2007/04/24

John Kerry arruolato a forza dai complottisti

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

English abstract: A Youtube clip shows US senator John Kerry answering conspiracy theorists in Austin, Texas with words which CTs interpret as evidence of his insider knowledge that the World Trade Center was destroyed by controlled demolition. Some versions of the video also claim that Kerry "acknowledges chemtrails" and include extra footage. This article is a transcript and Italian translation of the clips, and includes the full text of the conspiracy theorists' questions, one of which mentions the chemtrails that Senator Kerry allegedly acknowledges.

Sta circolando con un certo clamore (con link in vari siti) un filmato attribuito a Austin911truthnow.org nel quale, secondo l'interpretazione complottista, il senatore John Kerry ammetterebbe che l'Edificio 7 del World Trade Center sarebbe stato demolito intenzionalmente, in contrasto con la ricostruzione comune degli eventi.

Secondo un articolo di PrisonPlanet.com, di Alex Jones, è successo qualcosa di clamoroso: "in un recente discorso pubblico ad Austin, in Texas, il senatore John Kerry ha risposto a una domanda riguardante l'Edificio 7 del WTC concludendo che secondo le sue informazioni, l'edificio è stato abbattuto come risultato di una demolizione controllata, contraddicendo direttamente la versione ufficiale secondo la quale la struttura cadde a causa dei danni prodotti da macerie e incendi":
At a recent speaking engagement in Austin Texas, Senator John Kerry responded to a question about WTC Building 7 by concluding that according to his information, the building was brought down as a result of a controlled demolition, directly contradicting the official line that the structure fell as a result of fire and debris damage.
Detta così, sembra una notizia-bomba, di quelle destinate a cambiare il destino del mondo. Un senatore USA che si schiera apertamente ed esplicitamente contro la Versione Ufficiale.

Ma cosa ha detto esattamente Kerry? Andiamo a verificare.

Il filmato, stando alle dichiarazioni di chi lo ha pubblicato su Youtube, sarebbe stato ripreso a un'apparizione di Kerry insieme alla moglie, Theresa Heinz Kerry, per presentare un loro libro alla manifestazione Book People, ad Austin, nel Texas. La data indicata è il 22 aprile 2007.

L'interesse dei complottisti verte specificamente su una frase di Kerry, che viene tradotta per esempio da Luogocomune.net come segue:
"So per certo che quel muro, mi ricordo, era pericolante e penso che hanno preso quella decisione considerando il pericolo che distruggesse altre cose - che lo hanno fatto in maniera controllata" (fonte)
Tutto qui. Kerry non menziona affatto il WTC7. Parla, però, di un "muro", e usa un'espressione che manda in visibilio qualsiasi complottista: "in maniera controllata".

In una persona dotata di raziocinio medio, si porrebbe sin da subito il problema di quanta disinvoltura ci voglia per interpretare questo "muro" (wall in originale) citato da Kerry come sinonimo di "WTC7". Ma del resto, se i complottisti sono disposti a inventarsi che "pull" è gergo tecnico per indicare una demolizione con esplosivi, non faranno certo fatica a inventarsi che "muro" è gergo dei senatori democratici per indicare l'edificio numero 7 del World Trade Center.

Non solo: su Youtube è stata pubblicata anche un'altra versione più completa del video, dalla quale emerge che la persona del pubblico che pone la seconda delle due domande complottiste alle quali Kerry risponde crede anche alle cosiddette "scie chimiche", già discusse in una mia indagine antibufala, e accusa l'aviazione militare USA di irrorare segretamente le città americane con sostanze ignote. Nella versione citata da Luogocomune, questo dettaglio non trascurabile è stato tagliato.

Per facilitare la valutazione di ognuno sulla validità dell'interpretazione complottista delle parole di Kerry e sul contesto nel quale sono state pronunciate, pubblico qui la mia trascrizione e traduzione di quanto detto nel filmato. Per evitare dubbi qualitativi, preciso che sono madrelingua inglese, traduttore professionista con esperienza più che ventennale nel settore. Il testo riunisce i dialoghi di entrambi i video. Le evidenziazioni sono mie.
KERRY: Mi dicono che abbiamo tempo solo per un paio di altre domande, per cui cercheremo di farle velocemente quanto ce le sottoponete, andiamo più veloce che possiamo. Sì, signora? [indica una persona del pubblico]
We uh... I'm told we have time for just a couple of more, er, questions, so we'll try to do them as quick as we get'em, move as fast we can. Yes, ma'am?

PERSONA DEL PUBBLICO (voce femminile): Salve, senatore Kerry, lei ha citato il nostro senso di responsabilità personale come cittadini e di ritenere responsabili e obbligati a rendere conto [sic], e mi stavo semplicemente chiedendo se lei ha mai sentito del dottor Steven Jones. E' un professore, ed era un professore, alla Brigham Young University. E' stato messo in congedo e poi obbligato al pensionamento. Ha tenuto una conferenza e una presentazione qui la settimana scorsa e all'università del Texas, organizzata dal Project for a New American Citizen. E lui ha scoperto, facendo analisi sulla polvere del World Trade Cente, che c'erano composti chimici che... e la stessa composizione chimica che costituisce il termato. Lui ritiene che questo sia il risultato di una demolizione controllata e mi chiedevo semplicemente, dato che lei è così tanto a favore dell'obbligare le persone a rendere conto delle proprie azioni e ad essere personalmente responsabili come cittadino, se lei fosse disposto ad ascoltare testimonianze di esperti e testimoni su come i World Trade Center [sic] sono stati abbattuti da una demolizione controllata.
Hi, Senator Kerry, you bring up our sense of personal responsibility as citizens and to hold, er, responsible and accountable, and I was just wondering if you'd ever heard of Dr. Steven Jones. He is a professor, and was a professor, at Brigham Young University. He was put on leave and then forced into retirement. He did a conference and a presentation here last week and at the university of Texas, put on by the Project for a New American Citizen. And he discovered, uh, by testing World Trade Center dust, that there were chemical compounds that... and the same chemical composition that made up thermate. He believes that this is the result of, uh, controlled demolition, and I was just wondering, since you are all for holding people accountable and being personally responsible as a citizen, if you were up to hearing witness and expert testimony as to how the World Trade Centers were [sic] brought down by controlled demolition.

KERRY: Be', questa è nuova... per me è una novità. Dovrei... Voglio dire, ovviamente sono aperto a qualsiasi cosa che si basi su fatti e prove, e se qualcuno ha delle prove, le esaminerò.
Well, that's a new... That's a new one to me. I'd have to... I mean, obviously I'm open to anything that's based on fact and evidence, and if somebody has evidence I'll take a look at it.

PERSONA DEL PUBBLICO (voce femminile): Bene.
Good.

KERRY: Sarei lieto di esaminarlo.
I'd be happy to take a look at it.
Una dissolvenza indica che le domande non sono consecutive.

A questo punto, la versione estesa del filmato include la seguente prima parte della domanda fatta da una persona del pubblico (mostrata nel fotogramma qui a sinistra), che parla di scie chimiche. Questa parte è assente nella versione citata da Luogocomune.

Viene mostrata la fine della risposta di Kerry a una domanda non pertinente all'11/9.
PERSONA DEL PUBBLICO: Vorrei semplicemente lodarvi per le vostre posizioni sull'ambiente, le questioni ambientali come questa sono così importanti. Mi ha dato davvero molto il capitolo 2, specialmente quando avete parlato dell'Environmental Working Group, credo che a tutti noi farebbe bene andare a Ewg.org, lì c'è anche un database cercabile, potete immettere tutti i vostri prodotti per l'igiene personale e vedere quali sono tossici per voi fra quelli che usate quotidianamente. Penso che un'altra cosa sulla quale dovremmo concentrarci sono gli organismi geneticamente modificati. Un'altra cosa, l'uso dell'uranio impoverito in Iraq, le scie chimiche che vengono spruzzate sopra le principali città, dappertutto in questo paese, tutti i giorni, è una mia grande preoccupazione perché vedo queste cose tutti i giorni. Cos'è? L'Air Force nega il fatto che esistono, pensano che siano normali scie di condensazione, ma noi sappiamo che non è così.
I just want to commend you both for your stance on environment, environmental issues like this that are so important. Chapter 2 I really got a lot of... a lot out of, especially when you talked about Environmental Working Group, I think we could all benefit from going to Ewg.org, there's also a searchable database there, you can plug in all your personal hygiene products and see which ones are toxic to you that you're using on a daily basis. Uh, I think another thing that we should really focus on, too, is genetically modified organisms. Another thing, the use of depleted uranium in Iraq, uh, chemtrails being sprayed over major cities, everywhere in this country daily, uh, big concern of mine because I see these things every day. What is it? The Air Force denies the fact that they exist, they think that they're regular contrails, we know better than that.
Da qui in poi i due filmati coincidono fino a poco prima della fine.
STESSA PERSONA DEL PUBBLICO: Inoltre ho una domanda per lei. Il World Trade Center è stato abbattuto l'11 settembre alle 17.2o. Il locatario del complesso del World Trade Center, Larry Silverstein, ha concesso un'intervista pubblica sulla PBS nel 2002 e ha detto che avevano 'tirato' quell'edificio, e questo è un termine di demolizione che significa abbattere intenzionalmente un edificio. Quest'uomo ha guadagnato oltre 5 miliardi di dollari dalla distruzione di quegli edifici, e vorrei sapere se c'è mai stata un'indagine formale su Larry Silverstein, il locatario del complesso del World Trade Center, e sui suoi legami con tutto quest'evento.
Also, a question I have for you. Um, World Trade Center 7 was brought down, uh, on September 11th at 5.20 in the evening. Uh, the leaseholder of the World Trade Center complex, Larry Silverstein, gave a public interview on PBS in 2002 and he said that they 'pulled' that building, which is a demolition term for intentionally bringing down a building. This man made over 5 billion dollars from those buildings' destruction, and I want to know if there was ever a formal investigation into Larry Silverstein, the leaseholder of the World Trade Center complex, and his ties to this entire event.

KERRY: Non credo ci sia stata un'indagine formale. Non ne ho sentito parlare, non lo so; so che... che quel muro, ricordo, era, era in pericolo e penso che presero una decisione basata sul pericolo che correva di distruggere altre cose, che lo fecero in una maniera controllata. Sa, lui fa parte dello sforzo di costruzione-ricostruzione per il monumento commemorativo e l'uso del terreno eccetera, c'è stato un lungo tira e molla a New York. Non ne sto seguendo tutti gli aspetti, perché non rientra nella mia giurisdizione, per così dire. Ma controllerò questa faccenda.
I don't believe there has been a formal investigation. I haven't heard that, I don't know that, I do know that... that that wall, I remember, was, was in danger and I think that they made a decision based on the danger that it had of destroying other things that they did it in a controlled fashion. Uh, you know, he's part of the construction-recostruction effort for the memorial and the use of the land et cetera, there's been a long tug of war going on in New York. I am not following every aspect of it, 'cause it's not in my jurisdiction, so to speak. But I'll check on this story.

VOCE FEMMINILE DAL PUBBLICO: [incomprensibile]

KERRY: La esaminerò sulla base di quello che avete detto. Siete le prime persone in qualsiasi parte del paese che hanno richiamato la mia attenzione su questa questione.
I'll take a look at it, based on what you said. You're the first people, anywhere in the country, to call this to my attention.

VOCE MASCHILE: E' interessante che il rapporto della Commissione sull'11/9 non parla nemmeno del World Trade Center 7 e del fatto che, cioè, è caduto nel modo in cui è caduto...
Oh, interestingly enough, the 9/11 Commission report does not even address World Trade Center 7 and the fact that, you know, it fell the way that it did...

KERRY [interrompendo]: Lasci che m'informi in proposito. Non ne so abbastanza, non è nel nostro libro, eccetera...
Let me find out about it. I know not enough about it, it's not in our book et cetera...
La frase è interrotta nel primo video ma nel secondo prosegue brevemente:
KERRY: ... fra l'altro, grazie per averlo citato, se andate in fondo al libro, gente, c'è un elenco completo di siti...
incidentally thank you for mentioning, if you go to the back of the book, folks, there's a full listing of websites...
Il filmato si conclude con una dissolvenza.

Ognuno potrà valutare, sulla base della conoscenza del contesto, se le parole di Kerry siano un'ammissione curiosamente disinvolta e rilassata della conoscenza di un piano di demolizione top secret o se siano la risposta improvvisata e vaga di una persona che fra l'altro dichiara esplicitamente che tutte queste teorie di demolizione sono per lui una novità. Ognuno potrà valutare se "muro" sia davvero equivalente a "grattacielo di 174 metri".

Il clamore dei complottisti intorno a questo video è un tipico esempio quello che i debunker intendono per "forma mentis complottista": la propensione a manipolare senza pudore i fatti per adattarli alle loro tesi demenziali e il bisogno insopprimibile di credere a qualsiasi storia, anche la più assurda e improbabile, purché abbia come ingrediente un piano segreto da parte di un cinico e potentissimo governo intento giorno e notte a manipolare i propri cittadini mediante piani arzigogolati di cui solo le menti superiori e illuminate dei complottisti riescono a cogliere la vera natura (il resto della popolazione è sheeple, il popolo gregge).

Quando un complottista undicisettembrino tira in ballo le scie chimiche, non possono essere lontani i Men in Black, il cappellino di stagnola per contrastare le onde radio del controllo mentale e gli uomini lucertola di David Icke. E' soltanto grazie a questa forma mentis paranoica che le parole di Kerry possono essere distorte e manipolate per trasformarle in una conferma della presunta demolizione dell'Edificio 7.

Francamente invidio John Kerry, che nella sua risposta dice che è la prima volta che sente parlare di queste cose. Beato lui. Finché il popolo dei complottisti continuerà a inventarsi clamore intorno a episodi assolutamente inconsistenti come questo e a non prendere le distanze almeno dalle credenze più eccentriche, non solo la ricerca della verità non farà il minimo passo avanti, ma il complottismo sarà il peggior nemico di se stesso.

15 commenti:

Matz ha detto...

Paolo, ma non ti sei ancora stufato di rincorrere i complottisti nei loro deliri?

Il tuo sforzo è lodevole, ma a me sembra che ormai il debunking è stato fatto ma chi vuol credere al complotto continuerà a crederci.

Tanto mi sembra evidente che i complottisti andranno avanti all'infinito a tirar fuori "prove schiaccianti" come questa. Veramente vuoi andare avanti all'infinito a debunkarle tutte?

Lo dico per la tua salute

usa-free ha detto...

Io semplicemente mi chiedo: ma se Kerry è ed è sempre stato all'opposizione,come potrebbe essere a conoscenza di un complotto governativo?

repiazz ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
repiazz ha detto...

ehm
ho guardato su quel forum
neanche loro dopo un primo momento sembrano credere più alla faccenda

ma no problem ragazzi, dicono, perchè allora (nuovo teorema vincente anche se OT, ma non so se in quel sito si debba restare in topic) Kerry in quanto finalista delle Presidenziali "non può" essere _così_ disinformato --> quindi è complice, prova provata del complotto...

oppure (teorema alternativo e sempre più OT con brillante rivoltamento di frittata) anche Kerry è uno sprovveduto, poveri noi in che mani è l'America (e quindi il mondo)

Satyricon ha detto...

Ottimo lavoro, Paolo.

quote:
>>Kerry in quanto finalista delle
>> Presidenziali "non può" essere
>> _così_ disinformato --> quindi
>>è complice, prova provata del
>> complotto...


Sto ridendo.
Una conventicola di persone con paraocchi in dotazione.

Antonio Candeliere ha detto...

Le prove del complotto verranno alla luce tra molti anni...le verità nacoste prima o poi vengono alla luce...le future generazioni forse lo leggeranno sui libri di storia.

repiazz ha detto...

@ Antonio Candeliere

ecco il complottismo duro e puro: se non ci sono prove poco importa, ci saranno in futuro, ma il complotto ci _deve_ essere

qui si cerca di ragionare: gli atti di fede sono un'altra cosa, magari giusta ma un'altra cosa

Pape ha detto...

Antonio, ancora adesso c'è gente che crede che Pearl Harbour fosse un complotto, eppure le prove ancora la storia non le ha portate. Molti complottisti credono ancora che l'Olocausto sia un'invenzione, eppure la storia li smentisce. Come vedi, c'è gente che per antisemitismo, antiamericanismo o semplicemente per dare aria alla bocca, si innamorano di assurdità.

Pape

John ha detto...

La cosa più bella, un pensiero da incorniciare, di quel post che hai linkato, satyricon, è questo:
"Che il candidato presidente non ne sappia un emerito dimostra solo che abbiamo ragione noi, che le decisioni son prese da altri"
Il genio che l'ha scritta merita la citazione: Sick-Boy.

Quindi il discorso fila così:
"Kerry sapeva del complotto, quindi il complotto c'è stato".
Si dimostra che Kerry non ne sapeva niente.
E quindi:
"Kerry non ne sapeva nulla, perchè era solo un concorrente di Bush. E quindi il complotto c'è stato".

Di fronte a questa disarmante logica, non c'è debunker che tenga.....

John ha detto...

Ah però non avevo notato che la prova c'è.
L'ha trovata Mazzucco.
Sono le mani della moglie di Kerry.

Guardate con attenzione le mani delle moglie, quando viene posta a Kerry l'lultima domanda (la penultiuma, in realtà, quella lunga, in cui lui incrocia le braccia ascoltando): a un certo punto la moglie fa segno a qualcuno, che sta fuori campo sulla destra, "dopo questa basta".
Prima stacca la mano destra, fa una specie di "dopo", poi la riappoggia alla sinistra, facendo il segno di "tagliare".
Il tutto mentre lui fa l'innocente che finge di non sapere nulla."


Anche questo impossibile da debunkare. Siamo fregati.

Satyricon ha detto...

Ormai su Luogocomune interpretano la Libertà di Parola come un Diritto.

Ed è proprio questa interpretazione fallace a produrre le falsità ivi riportate.

usa-free ha detto...

"Come vedi, c'è gente che per antisemitismo, antiamericanismo o semplicemente per dare aria alla bocca, si innamorano di assurdità."

Per l'antiamericanismo non serve. Basta la realtà, che in certi casi supera l'assurdità.

Pape ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pape ha detto...

"Per l'antiamericanismo non serve. Basta la realtà, che in certi casi supera l'assurdità."

Hai pienamente ragione. E pensa, sono così babbi da raccontare fandonie sulla soldatessa e farsi sbugiardare proprio dalla protagonista del loro teatrino. Invece, l'11/9, hanno trovato solo gente che sta zitta, ma sono stati tanto babbi da lasciare prove che qualsiasi idiota che conosce "un notissimo principio della fisica" noterebbe. Quale sia poi il principio di fisica al quale fanno riferimento, ancora non l'ho capito. Ma sono tonto io: mio padre non ha mai inventato una macchina eolica per il moto perpetuo, al contrario del papà di qualcun altro più sgamato di me.

Pape

usa-free ha detto...

Eh sì Pape hai proprio ragione. Molti preferiscono pensare che Schietti sia il paladino della verità che sconvolge gli assiomi sul moto perpetuo e l'entropia e non si accorgono che vengono facilmente inchappettati proprio perchè assorti nel loro romanticismo, con mezzucci molto più banali :D

E' questo che mi fa rabbia: invocano il buon senso mentre vorrebbero vivere in un romanzo. trasfigurano l'opportunismo più lineare in sofisticate trilogie di poteri occulti illuminati. E così facilitano chi li vuole fregare.