2008/07/25

L'origine della teoria del carrello a discesa automatica

di Paolo Attivissimo, con il contributo di Hammer e dei lettori indicati nei commenti. L'articolo è stato ampliato dopo la pubblicazione iniziale.

Uno degli esempi più classici dell'impreparazione tecnica dei cospirazionisti e della loro accettazione incondizionata di qualunque affermazione supporti le loro fantasie, per poi far finta di niente e autocensurarsi quando vengono sbufalati, è il mito del "carrello a discesa automatica".

La teoria che i carrelli degli aerei di linea scendessero automaticamente al di sotto di una certa quota, e che quindi nel prato davanti al Pentagono mancassero misteriosamente i solchi delle ruote del Boeing 757 che si schiantò contro l'edificio, era uno dei capisaldi del primo cospirazionismo. Oggi è praticamente scomparsa: attualmente la ricerca della frase "carrello a discesa automatica" restituisce praticamente soltanto pagine di siti di debunking. Ne restano alcune tracce nelle tante mail d'indignata protesta ricevute in questi anni e nei commenti dei complottisti in questo blog ("da pilota esperto dovresti sapere che sotto una certa quota il carrello scende automaticamente!" esclamava Da77si qui ancora nel 2006).

Grazie alle ricerche dei lettori, però, se ne possono segnalare tuttora alcuni esempi residui. C'è questa discussione, sempre datata 2006, su HWUpgrade.it ("ma in una fase "atterraggio" il pilota automatico, tira "automaticamente" fuori i carrelli"); c'è questo sito cospirazionista che sentenzia che "Il carrello di un simile aero [sic] è alto intorno ai 4 metri, controllato da un sistema automatico che al di sotto di una data quota lo fa uscire dalla carlinga. Avrebbe dovuto lasciare un solco ben visibile sul prato". Non manca chi critica i primi articoli italiani di debunking su Autistici.org qui, chiedendosi "come riesce a scansare tutti i pali dell'illuminazione stradale e non fare nemmeno un graffio al prato antistante, nonostante il carrello di atterraggio esce [sic] automaticamente a bassa quota?". C'è qualcosa anche in questo blog del 2005. Ma siamo lontani dalla popolarità iniziale di questa teoria.

Soprattutto, è dai siti principali dedicati al tema delle ipotesi di complotto undicisettembrine, i siti degli "esperti" in queste teorie, che sembra essere scomparsa ogni discussione in merito. Fa eccezione il sito Giuliettochiesa.it, che in una risposta del 2006 documenta che anche Chiesa era convinto del carrello a discesa automatica (le evidenziazioni sono aggiunte):

Ma la Boeing le confermerà che a quattro metri di altezza il carrello è già automaticamente abbassato (a meno che l'aereo e i suoi computers non siano stati manomessi prima di partire da una equipe di tecnici molto esperti. Non mi risulta che questo sia avvenuto e la Commissione ufficiale d'Inchiesta non ne fa cenno. Dunque se dobbiamo occuparci della versione ufficiale, ecco un buco grande come il Pentagono.

Inoltre: può un aereo volare ad oltre 700 chilometri orari (come risulta dalla Commissione d'inchiesta ufficiale) con il carrello abbassato a circa 4, o 5 metri di altezza, senza sfiorare il prato?




A parte questi avanzi, insomma, il "movimento per la verità" ha compiuto un'opera di autopurga del proprio passato degna del miglior Orwell: non ha pubblicato una rettifica o una correzione per avvisare dell'errore in modo che altri non v'incappassero (e infatti Chiesa vi è incappato), ma ha completamente, sistematicamente rimosso ogni traccia di aver mai creduto a questa teoria del carrello a discesa automatica.

Ma se è facile cambiare una pagina Web senza lasciare tracce, non è altrettanto facile cambiare le pagine dei libri. In particolare, è grazie ai libri cospirazionisti che abbiamo collezionato in questi anni che possiamo ricostruire la vera storia del cospirazionismo e possiamo arrivare alla probabile origine della Teoria Che Nessuno Osa Nominare.

Uno dei suoi padri, o perlomeno dei suoi sostenitori, è nientemeno che Thierry Meyssan, l'autore-guru del vendutissimo L'Effroyable Imposture che lanciò la moda del cospirazionismo con lo stesso stile e le stesse tecniche usate a suo tempo da Charles Berlitz per lanciare il mito del Triangolo delle Bermuda nel libro omonimo. Basta infatti andare a pagina 18 del libro di Meyssan per scoprire questa perla:



"En baissant d'altitude, le train d'atterrissage sort automatiquement."


La versione italiana è altrettanto inequivocabile:



Scendendo di quota il carrello esce automaticamente.


Carta canta, villan censura.

Lasciamo perdere le altre perle che Meyssan inanella in questa singola pagina: l'affermazione che nessun lampione fu colpito dall'aereo (ne furono colpiti ben cinque) e che i danni interessarono soltanto il primo anello del Pentagono. Quello che conta è che la storia del carrello a discesa automatica dimostra l'inettitudine investigativa di Meyssan, che pure continua ad essere presentato dai cospirazionisti come un maestro (tanto da essere tuttora citato da Megachip.info di Giulietto Chiesa nella "Bibliografia essenziale" con ben due titoli, come si può vedere nella schermata qui accanto, cliccabile per ingrandirla).

Soprattutto, però, ripescare questa storia documenta la scelta dell'intero "movimento per la verità": far finta di non aver mai detto un'idiozia di questo calibro, non avere il coraggio di ammettere i propri errori e migliorarsi, non avvisare gli altri dell'errore, ma tentare di cancellare ogni traccia del proprio imbarazzante passato. Un segno esemplare di correttezza investigativa e di approccio trasparente.

E non si tratta di un comportamento occasionale: lo stesso trattamento è stato riservato ad altre teorie un tempo in auge ma ora relegate nel dimenticatoio, come il "pod" appeso sotto uno degli aerei alle Torri Gemelle, il transponder impossibile da spegnere, il B-52 che avrebbe colpito l'Empire State Building, o il Volo 93 che sarebbe atterrato a Cleveland (Loose Change prima edizione).

Ma noi non dimentichiamo.

37 commenti:

alexandro ha detto...

Da non scordare anche le affermazioni su come da terra si potrebbero bypassare i comandi degli aerei e dirigerli dove si vuole, favola categoricamente smentita dalla Boeing ma ancora in voga.

brain_use ha detto...

Eppure, Paolo, proprio in questi giorni su alcuni forum c'è gente tornata ai pod e all'atterraggio a Cleveland (a proposito, manca un articolo in merito su undicisettembre o non lo trovo io?).

Corsi e ricorsi complottisti.

O meglio: i nuovi complottisti, reperita l'archeologia di siti come xoomer, credono di aver "scoperto l'America"!

Paolo Attivissimo ha detto...

a proposito, manca un articolo in merito su undicisettembre o non lo trovo io?

No, mi pare proprio che manchi. E' ancora imballato nel PDF che doveva debunkare Loose Change, ma che non abbiamo mai finito perché nel frattempo è uscito Loose Change Final Cut che si autodebunkava. :)


O meglio: i nuovi complottisti, reperita l'archeologia di siti come xoomer, credono di aver "scoperto l'America"!

Infattti, è proprio questo il problema del cospirazionismo: non riesce ad aggiornarsi e a fare chiarezza, è solo un torbido pasticcio di idee senza capo né coda, impacchettate con la carta sgargiante del "ma noi facciamo solo domande, che male c'è?".

A proposito: se trovi ancora qualche riferimento al carrello a discesa automatica in giro, segnalameli, almeno come interesse storico. Rischiamo che fra qualche anno la gente creda che ci siamo inventati tutta la faccenda.

Fatte le debite proporzioni, il parallelo con il negazionismo dell'Olocausto è piuttosto evidente.

Anonimo ha detto...

Aggiungo solo che xoomer è più una comunità di internauti, come dire blogger facendo riferimento ad un singolo blog.

Tuttavia quel sito di xoomer che del tizio che pensa di aver debunkato Paolo ed undicisettembre con le fantomatiche teorie entropiche applicate non a gas ideali bensì al crollo della struttura, viene periodicamente spammato dal proprietario in giro per decine di forum di ragazzi, giochi, discussioni politiche e pseudo discussioni di svago.
Parte dal preconcetto per cui lui sa, manco fosse illuminato (^.^) e non fa alcuna revisione.
Questa è la pecca di internet, permette si un'informazione senza censure, ma soprattutto più preponderante è la disinformazione che permane a vita con spam/pubblicizzazione, spesso favorevole al sensazionalismo che ad altre forme di informazione.

brain_use ha detto...

Oh beh.
Basta "mirare la ricerca"...

carrello discesa automatica site:luogocomune.net

;-)

mastrocigliegia ha detto...

Eppure, Paolo, proprio in questi giorni su alcuni forum c'è gente tornata ai pod e all'atterraggio a Cleveland (a proposito, manca un articolo in merito su undicisettembre o non lo trovo io?).

Corsi e ricorsi complottisti.


A me ricorda di più la "ricapitolazione" che avviene durante l'embriogenesi.
L'embrione, nel suo sviluppo, ripercorre in modo accelerato le tappe dell'evoluzione: verme, pesce, anfibio ecc..
Quando un cervello viene fecondato dall'idea complottista, deve "ricapitolare" le varie fasi che il cospirazionismo ha sviluppato in sette anni.
Il carrello, il pod, il pull-it, il bum-bum-bum, il molten metal ecc.
E quelli che si osservano sono semplicemente individui nelle varie fasi di sviluppo.

A differenza del'embrione, però, il cospirazionista non giunge quasi mai allo stadio adulto per definizione. Se accadesse cesserebbe automaticamente di essere cospirazionista.

mc

Paolo Attivissimo ha detto...

carrello discesa automatica site:luogocomune.net

A me restituisce solo risultati che sono citazioni di debunker (me compreso) che parlano della teoria, ma nessuna sua affermazione da parte di complottisti.

E' chiaro che per esempio nel dibattito fra me e Mazzucco se ne parla e nessun complottista dice "quale teoria? mai sentita", ma cercavo qualche traccia più robusta.

OK, ne ho trovata qualcuna con altre parole chiave. Con alcuni nomi illustri.

Le pubblico più tardi.

Hanmar ha detto...

Rammento con gioia anche l'affermazione perentoria "il piano di volo inserito nel FMC puo' essere cambiato solo da terra, non dal pilota".

Sopravvive ancora, in qualche remoto angolo di 'nternet

Saluti
Hanmar

Paolo Attivissimo ha detto...

Hanmar, non lo trovo, almeno non con quella specifica stringa. Help? :-)

Pape ha detto...

Credo che Brain si riferisca a questa perla

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2110

Pape

Hanmar ha detto...

Ma come?!?!?!

Hai gia' dimenticato le mitiche affermazioni di Stuart?

Link

Stringa:
"dal sistema integrato FMCS che opera in conformità ad un programma non modificabile in volo,"

Saluti
Hanmar

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Pape, Hanmar, un'altra bella perla.

Hanmar ha detto...

Tra l'altro ho dimenticato di specificare che la dizione esatta e' "FMC" (Flight Management Computer).
Quella usata da Stuart, FMCS, andrebbe scritta FMCs, dove la s finale e' il plurale anglosassone.
Cosa che fa il pari con il celeberrimo KC-135Qs, ricordi John? :D

Saluti
Hanmar

brain_use ha detto...

hanmar:
FMCs, dove la s finale e' il plurale anglosassone.

Niente da fare: Stuart il concetto di plurale proprio non se lo vuole mettere in testa! ;-)

Pape ha detto...

Fosse quello il problema, Brain Use.Per far imparere qualcosa a Stuart temo sia necessario partire dall'ape e il fiore...

Pape

brain_use ha detto...

Paolo, chiedo troppo se chiedo quell'articolo su Cleveland?

Se non hai tempo di estrarlo dal "malloppo Loose Change", mi offro volontario: sono stufo di traducchiare pezzi di debunking dai siti americani per i tre gatti che lo tirano ancora fuori...

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo, chiedo troppo se chiedo quell'articolo su Cleveland?

Sì, in questo momento sì. Sto preparando troppe altre cose (compreso qualche minuto di nuovi "Misteri da vendere") e anche questa proprio non ci sta, per ora.

Anonimo ha detto...

"Fatte le debite proporzioni, il parallelo con il negazionismo dell'Olocausto è piuttosto evidente."

Vedendo o sentendo questi tizi che negavano l'Olocausto, credevo che potessero essere solo dei
pazzi fanatici folli disturbati mentali in malafede che negavano l'evidenza...
...Credo di aver sopravvalutato l'umanita'!


Mah...

Questi c...omplottisti dovrebbero spiegare una cosa pero':
ma non sarebbe stato piu' semplice, se Bush avrebbe voluto farsi un autoattentato (perche' questo vogliono dimostrare, altro che buona fede, o "noi ci poniamo solo domande", diciamoci la verita'), alzare la cornetta
del telefono e chiamare il capo della CIA dicendogli:
"Addestra 20 fanatici islamici per il progetto che tu sai"???
Magari addestrati in una base militare spacciandoli per agenti che dovono fare una operazione sotto copertura in Arabia Saudita, o meglio ancora facendoli addestrare in scuole di volo, magari togliendo ogni ostacolo nei loro documenti per evitare che le suddette scuole di volo potessero rifiutarli??
(ma mi sembra che non ci fosse nessun impedimento per un cittadino straniero a frequentare una scuola di volo, nel periodo pre-9/11, o sbaglio?? chiedo conferme)
Basterebbero un paio di agenti FBI per il MegaUltraComplottone, o cmq certo meno di 100 persone sarebbero a conoscenza della Terribile Magagna, e sarebbero piu' "gestibili"...
Poi ancora il pod, la termite, la demolizione controllata, la mini bomba atomica, i raggi cosmici... Che c'e', avevano paura che le torri non cadessero??
E anche se fosse?? cosa sarebbe cambiato??? Solo se le Torri fossero cadute, Bush avrebbe potuto scatenare la guerra?? E se no, a che piano sarebbe dovuta arrivare la distruzione????
"No signor Presidente, le Torri sono state distrutte solo fino al 50esimo piano, quindi non le possiamo concedere i poteri di guerra!"
Avevano paura che non le centrassero? E allora? cosa sarebbe cambiato??
Se avessero fatto schiantare 4 aerei su *QUALUNQUE* parte di New York non sarebbe stata una STRAGE lo stesso?? E anche se li avessero schiantati su una zona disabitata, cosa sarebbe cambiato? Forse che i poveri cristi negli aerei maciullati negli schianti valgono
meno dei poveri cristi maciullati e bruciati vivi nelle Torri???
Non sarebbero bastati come "scusa" per scatenare una guerra??
Per l'assicurazione??
Non sarebbe bastato assumere un elettricista arabo e fare qualche corto circuito nei punti "strategici" e causare l'incendio e incolparlo??
Taccio infine sulla scusa che il WTC causerebbe problemi al traffico perche' mi fa male la pancia dal ridere...
Perche' fare tutte queste cose arzigogolate??
Mi sembra come nei fumetti, dove il Nostro Eroe e' stato finalmente catturato dal Cattivone di turno, e questo invece di ucciderlo subito, si diverte a creare una morte "artistica", dalla quale, va' da se', il Nostro Eroe, scampa sempre... Ma scaricargli immediatamente un caricatore nella testa no eh??
E' troppo semplice!

Un'altra cosa: tutta questa baggiannata della "caduta libera" o "free-fall speed" (che fa piu' fico)...
Cosa intenderebbe dimostrare?? Che le Torri non esistono??
Perche' solo un oggetto senza niente sotto precipita a "velocita' di caduta libera"!!!!
Ma le hanno viste i complottisti le demolizioni controllate??
Come fanno a dire che si tratta di una caduta libera??

Paolo, forse sarebbe bene che in quache pagina raccogliessi delle foto , tante foto, che mostrino i pezzi di cadaveri
della strage... Questo non per macabro voyeurismo (io poi ho lo stomaco delicatissimo, mi fanno vomitare pure i film horror), ma per sbattere in faccia a questi vigliacchi su cosa e chi SPUTANO SOPRA...
I corpi dei Vigili del Fuoco, dei veri EROI che hanno avuto il coraggio di entrare in quell'inferno per salvare la gente
avendo la certezza che sarebbero morti li' dentro...La gente disperata che si buttava giu' da 400 metri...
Ho visto che hai pubblicato alcune foto, ma penso che non bastino per mostrare l'ORRORE di quello che c'era li'dentro...
Mostrati soprattutto a chi dice che gli aerei erano finti e i passeggeri stanno a spassarsela alle Hawaii con una nuova identita', o che i pompieri erano complici.

(chiedo scusa per la lunghezza del post)

Piero Mancino

Hammer ha detto...

Ciao Piero,

grazie per il tuo bell'intervento... che però è vciziato da un errore di fondo: cioè richiede da parte dei cospirazionisti una coerenza che manca del tutto nei loro deliri.

Sfondi una porta aperta, come si suol dire. Purtroppo però le teorie complottiste ci hanno abituato a una serie di assurdità sempre meno credibili e sempre con minor realismo.

Per quanto riguarda le immagini delle vittime, esiste già questo interessantissimo dossier di Henry62:

http://11-settembre.blogspot.com/2007/01/dossier-5-identificazione-delle-vittime.html

Ciao

Anonimo ha detto...

Fatte le debite proporzioni, il parallelo con il negazionismo dell'Olocausto è piuttosto evidente
---------------------------
Per forza che c'è un parallelismo, è l'atteggiamento estremista del negazionismo che è sbagliato, cosa che provoca similitudini indipendentemente che sia negazionismo applicato all'olocausto, ai motivi dell'attentato ad Atocha oppure a quelli del 9/11, oppure ai reali fatti che hanno creato lo tsunami di qualche anno fa che ha devastato Sumatra.
E' il metodo di pensiero sbagliata, indipendentemente dall'argomento a cui la si applica.

Anonimo ha detto...

Ciao Hammer,
sono io che ringrazio te per lo spazio che mi hai dato e soprattutto per l'ottimo lavoro che voi del gruppo undicisettembre fate per tutti quelli che hanno un po' di sale in zucca e non buttano il cervello all'ammasso.
Prima pero' che qualche "ricercatore della verita'" mi scassini la porta e si metta a frugare per casa per cercare un qualche scheletro nell'armadio ti svelo un segreto...
Onta e ignominia su di me che, alla tenera eta' di dodici anni, ho comprato il libro di Charles Berlitz "Il Triangolo delle Bermuda"...
AAAAAAARRRGHHHH!!!!
Mai soldi furono peggio spesi...
(pero' a mia parziale discolpa dico che ne ho letto solo poche pagine)
E non contento, ho anche comprato una videocassetta sugli alieni, sull'incidente di Roswell e sul progetto Mogul...
Ma erano errori di gioventu'...Mi affascinavano questi "misteri"...

A proposito delle "Cose che ci vogliono tenere nascoste", e scusandomi per l'OT, qualcuno mi potrebbe spiegare il perche' ci dovrebbero tenere nascosto il fatto che la Terra sarebbe cava??
Cosa ci guadagnerebbero i "Potenti"??
E che l'orribile, ignobile, nefanda e abbietta forza di gravita' non esista e che sia il risultato di una forza centrifuga, in che modo permetterebbe di detenere il "Potere", ergendosi a sovrani di 6 miliardi di sudditi???
Ciao

Piero Mancino

alexandro ha detto...

Questa volta dobbiamo dare ragione a Stuart, effettivamente sul sito Boeing viene riportato:
A fully integrated flight management computer system (FMCS) provides for automatic guidance and control of the 757-200 from immediately after takeoff to final approach and landing.
Il che però non vuol dire che da terra si possa prendere il comando escludendo il pilota! Sul suo Blog si sta godendo un mondo la vittoria... Almeno ha imparato qualcosa da "Perle", pubblicando già gli shot ai commenti qua pubblicati.
Ciao Stuart, con le tue castronerie rideremo comunque ancora a lungo, non ci piove.

Pape ha detto...

[quote]
Mi sembra come nei fumetti, dove il Nostro Eroe e' stato finalmente catturato dal Cattivone di turno, e questo invece di ucciderlo subito, si diverte a creare una morte "artistica", dalla quale, va' da se', il Nostro Eroe, scampa sempre... Ma scaricargli immediatamente un caricatore nella testa no eh??
E' troppo semplice![/quote]

Hai centrato il punto. Per i complottisti, la realtà è quella della TV. Quando parlano di finto allunaggio, e gli si fanno notare le assurdità, la loro risposta è spesso "guardati Capricorn One". Mazzucco stesso usa quel film come la dimostrazione che era un complotto. Sono slegati dalla realtà, ancorati alle assurdità dei film. Pensate solo quanto male ha fatto al mondo un film (bello, sia chiaro, ma è un film, non la realtà) come JFK.

Pape

usa-free ha detto...

Vorrei fare due precisazioni a quanto scritto da Piero Mancino:

forse è troppo azzardato dire che dovunque i terroristi avessero fatto schiantare gli aerei, Bush avrebbe reagito come ha reagito.

ad esempio, vi sono stati attentati alle ambasciate americane ma questo non ha mai spinto il presidente ad invadere un altro stato.

Se ad esempio ci fosse stato solo lo schianto a Shanksville, questo non avrebbe probabilmente portato all'invasione dell'Afghanistan.

Fa differenza che muoiano paseggeri e piloti di un airliner o che muoiano quasi 3000 persone , che crollino 3 grattacieli, specificatamente del WTC (valore simbolico), che muoiano quasi 200 persone al Pentagono (doppio valore simbolico: ministero della difesa + vicinanza imbarazzante alla Casa Bianca).

Nessun presidente americano sarebbe potuto rimanere passivo di fronte a un attacco del genere, in particolar modo al significato profondo di questo attacco, con tutto il rispetto per i morti beninteso.

Inoltre se le torri fossero rimaste in piedi, si sarebbe salvato un numero significativo di persone, come infatti è stato per il WTC7.

In ogni caso, i danni inflitti dagli aerei e dagli incendi sarebbero stati molto probabilmente irreparabili e le torri avrebbero dovuto essere smantellate: probabilmente ci sarebbero voluti 10 anni, giacchè nessun piano di smantellamento avrebbe previsto di demolire 2 edifici di quella mole con gli esplosivi a Manhattan. Ma a queste cose i complottisti duri e puri non pensano.

Hammer ha detto...

Piero,

sapessi quanti libri complottisti ho comprato e continuo a comprare!

E' fondamentale conoscere il proprio avversario e quindi oltre a comprarli li leggo pure. Pensa che Mastrocigliegia e Henry62 scherzando dicono che io sono un infiltrato tra i debunker!

Ciao

Anonimo ha detto...

"Quando parlano di finto allunaggio, e gli si fanno notare le assurdità, la loro risposta è spesso "guardati Capricorn One""

Caro pape,
non sai quante volte quando si parla di Luna, c'e' sempre il tizio che spunta fuori e dice:
"E allora Capricorn One"???
Avremo gli stessi amici??? ;)

Penso che se quelli della NASA dovessero sporcarsi le mani, la cosa migliore sarbbe uccidere gli sceneggiatori di quel benedetto film ;)
Non sai quanto "male" ha fatto alle missioni Apollo!
O meglio, lo sai benissimo!!!!!

Piero Mancino

Anonimo ha detto...

"Pensa che Mastrocigliegia e Henry62 scherzando dicono che io sono un infiltrato tra i debunker!"

ROTFL!!!!!!!!


ah ah ah
quando ho letto che tra loro si scannavano accusandosi a vicenda di essere degli infiltrati...
da morir dal ridere!!
Bellissimo bellissimo!
Ma chi ha bisogno di andare al cinema??? ;)))))))))))))

Pape ha detto...

Ciao USA-free,

sinceramente, non credo che sia stato il numero di morti o il crollo delle torri a convincere l'America a reagire, bensì il fatto che hanno colpito i loro simboli, ripetutamente e nello stesso giorno. Una bomba al WTC è un conto, quattro aerei dirottati, di cui tre hanno colpito i simboli USA, bastano a scatenare una guerra. Anche se le torri non fossero crollate.

Per quanto riguarda lo smantellamento, non vedo il perché: a Las Vegas cambiano la skyline ogni pochi anni a suon di demolizioni (tra l'altro incredibilmente spettacolari), e non credo sarebbe stato tanto più difficile demolire le torri, nonostante le dimensioni. Poi magari mi sbaglio, eh, mica sono esperto in demolizioni come MM, che bacchetta anche il povero Danilo Coppe.

Pape

usa-free ha detto...

"sinceramente, non credo che sia stato il numero di morti o il crollo delle torri a convincere l'America a reagire, bensì il fatto che hanno colpito i loro simboli, ripetutamente e nello stesso giorno. Una bomba al WTC è un conto, quattro aerei dirottati, di cui tre hanno colpito i simboli USA, bastano a scatenare una guerra. Anche se le torri non fossero crollate."

Perfetto. Stiamo dicendo la stessa cosa, anche se non ci capiamo :D

Per il resto: concordo con la spettacolarità, ma forse non ti rendi conto che a Las Vegas non esiste nulla di paragoabile nè alle torri gemelle , nè alla densità di infrastrutture ed edifici presenti a Manhattan :)

Anonimo ha detto...

Per quando riguarda quello che ha detto usa-free , ovviamente il discorso e' complesso...
Ha ragione quando dice:
"forse è troppo azzardato dire che dovunque i terroristi avessero fatto schiantare gli aerei, Bush avrebbe reagito come

ha reagito."

Anche io penso che se avessero ammazzato 10 americani al giorno per un anno (come ammazzavano in Algeria), anche se il

totale dei morti e' uguale, non ci sarebbe stata una reazione simile...
ovviamente con tutto il rispetto dei morti...
Pero' potrebbero esserci delle eccezioni...
Per usare una espressione stra-abusata: "La storia non si fa' con i se".
Per esempio, nel 1969 scoppio' una guerra Honduras- El salvador, a causa di una partita di pallone, con 5000 morti
(fonte: Il libro dei fatti, ed. ADNKRONOS libri 1998, pag 473, 7imo rigo).

Ricordo la guerra UK-Argentina per le Falkland/Malvinas, per un lembo di terra sperduto in mezzo all'oceano...
Non dimentichiamoci pure che se l'URSS avesse invaso Berlino Ovest, Kennedy molto probabilmente avrebbe scatenato la III

(e ultima) guerra mondiale con i missili nucleari...il tutto per una (mezza) citta'.

Io non ricordo bene perche' all'epoca ero molto piccolo... Ma l'attentato di Lockerbie e il bombardamento di Tripoli da

parte di Reagan sono collegati ?? (lo chiedo senza polemica) Oppure il secondo era relativo al lancio di Scud di

Gheddafi??

A questo proposito vi posso raccontare un aneddoto: quando furono lanciati gli Scud, mio (futuro) cognato si trovava

militare proprio a Lampedusa... mi disse che era arrivato un ufficiale tutto sudato, pallido che disse: "ragazzi siamo in

guerra!" e furono armati fino ai denti, e l'ordine era di sparare a vista...
Forse anche li' poteva scoppiare una guerra...

E poi non dimentichiamoci che a quel tempo c'era la VI flotta nel Golfo della Sirte, sarebbe bastata una scintilla...
Oppure ancora, l'abbattimento del jumbo coreano sulla Kamchatka...

Altro caso ancora, quando quel bel tipo di Ahm...insomma l'attuale presidente dell'Iran con gli altri, *VIOLO'*

l'ambasciata americana a Teheran...Se non ci fosse stato Carter, penso che un *qualunque* altro presidente avrebbe

scatenato una guerra, persino Ross Perot...

Forse se fosse stato un singolo schianto, tipo Shankville, non si sarebbe arrivati a tanto, ma QUATTRO aerei, anche

esplosi in volo, oppure caduti sulla citta', forse...
Ma ovviamente sono tutte mie considerazioni personali.

Quello che volevo sottolineare era che c'erano modi molto piu' semplici per provocare un autoattentato, e molto piu'

sicuri, e anche se non avessero centrato perfettamente l'obiettivo, non sarebbe cambiato molto...

Piero mancino

Pape ha detto...

"Per il resto: concordo con la spettacolarità, ma forse non ti rendi conto che a Las Vegas non esiste nulla di paragoabile nè alle torri gemelle , nè alla densità di infrastrutture ed edifici presenti a Manhattan :)"

Forse non hai mai visto la strip, caro USA-Free: decine di grattacieli appiccicati l'uno all'altro, con cantieri perenni per realizzarne altri ancora. Per l'altezza, la Stratosphere Tower è giusto un filo più bassa delle TT (e credimi, il Big Shot che ci hanno montato sopra è un'emozione non da poco ^_^). Vero che non l'hanno ancora demolita...

Pape

brain_use ha detto...

@piero:
Se ti consola, anch'io da ragazzino comprai quel libro.
E ne bevetti tutta la teoria.
Fortunatamente, però, mio padre la bollò immediatamente come "collezione di balordaggini" e cominciai così a controllarla...

@alexandro:
Vorrà dire che Stuart avrà perso un'occasione per risalire la classifica del Perlone 2008!
Tutto sommato, buon per lui.

@usa-free:
Non è detto che attentati di monore impatto non sarebbero bastati. Già Clinton aveva agito, in scala minore, in risposta agli attentati di Al-quaeda.
In ogni caso, se pure le torri non fossero cadute, un attacco di quella spettacolarità nel cuore degli USA sarebbe stato di per se più che sufficiente.

Ice_Rocket ha detto...

"Hai centrato il punto. Per i complottisti, la realtà è quella della TV."

Verissimo...e la cosa per loro è fonte di orgoglio. Ho sentito parecchi di loro sostenere la tesi che in realtà sono i film che "copiano" dalla realtà, quella realtà nascosta dai "poteri forti" e che gli sceneggiatori, attraverso le loro opere, vogliono diffondere alla gente la "verità" per farla "svegliare". Suppongo che rispondano alla plausibile domanda: "ma non basterebbe una conferenza documentata per smascherare i poteri forti, anzicchè imbastire un'intera produzione cinematografica che sarà interpretata per quello che è, un film, e non come una rivelazione?" con un'analogia a ciò che fece il Manzoni per far passare il suo "I promessi sposi" ambientandolo nel 600 per superare la censura austriaca...sarebbe un modo per fregare i famosi "poteri forti".
La cosa ilare è che gli "svegliati", i complottisti, che sono coloro che non si lasciano abbindolare, quindi sono menti acutissime...sono in larga parte privi di un'istruzione significativa, privi di una cultura significativa, occupano posizioni lavorative (se pur di assoluto rispetto) molto modeste e che ancor più spesso hanno alle spalle un trascorso di vita alquanto provato; cosa voglio dire? che secondo me il complottismo non è altro che un mezzo di autostima per illudersi di distinguersi dalla massa, in modo tutto sommato semplice; esempio: mi leggo due ore il sito di Menphis75 e dopo mi sento orgoglioso e pronto a scioccare i "dormienti"...il fatto che non abbia la minima conosenza di matematica, fisica, chimica, biologia, storia...poco importa, dopotutto, io sono un che si è "svegliato".
P.S. Perdonate la lunghezza del post.

Pape ha detto...

Hai ragione Ice Rocket.
A me capitava a 17/18 anni: leggevo le BBS, qualche rivista straniera tipo il fortean times, mi procuravo CD-Rom di importazione con le peggio assurdità pescate dalle BBS americane e dai newsgroup della neonata internet... mi sentivo fico, migliore degli altri perché sapevo queste verità (le stesse tra l'altro che scoprono sti cialtroni su LC oggi: AIDS inventato, cancro inesistente, finto allunaggio, JFK... solo l'11/9, per forza di cose, è nuovo rispetto alle mie fisse adolescienziali).

Poi ho iniziato l'università, a capire come ci si approccia ai problemi, a lavorare... e di queste follie giovabili è rimasto solo il ricordo del fascino che emanavano. "a ventanni si è stupidi davvero, quante balle si ha in testa a quell'età", cantava Guccini. Ovvio: a quell'età era bello credersi superiori, e Internet ancora non era tanto diffuso, quindi ci si sentiva doppiamente fichi.

Ci è voluto poco a crescere: la gente di LC, purtroppo, dopo 7 anni ancora non è cresciuta. Spero lo abbiano fatto quelli che sono ormai spariti dal sito, magari rinsaviti.

Pape

Hanmar ha detto...

@ alexandro.

Posso assicurarti che in campo aeronautico si parla di FMC, dato che per il pilota "vede" fisicamente quello.
Che poi sul sito della Boeing parlino di FMCS non ne avevo idea, ultimamente ho poco, se non nullo, tempo per andare in giro in Rete. Gia' e' tanto se sto qui.

Saluti
Hanmar

Ice_Rocket ha detto...

"mi sentivo fico, migliore degli altri perché sapevo queste verità."

Chiarissimo: "mi sentivo fico".
Mai avrei saputo usare un termine più adatto; Sentirsi fichi (o fighi?)...è un sentimento che avvertono così forte e che gli da una sicurezza tanto solida da permettersi di diffondere, difendere tesi (leggi cazzate in libertà) con una faccia tosta assurda; una volta un tipo complottista che conosco mi disse con prepotenza: "Tu...lo sai di cosa erano fatte le torri gemelle?" ed io naturalmente..."Erano un tube in tube a telaio in acciaio"; lui rise con superiorità ed esclamò solenne "Erano di amianto"; scoppiai a ridere e gli diedi una pacca sulla spalla, ma di li a poco capì che diceva sul serio...

Hanmar ha detto...

Devo compiere pubblica ammenda.
La perla relativa al FMC da me attribuita a Stuartwhyman va invece correttamente assegnata a Sigmatau.

Non che cambi molto tutto sommato, si leva una goccia all'Atlantico per versarla nel Pacifico.

Saluti
Hanmar