2008/04/17

Incontro di Verrès: il video

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

E' disponibile la registrazione video integrale dell'incontro-dibattito tenutosi a Verrès l'11 aprile, dedicato alla discussione delle teorie cospirazioniste e delle loro presunte prove.

Se alcune parti risultano indicate come "non disponibili" da Youtube, è un errore di Youtube: i video sono stati caricati correttamente. Per vederli, si può cliccare sul link corrispondente alla parte mancante (indicato qui sotto) e scegliere l'opzione di visualizzazione in alta qualità. In alternativa, si può consultare la versione pubblicata su Vimeo.com (i link sono elencati qui sotto).





Non sono stati effettuati tagli, proprio per garantire l'integrità del video: il montaggio consiste soltanto nell'alternanza delle telecamere e nell'aggiunta delle schermate e dei filmati mostrati nella presentazione per consentirne la visione agevole.

Vista la lunghezza dell'incontro e del successivo dibattito, ecco un sunto delle singole parti. I link portano direttamente allo spezzone corrispondente.

Origini, personaggi e psicologia del cospirazionismo undicisettembrino

  1. Presentazione della serata (Youtube; Vimeo). Reminiscenze dei miei dubbi iniziali sulla versione ufficiale. Breve storia del cospirazionismo sull'11/9. Il buco nel Pentagono secondo Meyssan e secondo la realtà delle foto che Meyssan non mostra. Non so cosa sia l'urlo in sottofondo che si sente intorno al primo minuto.
  2. Descrizione del "movimento per la verità" (Youtube; Vimeo). Assenza di esperti informati dei fatti che sostengano le tesi cospirazioniste. Un complottista fra il pubblico interrompe incredulo quando cito la teoria delle microonde spaziali per distruggere il WTC. Cause non cospiratorie di "esplosioni" al WTC. Commercializzazione della tragedia. Psicologia: Sindrome del Messia. Indisponibilità al confronto: i complottisti erano stati invitati.
  3. I complottisti che rifiutano il confronto (Youtube; Vimeo). Elenco non tecnico dei motivi di palese assurdità delle teorie cospirazioniste (ovvero come demolire i complottisti in poche battute). Il pubblico inizia a insorgere contro il complottista che continua a interrompere.
  4. Come mai i complottisti sono ancora vivi (Youtube; Vimeo), se hanno davvero scoperto una terribile verità? Distinzione fra complottismo e perplessità legittime. Presentazione del gruppo Undicisettembre. Le teorie scomparse: il "pod", il carrello a discesa automatica di Meyssan, il Volo 93 atterrato a Cleveland e il "B-52" che colpì l'Empire State Building in Loose Change prima edizione.
  5. Ragioni di un'indagine non politica (Youtube; Vimeo). L'antiamericanismo non spiega il cospirazionismo. Motivazioni psicologiche della presa dei cospirazionismi in generale, anche negli Stati Uniti.
  6. Psicologia del cospirazionismo (Youtube; Vimeo). La Sindrome del Cospiratore Pasticcione e altri errori della mentalità complottista; funzione consolatoria di questa forma mentis. Come riconoscere un complottista. Inizia l'elenco delle otto inchieste già fatte dai vari enti tecnici e giuridici: a chi mai faremmo riaprire le indagini?
  7. Presentazione delle inchieste tecniche degli enti statunitensi e del materiale pubblicato da Undicisettembre (Youtube; Vimeo).


Smontaggio della teoria cospirazionista cardine: nessun aereo al Pentagono


Questa parte è fruibile anche separatamente dalle altre, come esempio di metodo d'indagine di Undicisettembre.
  1. Dimostrazione pratica d'indagine, prima parte (Youtube; Vimeo). Lavorando esclusivamente sulla base dei testimoni e dei reperti osservabili, immaginando di non sapere cosa ha colpito il Pentagono, quali deduzioni si possono fare? Testimonianze, vicinanza all'aeroporto Reagan, nessun divieto di sorvolo, vano unico senza muri maestri, telecamere pubbliche.
  2. Dimostrazione pratica d'indagine, seconda parte (Youtube; Vimeo). La larghezza della fascia di pali abbattuti, la questione delle bobine di cavo, la tacca nel muretto, le dimensioni della breccia d'impatto, dove sono finiti i motori.
  3. Dimostrazione pratica d'indagine, terza parte (Youtube; Vimeo). Breccia d'impatto, invito-sfida di Blondet per un faccia a faccia (che accetto), rottami d'aereo, discussione con i complottisti in sala, la coincidenza del "Mazzucco Express".
  4. Dimostrazione pratica d'indagine, quarta parte (Youtube; Vimeo). I rottami e i cadaveri. Il complottista interrompe sempre più spesso. Esempio di manipolazione cospirazionista: Mazzucco che a Matrix accelera di dieci volte la manovra del Volo 77 per farla sembrare acrobatica.
  5. Dimostrazione pratica d'indagine, quinta parte (Youtube; Vimeo). L'esperimento di Zembla con il simulatore di volo. Esempi di voli radenti di aerei di linea: incredulità del complottista in sala anche di fronte alle fotografie. Dario Fo e il buco di "cinque metri ripeto cinque metri" in Zero. Tiriamo le somme degli elementi a favore della ricostruzione comunemente accettata e quelli a favore delle teorie alternative. Fine della dimostrazione e inizio del dibattito. L'ala colpita del Pentagono era vuota?


Il dibattito


Terminata, non senza fatica a causa delle continue interruzioni, la presentazione vera e propria, inizia la sessione di domande e risposte a ruota libera.
  1. Primo blocco del dibattito (Youtube; Vimeo). Varie domande sulle Torri Gemelle: le rotte apparentemente strane dei voli dirottati, le manovre d'impatto, le temperature degli incendi, la presunta non gravità degli incendi, il confronto con la Windsor Tower.
  2. Secondo blocco del dibattito (Youtube; Vimeo). Perdo un po' la pazienza per le continue interruzioni del complottista, che fa domande senza ascoltare nemmeno le risposte. Il fumo nero è sintomo di incendio scarso? La teoria della caldaia che non fonde. Insurrezione del pubblico contro il complottista.
  3. Terzo blocco del dibattito (Youtube; Vimeo). La reale disposizione delle scale d'emergenza al WTC che permise la fuga di 16 persone e dimostra l'incompetenza tecnica dei cospirazionisti. La teoria della presenza di metallo fuso. Campioncino di termite.
  4. Quarto blocco del dibattito (Youtube; Vimeo). Le panzane fotografiche di Steven Jones. La dinamica del crollo delle torri. I tempi di crollo. Le "guglie": la struttura centrale delle Torri crolla dopo il resto.
  5. Quinto blocco del dibattito (Youtube; Vimeo). Manca il rumore delle esplosioni durante il crollo delle Torri Gemelle. L'omertà assoluta di tutti i soccorritori. Le put option. La bandana del dirottatore del Volo 93. Il complottista continua a interrompere. Insurrezione finale del pubblico e chiusura forzata del dibattito.


Qui sotto trovate inoltre una breve intervista, realizzata da 12vda.it, che racconta la serata qui. Mi scuso per la voce fioca e per l'audio non molto pulito.

93 commenti:

OrboVeggente ha detto...

e bravo ragazzo!
Meriti una doppia focaccia appena arrivi qui in giugno

Jotunheim ha detto...

Ciao Paolo, per favore mi potresti dire come scaricare il video direttamente sul PC? ho una connessione lenta e vorrei poterlo guardare con calma. Ciao!

Andrew.82

fededambri ha detto...

Non manca qualcosa?

Paolo Attivissimo ha detto...

Puoi usare keepvid.com, che ti genera un file .flv o .mp4 che puoi scaricare e vedere con calma.

A montaggio finito, comunque, metterò online le versioni scaricabili dirette.

adal ha detto...

ehi Paolo..

ma questo è il video integrale? o solo una parte? e quale è la sua durata..

ora me lo scarico se è possibile.

Paolo Attivissimo ha detto...

Adal, fededambri, ho scritto appunto che questi sono i primi spezzoni: gli altri verranno aggiunti man mano che trovo il tempo di montarli e caricarli.

OrboVeggente ha detto...

molto interessante questo primo spezzone video (le 3 parti iniziali).
Notevole il ruolo del cospirazionista-disturbatore, ovvero:

I 400 vigili del fuoco sono morti volontariamente per non svelare il "piano" di Bush, e i sopravvissuti si guardano bene dal parlarne perchè altrimenti rischiano di essere licenziati.

Perché si sa benissimo che se c'è una nazione al mondo dove il lavoratore subisce e sta zitto, è proprio l'america...

brain_use ha detto...

@orboveggente:

Ne sentirai di migliori...

Paolo Attivissimo ha detto...

Ho aggiunto qualche altro spezzone (con questi sono a 5, per circa 48 minuti di filmato) e una scaletta degli spezzoni.

schottolo ha detto...

ahhahaa,ma perchè non li attivi i commenti? forse perchè nessuno ti crede?
E poi,per cortesia,ditegli alla balenottera di calmarsi e di prendersi una bella camomilla prima di insultare la gente.

Paolo Attivissimo ha detto...

ahhahaa,ma perchè non li attivi i commenti? forse perchè nessuno ti crede?

Ecco il primo dei tanti che inevitabilmente arriveranno qui a corto di argomenti e attaccheranno con la polemica e gli insulti, esattamente come descritto nell'incontro a Verrès.

I commenti non sono attivati sui singoli video Youtube per non disperderli. Chi ha da commentare può farlo qui.


E poi,per cortesia,ditegli alla balenottera di calmarsi e di prendersi una bella camomilla prima di insultare la gente.

Un classico esempio di pensiero cospirazionista: giudichi senza conoscere e insulti senza sapere.

Se hai altre mirabili dimostrazioni della forma mentis cospirazionista, tienile pure per te, grazie: queste già bastano e avanzano.

federico ha detto...

x paolo attivissimo

ma perché pensi che i complottisti avrebbero DOVUTO venire...

la domanda non è provocatoria: mi interessa sentire la tua opininione in merito.

ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

ma perché pensi che i complottisti avrebbero DOVUTO venire...

Ciao Federico,

a mio avviso, ogni volta che i cospirazionisti rifiutano il confronto sui dati tecnici, dimostrano una volta di più che temono il confronto.

Perché se vengono da noi, devono guardare in faccia le vere dimensioni del foro del Pentagono.

Devono fare i conti con il fatto che i vigili del fuoco italiani confermano che le affermazioni dei complottisti sono scempiaggini pericolose (perché chi pensa che un incendio domestico sia un focherello tiepido è un incosciente che mette a rischio la vita propria e altrui).

Non pretendevo che venissero specificamente a Verrès: ma che rifiutino sistematicamente il confronto tecnico sui fatti anziché sulle fumosità geopolitiche, anche in trasmissioni televisive, dicendo specificamente che non vogliono me o altri membri di Undicisettembre, la dice molto lunga sulla loro serietà.

Vai su Giuliettochiesa.it e leggi come ci definisce. Dimmi tu se questo è un modo serio di fare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Non solo: invitarli, come abbiamo fatto, era comunque doveroso per offrire loro la possibilità di replica, visto che si parlava di loro.

omar ha detto...

Molto interessanti questi spezzoni Paolo.

Esposizione ottima, fino a qui hai spiegato in modo chiaro ed esaustivo la psicologia cospirazionista ed alcun bufale tra le più note, anche e soprattutto a chi magari è "nuovo" del cospirazionismo 11/9.

SirEdward ha detto...

...anche io di sfuggita avevo letto "Attivissimo in pantofole" invece di "Attivismo in pantofole"...

Secondo me è colpa della C.I.A.

stefano ha detto...

A proposito del sito di Chiesa... non so cos'abbiano combinato ma dal whois risulta scaduto qualche giorno fa e ora e' in NO-PROVIDER, quindi o qualche sistemista ha dormito troppo o e' stato sbaraccato. Oppure e' un complotto :-)

Anonimo ha detto...

Emmm Paolo, casomai aggiungi sull'account youtube il link a questo post nei video correlati.
Così chiunque volesse esprimere un commenti vede a fianco del video il link e li esprime qui.

bye bye

Paolo Attivissimo ha detto...

Ho messo una dicitura nella descrizione. Che io sappia, Youtube non consente di inserire link diretti.

Sentiamoci via mail, spiegami cosa intendi, grazie.

SirEdward ha detto...

In effetti c'è qualcosa di strano.

Spero sia solo down per qualche tipo di aggiornamento, ma in questo momento il sito di Chiesa è irraggiungibile.

brain_use ha detto...

Un mesetto fa anche megachip era andato in stato expired.

Evidentemente, coi loro potenti mezzi di ricerca, non sanno ancora come ricordarsi di pagare i domini.

adal ha detto...

hai fatto un ottimo lavoro Paolo ma credo che non smuoverà di un centimetro i cospirazionisti.

che per caso hai in programma qualche conferenza anche nell'Italia centrale? Perugia, Terni, Roma...
cioè la mia zona?

Gabriele ha detto...

Ciao Paolo, complimenti per l'esposizione su un argomento tanto spinoso quanto vasto per dimensioni. L'ipotesi del complotto credo sia assurda proprio alla luce delle tanti indagini fatte. Non credo che i complottisti cambieranno minimamente idea, ma credo che queste cose facciano bene a coloro che hanno un po'di buon senso per discutere e mettersi in discussione. Complimenti anche per il fatto che cerchi di lasciare la politica fuori da questa esposizione, perchè come ben sappiamo spesso i sostenitori del complotto appartengono ad una categoria ben definibile come anti americani e quindi il tuo modus operandi 'dovrebbe' addolcire il clima; purtroppo come si può vedere certa gente non cambierà mai. Aspetto il resto del video! Ciao Gabriele

Anonimo ha detto...

Ho messo una dicitura nella descrizione. Che io sappia, Youtube non consente di inserire link diretti.
---------------------
Facendo "modifica del video" nel campo descrizione si può inserire un link cliccabile semplicemente riportanto anche la parte prima del link, ovvero-> http://
Se si riporta solo www.undicisettembre.... il link è visibile ma non cliccabile.
Se si riporta un link nei commenti al video il commento non viene pubblicato, motivo per cui si sostituiscono alcuni simboli con DOT e SLOT.

Una strada pressochè sconosciuta è quella di cliccare in "statistiche ed informazioni" Si apre una finestra che con mappa e link di siti che hanno deciso di utilizzare il video youtube.
Per esempio ora vi sono:
http://speakandspam.forumattivo.com/attualita-f2/complottismo-e-11-settembre-t286.htm
e
http://www.12vda.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3547&Itemid=255

Spero di essere stato chiaro.
Saluti

Paolo Attivissimo ha detto...

Chiarissimo, grazie: ho aggiunto subito i link.

Gabriele ha detto...

Complimenti per la chiarezza, davvero ammirevole! Solo una cosa nn mi è chiara....non sono un esperto di fisica...però ricordo di aver visto in un filmato complottista la dimostrazione del cossiddetto "effetto suolo", dove veniva presa come esempio (credo) la stessa spiaggia in cui gli aerei passano sopra i bagnanti. Evidenziavano come l'aereo spostasse leggermente l'acqua quando questa veniva sorvolata. L'esempio era poi utilizzato come dimostrazione l'impossibilità dell'approccio al pentagono. Sapendo che la manovra è tutto meno che impossibile, forse un minimo d'aria la si avverte se un aereo di quelle dimensioni ci passa sopra la testa. No??? Cioè se un camion ci passa a fiaco dopo un attimo arriva lo spostamento d'aria..Così come se passo una mano sopra delle briciole queste volano via..Il tutto dipende dalla massa e dalla velocità... (con questo nn voglio dire che i lampioni siano stati abbattuti dall'aria!)...Comunque complimenti e buon lavoro!...

Paolo Attivissimo ha detto...

Ciao Gabriele,

credo di conoscere il filmato al quale ti riferisci. Come dici tu, il filmato mostra un Jumbo Jet che riesce a malapena a increspare l'acqua... il che significa che lo spostamento d'aria è davvero minimo, ben diverso da quello che ci vorrebbe per abbattere dei lampioni.

Inoltre i lampioni presentano segni d'impatto.

Anonimo ha detto...

Scusa Paolo, ma il discorso sulle bobine non mi convince.
Tu dici:

"Ci sono queste bobine di cavo che sembrano collocate davanti, e che sembrano costituire un ostacolo insormontabile per qualsiasi oggetto sia passato di lì. Osservando in realtà le fotografie da un’angolazione più alta, si vede che le bobine sono parecchio spostate rispetto alla facciata colpita. Erano in realtà una ventina di metri indietro."

[La Cospirazione Impossibile a Verrès (9 - Demo Pentagono), 04:57
http://www.youtube.com/watch?v=WrsP3pyasQ4]

Indietro rispetto a cosa?
Alla facciata del Pentagono, d’accordo, ma a pochi centimetri dal muretto dell’impianto di condizionamento, la rete e il generatore.

Perciò abbiamo, da un lato:

- una tacca semicircolare e un generatore spostato

dall’altro:

- tacca sul muretto.

In mezzo ci sono quelle bobine, alte circa due metri.
http://i22.photobucket.com/albums/b338/
merc_mercy_/072.jpg

Ripeto, a pochi centimetri dai punti di impatto (tacca sul muretto, solco sul generatore, buco nella rete di recinzione).
http://i22.photobucket.com/albums/b338/
merc_mercy_/tree_stump_fireball.jpg

Posto che tu stesso sostieni che per buona parte l’aereo volava praticamente rasoterra (vedi tacca sul muretto) sei ancora dell’ipotesi che abbia sorvolato quelle bobine?

Paolo Attivissimo ha detto...

sei ancora dell’ipotesi che abbia sorvolato quelle bobine?

Più che "sorvolato", direi che le ha probabilmente urtate e spostate. Se confronti le foto delle bobine prima e dopo, e noti che le bobine stesse sono danneggiate come se qualcosa le avesse colpite, la deduzione logica è quella.

Del resto, tutti gli altri indizi (testimoni, lampioni, danni al generatore, spostamento generatore, scatole nere, DNA passeggeri...) puntano verso la presenza di un aereo e specificamente del volo 77. Il sorvolo/parziale impatto contro le bobine è inconsueto, ma non impossibile.

Senz'altro meno inconsueto delle teorie alternative.

Piero ha detto...

Ciao Paolo, questi tuoi incontri sono molto interessanti, spero che ne pubblicherai altri su youtube.
Devo dire che la presenza di qualche complottista aggiunge un pò di pepe alla serata, io sono venuto a sentirti a Cornate D'Adda lo scorso dicembre ma purtroppo eravamo tutti ingenui creduloni della "versione ufficiale" (e forse c'era anche qualche agente della CIA in incognito).
In fondo in fondo anch'io ero un pò complottista all'inizio, poi ho visto il tuo sito e tutto è diventato chiaro.
ciao
ciao

Hammer ha detto...

Piero, grazie davvero per l'apprezzamento!

Continua a seguirci.

Anonimo ha detto...

Nel filmato, usando una fotografia di tre giorni dopo dici che le bobine sono spostate (e quindi fuori traiettoria), adesso sono "urtate" e "danneggiate"? Mah, forse hai le idee un po' confuse come ti fanno notare qui....

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/
viewtopic.php?topic_id=3983&start=1020

Paolo Attivissimo ha detto...

Anonimo,

puoi disquisire finché vuoi sui dettagli. Puoi dissezionare ogni parola alla ricerca di contraddizioni o differenze.

Ma finché non hai una spiegazione per 55 testimoni oculari, per i rottami, per le scatole nere, per il DNA e i resti dei passeggeri, per la scomparsa dei passeggeri, per l'abbattimento dei lampioni e per l'impatto contro il generatore, tutto il tuo accanimento è un inutile tentativo di non arrendersi di fronte a una massa schiacciante di smentite delle teorie alternative.

L'aereo ha colpito le bobine? Le ha sfiorate, urtate, danneggiate? Le ha sorvolate? Non lo so, e sarebbe pura presunzione affermare di saperlo.

Ma che importanza ha? Tutto depone in favore della presenza di un aereo, specificamente un aereo largo almeno 26 metri (lampioni), specificamente un aereo della American Airlines (testimoni), specificamente un Boeing 757 della AA (testimoni), specificamente il volo 77 (scatole nere, DNA, effetti personali, tracciati radar).

A favore delle teorie alternative cos'hai?

Zero.

Non siete forse voi a lamentarvi sempre che bisogna "cogliere il quadro generale"? Ebbene, il quadro generale è questo: a favore delle vostre infinite teorie fantasiose le prove sono inesistenti. A favore della ricostruzione comunemente accettata ce ne sono una miriade. Fatevene una ragione e passate meno tempo in onanismi mentali che in sette anni non hanno combinato assolutamente nulla.

Poi un giorno o l'altro tu e i tuoi colleghi di fantasia mi spiegherete perché mai il superpotente governo USA avrebbe dovuto architettare una messinscena così assurdamente complicata e ad altissimo rischio di fallimento.

Anonimo ha detto...

ciao Paolo è tantissimo tempo che ti leggo e ti voglio ringraziare, partecipo anche al forum di crono911 tra l'altro...

ho seguito il tutto attentamente fino allo spezzone 9 e attendo gli ultimi!!!

vorrei però darti un consiglio riguardo la presentazione degli atterraggi a S.Martin, secondo me hai fatto un piccolo errore (non di merito ma di opportunità cioè io avrei evitato): l'aria viene spostata in grandi quantità a valle del passaggio di un propulsore a getto, e questo potrebbe giocarti contro se impugnato da osservatori non attenti o maliziosi come sono i nostri "amici"...
lo si vede nei video dimostrativi delle compagnie aeree per l'addestramento dei dipendenti, per esempio per insegnare agli addetti ai lavori a non passare coi pulmini dei bagagli o della manutenzione dietro a un aereo con propulsore acceso (si vedono ribaltati o rotolati via, ok che qui l'aereo avanza e non è fermo al suolo, come tu stesso hai evidenziato, e non ha certo l'aerodinamica di un palo, ma non darei questo tipo di appiglio ai maliziosi che poi tocca aprire altre parentesi), addirittura lo si vede anche in alcuni video di S.Martin con la gente spazzata via in acqua perchè si trovano SULL'ESATTA TRAIETTORIA del flusso di aria in uscita dai propulsori, il fatto che l'aereo ti possa passare SOPRA non significa che il risultato è il medesimo se tu gli passi DIETRO sono due piani diversi!
detto questo i pali sono trinciati di netto e non vedo la necessità di inserire il discorso di S.Martin era sufficiente secondo me proporre le foto che sono disponibili, come nell'animazione di Mike J.Wilson per tarpare le ali a ogni velleità in merito...
quanto al fatto della "portanza" è chiaramente usata a sproposito dall'interlocutore che avevi in sala (credo di poterne parlare con un minimo di cognizione di causa) e non capisco dove volesse arrivare ma questo è un argomento diverso...

Comunque nonostante questa mia postilla, complimenti!

Massimiliano

PS- più ci penso piu mi vien da ridere: ma se anche fosse stato lo spostamento d'aria a piegare (parlo di fantascienza eh...) i pali, allora l'aereo è passato comunque di li... oppure sono stati due missili perfettamente allineati con le due file di pali... oppure un missile che fa zig zag e non esplode all'impatto col palo ma lo supera e lo piega/sradica con la sola forza dello spostamento d'aria... ma sono meravigliosi questi complottisti...
meravigliosa anche la frase: "non sono mica in italia, sono in america, li ti tagliano le gambe se parli"... ahahahahaha... non avrai ottenuto giulietto o massimo, ma il qui presente li batte alla grande!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

lo si vede nei video dimostrativi delle compagnie aeree per l'addestramento dei dipendenti, per esempio per insegnare agli addetti ai lavori a non passare coi pulmini dei bagagli o della manutenzione dietro a un aereo con propulsore acceso

No, quello che dicevo durante l'incontro è corretto. Bisogna distinguere, come appunto dici, fra un aereo _fermo_ a terra (che è il tuo caso), per cui hai i motori fermi e il getto si sposta rispetto al suolo (e ovviamente spazza via di tutto), e un aereo _in volo_, i cui motori avanzano attraverso l'aria per la reazione del getto.

Il getto d'aria che esce da un aereo in volo è praticamente privo di velocità rispetto al suolo: se non fosse così, le scie di condensa (contrail) non si potrebbero formare, ma verrebbero spazzate via.

La spinta viene infatti convertita in moto di avanzamento del velivolo.

Forse avrei dovuto chiarire meglio il concetto di aereo fermo/in volo (non ricordo le esatte parole che ho usato).


non vedo la necessità di inserire il discorso di S.Martin

L'ho fatto a proposito delle bobine, non dei pali. L'animazione di Wilson glissa parecchio sulle bobine.

quanto al fatto della "portanza" è chiaramente usata a sproposito dall'interlocutore che avevi in sala (credo di poterne parlare con un minimo di cognizione di causa)

La persona in questione ha chiaramente riferito teorie altrui senza capirne il significato, ma non me la sono sentita di dargli pubblicamente dell'incompetente. Anche perché se gli davo corda, continuava ancora di più a interrompere.

Dovrò essere più cattivo :-)

Alessandro ha detto...

Che succede? il video dell'intervista è indisponibile...

Paolo Attivissimo ha detto...

Ho controllato adesso e a me funziona.

OrboVeggente ha detto...

paolo:
A favore delle teorie alternative cos'hai?

Zero.


E per vederlo devi pure pagare!!

Anonimo ha detto...

Certo che anche tu come spostamento di paletti non scherzi. Dalle bobine ai lampioni, ai testimoni, al Dna...

Paolo Attivissimo ha detto...

Non è spostamento di paletti. Lo spostamento di paletti si ha quando un'affermazione viene dimostrata falsa e chi l'aveva fatta non ammette il proprio errore e passa invece ad un'altra affermazione per far ripartire il gioco.

Esempio: "non ci sono rottami dell'aereo". Viene mostrata serie di foto di rottami. Spostamento di paletti: "I rottami non sono di un 757". Viene mostrata serie di foto che identificano i pezzi.. e così via, senza mai dire "scusate, avevo torto".

Per quanti anni siamo andati avanti con la panzana del carrello a discesa automatica inaugurata da Thierry Meyssan e ripetuta come un mantra da tutti i cospirazionisti?

Invece né io né nessun altro autore di Undicisettembre ha affermato alcunché di quelle bobine che sia stato smontato. Abbiamo sempre detto semplicemente che la posizione delle bobine pre-impatto è attualmente ignota ma approssimabile guardando le immagini dei giorni precedenti. Abbiamo sempre detto che la natura dei danni alle bobine suggerisce che siano state colpite. Abbiamo sempre detto che poiché tutto indica che il Boeing 757 della AA matricola N644AA si è schiantato contro il Pentagono, la logica impone che l'aereo abbia o colpito o sorvolato le bobine, eventualmente spostandole. Tutte cose fisicamente possibili. Insolite, certamente, ma fisicamente possibili. Tutto qui.

Mi spiace, ma i paletti stanno dov'erano: spaziati lateralmente di 26 metri, a sbeffeggiare chi ancora blatera di missili al posto dell'aereo.

Per non parlare della scempiaggine della teoria dell'aereo con dentro un missile che è stata partorita di recente...

brain_use ha detto...

Per non parlare della scempiaggine della teoria dell'aereo con dentro un missile che è stata partorita di recente...

eh eh...
e io so anche da chi... ;-)

Anonimo ha detto...

Esiste la teoria del Pentagono inesistente?
Credo manchi questa figurina alla collezione!

adal ha detto...

del pentagono inesistente no ma ho letto da qualche parte la teoria degli aerei olografici contro le torri o qualcosa del genere.

:-)

Janez ha detto...

Ciao e complimenti.
Scrivo per evidenziare un punto che non mi convince. Tu dici:

Il getto d'aria che esce da un aereo in volo è praticamente privo di velocità rispetto al suolo: se non fosse così, le scie di condensa (contrail) non si potrebbero formare, ma verrebbero spazzate via.

Non è così, nel senso che l'aria deve venire espulsa a una velocità maggiore di quella dell'aereo, sennò l'attrito dell'aria lo farebbe rallentare (si veda ad esempio: http://it.wikipedia.org/wiki/Turboventola).

Il fatto è che gli effetti di quest'aria in movimento sono limitati alla zona in cui l'aereo è appena passato; al di sotto e ai fianchi di quest'area gli effetti sono scarsi/nulli.

Per quanto riguarda le contrail, non vedo dove sia il problema. I gas di scarico escono con una certa velocità e poi si fermano (creando turbolenza), infatti le scie, già all'uscita dai motori, non sono strisce compatte e ben definite, ma sono piuttosto "spampanate".

Paolo Attivissimo ha detto...

Janez,

concordo con quello che dici: per questo ho scritto "praticamente". E' un'approssimazione. Quello che mi premeva sottolineare è che c'è una grandissima differenza fra la potenza di un getto prodotto da un motore d'aereo _stazionario_ e quella di un getto di un aereo in moto.

Molti profani non conoscono la differenza e si aspettano che un aereo che passa radente spazzi via tutto.

Ma StMaartens, e del resto qualsiasi decollo d'aereo, per l'assenza di grandi nubi di polvere e di oggetti spazzati via dal getto, dimostrano che non è come il profano può attendersi.

SirEdward ha detto...

"mazzucco express"

:-D

adal ha detto...

ciao Paolo ho provato a scaricare i vari filmati con real player in formato flv ma rispetto a quelli su you tube si vedono con una risoluzione molto bassa e in formato francobollo se provo ad ingrandirli si vedono alquanto sgranati.

come posso rimediare? forse dovrei salvarli in un altro formato?

Paolo Attivissimo ha detto...

Adal, se usi Keepvid.com dovresti poter scaricare direttamente i file MP4 originali.

Comunque appena ho finito di montare gli ultimi spezzoni, pubblicherò il tutto in formato originale scaricabile.

adal ha detto...

grazie Paolo attenderò la pubblicazione del filmato originale.

ciao

Anonimo ha detto...

Sulla simulazione Zembla (12), gradirei un commento.

Un 757 con 38 metri di apertura alare che deve scendere sulla columbia pike a 430 nodi...evitare lo sheraton...evitare l'antenna del VDOT...evitare la navy annex...evitare il blocco di insegne autostradali...colpire 5 pali senza perdere portanza...evitare le auto e i furgoni sulla 27...fare un level off totale in 0.3 secondi e penetrare l'edificio senza colpire il terreno coi motori e la pancia.
Prova a mettergli sti DETTAGLI al pilotino del simulatore che ci facciamo quattro risate.
Questi che chiami dettagli fan la differenza fra giocare nel deserto col simulatore pieno di lucine (che fanno tanto realismo) o volare a 450 nodi in mezzo ad una selva di ostacoli.
Se facessi un match 3D del modello su quella simulazione il pilotino sarebbe morto spiaccicato in tutti e tre i tentativi.
Ma che belle ste simulazioni che omettono TUTTE qualcosa di vitale. Chissà come mai...

Fonte:
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/
viewtopic.php?topic_id=3983&forum=3&post_id=108128

Paolo Attivissimo ha detto...

Anonimo, partire citando come "fonte" Luogocomune è un po' come parlare di astronomia citando il mago Otelma, ma pazienza.

Tu parti dal presupposto che il dirottatore volesse fare quella esatta, specifica manovra. Questo è un errore fondamentale. Al dirottatore bastava colpire il Pentagono in un punto qualunque. Un punto qualunque di una struttura di 281 metri di lato.

Il tuo

colpire 5 pali senza perdere portanza

dimostra che non hai ben chiaro il concetto di portanza. Se in auto sbatti contro un tafano, pensi di volare fuori strada?

Non esiste alcun "level off". Questo te lo può confermare anche Murru, che ha calcolato l'angolo della traiettoria. Semplicemente, l'aereo scende fino a schiantarsi al suolo. Sfiga vuole che si schianti dove c'è il piano terra del Pentagono. Tutto qui.

Se facessi un match 3D del modello su quella simulazione il pilotino sarebbe morto spiaccicato in tutti e tre i tentativi.

Che è esattamente quello che è successo a Hani Hanjour e, purtroppo, ai 53 passeggeri e ai 6 membri d'equipaggio.

Ma che belle ste simulazioni che omettono TUTTE qualcosa di vitale. Chissà come mai...

Ma che belle queste teorie alternative, che omettono 55 testimoni, le scatole nere, i resti dei passeggeri, le telefonate, i tracciati radar, le evidenze fisiche sul luogo... chissà come mai.

Attendiamo da anni una ricostruzione alternativa completa che collimi con tutti i fatti noti.

Anonimo ha detto...

"Questo te lo può confermare anche Murru, che ha calcolato l'angolo della traiettoria."

Non male come autogol, visto che il post è proprio di Murru.

SirEdward ha detto...

Mettiamola giù più chiaramente.

Non esiste nessun level-off perché non c'era alcun bisogno di variare l'assetto dell'aereo durante l'ultimo secondo e mezzo di volo, cioè dai lampioni abbattuti alla facciata.

Paolo Attivissimo ha detto...

Non male come autogol, visto che il post è proprio di Murru

Appunto. Prenditela con lui.

Gennaro ha detto...

La serata mi è sembrata abbastanza gradevole, peccato che però alcuni dei presenti (cospirazionista a parte) mi sembravano poco propensi ad ascoltare mettendo in discuccione costruttiva i singoli fatti: ho visto alcune facce che nonostante le tue spiegazioni, restavano per nulla convinte, ed in questo probabilmente ha giocato la presenza del complottista, che ha giocato al solito ruolo del muovere paletti.
L'ho trovata comunque fruttuosa, complimenti, spesso può essere non facile avere un contraddittorio con queste persone.

Simone ha detto...

Paolo sei un grande! Esiste tuo un dibattito online simile a questo sul tema dei lunacomplottisti?

Paolo Attivissimo ha detto...

Esiste tuo un dibattito online simile a questo sul tema dei lunacomplottisti?

Non ancora :-)

Ma il 2009 è il quarantesimo anniversario, e i lunacomplottisti si stanno già preparando... e anch'io.

Guido Q ha detto...

Grazie Paolo! Assistere ai filmati del dibattito è stato molto interessante, direi anzi istruttivo. Conoscevo la psicologia del cospirazionista, ma non l'avevo mai vista "all'opera" in modo così chiaro e inequivocabile. Ti faccio i miei complimenti per essere riuscito a mantenere l'aplomb anche di fronte a tante idiozie (una su tutte: la "portanza" che dovrebbe aver abbattuto i pali!). Mi sconforta vedere come certe menti sembrino del tutto "impermeabili" agli argomenti razionali. Comunque non mollare! Continuerò a seguirti. Ciao!

Riosaeba_gigi ha detto...

Complimenti a Paolo, ti sostengo nel mio piccolo dal mio forum con link alle tue discussioni.
"cospirazionisti": un pò più di modestia e uso dell'intelletto può fare miracoli, provate con brain training!
www.riosaeba78.altervista.org

fabio ha detto...

Gli autogol dei cospirazionisti sono sempre più belli... o comunque si evidenziano tutti i limiti e la pochezza delle loro argomentazioni.
Sono capitato sul sito di Giulietto Chiesa e da li c'è il link della sua intervista da Corrado Augias.
Non sono completamente d'accordo con alcune idee di Augias (su altri argomenti), ma l'ho sempre ritenuta una persona con una certa razionalità.
Prima di aprire il filmato ho temuto che avesse perso la sua obiettività, ma fortunatamente non mi ha affatto deluso!

http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Lestorie%5E17%5E54013,00.html

Metal ha detto...

Paolo hai una pazienza oltre ogni limite...io quando parlo in pubblico se mi interrompono costantemente divento paonazzo e comincio a ribollire...

Skure ha detto...

comunque uno dei video che provano realmente di cosa è capace un normale aereo di linea è qui:

http://www.break.com/index/low_flying_747.html

rasoterra, e guarda caso, a malapena solleva polvere (e siamo nel deserto, dove il terreno NON è perfettamente pianeggiante)

uno spettacolo il cospirazionista giurin giurello, l' amore è bello

continua così Paolo

alpha_omega ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=ub6wbR6dtkc

Altro video.
Sembra essere l'aeroporto di cui parla Paolo durante la conferenza.

kentaromiura ha detto...

molto interessante...
un bel torrent per poterlo masterizzare e mostrare ai miei? :D

Paolo Attivissimo ha detto...

un bel torrent

Non ho preparato un Torrent, ma lo metto su eMule, lo troverai con le parole chiave "undicisettembre" "attivissimo".

Anonimo ha detto...

ciao,ho capitato per caso qui e quindi no ho avuto il tempo di vedere i filmati ne di leggere tutto (soltanto i commenti)..quindi la mia domanda puo suonare stupida (perche forse gia è stata risposta)..ma se è cosi evidente che è stato un aereo a colpire il pentagono, perche non ce lo fanno vedè (davvero..non quel filmatino in cui non si vede niente)? ci sono molte telecamare..e perche non ci sono filmati amateur come quelli delle torri? io credo che non ci hanno raccontato tutta la verita e per dirla tutta mi considero un po cospirazionista..non molto..ma un pocchino si :)

Paolo Attivissimo ha detto...

perche non ce lo fanno vedè (davvero..non quel filmatino in cui non si vede niente)?

Perché o non c'è (mica tutti gli attentati vengono immortalati dalle telecamere: quanti filmati ci sono della stage di Bologna o dell'incidente al Pirellone?) o, se c'è, non può essere ancora pubblicato perché è una prova nei processi a carico dei terroristi.

ci sono molte telecamare..e perche non ci sono filmati amateur come quelli delle torri?

Le telecamere del Pentagono non sono puntate al cielo o all'orizzonte per vedere se arriva un aereo.

Non ci sono filmati amatoriali probabilmente per lo stesso motivo per cui praticamente non ce ne sono al WTC per il primo aereo: prese tutti di sorpresa.

Anonimo ha detto...

"Perché o non c'è (mica tutti gli attentati vengono immortalati dalle telecamere: quanti filmati ci sono della stage di Bologna o dell'incidente al Pirellone?) o, se c'è, non può essere ancora pubblicato perché è una prova nei processi a carico dei terroristi."

Beh, puo darsi, talvolta hai ragione ma il mio spirito conspirativo mi dice che:

uno: se i filmati che essistono sono una prova nei processi, anche quelli delle Torri dovrebbero essserlo no? perche quelli si e quei no? perche confiscare dei filmati d'altri palazzi (ho sentito qualcosa sul Sheraton..non so se è vero) e non far lo stesso con quei delle Torri..si lo so, è piu difficile perche intorno alle Torri c'era molta gente con camare e ci sono molti palazzi con telecamare..ma cmq..

due: non puoi confrontare (per quanto riguarda telecamare e tutti le altre missure di registrazione) una stazione ferroviaria in Italia agli inizi degli anni 80 con uno dei palazzi miglor sorvegliati del mondo nel 2001..parliamo del Pentangono, ragazzi!! non so quante telecamare c'erano nel Pentagono e dintorni ma di sicuro che un paio di piu di quelle che c'erano a Bologna ;)

"Le telecamere del Pentagono non sono puntate al cielo o all'orizzonte per vedere se arriva un aereo"

È una affermazione (basata in dati che si possono contrastare) o è piuttosto una teoria? La mia -teoria- invece è che se ci sono decine (centinaie?) di telecamare sorvegliando quel posto, da ogni angolo, qualcuna dovrebbe aver registrato qualcosa di piu di un 737 che quei due secondi che ci hanno fatto vedere.

"prese tutti di sorpresa"

Ok, forse la gente normale non si aspettava che un aereo si schiantasse contro il Pentagono, dopo quello che era gia successo, ma qualcuno li dentro doveva sospettare o temere qualcosa no? E se sapevano dov'era grazie ai radar e sateliti, qualcuno poteva registralo..puntando piu telecamare al cielo, ad esempio

O la teoria è che questo bel aereo commerciale è stato dirottato, ha cambiato rotta, ha puntato verso il Pentagono (uno dei palazzi più importanti e sorvegliati al mondo) e nessuno negli Stati Uniti si è reso conto finche, voilà, quel bel pezzo di ferro si è materializzato davanti al palazzo si è schiantato contro quel muro?

Gli americani possono esser stati incompetenti, ma non sono COSI stupidi (credo io)..

Paolo Attivissimo ha detto...

se i filmati che essistono sono una prova nei processi, anche quelli delle Torri dovrebbero essserlo no?

No. E' sufficiente che ne resti uno segretato, sempre che serva come prova (difficile, visto il numero elevatissimo di testimoni al WTC). Gli altri possono anche essere resi pubblici.

ho sentito qualcosa sul Sheraton..non so se è vero

No, lo Sheraton era un errore di interpretazione dei complottisti. Era il Doubletree Hotel, ed è stato desegretato.


uno dei palazzi miglor sorvegliati del mondo nel 2001..parliamo del Pentangono, ragazzi!!

Quello è un mito. Il Pentagono non è un bunker. E' più simile a un ministero della difesa. Le telecamere guardano gli ingressi, non guardano l'orizzonte.


È una affermazione (basata in dati che si possono contrastare) o è piuttosto una teoria?

E' un dato basato su fonti dirette: varie dichiarazioni tecniche e la conferma di una persona che lavora al Pentagono e che conosco personalmente.


Ok, forse la gente normale non si aspettava che un aereo si schiantasse contro il Pentagono, dopo quello che era gia successo, ma qualcuno li dentro doveva sospettare o temere qualcosa no? E se sapevano dov'era grazie ai radar e sateliti, qualcuno poteva registralo

A parte il fatto che non sapevano dov'era (per favore leggiti un po' di documentazione, ti vedo un po' impreparato), secondo te quando ti sta per venire addosso un aereo la tua preoccupazione principale è dove puntare le telecamere? Siamo seri.


O la teoria è che questo bel aereo commerciale è stato dirottato...

I fatti, non la teoria, sono molto più complessi e articolati. Ti invito a studiarli.

Anonimo ha detto...

Grazie per le tue risposte, Paolo. Come gia avevo detto non sono ne un cospiratore ne un anticospiratore professionista..quindi non conosco tutti i dati...soltanto mi faccio domande sulle informazioni che mi arrivano via mezzi ufficciali e non. quindi, chiedo escuse. prometo legger di piu prima di intervenire.

soltanto due cose:
"Quello è un mito. Il Pentagono non è un bunker. E' più simile a un ministero della difesa"

Ok, ma è il ministero della difesa della prima e unica superpotenza mondale che spende in spesse militari tanto come tutti li altri paesi del mondo insieme..quindi non è un qualsiasi ministero..

"A parte il fatto che non sapevano dov'era (per favore leggiti un po' di documentazione, ti vedo un po' impreparato), secondo te quando ti sta per venire addosso un aereo la tua preoccupazione principale è dove puntare le telecamere? Siamo seri."

Prima, io provo ad esser serio. Scusa se non ti lo è sembrato. Ma pensavo che li americani sapevano sempre dov'era l'aereo (e ancora non riesco a capire come puoi perderlo di vista con tutti i radar e satelliti che ci sono)Quindi, se sai dov'è, hai anche il tempo per inseguirlo, registrarlo..Una telecamera con un bel zoom puo veder da lontano un aereo che un umano non potrebbe..è quello che ho pensato..Sembra che non è stato cosi, per quello che dici..

Grazie, cmq!

Paolo Attivissimo ha detto...

quindi non è un qualsiasi ministero

Sta di fatto che ancor oggi puoi avvicinarti fino a toccare i muri del Pentagono prima che qualcuno ti chieda cosa stai facendo. Un edificio di quelle dimensioni (quasi 300 m di lato) semplicemente non è difendibile contro un aereo che gli cade addosso.

non riesco a capire come puoi perderlo di vista con tutti i radar e satelliti che ci sono

Devi appunto documentarti meglio. I dirottatori hanno spento i transponder, per cui l'aereo è sostanzialmente sparito dai radar. Cerca "transponder" in questo blog.

E i satelliti non c'entrano nulla; temo che tu abbia le idee poco chiare su come funzionano.

Anonimo ha detto...

e com'è possibile che gli americani (britanici, sovietici..) son stati capaci da lungo tempo di dettetare aeri e navi nemiche che entrano nel loro territorio e che, ovviamente non portanto con se un trasponder (anzi, provano a nascondersi), e ora li spare un aereo commerciale e nessuno lo trova..non dico che quei radar civili siano capaci di seguire le traccie quando spengono il trasponder..ma i radar militari??
hai ragione pero, su una cosa..non so come funzionano i satelliti..non ho conoscenze tecniche alcune..pensavo che oltre la radio gli aerei portavano dei apparati che emmettevano segnali che i satelliti potevano inseguire..o che le apparecchiature per l'atterraggio automatico stavano coordinate di qualche maniera con satelliti..o che qualcuno sul aereo aveva un cel di quei satellitari o un GPS, che ne so..ok,quindi i sateliti non centrano, ma i radar militari?

"Un edificio di quelle dimensioni (quasi 300 m di lato) semplicemente non è difendibile contro un aereo che gli cade addosso."

su questo del pentagono non posso dire molto di piu..se tu conosci qualcuno che ci lavora li, sai piu di me..cmq io non avevo detto che fosse un bunker, ho detto che deve esser uno dei palazzi piu sorvegliati al mondo. e immagino che durante gli anni piu oscuri della guerra freda qualcuno avra pensato che il pentagono poteva esser obiettivo per superbombardieri russi, sottomarini nucleari o missili intercontinentali, no? quindi qualche misura di sicurezza, qualche radar li vicino, ci deve esser, no?

mi dispiace non esser cosi preparato come te. davvero. ma il mio scopo qui è quello d'imparare, discutere, riflettere su quello che altri dicono..non sono venuto ad insegnare a nessuno. quindi scusa il mio livello "inferiore" e non "tecnico"

Paolo Attivissimo ha detto...

e com'è possibile che gli americani (britanici, sovietici..) son stati capaci da lungo tempo di dettetare aeri e navi nemiche che entrano nel loro territorio

Perché _entrano_ nel loro territorio e vengono intercettati dalle difese perimetrali (ADIZ).

A casa tua, l'antifurto è intorno al perimetro e serve a tenere fuori i ladri, giusto? Non serve a niente se il ladro è già dentro e prende in ostaggio un tuo famigliare.


ma i radar militari??

Non in tempo reale.


immagino che durante gli anni piu oscuri della guerra freda qualcuno avra pensato che il pentagono poteva esser obiettivo per superbombardieri russi

Certamente: infatti siccome era uno dei bersagli più ovvi, il chiosco che ha al centro era chiamato Ground Zero: punto zero di caduta di una bomba atomica.

In altre parole, non era possibile difenderlo contro questo genere di attacchi e quindi era inutile farlo.

Il centro di controllo in caso di guerra era altrove: Cheyenne Mountain e gli E-4B (postazioni volanti).


il mio scopo qui è quello d'imparare, discutere, riflettere su quello che altri dicono..non sono venuto ad insegnare a nessuno

Va benissimo e lo apprezzo, infatti ti rispondo volentieri. Però siccome non posso seguirti tutto il giorno, ti chiedo per favore di leggere prima le FAQ dell'11 settembre (colonna di destra di questo blog). Poi ne riparliamo.

Ciao da Paolo.

SirEdward ha detto...

Aggiungo solo una cosa, dal momento che mi sembra che la persona lo meriti.

E' difficile da dire senza rischiare di sembrare altezzosi, pretenziosi o di modi un po' spicci, anonimo, ma io sono sicuro che molti dei tuoi dubbi derivino solo da una mancanza di conoscenza della situazione e dei meccanismi coinvolti.

Anche io ho subito in certi casi il fascino cospirazionista. Certe cose mi sembravano talmente reali e certe spiegazioni talmente "di buon senso" che diverse volte ho pensato di essermi trovato di fronte alla "prova" dell'esistenza di un complotto.

Ma avevo un'arma in più, acquisita grazie al lavoro di Paolo sulle leggende metropolitane in generale. Mi rendevo conto che, in fondo, non conoscevo nulla di come funzionavano certi argomenti... Quello che a me sembrava buon senso o chiarissima evidenza era in realtà la mia (umanissima e naturalissima) supponenza che mi portava a giudicare su argomenti di cui non conoscevo assolutamente nulla. E' un meccanismo normale, ma tanto più pericoloso quanto più l'argomento è complesso e controintuitivo.

Studiando meglio, scoprendo come funzionano davvero le cose, come sono fatti e come funzionano davvero gli aerei, il sistema di controllo del traffico e la difesa, come stanno in piedi gli edifici, come agiscono gli incendi, mi accorgevo che le teorie cospirazioniste non stavano in piedi se non perché non avevo abbastanza elementi epr dare un giudizio serio.

Tu sei nelle stesse condizioni in cui ero io. Approfondisci gli argomenti, scopri come funzionano davvero le cose, scopri quali erano i dati reali (spesso i complottisti mentono spudoratamente su questo), scopri cosa è successo davvero.

E smetterai, di sicuro, di essere complottista, o anche solo scettico.

Barbara ha detto...

Ciao Paolo,
complimenti per l'ottimo lavoro svolto e per la pacatezza dei toni che hai tenuto durante la conferenza. Volevo segnalarti, ma forse lo saprai già, che esistono filmati amatoriali del primo aereo alle Torri Gemelle, lo puoi trovare qui: http://www.youtube.com/watch?v=rCvOjFbeNzs
Non penso di ritenermi cospirazionista, comunque mi rimangono ancora dei dubbi che è difficile dissipare, per quanto la tua analisi sia stata dettagliata e sempre molto scientifica. Comunque, grazie per aver contribuito alla diffusione di informazioni che certamente aiutano a farsi un quadro più completo della vicenda.
Barbara

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie, Barbara, siamo al corrente di quel video e di altri due riguardanti il primo impatto. Li trovi in questo blog cercando le parole Hlava e Staehle.

Anonimo ha detto...

"ciao,ho capitato per caso qui e quindi no ho avuto il tempo di vedere i filmati ne di leggere tutto (soltanto i commenti)..quindi la mia domanda puo suonare stupida (perche forse gia è stata risposta)..ma se è cosi evidente che è stato un aereo a colpire il pentagono, perche non ce lo fanno vedè (davvero..non quel filmatino in cui non si vede niente)? "

Scusami anonimo, cambierebbe qualcosa? Ovvero non ci sono già abbastanza prove? Pezzi di aereo, carrello, pezzi di motore, identificazione dei corpi, scatola nera tutti gli elementi raccolti non sono sufficienti?
Se non sono sufficienti vuol dire che le migliaia di persone accorse hanno portato senza farsi notare i pezzi dell'aereo, rimpiazzandoli con quelli dei missili, falsificato gli esami del DNA, fatto tacere i giornalisti che non hanno visto nulla di strano, segato i lampioni...
Pensando in questo modo la cosa più semplice del piano sarebbe proprio quella di falsificare i filmati delle telecamere per capire che quello è un aereo, pertanto anche se fossero disponibili chi crede nei fatti non ha bisogno dei filmati, chi crede nelle favole considererà sempre anche di fronte ai filmati che ciò che ha colpito il pentagono è un missile.
Marco

quilodico ha detto...

Lo scettico in sala lo avrei pagato, perché con il suo modo becero avrà convinto la maggior parte delle persone presenti di come pensa e agisce il cospirazionista improvvisato.

Gabriele Cannizzaro ha detto...

Ciao Paolo, ti seguo da anni e questa "conferenza" è veramente mirabile, non c'è di meglio di una relazione in cui ci si attiene ai fatti, e non alle opinioni...

Ho provato a cercare su eMule la conferenza, ma nessun risultato... Non potresti postare il link ed2k o realizzare un tracker torrent?

Grazie!

Magaolimpia ha detto...

Complimenti per il lavoro.

Non riesco a caricare il video numero 4: Youtube dice che non è più disponibile.

Paolo Attivissimo ha detto...

Magaolimpia,

non sei la sola: altri hanno segnalato lo stesso problema e anche a me non viene visualizzato.

Per ora ti posso consigliare di cliccare su "guarda in alta qualità" nella pagina di Youtube (il link sotto il video, a destra). Questo, almeno a me, fa vedere il video.

Fammi sapere. Mi spiace dell'inconveniente.

Magaolimpia ha detto...

Sì, effettivamente quello in alta qualità si vede.
Chissà come mai ci sono questi problemi...

luchino1983 ha detto...

ciao paolo, ho guardato tutta la conferenza e l'ho trovata molto interessante, solo un passaggio non mi è molto chiaro riguardo ai lampioni caduti davanti al Pentagono:

ad un certo punto un signore chiede se non è possibile che i lampioni siano caduti a causa dello spostamento d'aria...e tu rispondi che son stati travolti e fai vedere un aereo in fase di atterraggio a St Martin. Ma secondo me non è proprio la stessa cosa, in quanto l'aereo nelle foto è in fase di atterraggio quindi i motori sono al minimo e anche la velocità è bassa, mentre al pentagono la velocità è di 800 km/h, quindi trovo che il paragone non sia molto opportuno. Cosa ne pensi?? grazie in anticipo per la risposta

Paolo Attivissimo ha detto...

Luchino,

sono d'accordo con te che il paragone non è perfettamente calzante: ma di meglio non c'è, dato che a quanto mi risulta non ci sono altri casi documentati di aerei di linea che sfreccino rasoterra per 130 metri fino a schiantarsi a 800 km/h.

Però si può estrapolare: un aereo a 300 km/h (in atterraggio) è comunque una massa non trascurabile a una velocità significativa, e come vedi non si sposta neppure un granello di sabbia. Aggiungici che un aereo è fatto apposta per fendere l'aria, senza spostarla, e diventa ragionevole che non vi sia uno spostamento d'aria tanto violento da abbattere dei lampioni.

Giuseppe ha detto...

Salve, vi seguo da un pò e vi apprezzo molto, dite cose che hanno molto senso;)

Volevo complimentarvi e dirvi che appena avrò completato il modello 3D del WTC ve lo mostrerò.

MD77 ha detto...

OH caro Paolo,
ho fatto un post solo, e ritiro tutto quello che ho detto.
Hai la pazienza di un santo, io al personaggio dell'ultima fila ( hehe sarà un caso che sia li in fondo.....) avrei tirato una scarpa simil-Bush.
Il lavoro da voi svolto è impeccabile e ho chiuso parecchie cose che avevo in sospeso in via definitiva.
Vista sotto l'ottica della logica, il lavoro di Mazzucco & C. non ha senso....
Grazie

MD77

Gabriele Cannizzaro ha detto...

Rinnovo la richiesta per il link ed2k, magari da inserire direttamente nell'articolo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Gabriele,

io non ho tempo di preparare una versione come chiedi, ma se tu la prepari, includerò volentieri il link.

Gabriele Cannizzaro ha detto...

Ah scusa, pensavo fosse già pronto, avevo letto nel tuo commento del 5/5/2008:

Non ho preparato un Torrent, ma lo metto su eMule, lo troverai con le parole chiave "undicisettembre" "attivissimo".

Io lo farei molto ma molto volentieri, tra l'altro mi occupo proprio di montaggio video... Ma dovrei farlo a partire dai video di youtube o potresti fornirmi tu gli originali?

Paolo Attivissimo ha detto...

Gabriele,

hai ragione, mi ero completamente dimenticato di quel mio commento.

Mi sembra di aver affidato i file a qualcuno perché li mettesse su eMule, ma potrei sbagliarmi.

Se vuoi farlo tu, ti posso dare i file originali (già montati, come li vedi online, ma in qualità originale), te li metto sul mio server e te li scarichi, poi impacchetti e pubblichi il tutto.

Sentiamoci via mail per i dettagli. Grazie!

Gabriele Cannizzaro ha detto...

Ciao Paolo... Temo di essere finito tra lo SPAM della tua casella di posta, in quanto dopo il nostro iniziale scambio di messaggi ho provato a scriverti più volte, senza ricevere risposta. Il mio indirizzo ce l'hai, potresti scrivermi tu appena hai tempo?

Grazie :-)

tranquillo ha detto...

ciao Paolo, approfitto innanzitutto per complimentarmi con te per il tuo lavoro di ricerca e quello di tutti gli altri che ti accompagnano nelle tue indagini; è ammirevole il modo in cui tenti di separare la politica da quelle che sono solo considerazioni tecniche, la tua esposizione è splendida e non fa una piega, e sentirti parlare è proprio un piacere. Io purtroppo tra i miei amici ho molti complottisti, la parte della tua esposizione dove cerchi di spiegare la loro psicologia mi ha aiutato a comprendere quello strano visionario e fantastico modo che tutti loro hanno di vedere la cosa, ho notato sopratutto che in tutti loro c'è più l'intento di raccontare una storia, di creare un mito e fare quasi dell'intrattenmimento quando si snodano nei loro "ragionamenti", anzichè andare alla reale ricerca della verità. Io sono alquanto giovane (19) e quasi mi preoccupa il numero dei miei coetanei che credono cecamente in quelle assurde teorie amici che siano e non.(più o meno 3 su 5 cospirazionisti) E poi ho anche notato che in genere, i miei coetanei, che si interessano alla questione 11/9 se non hanno teorie complottiste tendono di più a fregarsene che a elaborare un pensiero più razionale.
Parlano tutti per sentito dire e spesso non sanno nemmeno a quale filone del complottismo appartengono, non sanno con precisione le tesi che supportano, laser microonde, bombe nascoste per le scale o altro non importa come sia andata, il fatto è che per loro la colpa è degli americani, vogliono fare un'analisi innanzitutto politica partendo da una conclusione come verità e cercando di giustificarla con cose che han sentito un po' qua un po' là. Altra cosa preoccupante è che queste teorie dilagano tra tutti i tipi di persone non solo folli visionari e creduloni ma anche persone apparentemente sagge e intelligenti.
Dopo questo lungo e più o meno inutile messaggio colgo l'occasione per chiederti quello che era realmente il motivo per cui ti avevo scritto, ovvero volevo sapere se hai in programma qualche iniziativa nel triveneto magari a Trieste. Un saluto e ancora complimenti per il tuo lavoro.

Paolo Attivissimo ha detto...

Tranquillo,

grazie dei complimenti, che giro a tutto il gruppo Undicisettembre. E' triste la situazione che descrivi.

Sono stato a Trieste qualche mese fa ma per i prossimi mesi ho dovuto ridurre drasticamente gli impegni, per cui non ho in programma nulla a breve scadenza.

Se passo da quelle parti, ne parlerò certamente nel blog Disinformatico.info.