2008/09/06

Raitre affronta il complottismo, Chiesa cambia versione sul buco del Pentagono

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

La trasmissione Pianeta Files di questa sera (Raitre, 23.40) si è occupata brevemente dell'11 settembre. Condotta da Mario Tozzi, ha avuto come ospiti Massimo Polidoro, curatore del libro 11/9 La Cospirazione Impossibile, e Giulietto Chiesa, autore del libro Zero e del DVD omonimo.

La sintesi dei fatti tecnici è stata piuttosto accurata. Per esempio, è stato precisato correttamente che gli incendi furono soltanto innescati dal carburante, ma alimentati dal contenuto stesso dell'edificio: un aspetto che molti servizi giornalistici hanno invece presentato erroneamente.

Una svista, tuttavia, è stata l'indicazione che i nomi degli esecutori degli attentati furono divulgati il giorno stesso in cui ebbero luogo: in realtà la prima lista parziale ed errata, senza foto, fu annunciata il 14 settembre e quella definitiva e corretta fu pubblicata il 27 settembre, 16 giorni dopo gli attentati.

Massimo Polidoro ha smontato sinteticamente le presunte prove delle teorie più ricorrenti, e la reale dinamica dei crolli è stata ricostruita molto bene, con il supporto di immagini estremamente chiare, sottolineando anche la particolarità della struttura delle Torri Gemelle.

Giulietto Chiesa, invece, ha offerto ai telespettatori alcune affermazioni che non mancheranno di destare ilarità fra gli ingegneri strutturisti:

(8:25) Si può immaginare che le torri siano state spezzate e rotte in due, sarebbero cadute lateralmente. Non si può spiegare in nessun modo come è possibile che quella parte sotto, che non era stata toccata, e che era intatta ed era una struttura potentissima, si è sbriciolata in fumo, letteralmente, cadendo su se stessa in dieci secondi, cioè alla velocità di caduta libera.


Come sa qualunque esperto di settore, e come mi ha spiegato con estrema chiarezza l'ingegnere strutturista che parteciperà all'incontro di Lugano del prossimo 11 settembre, una struttura come quella di un grattacielo in acciaio non può cadere lateralmente: perde coesione e si sbriciola ben prima di potersi inclinare di lato significativamente in blocco. E' fatta per reggersi quando è verticale, non quando è storta, tranciata e in fiamme. Se Chiesa lo chiedesse a un tecnico, invece che a un teologo (David Ray Griffin), lo saprebbe.

I reali tempi di caduta sono dell'ordine di 16 secondi, ben oltre la caduta libera, come testimoniato dai filmati. Sulla mancata trasformazione in "fumo" delle macerie, persino Steven Jones, collega di cospirazismo di Chiesa e suo consulente in Zero, afferma che è una falsità.

Sull'identità dei cospiratori, inoltre, Chiesa è molto esplicito:

(4:30) Chiunque conosca il funzionamento degli apparati dello stato capisce che nell'operazione 11 settembre c'è stato bisogno di una lunga preparazione e della partecipazione di importanti settori della sicurezza e dei servizi segreti.


A supporto di quest'accusa non è stato portato nulla.

Un altro aspetto interessante delle affermazioni di Chiesa è che l'europarlamentare ha cambiato versione in merito alle dimensioni del foro nella facciata esterna del Pentagono: non è più largo categoricamente "cinque metri, ripeto cinque metri", come ha fatto dire a Dario Fo nel video Zero e come ha sostenuto per anni.

(11:00) A parte il fatto che quel buco lascia molte perplessità, perché quella fotografia, che anche noi abbiamo analizzato ripetutamente, mostra sì un'apertura più vasta, ma in questa apertura ci sono delle colonne in piedi. Se entra una cosa di queste proporzioni alla velocità di 850 chilometri orari, sfonda tutto, non lascia delle colonnine in piedi.

Sfugge forse il concetto, chiarito da tempo dai tecnici, che un'ala d'aereo non è una scimitarra che fende ogni cosa: è una struttura cava, che ospita il carburante, e si trancia e si frammenta nell'urto, a sua volta frammentando la struttura colpita. Inoltre alcune colonne, quelle colpite dalla radice delle ali, mancano del tutto, come si può vedere nella foto presente nella colonna di destra di questo blog. Soprattutto, Chiesa non spiega cos'altro, se non un aereo, potrebbe mai produrre uno sfondamento largo e basso. Largo, ricordiamolo, ben 35 metri e alto 8 al centro.

Apprezziamo comunque il fatto che dopo sette anni, finalmente Giulietto Chiesa è arrivato alla conclusione che il buco esterno nel Pentagono non è affatto largo "cinque metri". Che è quello che diciamo da due anni. Così come apprezziamo il fatto che Massimo Mazzucco, finalmente, è arrivato alla conclusione che le teorie degli aerei-ologramma (o teorie "no planes") al World Trade Center sono insostenibili. Che è quello che diciamo da due anni. Di questo passo, fra una settantina d'anni, chissà, magari ammetteranno finalmente di aver preso un granchio su tutta la linea e daranno ragione ai debunker.

C'è però un punto sul quale noi debunker dobbiamo invece dare pienamente ragione al professor Steven Jones: quando dice che "la comunità dei ricercatori della verità" è "slow to understand": lenta a capire. Lui lo dice soltanto con riferimento alla questione della presunta polverizzazione totale, ma il concetto ha probabilmente una portata leggermente più ampia.

43 commenti:

verduz ha detto...

Ottimo articolo.

Premettendo che non amo cercare il pelo nell'uovo in ogni vostro articolo, ho solamente un piccolo consiglio da dare: cercate di non commettere gli stessi errori di qualcun altro.

La frase che conclude l'articolo, potrebbe far intendere che Steven Jones abbia ammesso la "lentezza di comprendonio" dei "ricercatori della verità".
Il testo da cui è tratta la citazione pur parlando di ricercatori "lenti a capire", specifica però che questa lentezza non è una lentezza generale: è limitata all'analisi della dimensione delle polveri del WTC.
Nel testo viene infatti detto It seems that the 9/11 truth community likewise “has been slow to
understand” that the WTC dust particles in greatest abundance
are the “supercoarse” variety rather than “fine” particles [...]
che si può tradurre (traduco velocemente data l'ora tarda) con un "Sembra che la comunità dei ricercatori della verità sull'undici settembre sia stata lenta a capire che la polvere del WTC era composta in prevalenza da particolato di tipo supercoarse [N.d.T. non so come tradurlo] piuttosto che da particolato di tipo fine [...]". Pur considerando il contesto (la lentezza dei tecnici ambientali sulla tossicità delle polveri, citata poco prima) l'unica affermazione logicamente deducibile dal testo di Jones sembra quindi dire che i ricercatori della verità sono stati lenti a notare il dettaglio della polvere. Non vengono fatti riferimenti ad altri episodi simili e quindi, sulla base del testo, non è possibile affermare che questi ricercatori siano stati "lenti a capire" anche altri argomenti o siano generalmente "duri di comprendonio".

Detto questo, consiglierei di modificare l'ultima frase con un'espressione meno ambigua. Lo Humour inglese non mi scorre nelle vene ma potrei consigliare un qualche cosa di simile a "Il professor Steven Jones si lamenta della lentezza dei ricercatori della verità nel constatare le effettive dimensioni della polvere del WTC. Siamo parzialmente in accordo con lui. Parzialmente perché ci sono molte altre cose che questi ricercatori hanno capito in ritardo o, peggio, non hanno ancora capito."

Ovviamente questa piccola ambiguità non pregiudica in alcun modo il senso generale dell'articolo.
Tuttavia, data la scarsità di argomentazioni a loro favore, i "ricercatori della verità" potrebbero attaccarsi a sottigliezze come questa (già mi vedo un "ci accusano di manipolare le dichiarazioni altrui ma lo fanno anche loro"). Non è quindi cosa saggia dar loro appigli così succosi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Sì, in effetti la frase si presta a questa ripicca. Sistemata, grazie.

Henry62 ha detto...

Ciao,
purtroppo non ho visto la trasmissione, ma leggendo questa affermazione di Chiesa:

"A parte il fatto che quel buco lascia molte perplessità, perché quella fotografia, che anche noi abbiamo analizzato ripetutamente, mostra sì un'apertura più vasta, ma in questa apertura ci sono delle colonne in piedi. Se entra una cosa di queste proporzioni alla velocità di 850 chilometri orari, sfonda tutto, non lascia delle colonnine in piedi"


non si può che restar stupiti dal livello delle argomentazioni.
Ma sanno almeno come è fatta l'ala di un aereo?

IDRIVE ha detto...

Bella trasmissione, Massimo Polidoro eccellente come sempre.
Saluti a tutti, ci vediamo a Lugano.

funkrocker ha detto...

"Si può immaginare che le torri siano state spezzate e rotte in due, sarebbero cadute lateralmente"

Secondo me è questa l'affermazione più allucinante, segue una logica da livello di scuola elementare

Mario ha detto...

Secondo la logica complottista le Torri potevano crollare naturalmente (senza demolizioni controllate) solo se si fossero distese di lato (cosa che richiede il cedimento delle strutture della base mai colpite dagli aerei). Questo avrebbe fatto si che le Torri Gemelle avrebbero toccato decine di altri edifici oltre quelli realmente presi dalle macerie.
I quali crollando per non essere una demolizione controllata, avrebbero dovuto distendersi di lato...avete presente Domino?!

Ma nemmeno nei film di serie C di BollyWood si vedono queste cose.

S ha detto...

Non ho visto la trasmissione. Domanda, ma Massimo Polidoro non e' un collaboratore del Cicap?

Per forza la trasmissione e' stata accurata, mica era Giacobbo...

Peccato che l'ho persa.

brain_use ha detto...

Fantastico: possiamo aspettarci una revisione di zero in cui Fo dica "35 metri, ripeto, 35 metri"?
:P

Già LCFC ha scoperto che esistono i dirottatori, che ci sono i rottami d'aereo al Pentagono, che non ci sono pod sotto gli aerei né missili, che il volo 93 non è atterrato a Cleveland...

Già Chiesa ha scoperto che un B-52 è una cosa un po' diversa da un B-25 e adesso scopre a sua volta i "35 metri, ripeto 35" del foro...

Bisogna ammettere che il "Movimento per la Verità" compie davvero passi in avanti. Tra un paio di lustri arriveranno davvero alla Verità: nell'11/9 non c'è nessun complottone da operetta.

Che persone risibili e ridicole.


p.s.
@henry:
Ma sanno almeno come è fatta l'ala di un aereo?

Non credo.
Devi dar loro un po' di tempo.
In fondo ci hanno messo solo sette anni a scoprire che ci sono altre foto oltre a quella che piace a Meyssan e a Fo.
Alla struttura delle ali ci arriveranno verso il 2021.

jollyroger80 ha detto...

Gentili sig.Attivissimo e autori del blog.
Premetto che sono cresciuto negli anni 80 guardando film e telefilm americani,con l'idea inculcata che loro fossero i buoni ke hanno sempre difeso e difendevano la democrazia dal cattivaccio di turno nazista o sovietico.Quando leggevo sui muri"fuori la NATO dall'Italia e dal mondo"pensavo:"ma vedi sti ingrati",e fui contento quando caddero il Muro prima,il comunismo poi.Quando ci si mobilitò per salvare il kwait dall'aggressione irachena mi parve un bel gesto contro l'ennesimo dittatore malefico.Mi sono perso il 68,il vietnam,l'omicidio di stato a Kennedy,l'appoggio a Pinochet ecc...tutte cose sapute in seguito.
Questo sproloquio per dire che NON VENGO DA UNA CULTURA FILOCOMUNISTA ANTIAMERICANA,semmai il contrario.

Però...
Quel maledetto giorno assieme alle torri sono crollate anche certe convinzioni.Seguii la notizia al tg5 e non so chi altro ricorda il particolare,MA LO STESSO MENTANA SI FECE SCAPPARE CHE C'ERANO ESPOLOSIONI DALL'INTERNO.Gia il 12 settembre dopo lo sconvolgimento iniziale dicevo a tutti i miei familiari e amici che c'era di sicuro qualcosa dietro,che non era possibile varcare le difese della piu grande potenza del mondo in quel modo.
Eclatanti le immagini dei tg degli arabi che festeggiavano mangiando baklavà x strada dopo gli attentati,ke in realtà erano immagini riciclate dai festeggiamenti degli accordi di Oslo:signor Cacciatore di bufale,questa non era bella grossa???si è vista anche a Striscia!
Tempo prima lessi di Hitler ke fece distruggere una radio tedesca dalleSS e di aver fatto ricadere la colpa sui polacchi,facendo sentire il popolo attaccato e giustificando come guerra di difesa quella ke è stata storicamente giudicata come aggressione.Ebbi l'impressione che la storia stava per ripetersi.Se fossero stati davvero terroristi di al qaeda,si sarebbe intensificata la caccia ai terroristi internazionali all'interno e tramite servizi segreti in paesi come l'arabia saudita,essendo anche per la versione ufficiale di origine saudita la maggior parte degli attentatori.Invece si sono dati ultimatum all'afghanistan,intimando di consegnare Bin laden,come se x esempio qualcuno dicesse a lei"sappiamo dove sei,mo veniamo la e ti facciamo un mazzo cosi"...lei si farebbe trovare???Quest'uomo ke secondo fonti ufficiali(e non quei pazzi complottisti ke tanto disptrezzate)necessita dialisi e riesce a sfuggire a tutte le potenze del mondo...come dicevano i trettrè"A ME..ME PARE NA STR..."
Prima dell'attacco un bel bombardamento mediatico sull'Afghanistan,la condizione delle donne,gli studenti coranici,come se prima tutto ciò non fosse mai esistito.Eravamo stati presi per i fondelli abbastanza???certo che no!pOi arrivarono le pericolosissime ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA degli iracheni,i legami con al qaeda di Saddam,la guerra piu illegale da quando c'è l'onu,migliaia di morti tra soldati e civili.

Senza 11\9 sarebbe stato possibile tutto ciò?
Non voglio neanche provare a convincervi che è stata tutta una farsa x manipolare l'opinione pubblica ad accettare qualunque politica scellerata,non ce l'hanno fatta persone piu preparate di me,e come si dice a napoli"a lavare la testa all'asino si perde tempo e sapone",rispetto comunque le vostre opinoni,MA VI CHIEDO SOLO L'ONESTA' INTELLETTUALE DI AMMETTERE CHE,AL QAEDA O MENO,QUALCUNO SU QUEGLI ATTENTATI CI HA MARCIATO,E PURE TROPPO!!!
saluti

Paolo Attivissimo ha detto...

Massimo Polidoro non e' un collaboratore del Cicap?

Di più: ne è un cofondatore e ne é il segretario nazionale.

Paolo Attivissimo ha detto...

Jollyroger:

LO STESSO MENTANA SI FECE SCAPPARE CHE C'ERANO ESPOLOSIONI DALL'INTERNO

Cioè Mentana, che se ne stava in uno studio a migliaia di km di distanza, è un testimone più attendibile dei pompieri che erano sul posto?

Come mai nessuno dei pompieri avanza dubbi su cosa è successo al WTC, ma anzi dice che le teorie complottiste sono un'oscenità?

Non ti viene il dubbio che in un grattacielo in fiamme ci possano essere botti prodotti da ogni sorta di cose? Rumori prodotti da cedimenti della struttura? Noooo. Se qualcosa fa bum, è sicuramente dinamite.


Gia il 12 settembre dopo lo sconvolgimento iniziale dicevo a tutti i miei familiari e amici che c'era di sicuro qualcosa dietro,che non era possibile varcare le difese della piu grande potenza del mondo in quel modo.

E' sorprendente che tu abbia avuto tempo di dirlo, perché se sei così esperto nel funzionamento della difesa statunitense, sicuramente sarai stato conteso dalle emittenti nazionali e internazionali e convocato subito sul posto come consulente per la Difesa.


Se fossero stati davvero terroristi di al qaeda,si sarebbe intensificata la caccia ai terroristi internazionali all'interno e tramite servizi segreti in paesi come l'arabia saudita

Dunque sei non solo erudito in materia di difesa internazionale, ma anche esperto di cosa succede in Arabia Saudita. Stupefacente. A che giornale saudita sei abbonato, o ricevi direttamente i dispacci in copia carbone dall'ufficio del governo saudita?


come si dice a napoli"a lavare la testa all'asino si perde tempo e sapone"

Sante parole. Ne esiste anche un formulazione in forma riflessiva?

brain_use ha detto...

@jollyroger80:

essendo anche per la versione ufficiale di origine saudita la maggior parte degli attentatori

Infatti: in Arabia Saudita l'attenzione e la lotta al terrorismo integralista si è acuita assai, dopo l'11/9.
Forse le notizie ti sono sfuggite. Prova a cercare con gugle: "saudi arabia islamic terrorism fight"


Invece si sono dati ultimatum all'afghanistan

Proprio in Afghanistan stavano le basi di Al-quaeda, mica in Arabia Saudita!


intimando di consegnare Bin laden,come se x esempio qualcuno dicesse a lei"sappiamo dove sei,mo veniamo la e ti facciamo un mazzo cosi"...lei si farebbe trovare???

Che discorso è?
Al-quaeda e Bin Laden erano foraggiati, coccolati e difesi dal regime talebano.
L'ultimatum era appunto rivolto al regime talebano.


riesce a sfuggire a tutte le potenze del mondo.

Personalmente ritengo probabile che quest'uomo sia già all'altro mondo da un pezzo, ma è un'opinione.
A prescindere da questo, forse anche questo dettaglio ti è sfuggito: alcune zone del sud dell'afghanistan e del nord del pakistan sono tuttora, nel 2008, sotto controllo di forze filo-talebane.

Tradotto per i non-ragionanti: non ti devi immaginare Bin Laden che si nasconde in un anfratto mentre il mondo intero lo cerca, ma Bin Laden tranquillamente seduto a bere tea in casa di un qualche capetto locale nel nord del Pakistan.


,la condizione delle donne,gli studenti coranici,come se prima tutto ciò non fosse mai esistito.

Chiavi di lettura diverse.
Qualcuno, me compreso, disse: finalmente!


la guerra piu illegale da quando c'è l'onu

Che parolona!
Immagino che Ruanda, Cecenia, Yugoslavia, Somalia, Darfur, solo per citare i casi più recenti ed eclatanti, ti siano ignote, vero?

Detto ciò: certo che la guerra in Iraq è stata una aggressione.
Io spero ancora che, alla lunga, da questa aggressione possa nascere qualcosa di buono, ma è una speranza.

Sicuramente è stata una guerra dichiarata con scuse banali, oltreché false.

Proprio questo dovrebbe renderti evidente tuttavia come un banalissimo mini-complotto da dieci persone come "nascondere un camion carico di iprite nel deserto iraqueno e far finta di scoprirlo" non sia riuscito né sia stato tentato da quello stesso governo americano che dai per sicuro organizzatore del complotto più gigantesco (e complicato) della storia.


Ragionaci sopra.
Con qualche preconcetto in meno.

stuarthwyman ha detto...

Attivisiimo:

"...in realtà la prima lista parziale ed errata, senza foto, fu annunciata il 14 settembre e quella definitiva e corretta fu pubblicata il 27 settembre, 16 giorni dopo gli attentati."

...per favore è possibile sapere a quali fonti vi riferite per le due date: a quelle dell'FBI?

Grazie e saluti

Paolo Attivissimo ha detto...

No, Stuart, per te non è possibile.

Non facciamo favori e non forniamo la pappa pronta a chi ci insulta nel suo blog e poi viene qui a far finta di niente.

Chi ha veramente interessa a capire, già sa queste cose perché le abbiamo già dette e scritte.

marcov ha detto...

Premetto che sono cresciuto negli anni 80 guardando film e telefilm americani,.. i buoni ke hanno sempre difeso ...
Avessi anche letto anche qualche libro, useresti il ch?

Questo sproloquio per dire che NON VENGO DA UNA CULTURA FILOCOMUNISTA ANTIAMERICANA
pensa che quella invece è la cultura con cui sono cresciuto io, eppure ritengo l'inside job una ipotesi assurda. Com'è strana la vita eh?

Eclatanti le immagini dei tg degli arabi che festeggiavano mangiando baklavà x strada dopo gli attentati,ke in realtà erano immagini riciclate dai festeggiamenti degli accordi di Oslo
Anche dove vivo io si erano sparse voci su festeggiamenti di musulmani, voci che ad un esame più accurato si rivelarono infondate. Cospirazione americana ramificata anche nei piccoli medi centri o semplici meccanismi psicologici?
Tutti i falsi giornalistici documentati da striscia sono opera degli americani?

Tempo prima lessi di Hitler ke fece distruggere una radio tedesca dalleSS e di aver fatto ricadere la colpa sui polacchi...
Ma allora hai letto dei libri! Non ti sei accorto del ch ? Scherzi a parte l'episodio è storicamento vero, ma oltre alle tue impressioni hai seri motivi per ritenere che la storia si sia ripetuta ?

Se fossero stati davvero terroristi di al qaeda,si sarebbe intensificata la caccia ai terroristi internazionali all'interno e tramite servizi segreti...
Qui è necessario fare un discorso un po' più articolato: la visione dell'amministrazione USA anche prima dell11/9 è sempre stata, in parole povere, questa: "il terrorismo prospera perché ci sono gli stati canaglia che lo supportano, abbattiamo gli stati canaglia e vedrete che in tutto il mondo arabo e musulmano si instaureranno regimi liberali filoccidentali e il radicalismo sarà sconfitto".
Col senno di poi (ma anche con quello del prima) questa visione si è dimostrata semplicistica e fallace.
Forse e dico forse, in tempi di realpolitik di fronte ad un episodio analogo all'11/9 un presidente degli Stati Uniti avrebbe avviato una trattativa ufficiosa e indiretta con Siria, Libia, Iraq, ANP ed Egitto facendo un discorso del genere: "io non piaccio a voi e voi non piacete a me, ma se mi fate fuori OBL e i suoi scagnozzi, che in fondo sono un problema anche per voi, il passato è passato e ci siamo capiti...".
Ma
1) non è detto che il metodo alternativo avrebbe dato risultati migliori del primo
2) se qualcuno sbaglia diagnosi e/o prognosi non significa che sia stato la causa del male originario.

jollyroger80 ha detto...

Immanzitutto grazie per avermi risposto.Se sono venuto qui a leggere e postare nonostante l'elevato rischio "pesci in faccia"(signor marcov,se lei gia da 0 a 10 anni era un accanito lettore,mi congratulo con lei) è stato non solo per leggere opinioni diverse dalla mia,ma soprattutto per capire se coloro che escludono l'inside job in maniera assoluta riconoscono almeno ke le guerre conseguenti sono stata una reazione sproporzionata,criminale e spiegabile solo con un tornaconto personale a chi le ha volute.
tutto qua.

Quando ho citato il proverbio,che in lingua originale suona"a lavà a capa ò ciuccio se pierde tiempo e sapone"non volevo dare dell'asino a nessuno,è solo una metafora per dire che è inutile sforzarzi in azioni,in questo caso discorsi, che non portano a niente,ma questo vale per tutti,anche per chi trova convincenti o,come me,molto probabili le argomentazioni complottiste.

Forse e dico forse, in tempi di realpolitik di fronte ad un episodio analogo all'11/9 un presidente degli Stati Uniti avrebbe avviato una trattativa ufficiosa e indiretta con Siria, Libia, Iraq, ANP ed Egitto facendo un discorso del genere: "io non piaccio a voi e voi non piacete a me, ma se mi fate fuori OBL e i suoi scagnozzi, che in fondo sono un problema anche per voi, il passato è passato e ci siamo capiti...".
Ma
1) non è detto che il metodo alternativo avrebbe dato risultati migliori del primo
2) se qualcuno sbaglia diagnosi e/o prognosi non significa che sia stato la causa del male originario.

se cosi fosse andata,probabilmente non esisterebbe questo blog,Jones starebbe a insegnare fisica,4000 e più soldati ora sarebbero laureandi,o cmqe vivi,non ci sarebbero strade da intitolare ai caduti di Nassirya,Calipari ecc,non sarebbero morti tanti civili afghani e iracheni che coi dittatori da spodestare niente avevano a che fare,,e cosi via...

Paolo Attivissimo ha detto...

capire se coloro che escludono l'inside job in maniera assoluta riconoscono almeno ke le guerre conseguenti sono stata una reazione sproporzionata,criminale e spiegabile solo con un tornaconto personale a chi le ha volute.

Parlo a titolo personale: no, non lo riconosco. Sproporzionata? Sì. Criminale e per tornaconto? No, perché questo richiederebbe un'intelligenza e un calcolo e una visione strategica che invece sono vistosamente assenti.

Come dice il motto di questo blog: Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega adeguatamente con l'incompetenza.


Ma questi sono discorsi di geopolitica che con un'indagine tecnica come quella che facciamo qui c'entrano poco o nulla.

tutto qua.

Quando ho citato il proverbio,che in lingua originale suona"a lavà a capa ò ciuccio se pierde tiempo e sapone"non volevo dare dell'asino a nessuno

Lo abbiamo capito e ti ho risposto proprio di conseguenza.




molto probabili le argomentazioni complottiste.

Curiosità: quali argomentazioni concrete trovi probabili?



se cosi fosse andata,probabilmente non esisterebbe questo blog,Jones starebbe a insegnare fisica,4000 e più soldati ora sarebbero laureandi,o cmqe vivi,non ci sarebbero strade da intitolare ai caduti di Nassirya,Calipari ecc,non sarebbero morti tanti civili afghani e iracheni che coi dittatori da spodestare niente avevano a che fare,,e cosi via...

Parimenti, se il padre di mio padre avesse posseduto supporti rotanti gommati in sostituzione degli arti inferiori, sarebbe stato un dispositivo di forma svasata atto al trasporto di materiale sfuso.

brain_use ha detto...

Anch'io parlo a titolo personale:
no, non lo riconosco. Sproporzionata? Sì. Criminale e per tornaconto? No, perché questo richiederebbe un'intelligenza e un calcolo e una visione strategica che invece sono vistosamente assenti.

(ragazzi com'è comodo copia-incollare... :P )

Per quanto una visione strategica, imho, c'è.
Vistosamente sbagliata ma c'è.
Ed è una visione strategica di natura geopolitica, non personale.

Sempre imho, risponde alla visione "diamogli un regime democratico che poi si arrangiano e ci ringraziano", frutto più che altro dell'esperienza post WW2.

Ma risente purtroppo fatalmente di quella incapacità che hanno i popoli occidentali di capire il diverso approccio alla politica e alla vita stessa dei popoli musulmani.
E viceversa: non dimentichiamo che Saddam invase il Kuwait convinto che l'occidente se ne sarebbe rimasto in panciolle ad applaudire alla nuova potenza!


Mi associo inoltre alla richiesta di Paolo, sempre per curiosità: cosa trovi di credibile e probabile nel cumulo di approssimazioni, chiacchiere di corridoio, insinuazioni gratuite, invenzioni e vere e proprie fandonie prodotto in questi anni dal "Movimento per la Verità"?

Hanmar ha detto...

Chiesa:
(8:25) Si può immaginare che le torri siano state spezzate e rotte in due, sarebbero cadute lateralmente. Non si può spiegare in nessun modo come è possibile che quella parte sotto, che non era stata toccata, e che era intatta ed era una struttura potentissima, ...

Qualcuno puo' spiegargli, in termini semplici, che una struttura progettata per assorbire carichi verticali NON necessariamente assorbe carichi laterali con la stessa efficacia?

Esempio terra terra: se sottoponiamo il nostro femore allo stesso peso sopportato durante la stazione eretta ma applicato traversalmente nel punto mediano vi sono elevate probabilita' che faccia crack, dato che la natura non lo ha selezionato per sforzi di questo tipo.

Saluti
Hanmar

mastrocigliegia ha detto...

Hanmar ha detto...
...
Qualcuno puo' spiegargli, in termini semplici,...


No. Non può.

La frase di GC
Non si può spiegare in nessun modo come è possibile che...
dev'essere letta come è vietato spiegare qualsiasi cosa, altrimenti vi chiamo "kamikaze di Bush" e scappo via senza ascoltare dicendo che quelli sono dettagli.

mc

Paolo Attivissimo ha detto...

Hanmar,

un Vero Complottista ti risponderà "ma le Torri Gemelle non erano mica fatte d'osso."

Ice_Rocket ha detto...

jollyroger80, smettila di parlare di politica.
In questo posto noi facciamo riferimento a fatti fisici, ed ai loro modelli, che se ne infischiano altamente di politica.

Da uno studio condotto in questo modo, risulta che non vi è in alcun modo nessun complotto circa l'11/9.
Le reazioni, le guerre, quello che fa o non fa Bush, sono idee politiche di natura personale e siccome siamo dotati di buonsenso, ce le teniamo per noi.

Se hai intenzione di criticare i fatti sull'11/9 (ne hai facoltà), evita atti di fede del calibro di
"non era possibile varcare le difese della piu grande potenza del mondo in quel modo"
ma proponi ipotesi tecnico-scientifiche evitando di far agitare il vecchio Occam nella sua tomba.

SirEdward ha detto...

sì, e ti direbbe anche che il WTC non aveva la forma di un femore e non era fatto da UN solo pilatro, ma da tantissimi, e l'acciaio è infinitamente duro e resistente e bla bla bla.

E ti direbbe che comunque un femore fatto cadere dalla posizione verticale alla posizione orizzontale non si "polverizza in una nuvola di fumo".

Perché il Vero Complottista non lo fregherai mai, scoprirà i tuoi turpi inganni e le tue similitudini errate, perché è un essere superiore e la Verità è con lui, e quindi è chiaro che lui HA ragione, e gli altri sbagliano.

Non è chiaro, tutto ciò, se non ai debunker?

Hanmar ha detto...

Ed IO rispondero' loro:
"Non erano forse due le Torri? Vicine, simili e gemelle, siccome le appendici che si sporgono dalla infima parte del nostro torso e che denominiam Gambe?"

Concionatore mod_off. :D

Saluti
Hanmar

Ice_Rocket ha detto...

Aggiungo solo una cosa sulle espolosioni e lo faccio soprattutto per te, Jolly.

Sentire, vedere, fotografare, etc. esplosioni prima dei crolli, non è affatto prova di demolizione controllata: quando si demolisce una struttura, le cariche vengono fatte brillare in sequenza in un intervallo piuttosto breve, e la struttura crolla immediatamente dopo; non si fanno esplodere cariche distribuite a casaccio rispetto al tempo ed allo spazio.
Credere ad una demolizione fatta in questo modo è un'imbecillata senza limite.

Vale56 ha detto...

Vedo molto nervosismo in chiesa e nel domatore del circo massimo, forse che non riescono più a farsi credere? Oppure non arrivano più soldi in cassa (anche se "baffone" dovrebbe avare ancora qualcosina del mezzo milione di € ricevuto per fare quel film ce valse esattamente come il suo titolo: ZERO)?

Paolo Attivissimo ha detto...

Nervosismo?

E' possibile. La mia sensazione è che praticamente tutti coloro che inizialmente hanno creduto alle teorie di Meyssan (nume ispiratore di Chiesa, come lui stesso dice ad Arcoiris con Mondani) si sono accorti di aver preso un granchio colossale, ma non hanno il coraggio di dirlo pubblicamente.

Soprattutto, nessuno dei guru complottisti vuole essere il primo a dire "mi sono sbagliato" e nessuno dei fedelissimi dei guru ha il coraggio di andare dal suo guru e dirgli "hai sbagliato".

Ammettere di aver preso una cantonata, a questo punto, sarebbe un gesto di grande dignità e serietà. Persistere pur di non ammettere il proprio sbaglio è invece sintomatico dei limiti del proprio carattere.

Hanmar ha detto...

Dalla mia esperienza personale posso dire che piuttosto che ammettere la cantonata, il complottista tipo si esibisce in tante e tali contorsioni da far invidia agli acrobati del Circo di Pechino.

Sono molto "andreottiani" in questo.
Mai ammettere nulla, nemmeno l'evidenza.

Saluti
Hanmar

Alex ha detto...

Il vero problema è che il "complottista" alle sue teorie ci crede veramente, anche di fronte all'evidenza dei fatti, altro che ammettere di avere sbagliato...

hamilton ha detto...

salve è da poco che frequento il vostro blog..devo dire che è stato un sollievo,perchè non essendo un esperto di ingegneria,chimica,etc. mi cominciavano a preoccupare i sedicenti esperti intervistati dai complottisti.
però volevo chiedere una cosa a paolo,riguardanti le notizie apparse in zeitgeist,farenheit9/11 e altri sulle liste degli attentatori.lì sostengono che molti sono vivi o roba simile,voi avete già scritto a riguardo?grazie

Paolo Attivissimo ha detto...

Sì, nelle FAQ ci sono i link agli articoli, cerca la parola "vivi".

Mattia ha detto...

Gia il 12 settembre dopo lo sconvolgimento iniziale dicevo a tutti i miei familiari e amici che c'era di sicuro qualcosa dietro,che non era possibile varcare le difese della piu grande potenza del mondo in quel modo.


Rispondo a questa comune diceria: tutti pensano che le difese degli USA siano inviolabili.
Ti anticipo dei contenuti che probabilmente saranno pubblicati su questo blog. Alcune settimane fa ho fatto una visita al pentagono. Credimi, la versione che lo descrive come un posto blindatissimo è una favola. Ti vietano di fare fotografie, ma basta spostarsi pochi metri e fai tutti le foto che vuoi senza che nessuno ti dica niente. Pensa che io ho fotografato il pentagono dal Navy Annex!
E nel frattempo vedevo continuamente aerei decollare che passavano sopra il pentagono. Giusto per far capire che l'aeroporto che c'è li a un tiro di schioppo non è inusato, ma gli aerei vi decollano e atterrano di continuo.

Ma sai una cosa, mi sono accorto che gli USA sono di per se un colabrodo.
Leggevo i giornali free press a New York, e mi ha stupito la pagina delle lettere: c'era l'angolo dell'immigrato, per i consigli legali sull'immigrazione.
Una volta ho letto la lettera di una persona che chiedeva consiglio per un suo amico. Era un clandestino da 15 anni e ora non sapeva come fare perché doveva andare al college. Cioè, questo arriva bambino negli USA e ci passa 15 anni senza che nessuno gli controlli i documenti; nel frattempo riesce a vivere e a sbrigare tutte le faccende senza problemi.
Cavoli, e questa sarebbe la super potenza inaccessibile? Ma se non sono capaci di controllare chi entra nel paese! E noi stiamo qui ancora a parlare del tizio che dava i visti facili...

Ice_Rocket ha detto...

Io da un pò uso un modo particolare con i complottisti che incontro faccia a faccia.
Prima cerco di spiegare le cose, poi quando loro iniziano a manifestare la loro mente eccelsa, adoperando farsi del tipo "non può essere...", "è impossibile che..." "questa cosa è contro le leggi fisiche..." faccio così: prendo un pezzo di carta e disegno una trave, ad asse rettilineo, appoggio-appoggio caricata uniformemente, poi dico "disegnami qualitativamente i diagrammi delle caratteristiche delle sollecitazioni; ti permetti di fare l'esperto di ingegneria dunque dovresti farlo in più o meno 10 s"; è inutile che vi racconti come va a finire...

brain_use ha detto...

Si parla qui dell'ultima Perla di Chiesa.

Commenti?

Ice_Rocket ha detto...

"Se poi pensa che il Pentagono e i servizi segreti americani vadano a dire in giro dove si trovano, e consentano di farle filmare dal primo cinereporter che passa, lo invito a fare un viaggetto a Mosca. Anche là ci sono quelle postazioni, ma nessuno (salvo i satelliti spia) sa dove si trovano."

Mi sbaglio o Paolo ci ha dedicato un articolo con tanto di foto?

Ice_Rocket ha detto...

Eh...infatti:
http://undicisettembre.blogspot.com/2008/05/chiesa-e-i-missili-antiaerei-del.html

Dunque stasera scopro una cosa interessante: google earh è un satellite spia!!!

brain_use ha detto...

C'era anche questo, sempre di John:
http://undicisettembre.blogspot.com/2006/12/difesa-antiaerea-al-pentagono.html

Hanmar ha detto...

Se e' per questo Gurgle sta facendo di peggio.
Si sta VERAMENTE attrezzando con un satellite spia:
http://www.gravita-zero.org/2008/09/google-geoeye-1-e-in-orbita.html

Saluti
Hanmar

Ice_Rocket ha detto...

Volevo cogliere l'occasione per manifestare tutta la mia solidariet� al sig. Baccianti.
Se non altro, la cosa dimostra che anche tra i complottisti ci sono persone intelligenti, che rendendosi conto di quante fanfalucche dicono, decidono di cambiare opinioni.
Sig. Baccianti, se sta leggendo, le faccio i miei pi� sentiti complimenti!
Se ha dubbi o riflessioni o commenti, venga qui, tutti noi saremo felici di accoglierla e di soddisfare le sue richieste.

Stig Helmer ha detto...

"Parlo a titolo personale: no, non lo riconosco. Sproporzionata? Sì. Criminale e per tornaconto? No, perché questo richiederebbe un'intelligenza e un calcolo e una visione strategica che invece sono vistosamente assenti."

Scusi tanto, ma dire che non esiste tornaconto in una guerra pare un isulto alla sua intelligenza. Spero non voglia sostenere che una guerra non è fatta per tornaconti economici, soprattutto in una società capitalistica. Non vorrei assistere anche ad un Debunking di Gomorra in un futuro prossimo.

saluti
oscar

Paolo Attivissimo ha detto...

Stig,

dire che non esiste tornaconto in una guerra pare un isulto alla sua intelligenza

Infatti non ho detto che non esiste tornaconto. Noterai che ho risposto a una considerazione che parlava di tornaconto personale.

Francamente, l'ipotesi che si sia fatto l'11/9 e/o le guerre in Afghanistan e Iraq per il tornaconto personale di qualche magnate mi pare piuttosto ridicola. Ci sono modi molti più efficaci di raggranellare denaro.

Esiste però il tornaconto collettivo . Un governo o una fazione possono ritenere di avere vantaggi se fanno l'azione x, per cui la fanno. Ma a volte il vantaggio è un'illusione.

Per questo ho parlato di "intelligenza e un calcolo e una visione strategica". Per ottenere un tornaconto reale, bisogna avere queste tre doti.

Mi sembra che nell'attuale strategia USA si sia ben lontani dal possederle.

Ice_Rocket ha detto...

E' sfizioso notare che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, a conti fatti sono i complottisti che "adorano" gli USA, mentre i debunker la criticano.

Credo che questo sia sintomo del fatto che i complottisti "studiano" con i parti di Hollywood.

alessio ha detto...

Lo so, non c'é nulla di peggio dell'insulto libero su internet, é vigliacco, infantile ed inutile.
Ma io da quando ho visto 11 Settembre non posso che provare ribrezzo per Mr. Nobel Dario Fo, in particolare pensando alla serietá con cui possa avere indetto le sue varie manifestazioni di carattere Giuridico e Politico, manifestazioni che a dire il vero mi trovavano abbastanza d'accordo negli argomenti, ma di cui non potevo verificare i contenuti.
Io dico: se Fo si é prestato a questa buffonata, non vedo come possa avere la mia fiducia nelle altre battaglie che ha condotto (avete capito, mi sto riferendo alle sue battaglie contro Berlusconi).
Su chiesa invece non ho mai avuto stima né mai la avró, e il problema non si pone.
Scusate lo sfogo.