2006/06/30

FAQ 4.3: WTC7 - L'incendio

di Paolo Attivissimo, con il contributo di tutti gli autori di Undicisettembre. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. La data di pubblicazione è fittizia per esigenze di riordino del blog.

Queste sono le risposte sintetiche ai dubbi più ricorrenti a proposito del crollo dell'Edificio 7 del World Trade Center (WTC) di New York, un grattacielo di 47 piani alto 174 metri, avvenuto alle 17.20 dell'11 settembre 2001. Per gli approfondimenti si possono leggere gli articoli indicati nei link qui sotto o si può cercare in questo blog usando la casella di ricerca qui a destra.


4.3. L'incendio

4.3.1. Il fumo che si vede nelle foto non proviene dal WTC7, ma dal WTC6 che gli sta accanto. Non ci sono prove di grandi incendi nel WTC7.


È sufficiente guardare queste immagini per rendersi conto che non è vero che il fumo proviene dagli edifici adiacenti. Il fumo sgorga inequivocabilmente dal WTC7, e le fiamme degli incendi ci sono eccome. Lo confermano sia i pompieri, sia le riprese video del fotoreporter Steve Spak.














4.3.2. Come è possibile che le macerie delle Torri Gemelle abbiano appiccato incendi al WTC7?


Può sembrare strano a prima vista che le macerie di un crollo possano innescare incendi, ma va notato che la stessa cosa accadde anche ad altri edifici sui quali i sostenitori delle tesi alternative non hanno espresso sospetti.

Infatti anche il WTC 4, 5 e 6, gli edifici relativamente bassi (da 8 a 9 piani) che stavano ai piedi delle Torri, dopo i crolli delle Torri stesse furono devastati dal fuoco anche se non erano stati colpiti da aerei, proprio come il WTC7, e iniziarono a bruciare dopo che erano stati colpiti e lesionati dalle macerie delle Torri Gemelle, proprio come il WTC7.


Il WTC5 in fiamme. Dal rapporto FEMA (2002), capitolo 4, pagina 13.