giustificare le carenze e inadempienze del sistema di difesa americano. Voglio solo far notare che la realtà è parecchio diversa dai cliché di Hollywood, dove i buoni vincono sempre all'ultimo istante. Ti aspetti un attentato arabo, e ti spunta un americanissimo McVeigh che fa saltare il Murrah Building.

All'antiterrorismo viene in sostanza chiesto di vigilare su un colabrodo. Frontiere aperte, un mare di gente che va e che viene, passeggeri che non si possono perquisire più di tanto perché se no s'arrabbiano, TIR e navi intere che entrano nei porti... qualunque controllo tu abbia, avrà sempre una percentuale di errore.

Un conto è sapere che qualcuno ce l'ha con te: un altro è sapere come, dove e quando agirà. Immagina di essere bendato e di avere intorno un sacco di gente che ti dice "attento! ti stanno per colpire!". Puoi avere l'allarme alle stelle, ma se non sai da che parte sta per arrivare il colpo, come fai a difenderti? E se pari un colpo, saprai pararli tutti?

Ruggero ha detto...

Per usa-free:
Ritengo che l'attenzione per i missili sia molto più importante che quella per gli attentati. Perché avere i missili atomici è più e meno nella norma (che gli spedisci da oltreoceano, un Cruise?), e i missili atomici fanno molti (ma molti) più danni degli attentati che rientrano nella norma (di attentati atomici finora per fortuna ancora non se ne parla, ma sicuramente merita più attenzione la possibilità di una cella terroristica che si porta una bomba nucleare in America che di una che dirotta aerei).

Per Nichilista e usa-free:
Io penso che una delle cose più importanti sia individuare la reale gravità degli accadimenti. Un attentato con un aereo, dal punto di vista della difesa, non è così minaccioso per uno stato. E' più un simbolo. Se ci pensate cinicamente l'11 settembre ha scosso l'opinione pubblica mondiale, ma se lo metti nel mezzo di valutazioni di guerra le vittime non sono state poi così tante (anche se comunque molte e, ovviamente, innocenti).
Pensate invece se un giorno un paese (che ne so, sparo a caso, la Corea), manda un missile nucleare contro una città americana. Un solo missile provoca danni ambientali ed un numero di vittime "enorme". Con un risultato incredibilmente superiore al 9/11. Un attacco biologico, come la stessa minaccia antrace, procurerebbe probabilmente più danni.
Per questo ritengo possibile che ai piani alti, alla notizia di un possibile attentato con un aereo, abbiano potuto pensare che non fosse un grandissimo pericolo strategico, e per questo l'abbiano sottovalutato.

E oltretutto anche la teatralità ha fatto la sua parte. Le torri gemelle sono state un evento incredibilmente mediatico, culminato nel crollo finale (che forse neanche loro si aspettavano). Non credo che un effetto del genere sarebbe stato prevedibile.

Pensate se nessuno avesse ripreso il primo impatto, e se le torri non fossero crollate (due cose che dal punto di vista di uno che deve proteggere la nazione non sono mica le prime che ti vengono in mente).
Avremmo avuto: niente filmati per United93, (quasi) niente al pentagono, niente primo filmato, le torri ancora in piedi (quindi anche niente WTC7), e come vittime solamente i passeggeri più le persone colpite più o meno direttamente.

Forse l'impatto sulla seconda torre avrebbe comunque avuto un forte effetto mediatico, ma chiaramente la grossa risonanza è avvenuta per via dei crolli, che hanno sconvolto NY e con lei tutta l'america.

Voi sareste stati in grado di prevedere tutte queste gravi conseguenze solo a partire da un avviso (generico) di uno (o più, forse) aerei dirottati (di tipo kamikaze, forse)?

Ciao,
Ruggero

P.S.
Poi due cose che in generale mi hanno sempre fatto ridere.

1) Quando Moore nel suo film 9/11 parla dei chilometri e chilometri non controllati di costa atlantica (tipo due ranger per cento e passa chilometri, cosa che se accadesse in Italia arriverebbero tipo un milione di barconi illegali l'anno). Quando Moore dice questo, tutti a gridare all'Oscar ed al genio.
Quando uno fa notare che oltre alle coste anche lo spazio aereo interno era poco controllato, tutti a dire: è impossibile, l'America è il posto più controllato del mondo, io non me la bevo, possono intercettare in 3 minuti, e bla bla bla.

2) Gli americani si sarebbero fatti l'autoattentato (sotto gli occhi di migliaia di civili), per invadere l'Afghanistan e successivamente l'Iraq, ma alla fine non sono stati in grado nemmeno di creare delle false armi di distruzioni di massa in Iraq (sotto il solo regime militare). E sì che se hanno creato da soli il 9/11 ci voleva tanto a portarsi un paio di bombe ad hoc da mostrare al mondo, invece di fare una incredibile figura di m...a.

Un po' di coerenza e riflessione di quelle semplici ma efficaci a volte non farebbe male.

usa-free ha detto...

"Immagina di essere bendato e di avere intorno un sacco di gente che ti dice "attento! ti stanno per colpire!". Puoi avere l'allarme alle stelle, ma se non sai da che parte sta per arrivare il colpo, come fai a difenderti? E se pari un colpo, saprai pararli tutti?"

Magari non sai da che parte e quando arriverà il colpo , ma sai chi ha voglia di menarti.

A questo punto dovresti chiederti: perchè questa gente mi vuole picchiare? Perchè sono invidiosi dato che sono quello più forte più bello e più fortunato? O magari ho anche io qualche responsabilità per questa situazione?

Poi dovresti chiederti: ma per dare la caccia a quello che mi ha picchiato, perchè scelgo di mettere a fuoco e fiamme tutti i posti dove è passato? Non è che così mi faccio altri nemici?

Il caino che mi ha pugnalato alle spalle è figlio di un caro amico di famiglia, col quale sono in lucrosi affari. Siccome non posso permettermi di rompere il business che faccio? Butto giù la casa del suo vicino?

I miei amici fidati, quelli che quando ero bendato avevano cercato di avvertirmi, mi hanno dato la loro solidarietà dopo che mi hanno picchiato. Chi più chi meno. Nessuno si è rivelato un giuda e ha detto "ben ti sta!"
Alla riunione , quando mi dicono "guarda che forse buttare giù la casa del vicino non ha molto senso, e se anche il vicino non è uno stinco di santo, non è il caso di buttargli giù la casa, magari se la prende e si allea con chi ti ha picchiato" io che rispondo?

"ah sì? fate un pò come vi pare,noi siamo alleati ma io sono il più forte per cui decido io: vado e gli butto giù la casa, e se non mi aiutate vuol dire che siete amici del cattivone che mi ha picchiato"

"ma veramente noi avevamo cercato di avvisarti..."

"zitti e mosca! tanto son tutti cattivi quelli lì, loro mica hanno la democrazia poveracci , ecco perchè ce l'hanno con me, son tutti delle canaglie , tranne però quelli con cui sono in affari, beninteso"

Secondo me con una certa guida gli USA vanno incontro a un isolazionismo mentale ancor prima che geopolitico. In un mondo che si sta globalizzando sembra che vogliano impantanarsi a testa bassa in un macabro gioco a mosca cieca.

La mia speranza è che vi sia un graduale cambio di strategia, ma in tempi rapidi, ossia prima che il terrorismo possa approfittare della situazione e colpire di nuovo gli Stati Uniti o i paesi perfettamente "allineati", come ad esempio la Gran Bretagna. Tempi duri e incerti.

bobo ha detto...

Parto dalla fine perchè chiarisce come giochi con le parole

> Questo è quello che intendo per seguaci. Grazie del brillante esempio

Sei scorretto e lo sai bene.
Non sono venuto qui a difendere Mazzucco,credo non ne abbia bisogno e non l'ho fatto,ho solo detto che se e sottolineo SE si trattasse di scegliere sceglierei lui, qui non si tratta di dire io sto con lui anche se a te piace far credere questo.
In sintesi io non scelgo nessuno e non provare a fare lo gnorri!

>prego?

direi grazie piuttosto

http://www.dtic.mil/whs/directives/corres/pdf/d302515_021897/d302515p.pdf

la fantastica documentazione di cui parli(nulla di tragico s'intenda).

Vedi, è il metodo che non condivido, sembra che il problema sia Mazzucco e il suo "film a scopo di lucro", e se non è Mazzucco è Jones,o Rodriguez o ancora Griffin(non te ne va bene uno), e non che dei pali della luce tranciati da un bolide a 450 knots si sdraiano delicatamente accanto alla loro base, che gli aerei commerciali con tonnellate di carburante fanno meno fumo del mio camino, o che alcune leggi fisiche la mattina dell'11 settembre 2001 vennero momentaneamente sospese.
Basta, basta, basta...è davvero assurdo.

bobo ha detto...

bisquì, che dire, predicatori ascetici non lo siamo tutti?
:-)

usa-free ha detto...

Concordo cone le tue considerazioni Ruggero.

Io stesso ho detto che l'ordine di grandezza di una minaccia è un fattore fondamentale nella strategia difensiva.

Ma i missili intercontinentali sono pochi ad averceli, sia come Stati che come numero di missili. Considera anche che un uomo solo, non è in grado di approntare e lanciare un missile intercontinentale. Israele? no, è alleato. La Cina? Non per il momento. Giappone? Alleato. Russia? Non per il momento.Iran? Sì , ma a quanto si sa non li ha ancora , o comunque se li ha non sono di seconda mano dei russi e vanno adattati.

Rimane la Corea. La Corea non si sa quanti ne abbia, ma è chiaro che non ha lo scudo spaziale: se lanciasse una testata intercontinentale verrebbe a sua volta colpida ed è uno stato piccolo, con 23 milioni di abitanti, senza difese ,con un'economia a terra, verrebbe spazzata via subito.Kim Jong Il lo sa bene.

Dunque cosa rimane? Una costellazione indefinita di armi nucleari a medio e corto raggio, di provenienza ex-URSS e non si sa bene in mano a chi. Certo, sicuramente un'organizzazione come Al-Quaeda potrebbbe benissimo accaparrarsi armi del genere.

Quindi lo scudo spaziale, ad oggi, serve a fronteggiare una minaccia gravissima, ma attualmente remota.

Costa però una cifra enorme ed è in continua evoluzione (=continui stanziamenti).

La minaccia terroristica mediante bombe ed aerei è invece immediata e concreta.

La domanda è: siccome ancora oggi è fattibile portarsi nel bagaglio a mano un taglierino in un volo di linea americano, è così impraticabile spendere l'equivalente di una frazione della spesa per lo scudo spaziale, con l'obiettivo di contrastare più efficacemente gli attacchi terroristici?

Quello che dici tu può essere letto anche come: 2 aerei, nemmeno tra i più grossi, possono fare 2800 vittime. Hai presente quanti aerei e quanti grattacieli ci sono in america? Quanti treni, quante navi?

Parliamoci chiaro, un sistema di difesa è sempre passibile di falle, ma il grosso degli stanziamenti in usa va allo scudo spaziale e alle armi offensive.

Ad esempio per quanto riguarda gli aerei, ci sono sistemi di sorveglianza efficaci senza arrivare ai livelli di blindatura di El-Al. Spendendo, sarà pur possibile impedire che un taglierino (perlomeno un taglierino metallico!) salga su un aereo addosso ai passegeri, no?

Paolo Attivissimo ha detto...

>ho solo detto che se e sottolineo SE si trattasse di scegliere sceglierei lui, qui non si tratta di dire io sto con lui anche se a te piace far credere questo.
In sintesi io non scelgo nessuno e non provare a fare lo gnorri!

Appunto. Hai espresso una chiara preferenza per il complottista contaballe, non posso che prenderne atto. Che poi tu dica di non scegliere nessuno mi pare francamente contraddittorio.

>direi grazie piuttosto

Ah, capito; ho sistemato il link.

>Vedi, è il metodo che non condivido, sembra che il problema sia Mazzucco e il suo "film a scopo di lucro", e se non è Mazzucco è Jones,o Rodriguez o ancora Griffin(non te ne va bene uno)

Sì, il problema è proprio quello: che questi contrafrottole annebbiano le indagini. E ci guadagnano in soldi o gloria o autocompiacimento.

>, e non che dei pali della luce tranciati da un bolide a 450 knots si sdraiano delicatamente accanto alla loro base, che gli aerei commerciali con tonnellate di carburante fanno meno fumo del mio camino, o che alcune leggi fisiche la mattina dell'11 settembre 2001 vennero momentaneamente sospese.
Basta, basta, basta...è davvero assurdo.

No, quello che è assurdo è che tu spari sentenze su leggi fisiche e su argomenti che non conosci.

John ha detto...

Vorrei precisare, senza entrare nel merito delle diatribe, che la difesa antimissili balistici e in generale la difesa militare strategica è cosa diversa da quella nei confronti di atti terroristici interni mediante l'uso di aerei civili.

La prima è una valutazione strategica militare, e comporta enormi investimenti e progetti che si sviluppano sull'arco di molti decenni, dal momento in cui nasce il requisito al momento in cui viene spiegato un sistema di difesa efficace (non a caso ancora oggi gli USA non sono protetti da un attacco missilistico nucleare, i primi sistemi sono ancora in fase prototipica).

Questo significa che i sistemi antimissile che vengono sperimentati oggi sono frutto di programmi avviati molti anni fa.
In particolare, quando furono avviati, il rischio non era la Corea del Nord nè l'Iran. Il rischio era la dissoluzione dell'URSS e lo stato di incertezza del suo temibile arsenale strategico nucleare, disseminato tra vari stati. Che fine avrebbero fatto? Oggi lo sappiamo, è tutto (si spera) sotto controllo e la Russia ha un governo (si spera) affidabile (sotto questo punto di vista).
Quando furono avviati i programmi, le cose erano diverse, e la minaccia molto concreta.
Poi ci fu la crisi India-Pakistan, entrambi dotati di armi nucleari e missili a lungo raggio.
Anche questi due paesi oggi sono considerati tranquilli, ma ieri erano sull'orlo di annichilirsi a vicenda.

Il discorso terrorismo aereo, invece, non è (non era) competenza militare: i militari erano solo uno strumento che peraltro già c'era (non c'era bisogno di progettare nuovi sistemi, ma solo di usare quelli che esistevano).
La competenza di valutare il grado di minaccia e stabilire le eventuali risposte ponderandole con le esigenze di non danneggiare l'economia e la libertà dei movimenti, era una valutazione prettamente politica e "civile".

Si tratta quindi di due aspetti del tutto diversi, per ordini di grandezza, per tempi, per spese, per competenze.

Non ha molto senso incrociare le due cose.

amaryllide ha detto...

lascia stare, attivissimo, quello che Freda contesta non sono le montagne di fatti, è il tuo metodo che è oggettivamente disonesto, rispondi su quelle contestazioni. E hai dimostrato la tua malafede per l'ennesima volta, attaccandoti a una scemenza come i titoli dei post per screditarne l'autore, anzichè rispondendo nel merito delle sue sacrosante critiche, tanto più che a differenza del 99% dei complottisti Freda dimostra di non esserti pregiudizialmente ostile dando ragione a priscindere a mazzucco o ad altri complottisti, ma di darti torto in virtù della disonestà del tuo metodo d'indagine...
dimostra nei fatti che le 3 critiche di metodo che ti fa sono false, ovvero:
1) malafede = accostare gli autori delle critiche più circostanziate agli imbecilli che parlano di complotto ebraico o del diavolo nelle torri per screditare i primi;
accusare i "complottisti" di voler far soldi con le loro storie, quando sai benissimo che il 99% di quello che hanno prodotto si può ottenere on line senza spendere una lira (a proposito, mi pare che anche tu adesso stai cominciando a commercializzare le tue indagini);
stigmatizzare errori marginali pretendendo da questi di dimostrare la malafede o l'inconsistenza dell'intera ricostruzione.
2) settorialità, ovvero prendere il singolo particolare rifutandoti aprioristicamente di considerare il contesto in cui questo si colloca, per cui pretenderesti di dedurre da un errore su un particolare il fatto che l'intera ricostruzione alternativa non sta in piedi. Sarebbe come se ci fosse uno scienziato che fa un ipotesi, in giro per il mondo si organizzano 100 esperimenti che danno risultati in linea con quell'ipotesi, arrivi tu a fare il 101simo esperimento che dà risultati discordi e pretendessi col tuo unico esperimento di aver dimostrato che l'ipotesi è totalmente infondata. Provaci, poi raccontami dopo quanto tempo gli scienziati di tutto il mondo avranno smesso di ridere...
3) rifiuto di trarre le conclusioni: in pratica tu non provi nemmeno a dimostrare che la versione ufficiale è al di fuori di ogni ragionevole dubbio, ti limiri a smontare i minimi particolari della versione dei complottisti per dare ragione alla v.u. solo perchè le versione alternative non reggono al 100%...troppo comodo fare così, ma sappiamo tutti che altro è dimostrare che Tizio non è stato ucciso dalla moglie, e ben altro è sapere chi l'ha ucciso. Tu invece dici:"siccome i complottisti dicono che è stata la moglie e non è possibile per tot motivi, allora è ipso facto dimostrato che ha ragione la polizia a dire che è stato Caio", fregandotene del fatto che Caio era a 100 kilometri dal luogo dell'omicidio nel momento in cui questo avveniva...
altra tua palese malafede è quando contesti a scienziati di provato valore (senza esserlo tu stesso, peraltro) le loro ricerche extrascientifiche (tipo il gesu' cristo maya di Jones) per screditarli come scienziati....
come dice giustamente Freda, la tua malafede è pari a quella di chi dicesse che Newton era un ciarlatano perchè si occupava più di astrologia che della teoria dell a gravitazione...pertanto concludo con Freda stesso:
"E’ una brutta abitudine quella di attaccare teorie che non si condividono screditando la persona che le ha espresse anziché entrando nel merito. Fa pensare che chi adotta questa tecnica non abbia argomenti migliori. Per quel che mi riguarda è una prova in più che le teorie in questione sono difficili da smentire."

usa-free ha detto...

"in pratica tu non provi nemmeno a dimostrare che la versione ufficiale è al di fuori di ogni ragionevole dubbio, ti limiri a smontare i minimi particolari della versione dei complottisti per dare ragione alla v.u. solo perchè le versione alternative non reggono al 100%.."

Qual'è la "versione dei complottisti"? Nella stessa frase parli di una versione unificata, che non c'è e mai ci sarà a meno che nasca un organismo accreditato da tutti i complottisti che fornisca un'unica versione dei fatti, e subito dopo parli di più "versioni alternative", ma di versioni alternative se ne possono fabbricare quante se ne vogliono, da quelle più plausibili(il governo era d'accordo con Al-Quaeda e ha volutamente sottovalutato il pericolo) a quelle più assurde (raggi cosmici che disintegrano le torri, ologrammi, oscuri complotti sionisti, reazioni termitiche devastanti che buttano giù le torri ecc ecc).

Le versioni alternative assurde sono la stragrande maggioranza, e sono molto ma molto più irragionevoli della v. u. , quindi mi sembra doveroso spazzarle via e tenere solo le obiezioni plausibili. Non puoi contestare la v.u. con certe boiate colossali, con certe cavolate sbandierate ai 4 venti non fai altro che irrobustire la v. u. invece che farla vacillare.

Satyricon ha detto...

Amaryllide, c'è una ben marcata differenza tra Attivissimo e Jones...

...Jones parla di cose di cui NON SA NULLA, Attivissimo FA PARLARE persone esperte, che SANNO argomentare le proprie affermazioni, basando il loro ragionamento su fatti, prove concrete.

Eh sì, c'è proprio un bel gap tra questi soggetti.
Forse te e bobo non ve ne accorgete, né ve ne accorgerete mai.
Voi, abituati ai sofismi dei vostri Padri-Padroni, ormai non accettate più nulla, nessuna idea che sembri confermare teorie ritenute "scomode" dai suddetti burattinai.

Evvabbè, continuate a vivere nella paura, a credere nelle Scie Chimiche, al NWO, al Signoraggio...



...dannata legge 180/78!

airone76 ha detto...

1) malafede = accostare gli autori delle critiche più circostanziate agli imbecilli che parlano di complotto ebraico o del diavolo nelle torri per screditare i primi;


Qui non si è mai screditato qualcuno che dice una cosa seria in questo modo. Ti chiedo dove questo è successo, secondo te. Si scredita la gente che dice stupidate e pretende di farle passare come la verità assoluta.

accusare i "complottisti" di voler far soldi con le loro storie

Informati su quanti soldi ha fatto Griffin con i suoi libri. Chiedi a Mazzucco quanto costa il suo DVD e quanto hanno pagato quelli che lo hanno comprato in anteprima (tra l´altro aspenttando quasi sei mesi in più rispetto alla data di uscita prevista e ottenendo un DVD che era già pieno di errori[non parlo delle teorie, ma degli errori effettivi riconosciuti anche da MM stesso]) e poi ne riparliamo, ok?

(a proposito, mi pare che anche tu adesso stai cominciando a commercializzare le tue indagini)


Quando la gente inizierà a leggere quello che pretende di aver letto sarà un gran giorno... a noi, della vendita di Popular Mechanics in italiano, non ne viene in tasca un centesimo! Chiedi a Mazzucco se delle vendita del suo DVD (che non è coprire i costi delle spese) non gli viene in tasca nulla...

stigmatizzare errori marginali pretendendo da questi di dimostrare la malafede o l'inconsistenza dell'intera ricostruzione.

Se quegli errori marginali sono la base delle teorie allora non è per nulla malafede. Quando si dice che gli sbuffi sono prove della demolizione delle torri, che l´acciaio fuso è evidenza di termite si parla di particolari, ma non siamo noi a creare su questi particolari tutta la nostra teoria. È Jones a dire che c`è prova della termite e quindi è un "inside job".

2) settorialità, ovvero prendere il singolo particolare rifutandoti aprioristicamente di considerare il contesto in cui questo si colloca, per cui pretenderesti di dedurre da un errore su un particolare il fatto che l'intera ricostruzione alternativa non sta in piedi.

Ripeto quando il fatto considerato singolo particolare ininfluente è la base della teoria... potrei farti moltissimi esempi di particolari fondamentali che sono diventati insignificanti dopo essere stati smontati.


Sarebbe come se ci fosse uno scienziato che fa un ipotesi, in giro per il mondo si organizzano 100 esperimenti che danno risultati in linea con quell'ipotesi, arrivi tu a fare il 101simo esperimento che dà risultati discordi e pretendessi col tuo unico esperimento di aver dimostrato che l'ipotesi è totalmente infondata.

Se la prova è fatta seguendo i crismi della scienza è valida. E se il risultato particolare si riproduce ancora la teoria ha una lacuna... come credi che si siano sviluppate tutte le rivoluzioni teoriche moderne fisiche, chimiche, biologiche? Da esperimenti che non davano i risultati attesi. Quando una teoria vuole essere seria deve spiegare tutto quello che la riguarda, non basta il 70%. E deve spiegare soprattutto le cose che non tornano: la versione ufficiale ha risposte per tutto (accettabili o no), le teorie alternative hanno enormi buchi liquidati con un "non so", "non posso saperlo", "è un particolare secondario/insignificante". Quando la fisica tratta di cose che non
può
provare, non è più fisica, è metafisica.


3) rifiuto di trarre le conclusioni: in pratica tu non provi nemmeno a dimostrare che la versione ufficiale è al di fuori di ogni ragionevole dubbio, ti limiri a smontare i minimi particolari della versione dei complottisti


Ripeto: prima di scrivere qualsiasi cosa leggete le cose seriamente e non "pretendete" di aver letto quando non è vero: questo blog si occupa delle assurdità delle tesi alternative
e non di verificare la versione ufficiale. Quello dovrebbero farlo seriamente altri siti, da dove però purtroppo vengono fuori solo falsità. Se ci fosse una teoria alternativa seria e con prove concrete non sarebbe certo considerata una scemenza solo perchè teoria alternativa. Per ora non ne esiste nessuna.

solo perchè le versione alternative non reggono al 100%

Ripeto perchè è importante: nel mondo scientifico una teoria è valida solo se spiega tutti i particolari e gli esperimenti fino ad allora conosciuti (e in teoria prevede i risultati di alcuni non anocra fatti).

...troppo comodo fare così

Però è il metodo scientifico.

"siccome i complottisti dicono che è stata la moglie e non è possibile per tot motivi, allora è ipso facto dimostrato che ha ragione la polizia a dire che è stato Caio"

Se tu hai letto gli articoli in questa luce, l´unico consiglio che posso darti è rileggerli. Ma se, rimanendo nell´esempio, la polizia ha in mano le prove di laboratorio per dire è stato Caio, mentre che è stata la moglie lo dice solo la "vox populi" perchè la moglie è antipatica a chi dobbiamo credere?

fregandotene del fatto che Caio era a 100 kilometri dal luogo dell'omicidio nel momento in cui questo avveniva...

Uh mi ricorda qualcosa... che poi si è rivelato l´esatto opposto...

altra tua palese malafede è quando contesti a scienziati di provato valore (senza esserlo tu stesso, peraltro) le loro ricerche extrascientifiche (tipo il gesu' cristo maya di Jones) per screditarli come scienziati....

Se uno scienziato porta prove per dimostrare una assurdità sono i suoi stessi colleghi a screditarlo. Ed infatti non è Paolo a farlo, ma colleghi dello scienziato stesso (di cui raccogliamo le dichiarazioni e le pubblichiamo)

Un saluto.

airone76 ha detto...

le loro ricerche extrascientifiche (tipo il gesu' cristo maya di Jones)

Scusate volevo precisare che le ricerche di Jones non sono "extrascientifiche" perchè lui dice di avere le prove (scientifiche) che è così. A questo punto si rientra nella scienza e non più nella "religione".

Jimbo72 ha detto...

Finalemnete riesco

a riavere l'acconunt...

Buongiorno a tutti

Attivissimo stiamo finendo le cartucce??

Che a una puntata di Matrix dove sono stati portati DATI che a te piacciono molto l'unico commento che provi a mettere é cercare di denigrare l'autore parlando di Kennedy, sbarchi sulla Luna o scie chimiche ecc.
Non mi sembra che fossero quegli gli argomenti. Come mai questi OT se non per cercare una denigrazione ripeto.
Ma come vedi non funziona.
Né tanto meno le risposte che dai ,dopo aver visto un visto dove dei pompieri dico "Il 7 sta per esplodere" ti scappa da dire :

>Quindi se emergono testimonianze e filmati di pompieri e poliziotti che dopo una chiara esplosione dicono "The seven is exploding" e "there's a building about to blow up" che si fa? Si aggiorna?

No. Tu, Ashoka, parli sempre in punta di forchetta? Non ti sfugge mai un'espressione impropria? Questo è un altro tipico espediente complottista: l'interpretazione strettamente letterale (quando fa comodo) di quello che dicono i testimoni. La metafora, il paragone, nel vostro lessico non esistono. Un giornalista dice "come un missile", e per voi ha visto un missile.

Quando dici "mi scoppia la testa", intendi letteralmente che è in corso una detonazione?

I pompieri dicono forse "abbiamo minato il WTC7?" o "Ci sono esplosivi al WTC7"? Macché. Dicono "Il 7 sta scoppiando" (abile giochino, quello di tradurre "explode" con "esplodere"). Per quali motivi scoppiano e collassano gli edifici? Solo per esplosivi? Direi di no.

E' questo il problema del complottismo: ha cosi pochi argomenti che si deve aggrappare a interpretazioni forzose di pezzettini di frase estrapolati dal loro contesto.

FINE CITAZIONE
Sei tu quello che scrive?
E' questo il tuo "metodo scientifico" che tanto difendi?
Mettere in dubbio che se uno dice "Il 7 sta per esplodere " non deve essere preso in senso letterale...
Hai finito le cartucce.
Il pompiere ha solo mal di testa...

Perché riparlare del buco del Pentagono? Trito e ritrito?
Una semplice risposta a Crono911 dove si parla di apertura che non c'é , ma solo una ricostruzione al computer diversa dalle foto di Ingersoll.

Della parte prima con i filmati degli attentati e la "confessione" di KSM preferisco non parlare ma ti pongo solo una semplice domanda, mettendomi per un attimo nella testa di un fanatico islamico kamikaze.
Ma , secondo te, io che odio a tal punto l'America e tutti i suoi abitanti, i loro prodotti e la loro lingua, pronto a farmi esplodere per difendere il "mio califfato arabo" , che faccio video propagandistici come la classifica dei migliori attentati alla fine...
come ringarziamenti....

SCRIVO IN INGLESE oltre che in arabo??

Serve per quei fanatici che l'arabo non lo sanno ma sono lo stesso pronti alla causa??

Su dai Attivissimo ricaricati e riprova.

Saluti

Jimbo

Jimbo72 ha detto...

AIrone

"Ripeto: prima di scrivere qualsiasi cosa leggete le cose seriamente e non "pretendete" di aver letto quando non è vero: questo blog si occupa delle assurdità delle tesi alternative
e non di verificare la versione ufficiale."

E sulla base di cosa rispondi allora Airone??
Se non sulla versione ufficiale su cosa ti basi?
Forse sarebbe quasi ora che cominciassi ad occuparti della VU.
Magari a partire da Mineta e/o i presidenti della Commissione che cominciano ad avere qualche dubbio...

Ciao

Jimbo

Jimbo72 ha detto...

Attivissimo

"No, specialmente non ridono i periti balistici che contribuiscono a questo blog"

A chi fai riferimento perfavore?

Ciao Jimbo

airone76 ha detto...

E' questo il tuo "metodo scientifico" che tanto difendi?


Scusa Jimbo, ma è da metodo scientifico allora pensare subito a bombe e demolizioni se uno dice che qualcosa "sta esplodendo"?

Il metodo scientifico dice che un esperimento (come dicevo prima) che da risultati contrastanti con la teoria può essere la base di un cambio nella teoria se anche altri esperimenti confermano i risultati contrastanti. Per ora abbiamo un pompiere che nel corso di un incendio (conviene sottolinearlo) dice che ci sono esplosioni.
Di per se non è strano ed è spiegabile, quindi dal mio punto di vista non è nemmeno una prova contrastante con la teoria, però e proprio vogliamo credere che sia strano, per renderlo un fatto servono altre prove... (prove relative alle "esplosioni" non dovute all´incendio, chiaramente)
Quindi non parliamo a vanvera di metodo scientifico o no (il metodo scientifico è ben codificato e non è una invenzione mia, tua, di Paolo o di altri... ha precise regole che devono essere rispettate): se hai prove che quelle esplosioni erano strane, diverse da quelle riscontrabili in un incendio, dovute a bombe ecc... portale e le valutiamo insieme, altrimenti si tratta di una frase senza altri riscontri, oltrechè perfettamente plausibili.

airone76 ha detto...

E sulla base di cosa rispondi allora Airone??

Vedo che il mio consiglio (di leggere attentamente) non viene accettato...

Non ci basiamo sulla VU come la chiami tu. Ci basiamo sulle risultanze delle analisi fatte da esperti in giro per il mondo, sulla esperienza di persone che sanno di cosa parlano perchè è il loro lavoro... e in base a quello valutiamo a quale teoria corrisponodno meglio. Finora la VU concorda con quello che dicono (e non certo il contrario). Trovami un solo articolo in cui si dice che la VU dice così e quindi le teorie alternative sbagliano. Non esiste... il massimo che trovi è che contestiamo le teorie alternative perchè fanno dire alla VU cose diverse. Quindi, per favore, prima di attaccarci con falsità, rifletti e rileggiti bene i nostri articoli.

P.s. Scusate l´acredine, ma è un attacco irrispettoso del nostro lavoro e soprattutto falso.

airone76 ha detto...

P.p.s. ho scordato di dire che in primis ci basiamo sulla logica, la fisica e la chimica le cui leggi non sono opinioni.

Andrew.82 ha detto...

Sinceramente non capisco come possa un complottista avere la faccia tosta di dire ai debunkers che "non traggono le conclusioni" Se i complottisti traessero le conclusioni capirebbero (anzi dovrebbero capire) che le teorie "alternative" non stanno in piedi. Ma poi sono ridicoli. Prima dicono che al pentagono è esploso un missile, perchè il foro d'entrata secondo loro è troppo piccolo e non ci sono detriti di fronte al pentagono: e allo stesso tempo dicono che è stato un'aereo più piccolo perchè ci sono dei testimoni a cui sembra che l'aereo fosse di piccole dimensioni, ma allora come ha fatto ad essersi schiantato un'aereo più piccolo se sono loro stessi ad affermare che di fronte al pentagono non ci sono detriti?!? :D Poi quel genio di mazzucco dice che a shanksville hanno fatto una buca per terra (sbagliando le misure!) e l'hanno riempita di ferraglia, e poi accusano che nel luogo dell'impatto non c'erano detriti!!! ma allora ce l'avevano messi o no? il bello dei complottisti (anzi il brutto) è che si contraddicono così tante volte che fanno morire dalle risate. Ancora di più quando dite che i debunkers "non traggono le conclusioni": se voi complottisti della domenica provaste a tirare le somme vedreste che le vostre assurde teorie non stanno in piedi.

Le cose sono tre:
1) Voi complottisti siete degli ingenuotti che vi bevete tutto le cavolate che girano;
2) Siete in mala fede e volete solamente fare i vostri sporchi guadagni;
3) Siete completamente pazzi.
Personalmente propendo per la terza ipotesi, ma anche le prime due non sono da scartare (Mazzucco rientra a pieno nella seconda categoria)

Da qualsiasi parte si guardino le vostre teorie ne escono con le ossa rotte, ed i vostri metodi di "indagine" (fra virgolette) risultano degni di Gianni e Pinotto. Comunque è un bene che voi complottisti abbiate visibilità: in questo modo la gente può accorgersi delle vostre fandonie e della vostra malafede. Confidate troppo nell'ignoranza della gente per vendere le vostre sporche teorie, e questa è la cosa più vergognosa che possa esistere. Verrete sputtanati dalle stesse persone che tentate di truffare con le vostre minchiate. E'solo questione di tempo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Jimbo,

>Come mai questi OT se non per cercare una denigrazione ripeto.

L'ho già spiegato e scritto molte volte che la forma mentis di chi propone certe teorie non è OT e non è denigrazione, ma è determinante nel capire la serietà e l'affidabilità del proponente. Non so più come spiegartelo.


>Ma , secondo te, io che odio a tal punto l'America e tutti i suoi abitanti, i loro prodotti e la loro lingua, pronto a farmi esplodere per difendere il "mio califfato arabo" , che faccio video propagandistici come la classifica dei migliori attentati alla fine...
come ringarziamenti....
SCRIVO IN INGLESE oltre che in arabo??

Jimbo, se non ci arrivi da solo a capire perché qualcuno possa voler usare l'inglese in un messaggio destinato a una grande platea internazionale, francamente io non ho né la capacità né la resistenza umana di spiegartelo.

Per quanto riguarda il resto, eccoti un video di un pompiere che annuncia, calmo calmo e chiaro chiaro, che il WTC7 pende e sta per venire giù e non c'è modo di fermarlo.

Se l'inglese del pompiere ti è ostico, nei prossimi giorni avrai la traduzione in un articolo di questo blog.

Jimbo72 ha detto...

Airone

Il discorso esplosioni sai da dove nasce...
Da qualcuno che contestava il fatto che non ci sono state esplosiioni. Mentre é chiaro che ce ne sono state e anche potenti.
Causate da cosa??
Bombole di gas che non potevano esserci?

Non preoccuparti dell'acredine , é la stessa che ho io quando leggo mischiate a commenti su Matrix frasi che parlano di Kennedy e terra cava... che c'entra poco solo per screditare l'autore.
Avete finito le armi e l'unico sistema che vi é rimasto é parlar male. MALAFEDE come si scriveva poco piu' su.
E su che logica basi contestare to explode che NON puo' essere esplodere?
O su che media statistica puoi trovare il fatto di trovare il passaporto di un attentatore?
O che legge fisica mi proponi per la polverizzazione del cemento per un crollo meccanico?
Dai partiamo con il "metodo scientifico by Attivissimo"

Jimbo

bobo ha detto...

tu dici:
> Hai espresso una chiara preferenza per il complottista contaballe

>il problema è proprio quello: che questi contrafrottole annebbiano le indagini. E ci guadagnano in soldi o gloria o autocompiacimento

Questo il tuo metodo,spari a zero su tutti e l'unico onesto e quelli che la pensano come te, come se la gente dovesse chiedere l'elemosina per vivere o vendere un libro fosse peccato...


>No, quello che è assurdo è che tu spari sentenze su leggi fisiche e su argomenti che non conosci

Beh se un ora dopo aver letto un lavoro tecnico durato mesi te ne sei venuto con il famoso "LETTO E DEBUNKATO" consentimi di riempirmi la bocca con la parola Fisica;-)

...ma non facciamo confusione, la questione è che non saprei enunciarti a memoria il 2° della termodinamica(forse:-)) ma il WTC7 viene giù in 7 secondi e i pali della luce si adagiano troppo dolcemente sul prato affinchè anche uno che non capisce un bip di fisica ci possa cascare...

Ma come sottolineato, la tua settorialità è sinonimo di malafede ed io continuando mi presto ai tuoi metodi disonesti,
quindi STOP,mi fermo!


Ultima riflessione:
Come scrisse un tale: il 90% dei misteri politico-criminali di questo mondo possono essere risolti da una semplice analisi del "cui prodest", quindi niente Mazzucco, ne Griffin ne quelli che infondo fanno ciò che fai tu.
Ops scusa, è uno scrittore, non vale, è per vender libri(cosa che tu ovviamente non farai mai)!

Jimbo72 ha detto...

Attivissimo

"L'ho già spiegato e scritto molte volte che la forma mentis di chi propone certe teorie non è OT e non è denigrazione, ma è determinante nel capire la serietà e l'affidabilità del proponente. Non so più come spiegartelo."

Per lo stesso ragionamento perché dovrei credere a te su un argomento come l'11/09 che sei un esperto informatico? E non un fisico , pilota o chimico?

Per una grande platea? Ma non dovrebbe essere una propaganda per arabi in modo che le fazioni si uniscano "uniti contro gli americani". Non dovrebbe odiare una lingua del genere ?Rappresentativa della nazione che odiano?

Il tuo video é ok ma Rodriguez invece (per tornare al tuo ragionamento di prima) invece no vero? Motivo in piu' perché la commssione di indagine lo ignori vero? e quindi anche.
Non é affidabile, lui come Mineta vero?

Su dai

Jimbo

Paolo Attivissimo ha detto...

Bobo:

>come se la gente dovesse chiedere l'elemosina per vivere o vendere un libro fosse peccato...

Lo è se vendi un libro di fantasie spacciandole per verità.

>se un ora dopo aver letto un lavoro tecnico durato mesi te ne sei venuto con il famoso "LETTO E DEBUNKATO" consentimi di riempirmi la bocca con la parola Fisica;-)

Ancora fermo a quella storia? Bene, allora te la rispiego per ulteriore chiarezza: se nella lettura di un tomo, per quanto prolisso, a un certo punto emerge una serie di errori che ne invalidano le premesse, tutte le paginate di deduzioni basate su quelle premesse sono invalidate.

Leggendo il lavoro di Pier ho rilevato all'inizio degli errori di fondo (talmente ovvi che persino Mazzucco s'è tirato indietro) che invalidavano tutto il resto. Chiaro?

>ma il WTC7 viene giù in 7 secondi e i pali della luce si adagiano troppo dolcemente sul prato affinchè anche uno che non capisce un bip di fisica ci possa cascare...

Il fatto stesso che tu dica queste cose dimostra che non hai né i dati di base reali (il WTC7 NON crolla in 7 secondi, ma in un tempo doppio, se non usi i filmati tagliati dei complottisti) né le competenze di fisica e di scienze dei materiali.

>Ma come sottolineato, la tua settorialità è sinonimo di malafede ed io continuando mi presto ai tuoi metodi disonesti,
quindi STOP,mi fermo!

Di questo, francamente, ti saremmo tutti assai grati, ma temo sarà per te un impegno difficile da mantenere.

>il 90% dei misteri politico-criminali di questo mondo possono essere risolti da una semplice analisi del "cui prodest",

Certo, e la pioggia la fanno gli ombrellai per vendere più ombrelli, i terremoti li mandano gli architetti per far costruire più case antisismiche, e le malattie veneree le diffondono i fabbricanti di preservativi.

airone76 ha detto...

Da qualcuno che contestava il fatto che non ci sono state esplosiioni. Mentre é chiaro che ce ne sono state e anche potenti.
Causate da cosa??
Bombole di gas che non potevano esserci?


Jimbo, non ho voglia di stare qui a discutere sulle virgole e su una domanda a post, non ho tempo... ti rispondo, ma non risponderò più a domande del genere, senza motivazioni e senza prove, fatte solo per contestare piuttosto che per capire. Ti rispondo come te con una serie di domande: Perchè le "bombole di gas" non potevano esserci? "Lo dici da te o altri te lo hanno detto..."? E in un incendio esistono solamente le bombole che possono esplodere? È così anormale che in un incendio ci siano esplosioni? Sinceramente non so da dove nasce il discorso esplosioni, però mi sembra assurdo potre pensare che l´unico motivo per quelle esplosioni siano gli esplosivi messi apposta...

Ti rispondo inoltre sulla credibilità (anche se è già stato detto svariate decine di volte). Se uno scienziato mi dice: "credo in Dio, ma non ho le prove", mi sta bene. Se mi dice "ho le prove che Cristo è stato in Messico" questo mi fa riflettere su cosa quello scienziato consideri "prova". E se quella "prova" in realtà non è una prova scientifica seria, mi fa credere che non abbia idea di cosa sia il metodo scientifico e come si usi. Questo fatto lo scredita come scienziato perchè uno scienziato per fare una affermazione seria deve basarsi sul metodo scientifico. Ma non sono il solo a dirlo, lo dicono pure i colleghi scienziati dell´università dove Jones lavora(va)!



Ah lo sai che la polverizzazione è considerata una stupidata oramai anche da Jones stesso?

...ma non facciamo confusione, la questione è che non saprei enunciarti a memoria il 2° della termodinamica(forse:-)) ma il WTC7 viene giù in 7 secondi e i pali della luce si adagiano troppo dolcemente sul prato affinchè anche uno che non capisce un bip di fisica ci possa cascare...


Evvai! La fisica è divenuta un opinione... scusate, ma è inutile che uno studi minimo cinque anni ingegneria, fisica, chimica quando lo sanno tutti che la verità sta in quello che penso io!
Se uno che costruisce pali della luce mi dice che quando sono colpiti in alto si spezzano alla base non è vero... va contro le mie convinzioni e quindi, fisicamente, non è plausibile.

Beh se questa è la fisica del complottismo, abbiamo gioco molto facile.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Per lo stesso ragionamento perché dovrei credere a te su un argomento come l'11/09 che sei un esperto informatico? E non un fisico , pilota o chimico?

Jimbo, non voglio mancarti di cortesia, ma ti è davvero poco chiara la differenza fra uno come me che presenta i dati degli esperti e uno come Mazzucco o Jones che i dati se li inventa o falsifica?

>Per una grande platea? Ma non dovrebbe essere una propaganda per arabi in modo che le fazioni si uniscano "uniti contro gli americani". Non dovrebbe odiare una lingua del genere ?Rappresentativa della nazione che odiano?

Come dicevo, non so come altro spiegartelo. E' evidentemente un altro dei concetti al di sopra delle tue possibilità.

>Il tuo video é ok ma Rodriguez invece (per tornare al tuo ragionamento di prima) invece no vero?

Rodriguez ha cambiato versione. Prima non ha mai parlato di esplosioni, ma di "mobili che si spostavano". C'è un articolo apposito in questo blog. Leggilo. E' tutto documentato.

> Motivo in piu' perché la commssione di indagine lo ignori vero? e quindi anche.

Jimbo, Rodriguez _e'_ agli atti della commissione. A lui fa comodo dire che non c'è, ma c'è eccome. E' un'altra delle sue bugie.

airone76 ha detto...

Per lo stesso ragionamento perché dovrei credere a te su un argomento come l'11/09 che sei un esperto informatico? E non un fisico , pilota o chimico?

Ma gente li leggete i post?

Paolo non ha mai detto nulla da se al di fuori delle sue conoscenze: qui dentro ci sono chimici, fisici,ingegneri, esperti balistici ecc..., ma non basta. NOi cerchiamo le testimonianze di gente seria e esperta e sono loro a dire che le cose stanno così in base alle leggi che loro conoscono e hanno studiato. Paolo non ha mai detto nulla da lui di cui non ha conoscenze per farlo!

Jimbo72 ha detto...

Airone

Anche io non ho piu' tempo...

Le bombole non potevano esserci in quel tipo di grattacieli.

Ti ho chiesto perché la polverizzazione e mi rispondi "neanche Jones ci crede piu?"
Metodo Attivissimo docet.
Non rispondere alle domande
Complimenti

Jimbo72

Pier Paolo Murru ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
airone76 ha detto...

Ti ho chiesto perché la polverizzazione e mi rispondi "neanche Jones ci crede piu?"
Metodo Attivissimo docet.
Non rispondere alle domande
Complimenti


Veramente ti ho risposto perfettamente... la polverizzazione "non esiste", è una prova che si basa su flasi riscontri e su idee sbagliate, tanto che molti complottisti ormai non la considerano più o la considerano una "teoria trappola".
Mi pareva la risposta più eloquente dire che lo stesso complottista che per primo l´ha sbandierata come prova inconfutabile ormai ha ritrattato!!!
Mi sa che sei l´ultimo a crederci.

airone76 ha detto...

pardon, i riscontri erano falsi, non flasi.

airone76 ha detto...

Pier paolo, ti pensavo fino ad ora una persona corretta... mi sono sbagliato a giudicarti?

Jimbo72 ha detto...

Attivissimo

neanche voglio mancarti di rispetto ma se permetti , uno che trova ridicolo tradurre "to explode" con esplodere perde la mia stima.
La domanda era se l'esperto balistico era Henry perché lui stesso negava il fatto di esserlo.

"Come dicevo, non so come altro spiegartelo. E' evidentemente un altro dei concetti al di sopra delle tue possibilità"

Come dicevo, avendo finito le cartucce passi a vaghi insulti di ignoranza.. non é un problema per mepensando lo stesso di un "letto e debunkato" ...

L'ho già letto il documento. E secondo te passare da rombo a dichiarare che ci sono state scoppie al B2 lo rende un testimone inattendibile?
Ma non ti chiedi invece il perché della pelle staccata?
Complimenti per le fette di salame.

Ah già , dimenticavo ... la sua é solo mitomania per far soldi... come l'ultimo testimone da Matrix che sta morendo per la polverizzazione del cemento.
Anche lui vuole fare soldi che non potrà spendere.
Dovresti vergognarti anche un po' per lui per la campagna di diffamazione che stai portando avanti verso chi pone domande a cui non si danno risposte.

Saluti

Jimbo

airone76 ha detto...

Le bombole non potevano esserci in quel tipo di grattacieli

???

Perchè?

Hai qualche cosa per provare questa affermazione così categorica?

(sappi che io con le bombole ci lavoro, quindi conosco bene, molto bene l´argomento)

airone76 ha detto...

Jimbo

Ah già , dimenticavo ... la sua é solo mitomania per far soldi... come l'ultimo testimone da Matrix che sta morendo per la polverizzazione del cemento.

Vergognoso è chi mischia cose diverse solo per aver l´ultima parola... (ora spiegami cosa c`entra il fatto che gente è ammalata [malattia causata dal crollo di due palazzi di 110 piani, indipendentemente da come è successo] con le tue accuse di complotto...). Un tempo eri una persona con cui si riusciva a discutere, ora sai solo attaccare, senza nemmeno preoccuparti di quello che dici o se quello che dici corrisponde a verità, mistificando fatti e considerazioni.

Boh... peccato.

(come vedi io non attacco a tutto spiano se tu non mi rispondi alle domande che ti pongo...)

Nichilista ha detto...

alcune citazioni


"Esisteva un'enorme quantità di prove sulla casa reale saudita, che risulta implicata nel finanziamento di organizzazioni terroristiche o legate al terrorismo[...]. Il problema è che le indagini erano state bloccate. Alcuni problemi risalgono a bush padre: quando era capo della CIA aveva cercato di bloccare le indagini sui sauditi; i problemi sono andati avanti co Regan , lo stesso Bush e anche sotto Clinton. Devo poi aggiungere che si trattava della C.I.A. e di tutte le altre agenzie internazionali. Devo dire che le fonti non sono dell'FBI in cerca di rivalsa nei confronti della C.I.A., ma realtà anche di altri organismi. Le informazioni ci dicono che era assolutamente vietato, fino all'11 settembre, indagare sui finanziamenti sauditi alla rete di al Qaeda e altre organizzazioni terroristiche."

tratto da un'intervista gregory palat ad un funzionario dell'fbi per il programma newsnight della bbc2 in onda il 6 novembre 2001

inoltre

" gli agenti di livello più basso volevano quel materiale, perché offrire indizi giganteschi. Ma quelli di livello superiore non diede nel proprio benestare, non vollero metterci mano. È un fatto davvero singolare. Non abbiamo voluto darci nemmeno un'occhiata. Non volevamo sapere. è chiaro che esaminare 14.000 documenti del governo saudita avrebbe irritato i sauditi, e, a quanto pare, la massima priorità politica è non far arrabbiare quella gente"

Un'altra intervista ad un funzionario dell'FBI tratta da "above the law"14 febbraio 2002 green press

Poi ci sono tutte le affermazioni di robert Clarke ,quelle del defunto O'neill e moltissimi casi in cui le indagini hanno subito un prematuro ed inspiegabile taglio dall'alto(come le rivelazioni di AL-FADAL nel '92).

questo è quello che io definisco DOLO .
Se vogliamo possiamo continuare a dirci che il terrorismo è impossibile da fermare(perchè portare a guerre inconcluse allora?) , che il governo americano era ed è troppo garante della privacy e delle libertà costituzionali(anche qui mi scappa un sosrriso) per intervenire attivamente nel bloccare il terrorismo. ma qui si sta parlando di indagini, inchiete, bloccate, di evidente pericolo trascurato, di sottovalutazione di un'unica e singola minaccia PER LA SUA ORIGINE E FORMA da parete di 2 amministrazioni, persino di sostegno negli anni passati di organizzazioni jihadiste in europo e mediorinete e del rifiuto di accettare capi del terrorismo offerti su di un piatto d'argento.

io mi occupo di paesi in via di sviluppo, altri di informatica ed altri ancora di ingegneria e chimica.
c'è chi invece deve solo occuparsi di valutazione della minaccia terroristica per dovere professionale oltre che morale( e giustificare i lauti stipendi).prima dell'11 9 però sembra che se lo sia dimenticato

Nichilista ha detto...

l'ultimo intervento non dovrebbe essere OT dato il tema del thread ,ma dagli ultimi commenti mi sembra che non possa sfuggire a questo tragico destino


ma vi sta così a quore il tema mazzucco vs. attivissimo e le 2 relative persone?

boh

ciao ciao

airone76 ha detto...

questo è quello che io definisco DOLO

Ciao Gianluca. La tua analisi non fa una piega... l´unica differenza (tra il mio e il tuo pensiero) sta nel fatto che io, prima di parlare di "dolo" e non di "errore", abbisogno di più prove (la frase di Napoleone in testa al blog è eloquente). Come sai spesso la politica è giocata sul non detto e spesso le indagini (soprattutto dell´antiterrorismo) si scontrano con la politica. Io vedo in quella serie di "errori", non un dolo, ma una sottovalutazione dei problemi che avrebbe potuto comportare, che solo col senno di poi è considerabile "negligente".

Un saluto!

Nichilista ha detto...

oltre ad una marea di errori grammaticali e di incapacità nel digitare ho pure scritto cuore con la "q" mi sa che mi prendo una pausa va :-)

Andrew.82 ha detto...

Voi complottisti dovete ancora spiegarmi come mai mazzucco afferma con sicurezza che a shanksville gli americani hanno scavato una buca (di dimensioni errate), l'hanno riempita di ferraglia e poi afferma con altrettanta sicurezza che di ferraglia non ce n'era.

Aspetto con impazienza.

Paolo Attivissimo ha detto...

Pier,

>Quando saprai spiegarmi un solo punto del mio studio che è fallace sarai degno di essere considerato più che una scimmietta da circo.

Spiegare qualcosa esige che dall'altra parte ci sia un interlocutore disposto ad ascoltare. Uno che insulta come fai tu non è chiaramente predisposto.

La spiegazione te l'ho già data a suo tempo. Se non sono stato in grado di fartela capire, mi rincresce.

Mark ha detto...

"Salta fuori la vera e propria mania complottista di Mazzucco: anche Kennedy sarebbe stato vittima di un complotto (di non si sa chi, forse i rettiliani?)".
Carissimo Paolo Attivissimo va bene criticare le conclusioni dei complottisti, ma criticare l'indagine del procuratore distrettuale Jim Garrison sul caso Kennedy...
A Dallas anche i tombini sanno che spararono da più direzioni al presidente.
Bamba, bamba e ribamba.

Paolo Attivissimo ha detto...

Sono terribilmente fuori tema, per cui inizio e finisco qui, ma chiunque parli bene di Garrison s'è sciroppato il brodino complottista di Oliver Stone e non ha mai aperto un documento d'indagine reale sul caso JFK.

Un aiutino: "back and to the left" vs strapuntino vs Connelly.

Oh, e una ripassata al libretto dei punteggi di tiratore scelto di Oswald, e alle prove di tempi di ricarica di un Carcano, non farebbe male.

Buono studio!

bobo ha detto...

> Certo, e la pioggia la fanno gli ombrellai per vendere più ombrelli, i terremoti li mandano gli architetti per far costruire più case antisismiche, e le malattie veneree le diffondono i fabbricanti di preservativi.

cosa c'entrano i misteri politico-criminali con calamità, malattie o altri eventi naturali?

senza polemica, per cortesia mi posti un video dove il 7 viene giù in 14 secondi?
Visto che io voglio capire, mi spieghi anche come dei pali della luce tranciati da un jet a 900 km/h siano stati trovati accanto alla base dei pali stessi?

Quanto al letto e debunkato hai dimostrato ancora una volta il tuo metodo: ti attacchi alla questione della asincronia, pretendendo di aver svolto il tuo compito(facendo "burdell"), senza renderti conto che introduci una serie di problemi molto più gravi, percui il lavoro di Pier viene tutt'altro che invalidato, ma effettivamente letto e debunkato ha il suo senso:-).

Adesso ti saluto davvero, così faccio una cortesia a te e tutti, e aspetto con anzia il tuo di libro(semmai ne scriverai uno), cosi' vedremo se lo fai per soldi, gloria, autocompiacimento o senso del dovere per la verità.

Buon carnalevale...

Mario

Paolo Attivissimo ha detto...

>cosa c'entrano i misteri politico-criminali con calamità, malattie o altri eventi naturali?

Speravo fosse sufficientemente chiaro il principio. Non sempre chi trae beneficio da un evento è responsabile di quell'evento.

>senza polemica, per cortesia mi posti un video dove il 7 viene giù in 14 secondi?

Ecco.

>Visto che io voglio capire, mi spieghi anche come dei pali della luce tranciati da un jet a 900 km/h siano stati trovati accanto alla base dei pali stessi?

No, non te lo spiego, perché NON SONO stati trovati accanto alla base. Stai inventando un falso problema.

>percui il lavoro di Pier viene tutt'altro che invalidato, ma effettivamente letto e debunkato ha il suo senso:-).

Le conclusioni di Pier sono talmente nebulose che si debunkano da sole. Un filmato che sarebbe stato manipolato per nascondere l'aereo... no per far vedere un altro aereo diverso da quello che c'era... no aspetta c'erano due aerei e uno è passato a nord...

Persino i complottisti americani hanno capito che pensare a una messinscena senza aereo al Pentagono è una stupidaggine.

Jimbo72 ha detto...

Vergognoso è chi mischia cose diverse solo per aver l´ultima parola... (ora spiegami cosa c`entra il fatto che gente è ammalata [malattia causata dal crollo di due palazzi di 110 piani, indipendentemente da come è successo] con le tue accuse di complotto...). Un tempo eri una persona con cui si riusciva a discutere, ora sai solo attaccare, senza nemmeno preoccuparti di quello che dici o se quello che dici corrisponde a verità, mistificando fatti e considerazioni."

Airone

Il discorso non é un attacco.
E non sto mischiando nulla, parlavamo di polverizzazione del cemnto e ti ricordo la testimonianza di Matrix.
E mi importa poco che Jones non sostenga piu' la sua idea della polverizzazione del cemento , come mi rispondi tu, a me basta avere dei grossi dubbi sul PERCHE' c'é stata , visto che é stato un crollo per la maggior parte meccanico.
Vorrei ricordarti le nuvole di polvere PRIMA della caduta completa delle Torri.
Da cosa sono causate secondo te ?

A proposito delle bombole , non ricordo la fonte ma , essnedo tu un esperto, potresti confermarmi che i grattacieli come le WTC le bombole di gas erano vietate per questioni di sicurezza ?
A me sembra di ricordare cosi' .

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

>a me basta avere dei grossi dubbi sul PERCHE' c'é stata , visto che é stato un crollo per la maggior parte meccanico.

APPUNTO.

Solai in acciaio reggono soletta NON ARMATA di spessore 10 cm in calcestruzzo. Solai cadono da grande altezza e vengono travolti da macerie di piani soprastanti. Calcestruzzo si rompe e fa polvere, blocchi e pezzi di ogni pezzatura. Rivestimento isolante della struttura in acciaio: fragile, leggero, si frammenta e fa polvere.

E' un meccanismo semplice e perfettamente intuitivo.

>A proposito delle bombole , non ricordo la fonte ma , essnedo tu un esperto, potresti confermarmi che i grattacieli come le WTC le bombole di gas erano vietate per questioni di sicurezza ?
A me sembra di ricordare cosi' .

Eh, no, scusa, Jimbo, ma questo è decisamente troppo. A te sembra di ricordare una cosa, e chiedi a noi di andare a vedere se ti ricordi bene?

Cercartela tu, per i fatti tuoi, proprio no, vero?

E poi francamente non capisco questa fissa con le bombole di gas, come se fossero l'unica cosa a rischio di detonazione in caso d'incendio. Mai pensato a gruppi di continuità? Trasformatori a olio? Serbatoi di generatori d'emergenza? Bombolette spray (fanno un bel botto, fidati)? Munizioni e granate lacrimogene conservate nei posti di polizia e nelle auto di polizia? Serbatoi di benzina delle auto? Il poligono di tiro al WTC? Il bunker del Secret Service con armi e munizioni al WTC?

airone76 ha detto...

visto che é stato un crollo per la maggior parte meccanico.

E i crolli meccanici di palazzi non fanno mai polvere? Si staccano pezzi interi, ma mai un briciolo di polvere... questo è quello che intendo quando si crede ad una fisica creata con leggi personali. Per la polvere nei crolli c`è un articolo proprio su questo blog... Ripeto: non mischiamo pere con mele. Un conto è il danno che può creare la polvere dovuta ad un crollo dispersa nell´aria, un conto dire che quella polvere è sintomo di una demolizione.
Un conto è dire "c`è polvere", un contro è dire che "il palazzo si è polverizzato".


Vorrei ricordarti le nuvole di polvere PRIMA della caduta completa delle Torri.


Quali? Io non le conosco: conosco gli "sbuffi" durante e il fumo da incendio prima del crollo, ma nuvole di polvere prima del crollo non le ho viste. Hai una foto, video o riferimento (meglio foto perchè dal lavoro Youtube non va)?

A proposito delle bombole , non ricordo la fonte ma , essnedo tu un esperto, potresti confermarmi che i grattacieli come le WTC le bombole di gas erano vietate per questioni di sicurezza ?

Parli di gas metano immagino. Le bombole possono contenere molti gas, non esistono solo di metano. Lo sai che esplode anche una bombola di azoto? Non fa incendio di per se, ma esplode. E che dire delle bombole di ossigeno? E quelle di acetilene per saldare? E le bombolette di gas metano per fornellini? Hai mai visto/sentito cosa è una esplosione di una bomboletta da 1/2 litro per fornellini? Lascia stare: non è possibile dire che ci fossero o non ci fossero bombole (anche se in un palazzo di 40 piani è molto più probabile che ci fosse qualche bombola piuttosto che non ce ne fosse nessuna) o che le esplosioni sicuramente non derivano da bombole...

Saluti

Jimbo72 ha detto...

Airone

Parto dal fondo.
La domanda sul perché non potessero esserci bombole l'hai fatta tu poco piu' su.
Dalla tua risposta mi sorge il dubbio che hai già visto che non potevano esserci .
Ti ricordo che a riguardo delle esplosioni ci sono molti testimoni che parlano di esplosioni in serie .
Tu continua a credere che siano bombolette spray che io continuo a credere che non basti un aereo per buttare giou le TT.

Per la polverizzazione vedo che generalizzi. SI é intuitivo ma ti ricordo che la nuvoletta di polvere (larga decine di metri) c'era nel momento che inizia il crollo e vedi :
A) i 30 piani sopra integri che si piegano e raddrizzano ma abbastanza integri quindi non arriva dalle tramezze dei 40 piani sopra.
B) Gli 80 piani sotto che COMINCIANO a crollare su se' stessi ma non sono ancora crollati ma la nube è già bella abbondante.
Poi a fine crollo diventa enorme e qui posso darti ragione.
Ma la polverizzazione fine comincia anche prima.
Perché?
Cosa la causa in crollo meccanico?

Jimbo72 ha detto...

Airone

ma hai proprio voglia di litigare vedo??
Non mi dire che che non hai UN video dei crolli?
Attivissimo ne ha fatto una analisi con fermo immagine sul discorso torre che crolla verticalmente o meno , guarda la foto sul suo sito e vedrai la polverizzazione che comincia insieme al crollo.
Punto

Dai su esperto di bombole , elencami tutte le varianti che ci sono... io ti ripeto semplicemente che si contestava il fatto che c'erano state esplosioni.
Ora ci sono piu' testimonianze e video di esplosioni in serie e tu vieni a parlarmi se era metano o azoto...

Ci sono semplicemente state serie di esplosioni durante l'11/09.
Per te saranno bombolette spray , per me altro.

Ciao

PS il post di prima era per Attivissimo...

Paolo Attivissimo ha detto...

Jimbo:

>io continuo a credere che non basti un aereo per buttare giou le TT.

E allora perché ci fai perdere tempo? Tanto sei già convinto della tua tesi preconcetta.

Jimbo, senza offesa, ma la pazienza è finita. Non ha senso risponderti ulteriormente, per cui non lo farò. Addio.

airone76 ha detto...

ma hai proprio voglia di litigare vedo??

No, Jimbo. È che tu hai la tua idea e la realtà e le leggi della fisica si devono piegare a questa tua visione. Ad esempio per giustificare che non possono essere bombole che esplodono ti rifugi nel fatto che solo un tipo di bombole non poteva esserci. Mi sembra una mistificazione: come dire che in italia non cresce frutta perchè non crescono gli ananas.
Alla fine infatti lo ammetti, dici:
Ci sono semplicemente state serie di esplosioni durante l'11/09.
Per te saranno bombolette spray , per me altro

E qui dimostri di aver già la tua sicurezza: era altro. È inutile che ti proponiamo le migliaia di altre alternative molto più ragionevoli e probabili: ormai sei sicuro che fosse altro.
Ti ricordo, per amore di cronaca, comunque che la tua frase è stata questa:
Mentre é chiaro che ce ne sono state e anche potenti.
Causate da cosa??
Bombole di gas che non potevano esserci?

E io ti ho contestato il fatto che "non potevano esserci" è una affermazione sbagliato: bombole di gas potevano esserci eccome (non dico c`erano solo perchè non ho prove reali come foto di una bombola nel 7 e non ho sottomano l´elenco delle attività che la c`erano), soprattutto perchè anche gas che tu non hai mai preso in considerazione possono esplodere in modo "potente" e "in serie" (oltre chiaramente a tutto il resto elencato da Paolo). Ma comunque è una alternativa che tu, non si sa perchè, scarti a priori.

Non mi dire che che non hai UN video dei crolli?
... e vedrai la polverizzazione che comincia insieme al crollo.
Punto


È chiaro che di video dei crolli ne ho, ma di nuvole strane prima del crollo non ne ho mai viste e non mi sembra strano che la polvere si inizi ad alzare appena dopo l´inizio del crollo. Ma scusami, e quando dovrebbe cominciare? Dopo che la torre è crollata? Se avessi idea della fisica delle forze in gioco forse non saresti così scettico.

P.s. Voglio solo per specificare che io non ho mai parlato di bombolette spray (lo fa Paolo), anche se anche loro fanno un bel botto (mai provato?)... cerca di non mischiare le risposte, altrimenti si fa confusione.

Jimbo72 ha detto...

Voilà

Metodo Attivissimo.

Già risposto e io sono preconcetto.

Evita almeno di scrivere che si crede a persone false e manipolatrici portatore di verità.

Hai preso UNA frase con "io continuo a credere" e la tua risposta a una domanda precisa su cosa é diventata "continua a credere ".
Bel metodo scientifico quando non si hanno risposte, come al solito.

O hai giä risposto o sono gli altri preconcetti.

Complimenti

Come sai io mi accontento di vederti scrivere cosi' per far sapere i tuoi metodi (stile to explode da NON tradurre con esplodere...)

Addio

Jimbo72 ha detto...

Airone

Anche tu sei SICURO che é andata come é andata.
Altre alternative probabili che mi dici (ho già discusso dei gruppi di continuità) non escludono che delle serie di esplosioni , anche potenti, testimoniate da varie persone tra cuii pompieri paiono veramente strane.
Se poi aggiungiamo qualcuno (che poi viene tacciato per inaffidabile perché a caldo dice rombo, o mobili che si spostano e poi parla di esplosioni) parla di esplosioni sotto le Torri la cosa mi sembra ancora piu' strana.
Parafrasando Mentana a Matrix :

"Non si possono piu' chiudere gli occhi".

Si hai ragione, ho mischiato i commenti.

Ma ripeto la domanda, la ploverizzazione inizia col crollo ma é molto ampia , crea un nuvola attorno alla Torre mentre inizia il crollo ed é quindi poco spiegabile (come quantità intendo)per essere la polverizzazione delle tramezze di quei , diciamo 20 piani iniziali del crollo.
In piu' é poco spiegabile il fatto che venga espulsa anche in alto secondo me.
Tu che dici?
Magari quindi "potrebbe essere che una parte si polverizza ma nel frattempo esplode un gruppo di continuità che spinge la polvere verso l'alto"
Ok anche questo é plausibile.
Ma, come non mi stanco di ripetere, quel giorno sono successe tantissime coincidenze difficilmente spiegabili de piu' se ne parla piu' emergono .
Tutte concentrate l'11/09.
Secondo me troppe
E ora non mi rispondere solo che "tanti indizi non fanno una prova" per favore.
Io di prove ne ho 4-5 , mi bastano due o tre foto o i tempi e modi di caduta delle Torri.
Poi ognuno si fossilizzi sulla sua idea come fa Paolo.

Ciao

Jimbo72 ha detto...

Vedi Airone

Per continuare con le coincidenze che ti dicevo vorrei farti notare ad es.:

http://www.ratical.org/ratville/CAH/linkscopy/

ContPlanP.html

(link da colegare perché troppo lungo)

Una bella esercitazione di un aereo sul Pentagono.

Da notare la data e i detriti previsti.

Ora tu magari mi dirai "E' normale per il centro della difesa USA devono provarla capitasse mai..."
Ma se a questo aggiungi gli avvertimenti dei servizi segreti francesi come dice Le Monde la cosa , a me comincia a NON saper piu' di coincidenza.
Non un prova ma neanche una coincidenza .
Una via di mezzo diciamo.

Ciao

airone76 ha detto...

Anche tu sei SICURO che é andata come é andata.

No, io non pretendo di essere sicuro: finora le alternative proposte hanno buchi o manipolazioni tali da non poter quasi nemmeno essere prese in considerazione. Io guardo le cose e giudico con la mia testa: quello di cui sono sicuro sono le leggi di fisica, chimica e logica e tutto ciò che va contro queste leggi è sbagliato. Da scienziato se qualcuno mi porta una prova seria e valida sono disponibilissimo a rivedere le mie teorie, ma deve essere una prova valida. Per me anche 6000 indizi, ma nessuna prova nel vero senso del termine non vogliono dire nulla. Un esempio (che è solo un esempio): abbiamo milioni di indizi o prove che indicano alla nostra esperienza che il sole "si muove" nel cielo e che ci porterebbero a dire che è lui a girare attorno alla terra, ma la verità, che noi non potremo mai arrivare a conoscere senza conoscere le leggi fisiche è il contrario. Non si può dire che poichè ho 2 o 3 indizi posso senza rischi mettere in dubbio qualcosa che è costituito su centinaia di migliaia di prove vere. E non si tratta di coincidenze o meno: anche perchè moltissime di quelle che spesso sono definite coincidenze non lo sono nemmeno (esistono effetti fisici di azione-reazione che spiegano perchè la polvere sembri tanta o si muova anche verso l´alto, uno è per esempio che due piani che si avvicinano espellono verso l´esterno l´aria che si trova tra l´oro imprimendo alla polvere, più leggera, un moto anche verso l´alto). Tu se vuoi puoi credere che sia l´effetto di una bomba, ma la fisica ti dice che:
1) mancano altri effetti che dovrebbero esserci se fosse davvero una bomba
2) è nelle leggi della fisica che è scritto che quella polvere si deve comportare più o meno così, senza dover tirare in ballo coincidenze strane e fortuite.

Altre alternative probabili che mi dici (ho già discusso dei gruppi di continuità) non escludono che delle serie di esplosioni , anche potenti, testimoniate da varie persone tra cuii pompieri paiono veramente strane.

Non ho capito... cioè io ti do delle alternative che spiegano razionalmente quelle esplosioni, senza invocare stranezze, e tu mi dici che comunque paiono strane. Mi sembra il discorso che dicevamo prima: tu vuoi vederle strane e ti sembreranno sempre strane qualsiasi cosa ti si dica.

Se poi aggiungiamo qualcuno (che poi viene tacciato per inaffidabile perché a caldo dice rombo, o mobili che si spostano e poi parla di esplosioni) parla di esplosioni sotto le Torri la cosa mi sembra ancora piu' strana.

Rodriguez ha cambiato la sua versione. E guarda caso la prima (in teoria la più fresca e quella meno influenzabile) parla di spostamento di mobili e non cita mai la parola esplosione. A me sembra strano il cambiamento di dichiarazione, più che la dichiarazione in se.

ed é quindi poco spiegabile (come quantità intendo)per essere la polverizzazione delle tramezze di quei , diciamo 20 piani iniziali del crollo.

Vedi cosa intendo per fisica su misura? Come fai a dirlo? Hai uno studio che ti dica che deve essere di meno o di più fatto da chi ha esperienza nel settore? Perchè, come detto, se si tratta solo di una tua "sensazione" allora mi dispiace ma non è ne prova ne indizio, tanto quanto le mie di "sensazioni" (o di chiunque altro) che non possono essere prova e io non ho mai elevato al rango prova conclusiva.

Ma, come non mi stanco di ripetere, quel giorno sono successe tantissime coincidenze difficilmente spiegabili de piu' se ne parla piu' emergono .
Tutte concentrate l'11/09.
Secondo me troppe


Vedi ancora il "secondo me".
Se poi invece hai qualche conoscenza di statistica ti rendi conto che le probabilità ti ingannano spessissimo... quando tu dici "secondo me" quella diventa una prova se tu hai esperienza di quello di cui tu parli, altrimenti rimane opinione e in quanto opinione non è nemmeno indizio.

Io di prove ne ho 4-5

Ripeto se le tue prove sono i tuoi secondo me, non sono prove, fino a che uno con esperienza in quel campo o in quel settore non ti dica: si è come dici tu.

mi bastano due o tre foto o i tempi e modi di caduta delle Torri.

Quando uno scienziato per suffragare una teoria dice "mi bastano" si è già smontato da solo. Mi dispiace ma alla verità (e alla scienza, di conseguenza)non bastano le sensazioni di Jimbo per essere contenta (e se poi sono condite da fatti stravolti e mal interpretati ancora meno).

Per continuare con le coincidenze che ti dicevo vorrei farti notare ad es [...] Ora tu magari mi dirai "E' normale per il centro della difesa USA devono provarla capitasse mai..."
Ma se a questo aggiungi gli avvertimenti dei servizi segreti francesi come dice Le Monde la cosa , a me comincia a NON saper piu' di coincidenza.


A parte che non so come fai a mischiare pere con mele. Un conto è dire il WTC è stato demolito un conto è dire sapevano e hanno lasciato fare. Però mi spieghi cosa vuoi dire? A me pare lampante che se i servizi segreti avevano avvertito che i terroristi avevano in mente di dirottare aerei e schiantarli sulle torri questo è una prova (prova!) che suffraga la "versione ufficiale" e non le teorie... Se accusi il governo di aver lasciato fare non puoi accusarlo allo stesso tempo di averlo fatto. Mi sa che le coincidenze ti stanno facendo ingarbugliare le idee... oppure vuoi dire che i francesi hanno avvertito gli americani pensando che fossero gli arabi ed invece, pasticcioni, hanno intercettato gli americani stessi che ne parlavano? o che dopo l´avvertimento Bush ha pensato: "buona idea, ma facciamolo prima noi, che poi magari loro fanno casino e non riescono. Però facciamolo con missili e demolizioni controllate per farlo venire meglio..."?

papageno ha detto...

jimbo72:
Per una grande platea? Ma non dovrebbe essere una propaganda per arabi in modo che le fazioni si uniscano "uniti contro gli americani". Non dovrebbe odiare una lingua del genere ?Rappresentativa della nazione che odiano?

Sembri avere una visione caricaturale dei terroristi, come se fossero dei personaggi da cartoni animati.





jimbo72:
Ora tu magari mi dirai "E' normale per il centro della difesa USA devono provarla capitasse mai..."
Ma se a questo aggiungi gli avvertimenti dei servizi segreti francesi come dice Le Monde la cosa , a me comincia a NON saper piu' di coincidenza.


Quante altre esercitazioni e quante altre segnalazioni ci furono nello stesso periodo?

Cosa rende speciali questa particolare esercitazione e questa particolare segnalazione, se non il senno di poi?

E' facile trovare tra le profezie di Nostradamo una particolare che sembra riferirsi a un dato evento, ma solo dopo che l'evento e' avvenuto.

Jimbo72 ha detto...

Airone

lasciamo perdere su, io te ne posso portare quante ne vuoi di discussioni ma tu , per ipotesi , o altre "versioni pluasibili" potresti smontarle tutte , ma PER IPOTESI perché "sarebbe potuto succedere anche cosi' .
Le tue le chiami PROVE , le mie sono "io che ci credo".
Lasciamo perdere.
A me basta una foto per essere sicuro. A te pure per essere del contrario.
Quindi "ecchetelodicoaffare".

Papageno

Si ci hai preso come termine,
Caricaturale é il termine giusto.
Dopo aver visto "proclami di Al Qaeda" arrivare quando servono per i tiggi', dopo aver visto Bil Laden col naso piu' grosso di quello che dovrebbe e , notizia di questi giorni , aver visto che in Algeria, dove c'é una guerra civile da decenni tra fondamentalisti di vari gruppi , ora a nove colonne si titola in Italia "Al Qaeda di Algeria".
Ce la stanno raccontando che Al Qaeda sia la centrale terroristica con a capo Bin Laden.
E secondo KSM che ha fatto tutto lui.

Secondariamente, si casualmente e un aereo dentro il Pentagono nel duemila e casualmente aerei nel 2001.
Non ti parlo di NostradaMUS ma di profezie (esercitazioni) che si sono eccezionalmente verificate tempo un anno.

airone76 ha detto...

lasciamo perdere su, [...]
Le tue le chiami PROVE , le mie sono "io che ci credo".


Per me va bene. Se tu vuoi vivere in un mondo in cui "se tu ci credi" implica "è vero" e quindi tutti i riscontri contrari sono solo coincidenze (o speculazioni o ipotesi) non posso certo impedirtelo, ma quella non è la realtà.

Un saluto!

Jimbo72 ha detto...

Airone

Io credo in quel che vedo.
Quello che ho visto e letto mi fa credere in quello che dico.
L'unica differenza , come ti ripeto, che tu (come Attivissimo) commenti tutte le vostre idee in un aura di prova, fatti , "noi chiamiamo gli esperti che collaborano al nostro blog " ecc.
Mentre gli altri sono solo creduloni annebbiati da dei guru che li prendono in giro per guadagnere qualche soldo.
Fidati che non é cosi'.
Cominiciate ad avere qualche dubbio, che persone piu' esperte di voi hanno già cominciato.

Un saluto anche a te

airone76 ha detto...

Io credo in quel che vedo.

Appunto... un conto è credere in quello che si vede un conto è credere in fatti certi e dimostrati.

L'unica differenza , come ti ripeto, che tu (come Attivissimo) commenti tutte le vostre idee in un aura di prova, fatti , "noi chiamiamo gli esperti che collaborano al nostro blog " ecc.
Mentre gli altri sono solo creduloni annebbiati da dei guru che li prendono in giro per guadagnere qualche soldo.


È verissimo. E lo sottoscrivo anche io: noi ci basiamo sui fatti per dire le cose che diciamo, chi dice il contrario si basa su "si vede", "è chiaro", "lo dice questo/quello", "secondo me" ecc... ma nemmeno un fatto, una prova, un parere di esperto a suffragare. Io lascio libera scelta nel chi seguire e a chi dare ragione, ma sappi che quella che vivi tu non è la realtà.

Cominiciate ad avere qualche dubbio, che persone piu' esperte di voi hanno già cominciato.

Chi? Chi legge la realtà secondo il suo sentimento personale e non secondo i fatti e le prove è più esperto di chi ha studiato?
Ripeto, per l´ultima volta. Se le tue prove sono "l´ho visto" e "secondo me" allora sono d´accordo che i professori di filosofia vanno meglio degli ingegneri.

Senza offesa, è impossibile che tu cambi idea se parti da queste basi e quindi è davvero tempo perso cercare di farti ragionare: spero solo che prima o poi ti renda conto dell´errore di base da cui partono tutti i tuoi ragionamenti... non per dire "te l´avevo detto", ma perchè il mondo reale ha altre leggi.

Jimbo72 ha detto...

Airone

ti traduco il "Io credo in quello che vedo "che vedo che non hai capito.
Se vedo una foto scattata sulla facciata del Pentagono e mi si dice che li' si é schiantato un 757 credo in quello che vedo (la foto) e non in chi mi dice "li si é schiantato un Boeing".
Piu' chiaro cosi' ?? e cosi' per le altre cose.
Una foto é un fatto certo e dimostrato soprattutto se viene pubblicata da siti sia pro che contro.
Senza il parere di un esperto??
Ma l'hai visto Matrix?
E le dichiarazioni degli uomini radar? Tu che ne dici?
Sono interpretabili anche quelle?
O sono loro che non sono abbastanza esperti?
Di fatti e di prove ne sono state provate a bizzeffe.
Nessun sentimento personale Airone.
Solo testimonianze di chi ne sa piu' di me e te messi assieme nel campo specifico.
Guarda che in questo caso sono io che cerca di farti ragionare bendato come sei.
Mi citi un esperto a cui vi siete rivolti ?
Io potrei risponderti con le testimonianze di piloti esperti che guardando le manovre degli aerei e le giudicano impossibili .
E via discorrendo all'infinito...

Pape ha detto...

[quote]
Io potrei risponderti con le testimonianze di piloti esperti che guardando le manovre degli aerei e le giudicano impossibili .
[/quote]

Il problema di molti complottisti è che non sono in grado di interpretare correttamente quello che sentono nelle interviste. A volte lo prendono in maniera estremamente letterale (come i controllori del volo), altre volte invece ci montano sopra storie assurde (vedi il pull it).

Bisogna saper usare la logica, e soprattutto prendere le frasi nel corretto contesto.

Alla fine, i testimoni che avevano visto il missile, facevano un banale paragone, esattamente come gli addetti radar, che hanno parlato di caccia non perché le manovre erano impossibili (e lo FDR dimostra bene che l'aereo non ha mai fatto manovre al di fuori delle sue specifiche), ma perché gli aerei civili non vanno a 400 miglia all'ora a basse quote.
Del resto, se questi addetti fossero convinti di un complotto, sarebbero già andati a depositare le loro denunce. Se non lo hanno fatto, è solo perché non ritengono ci siano state irregolarità tali da pensare a un complotto. L'altra ipotesi è che, ovviamente, facciano parte del complotto anche loro.


Pape

Jimbo72 ha detto...

Il problema Pape

é che anche i difensori della VU in alcuni casi la prendono letterale e a volte per logica a seconda del bisogno.
Vale da tutti e due i lati.
Per FDR rivolgi a Murru che ha qualcosa da raccontarti.

Ciao

usa-free ha detto...

Jimbo, credere in quello che si vede è pericoloso. Tu puoi farti una prima impressione vedendo una cosa, poi la devi verificare.

Pensa banalmente alle illusioni ottiche, ne trovi un sacco anche su internet: immagini statiche che sembrano in movimento solo perchè ingannano la percezione visiva e del cervello.

Per restare su questo paragone , tu hai l'IMPRESSIONE che vi sia un'animazione, poi verifichi e ti documenti, e ti accorgi che la tua impressione è errata.

Se invece CREDI (nel senso più stretto del termine) solo in ciò che vedi, non hai bisogno di dimostrar(te)lo, perchè ci credi, a prescindere.

Su questo concetto si basa la religione, ma non la scienza. Infatti un religioso mica ti dimostra quello che dice la sua fede, ti dice appunto "credi, abbi fede".

Sappi solo che se parti dal presupposto di "io credo a ciò che vedo" sei fuori dall'ambito di qualsivoglia discorso scientifico.

airone76 ha detto...

Jimbo sono stanco di rispondere sempre alle stesse obiezioni quando ci sono decine di articoli su questo sito che lo fanno meglio di quanto potrei farlo io. Vai su undicisettembre.info e vedrai smontate le testimonianze a cui tieni tanto. Leggiti gli articoli e scoprirai che di esperti ne abbiamo contattati direttamente anche noi, che le dichiarazioni sono tagliate o usate in modo diverso (ad esempio è stato chiesto a quei piloti se loro sarebbero riusciti a fare la stessa traiettoria di Hanjour [che è molto specifico] e alcuni degli stessi piloti in altre interviste hanno detto che Hanjour aveva le capacità per fare ciò che ha fatto), o i millantati esperti alla prova dei fatti si sono dimostrati in realtà non esperti nel campo in cui hanno dato risposte...

Fino a che non porterai un argomento nuovo a cui non è già stata data risposta è inutile che ti risponda: se poi le risposte non ti piacciono e preferisci leggere LC liberissimo di farlo, ma qui non abbiamo mai falsificato o cancellato dati per il nostro tornaconto. Se preferisci chi fa così perchè ti da più sicurezze è una tua scelta.

Jimbo72 ha detto...

Usa Free

Se avessi letto dei miei commenti precedenti (su altri blog di Attivissimo c fatti in precedenza ad es.) sapresti che non é cosi'.
Io guardo , vedo, e poi comincia la verifica.
Le foto di Ingersoll non penso siano manipolate.
E altre non sono illusioni ottiche (ad esempio le famose Pentabobine.
Su quello mi baso. Cerco di non mettere il naso in argomenti di cui sono ignorante fidati.
E dove lo sono cerco di informarmi prima.
Se noti argomenti solo pochi punti e non rispondo solo "letto e debunkato" per poi dire , "ti ho già risposto (ogni riferimento é puramente casuale...).
Guarda che il metodo scientifico latita da ambo le parti se ci fai caso.

Ciao

Jimbo72 ha detto...

Airone

guarda che a falsificazione e omissione anche su 11settembre siete bravini.
E anche a ripetere la solita solfa dei "mistificatori, tagliatori di immagini e video , paranoici, creduloni di un guru che crede nella terra cava (tanto per screditare l'autore, tecnica trita e ritrita) " tanto che Mazzucco ha dovuto controbattere punto per punto a Matrix.
E mi sembra che gli sia riuscito piu' che bene , tanto che , a vedere Mentana, sembra che almeno il conduttore qualche dubbio comincia ad averne.
Ottima cassa di risonanza Matrix mi sembra 1.360.000 a quell'ora data da quel complottista di Mentana.

Mi sembra che il velo si stia alzando.

Tu contiunua a credere in chi vuoi che io credo in chi voglio .
O meglio , che non ci confodiamo col termine credere, leggi pure chi vuoi che io leggo chi voglio.

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

>Aironeguarda che a falsificazione e omissione anche su 11settembre
siete bravini.

Documenta quest'accusa o ritirala.

Jimbo72 ha detto...

Attivissimo

Non ci eravamo detto addio?

A) Tentativo di screditare l'autore , cosa che provi sempre a fare.

"Salta fuori la vera e propria mania complottista di Mazzucco: anche Kennedy sarebbe stato vittima di un complotto (di non si sa chi, forse i rettiliani?), anche lo sbarco sulla Luna sarebbe un falso (teoria sbufalata qui) e le "scie chimiche" non sono scie di condensazione di vapore acqueo lasciate dagli aerei, ma sono una sinistra realtà mirata a debellare buona parte del genere umano per il Nuovo Ordine Mondiale (sbufalata qui). Mazzucco, parliamoci chiaro: X-Files non è il telegiornale"

Ma non si parla di 11/09?? Perché inserisci un commento del genere?
Risposta: per far credere a chi legge che l'autore sia un visionario.

B)Falsificazione
"Dice che l'apertura non è mai esistita, facendo finta di non notare i muri sfondati per decine di metri ai lati della zona che insiste a indicare come unica breccia. Chi li ha sfondati, quei muri mancanti, e con quale scelleratezza si può insistere a non vederli?"

A parte il fatto che Mazzucco rispondeva al debunking provato dicendo che l'apertura non c'era perché chi provava a farlo faceva vedere una ricostruzione al computer e non le foto presenti in molti siti (facile fare una ricostruzione al PC) e invece facendo vedere le foto si nota che "l'apertura" non é cosi come sono le foto reali.
Secondariamente tu insisti sull'apertura al piano terra ma casualmente la scolleghi dal discorso bobine davanti "all'apertura".

Cosi' due argomenti presi a caso in dieci minuti di come provate a far leggere cose non vere spezzettando gli argomenti e screditando Mazzucco.

Ciao

Pape ha detto...

[quote]
é che anche i difensori della VU in alcuni casi la prendono letterale e a volte per logica a seconda del bisogno.
Vale da tutti e due i lati.
[/quote]

Per esempio, in quali articoli di questo bloghai visto questo tipo di interpretazioni?

[quote]
Per FDR rivolgi a Murru che ha qualcosa da raccontarti.
[/quote]

Murru, purtroppo, non è una persona molto aperta al dialogo. ci ho provato più volte a discutere pacatamente con lui, senza successo. Ma contento lui: se vuole analizzare i dati dello FDR, deve mettersi la testa in pace e accettare che un aereo sul pentagono ci si è schiantato, visto che lo hanno trovato lì.

Pape

Paolo Attivissimo ha detto...

Jimbo,

Non ci eravamo detto addio?

Purtroppo, come dice il film, a volte ritornano. Sono comunque moderatore di questo blog, per cui mi tocca risponderti in merito alle tue accuse.

per far credere a chi legge che l'autore sia un visionario.

Esattamente: Mazzucco, credendo dichiaratamente in tutte quelle cose elencate, corrisponde esattamente alla definizione di "visionario".

Per il punto B), se riascolti la trasmissione, noterai che Mazzucco afferma proprio che il buco "non esiste" e che (pur non esistendo) ha un diametro di pochi metri. Una logica impeccabile.

Nessuna falsificazione da parte mia, quindi, ma da parte del tuo beniamino.


Jimbo, con quest'ultima tua accusa infondata hai abusato fin troppo dell'ospitalità di questo blog e hai fatto perdere troppo tempo ai suoi autori facendo domande il cui vero scopo era trolleggiare ("io mi accontento di vederti scrivere cosi' per far sapere i tuoi metodi", hai scritto).

Qualora non ti fosse chiaro il concetto di ospitalità e di doveri di cortesia dell'ospitato, rendo esplicito il concetto: sei riuscito a renderti ospite non più gradito, impresa peraltro non facile (è la prima volta in mesi di commenti).

Di conseguenza, ogni tuo successivo commento, di qualsiasi genere, verrà semplicemente ignorato e cancellato.

Hai avuto infinite occasioni per parlare, qui e in tante alte discussioni di questo blog. Adesso basta: la democrazia non ti conferisce il diritto di sparare accuse false (ti ricordo che accusare di falso un giornalista è un atto querelabile, quindi non banale) e provocare all'infinito.

Adesso, se non ti spiace, lascia educatamente il posto ad altri ben più civili, corretti e meritevoli di te.

E con questo, finalmente, è davvero addio.

papageno ha detto...

jimbo72:
Si ci hai preso come termine,
Caricaturale é il termine giusto.
Dopo aver visto "proclami di Al Qaeda" arrivare quando servono per i tiggi', dopo aver visto Bil Laden col naso piu' grosso di quello che dovrebbe e , notizia di questi giorni , aver visto che in Algeria, dove c'é una guerra civile da decenni tra fondamentalisti di vari gruppi , ora a nove colonne si titola in Italia "Al Qaeda di Algeria".
Ce la stanno raccontando che Al Qaeda sia la centrale terroristica con a capo Bin Laden.
E secondo KSM che ha fatto tutto lui.


Non hai neanche lontanamente affrontato la questione.

A te pare strano che un terrorista faccia proclami in inglese, perche' ti aspetti che odi tutto dei suoi nemici, compresa la lingua.
Ma questo e' basato sulla caricatura di un terrorista, invece che sul comportamento di persone reali.

Dal momento che la cosa ti pare strana rispetto ad aspettative irrealistiche, il tuo dubbio non e' legittimo.



jimbo72:
Secondariamente, si casualmente e un aereo dentro il Pentagono nel duemila e casualmente aerei nel 2001.
Non ti parlo di NostradaMUS ma di profezie (esercitazioni) che si sono eccezionalmente verificate tempo un anno.


Non hai risposto alle mie domande: quante esercitazioni e segnalazioni?
Senza portare i numeri reali non hai alcuna base per sostenere che si tratti di qualcosa di piu' che coincidenze, che saltano all'occhio solo col senno di poi.

papageno ha detto...

Oh no, non avevo visto che jimbo72 non potra' piu' pubblicare commenti.

Mark ha detto...

"Sono terribilmente fuori tema, per cui inizio e finisco qui, ma chiunque parli bene di Garrison s'è sciroppato il brodino complottista di Oliver Stone e non ha mai aperto un documento d'indagine reale sul caso JFK.

Un aiutino: "back and to the left" vs strapuntino vs Connelly.

Oh, e una ripassata al libretto dei punteggi di tiratore scelto di Oswald, e alle prove di tempi di ricarica di un Carcano, non farebbe male.

Buono studio!"


- Accertato che a Lee Oswald nel giorno del suo arresto venne fatto il test del nitrato, il cui risultato dimostrò che non aveva sparato con un fucile nelle precedenti 24 ore.

- Accertato che il presidente Kennedy ricevette anche un colpo frontale mentre Lee Oswald si trovava esattamente alle sue spalle.

- Accertato che il corpo del presidente fu sottoposto all'autopsia presso l'ospedale militare, dove il suo cervello sparì.

- Accertato che lei evidentemente non ha letto il resoconto delle indagini condotte dal procuratore Garrison che dimostrano l'assurdità e la fantasia della versione ufficiale dei fatti.

- Accertato che un po' di brodino caldo non farebbe male al suo attivissimo cervello, se nel frattempo non lo hanno fatto sparire.

INV775/A ha detto...

"Hai avuto infinite occasioni per parlare, qui e in tante alte discussioni di questo blog. Adesso basta: la democrazia non ti conferisce il diritto di sparare accuse false (ti ricordo che accusare di falso un giornalista è un atto querelabile, quindi non banale) e provocare all'infinito."

O_O'

nervosetti o cosa?

accusare di dire il falso a un giornalista è un atto querelabile? e se accusi un poveraccio qualsiasi, no???

o atti! ma con che min***ate te ne esci???

(per metter i puntini sulle i, sarebbe divertente fare una bella lista di affermazioni dementi dei vari giornalisti, quelle che si smentiscono nel giro di pochi minuti per capirci, e poi fare una statistica di quante "smentite" e "scuse ufficiali" hanno/avete dato. C'è gente che è stata rovinata per dei vostri articoli campati su informazioni sballate...)

tra l'altro 'sto jimbo mi sembra abbia risposto punto punto!

bho, mi cadono le braccia
(se le avessi X°D lol )

Paolo Attivissimo ha detto...

>nervosetti o cosa?

No, semplicemente umani e non dotati di pazienza infinita nei confronti dei troll.

>accusare di dire il falso a un giornalista è un atto querelabile? e se accusi un poveraccio qualsiasi, no???

La differenza è che accusi un professionista di una violazione delle proprie norme professionali. E' come accusare un medico di aver falsificato un referto medico.

INV775/A ha detto...

...ma un medico su di un referto scrive il dato obbiettivo, che può essere vero e reale oppure falso e farlocco.

invece i giornalisti spesso danno "opinioni" e usano infinite sfumature di aggetti ed impostazioni della sintassi delle frasi che tendono da una parte o l'altra della questione...
( ...insomma sai benissimo di che parlo, n'evvero? ;-) )

bho, non capisco la diatriba in atto, me ne torno occultato...

Paolo Attivissimo ha detto...

>invece i giornalisti spesso danno "opinioni"

Infatti mi riferisco ai dati di fatto e non alle opinioni. Se qualcuno dice che un blocco è di metallo e risulta invece che è di cemento, i fatti sono quelli e chi ha affermato che era metallo ha detto il falso. Se qualcuno dice che il buco nel Pentagono non esiste o è largo tre-quattro metri, sta dicendo il falso, e non è questione di opinione.

Pape ha detto...

Un conto sono le opinioni del giornalista, un altro i documenti che porta a sostegno. Un giornalista può personalmente dichiararsi contro la politica di Bush senza problemi. Se per sostenere la sua opinione, lo accusa di autoattentati, senza portare prove oggettive o portando prove false, è reato. non è un problema pubblicare le foto di qualche ministro che va a travoni la sera. Diventa un problema se quella foto è ritoccata, o è presa fuori dal suo contesto per accusare il particolare ministro.

Pape

Paolo Attivissimo ha detto...

>Non e' una traduzione letterale ma se leggi il testo troverai queste come linee guida.

E su questo siamo d'accordo: il PNAC è un piano cinico e pragmatico per consolidare la sicurezza degli Stati Uniti (con metodi discutibili ma indubbiamente logici in termini militari).

La domanda è però sempre la stessa: per i progetti del PNAC, un attentato low-tech come l'11/9 è una forma di attacco che giustifica il piano di ammodernamento militare? No, perché non è una forma di attacco contro la quale ci si difende con sistemi hi-tech.

L'11/9 è utilizzabile come giustificazione per l'implementazione di uno scudo spaziale? No, perché nessuno scudo spaziale avrebbe effetto su aerei di linea dirottati.

Quindi mi sembra che l'attentato low-tech sia ben poco calzante rispetto alle ambizioni discutibili del PNAC.

Altra cosa sarebbe stato, per esempio, un attacco con missili balistici da parte di uno stato canaglia, che so, proprio l'Iraq: allora sì che avrebbero avuto senso ammodernamenti hi-tech, difese spaziali e scudi stellari.

Per questo penso che l'11/9, se fosse stato un autoattentato motivato dal PNAC, sarebbe stato un metodo assolutamente poco efficace di promuovere il PNAC.

E comunque resta il problema che un conto è fare una previsione peraltro ovvia e quasi banale ("se non rimediamo una sconfitta militare bruciante, sarà difficile motivare l'ammodernamento militare"); un altro è dire che la previsione firma il mandante.

yos ha detto...

>Non e' una traduzione letterale ma se leggi il testo troverai queste come linee guida.


Scusate forse mi sono perso qualcosa, ma questa frase fa parte di questo 3D ?

Ciao yos

stefano ha detto...

secondo me siete alla frutta.
non riuscire a vedere che c'e' qualcosa di strano nell'11 settembre e' come non accettare che la terra sia tonda.
affidare tutte le vostre risposte al rapporto della commissione 911 e' come ritenere la testimonianza dell'autore di un delitto come la prova della sua innocenza.
non vi dico di svegliarvi perche' e' chiaro che non siete stupidi.
vi dico solo. VERGOGNATEVI! perche' e' chiaro che siete in malafede.
sempre piu' gente sta' aprendo gli occhi di fronte all'inganno perpetrato dall'amministrazione americana e le vostre panzane serviranno solo a mettervi in una posizione scomodissima quando la verita' verra' definitivamente a galla.
ma chi ve lo fa fare??????

Paolo Attivissimo ha detto...

>Secondo me siete alla frutta.

Scherzi? Il meglio deve ancora venire.

>non riuscire a vedere che c'e' qualcosa di strano nell'11 settembre e' come non accettare che la terra sia tonda.

Esempio felicissimo, dato che il lider maximo dei complottisti italiani, Massimo Mazzucco, dice che la terra è cava e noi e l'universo intero siamo al suo interno.

>Non vedere che i complottisti
affidare tutte le vostre risposte al rapporto della commissione 911 e' come ritenere la testimonianza dell'autore di un delitto come la prova della sua innocenza.

Il Rapporto è soltanto una pezza documentale del tutto secondaria: noi ci basiamo sui rapporti tecnici e sulle fonti tecniche esterne.

>le vostre panzane serviranno solo a mettervi in una posizione scomodissima quando la verita' verra' definitivamente a galla.

Come no. Sei anni di "ricerca della verità" e i complottisti non sono ancora riusciti a mettere insieme una versione alternativa degli eventi. Il Boeing c'è, non c'è, è stato sostituito, gli arabi c'erano, non c'erano, le torri sono state demolite con l'esplosivo, no con il laser dallo spazio, no da un drone...

>ma chi ve lo fa fare??????

I soldi della CIA, bello mio! Non c'eri ancora arrivato?

Nichilista ha detto...

>I soldi della CIA, bello mio! Non c'eri ancora arrivato?<

spenderli per combattere seriamente il terrorismo no?

;-)

stefano ha detto...

eh si, mentre invece la versione ufficiale dei fatti e' solida come una roccia!

se non sono i soldi della CIA allora il vostro e' proprio masochismo puro.
ma ora apparte le battute come fate ad essere cosi convinti che sia andata come viene comunemente riportato dalla commissione 911?
possibile che non vi sfiori nemmeno il minimo dubbio?
permettete che dai video e dalle testimonianze qualche domandina sorga spontanea e che dalla violazione di leggi fisiche e statistiche qualche dubbio sorga, o i complottisti (che poi in realta' sono solo persone che si pongono domande legittime) sono tutti dei dementi abbagliati da un guru quale massimo mazzucco che voi tanto vituperate?
spiegami poi perche' le risposte che i vostri esperti danno sono sacre mentre quelle di esperti contattati da chi investiga indipendentemente sono tutte baggianate?

e per finire una semplicissima domanda:
quale vantaggio c'e' a non investigare piu' e a prendere per buono quello che ci e' stato detto fin'ora? e viceversa quale svantaggio c'e' a chiedere di far luce su aspetti non chiari di questa immane tragedia?

Paolo Attivissimo ha detto...

>eh si, mentre invece la versione ufficiale dei fatti e' solida come una roccia!

Se proprio vuoi saperlo, sì, la ricostruzione TECNICA realizzata dai TECNICI è solida come una roccia. Senz'altro infinitamente più solida di tutte le fantasie complottiste che si contraddicono tra loro.

>ma ora apparte le battute come fate ad essere cosi convinti che sia andata come viene comunemente riportato dalla commissione 911?

Perché in sei anni non è emerso nulla che la smentisca, mentre in sei anni abbiamo esaminato più di 90 (novanta!) teorie e le abbiamo trovate tutte sballate e spesso frutto di falsi e manipolazioni.

>possibile che non vi sfiori nemmeno il minimo dubbio?

Il dubbio c'è sempre, come in qualsiasi indagine, ma finora non c'è stato nulla che abbia dato seguito a qualcosa di significativo. Anzi, francamente, a questo punto, una scoperta pro-complotto sarebbe una boccata d'aria fresca, oltre che la strada per il Pulitzer.

>permettete che dai video e dalle testimonianze qualche domandina sorga spontanea e che dalla violazione di leggi fisiche e statistiche qualche dubbio sorga

Ma quali violazioni delle leggi fisiche... sono le fantasie complottiste che violano il buon senso.

> o i complottisti (che poi in realta' sono solo persone che si pongono domande legittime)

No. I complottisti sono fondamentalmente degli allocchi che si bevono qualsiasi scemenza rigurgitata dai loro leader, che sono i veri furbi della situazione e fanno soldi rifilando ai seguaci paccottiglia in DVD e su carta.

>spiegami poi perche' le risposte che i vostri esperti danno sono sacre mentre quelle di esperti contattati da chi investiga indipendentemente sono tutte baggianate?

Perché i nostri esperti sono esperti veri dei settori di cui parlano, mica i contaballe che millantano di essere ingegneri strutturali e poi si scopre che hanno progettato campi da golf...

>quale vantaggio c'e' a non investigare piu'

E chi ti dice che non s'investiga più? Vedi? Ti sei bevuto anche tu le balle dei complottisti.

>viceversa quale svantaggio c'e' a chiedere di far luce su aspetti non chiari di questa immane tragedia?

Nessuno. Infatti siamo in prima fila a chiedere maggiore trasparenza e allo stesso tempo a togliere di mezzo la nebbia di fandonie generata dai complottisti.

stefano ha detto...

innanzitutto ti faccio i complimenti per la traduzione di popular mechanics che hai appena ultimato (nonostante sia stata debunkata (ma ovviamente per te chi l'ha fatto e' solo uno stupido e quindi, tocco cielo tocco terra tocco blu non gioco piu'!) , per l'imminente video che se ho capito bene hai in uscita che mi auguro a questo punto non sia in vendita ma accessibile a tutti e per la pizzeria che hai aperto grazie al tuo sito....
Gli esperti che tirate in ballo voi sono spesso membri di questa o quella commissione o comunque in qualche modo legati all'amministrazione americana o di qualche alleato (e ti prego ora non mi citare il caso del venezuela come replica perche' quella e' semplicemente un'altra storia e comunque non credo che chavez sia uno stinco di santo)...quindi capirai che credibilita' e indipendenza.
come hai potuto ben capire non riesco a bermi le tue risposte....sono tutte rimandi al fatto che voi avete gia' debunkato tutto.ma quello che voi avete debunkato e' gia stato a sua volta sbriciolato...
ora toccherebbe a voi....perche' non fate provare daniele di 12 anni a rispondere, forse ci riesce senza attaccare la credibilita' delle persone.
ah!piccola precisazione, i dubbi sull'11 set. non me li ha fatti certo venire mazzucco, ma piuttosto il suo sito mi ha rivelato che non sono l'unico ad aver notato stranezze....
il lavaggio della testa non e' riuscito a farmelo la mia ex ragazza e non sara' mazzucco a riuscirci...
grazie a dio sono dotato di una testa che ancora riesce a funzionare da sola, e quello che mi dice e' di tendere (considerando anche il quadro attuale geo-politico) a favore di alcune teorie complottistiche che a favore della versione ufficiale.
quello che non mi e' ancora chiaro e' il vostro ruolo in tutta questa faccenda.
quello che i complottisti (aridaje....) chiedono e' la apertura di un'inchiesta nuova che prenda in considerazione fatti che fino ad ora sono stati semplicemente ignorati o stravolti, quello che le autorita' dovrebbero fare e' accettare o rifiutare motivandone le ragioni....
voi che fate? rispondete in nome delle autorita' o cercate di tenere la gente alla larga dal richiedere maggiore chiarezza?.........a mio parere sono entrambe posizioni illegittime o deprecabili.......
per questo non riesco a essere persuaso da voi.

Paolo Attivissimo ha detto...

>innanzitutto ti faccio i complimenti per la traduzione di popular mechanics che hai appena ultimato (nonostante sia stata debunkata

debunkata soltanto nei tuoi sogni. Pensa che i complottisti non s'erano manco accorti degli errori che abbiamo trovato noi.

>Gli esperti che tirate in ballo voi sono spesso membri di questa o quella commissione o comunque in qualche modo legati all'amministrazione americana

Davvero? Anche quelli stranieri? Danilo Coppe è al soldo della CIA? Ma per favore, piantiamola con questa storia... secondo voi, al complotto parteciperebbe mezzo mondo isole comprese.

>quindi capirai che credibilita' e indipendenza.

Certo. Con questo semplice giochino eviti di doverti porre il problema che gli esperti di settore dicono in coro che i complottisti contano balle. Com'è semplice il mondo dei complottisti! Le cattive notizie? Le opinioni intelligenti contrarie? Basta non ascoltarle, e svaniscono!

>quello che non mi e' ancora chiaro e' il vostro ruolo in tutta questa faccenda.

Oh mamma non s'è ancora capito? Intaschiamo tutti un assegno dalla CIA. O il Mossad: adesso non ricordo, devo guardare le ricevute. Potrebbero anche essere gli uomini lucertola di David Icke.

>quello che i complottisti (aridaje....) chiedono e' la apertura di un'inchiesta nuova che prenda in considerazione fatti che fino ad ora sono stati semplicemente ignorati o stravolti

Ma certo, facciamola pure quest'inchiesta. E chi la fa? Chi ci metti a presiederla? Quali sono gli esperti di settore indipendenti da consultare? Hai appena detto che sono tutti al soldo dei cattivoni.

>per questo non riesco a essere persuaso da voi.

Caro Stefano, magari la cosa ti sorprenderà, ma non ce ne importa un fico secco. Sei liberissimo di credere a quello che ti pare e noi non abbiamo alcuna pretesa né obbligo sindacale di persuaderti. Per gli irrecuperabili, infatti, il contratto CIA prevede un'apposita esenzione. Nel tuo caso, passerà da casa un apposito infermiere. Non temere, non ricorderai nulla.

Noi scriviamo per chi ha ancora un minimo di senso critico e di contatto con la realtà ed è francamente stufo di farsi spillare soldi dai Chiesa, Mazzucco, Jones, Griffin, Meyssan e compagnia bella.

stefano ha detto...

....ripetitivo nelle rispostine ironiche inconcludenti.....

grazie allora per mantenere l'ordine delle cose, c'e' ne proprio un gran bisogno di questi tempi.

....mai sentito parlare di servizi segreti italiani?....
della mafia, dei ricatti, delle pressioni in generale
tutte cose da paranoici complottisti vero?
.....mica esiste solo la CIA...
sono sicuro lo sai meglio di me (lo dico senza malizia)

vabbe, diciamo che c'e' quantomeno incompatibilita di vedute tra di noi.....
senza rancore.
addio

usa-free ha detto...

Hai aperto davvero una pizzeria? :D

paulatz ha detto...

Per chi no crede che il calore del combustibile in fiamme possa fondere la struttura metallica delle moderne costruzioni segnalo l'incidente di ieri, a Los Angeles, dove l'incendio di una autobotte ha provocato il crollo di un viadotto: http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?uuid=32a68ce0-f6e5-11db-b493-0003ba99c53b&rcsrid=vaschettaMC_corriere_3

Berto ha detto...

combustibile non significa nulla!
vai sulla tavola periodica e studia senti me...
1)il calore sviluppato da una fiamma dipende dal conbustibile;
2) la struttura di un ponte è assolutamente diversa da quella di un grattacielo, non paragonabili..;
3) il tempo impiegatoci per crollare non è chiaro nel caso del ponte, mentre nelle torri gemelle è stato sotto gli occhi di tutti;
Vuoi paragonare le strutture d'acciaio di un grattacielo di 400m a le 4/5 travi di un ponte?
il ponte dal filmato poi, crolla in maniera asimmetrica se proprio volessimo entrare nei particolari.
Si vede una parte che "tira" l'altra giù non mi sembra si sia sgretolato e fuso..
e poi nessuno mette in dubbio che l'acciaio possa modellarsi col calore, bastano 1300 °C per parecchi minuti.
Sai gli altoforni? ecco servono a quello :)
Cmq non rispondete a questo commento per due motivi:
1) non è l'argomento del blog;
2) fareste brutta figura ;)

ok "parliamo" dell'undici settembre..

Anonimo ha detto...

Domanda stupida e magari un tantinello ignorante (glisso sugli inevitabili complimenti per il lavoro certosino di ricerca... :-) ), ma se uno non chiede, non impara...

Gli americani hanno sempre avuto una certa attenzione alle misure di sicurezza negli edifici, specialmente il fuoco, quindi mi sembra logico che sparsi nei vari piani del WTC ci fossero degli estintori, probabilmente sotto pressione...
Che succede quando vengono sottoposti alle temperature sopra citate? Potrebbero essere "concausa" delle esplosioni secondarie?

"Merci, merci, treno merci a tutti" in anticipo per la risposta

Paolo Attivissimo ha detto...

Gli estintori dovrebbero aver fatto parte della dotazione standard, ma sui due piedi non ti posso dare una conferma formale. Diciamo che non vedo perché non avrebbero dovuto esserci, anche se il WTC era dotato di un sistema antincendio a pioggia (che non poté funzionare perché tranciato dagli impatti).

Chiederò ai vigili del fuoco prossimamente se un estintore scoppia in caso d'incendio. Grazie della domanda, è uno spunto interessante.