2007/11/15

Zerobubbole 9: Nessun grattacielo in acciaio è mai crollato per un incendio

di Undicisettembre. L'articolo è stato aggiornato e suddiviso dopo la pubblicazione iniziale. L'articolo si riferisce al contenuto della versione di Zero presentata a ottobre 2007 alla Festa del Cinema di Roma.

0:10:03. X: Never before or after 9/11 have steel-framed towers collapsed due to fire.

TRADUZIONE:

X:
Nessuna torre con struttura in acciaio è mai crollata a causa di un incendio, né prima né dopo l'11 settembre.


0:10:13. DARIO FO: Nel 2005, a... Madrid, c'è stato un incendio, spaventoso: un grattacielo è andato in fiamme. Era una torcia che bruciava.. eh... per la bellezza di venti ore. Venti ore consecutive, ma alla fine rimaneva intatta la struttura portante: il grattacielo non è caduto.

Immagini di un grattacielo in fiamme.

Come ben potete vedere, tutto il palazzo è avvolto dalle fiamme; questo grattacielo non è ancora terminato, è in costruzione, ciò nonostante rimane in piedi.

La storia che nessun altro grattacielo in acciaio è crollato per incendi e il confronto con la Windsor Tower di Madrid (che non è identificata nel video, ma è ben nota a chi segue la materia) vengono riproposti per l'ennesima volta nel circuito delle teorie cospirazioniste.

Anche in questo caso Zero non fa altro che riciclare argomentazioni trite e ritrite. Innanzitutto è completamente fuorviante affermare che i grattacieli del World Trade Center siano venuti giù soltanto a causa degli incendi: come mai Zero dimentica di sottolineare che le Twin Towers sono state colpite da due aerei di linea, ciascuno pesante oltre 100 tonnellate, scagliati ad altissima velocità?

Lo spettatore e il lettore non si lascino ingannare dalla percezione di leggerezza che deriva dal fatto che gli aerei si librano nell'aria. Cento tonnellate sono cento tonnellate. La violenza enorme degli impatti è più comprensibile se si immagina di scagliare un locomotore come un proiettile, a oltre 700 km/h, contro le Twin Towers. Un locomotore come quello mostrato qui sotto, che pesa appunto circa 110 tonnellate.

Un locomotore E.646 del peso di 110 tonnellate, pari a quello di ciascun Boeing 767 che colpì le Torri Gemelle. Dettaglio di una fotografia di Stefano Paolini da Wikipedia.

Quest'omissione da parte di Zero ha l'effetto di distrarre lo spettatore dal fatto che nessun altro edificio è mai stato colpito da un aereo di linea moderno. Anche nel caso dell'Edificio 7 (WTC7), è scorretto parlare di incendi puri, perché il World Trade Center 7 è stato gravemente lesionato dalle macerie delle Twin Towers, prima di arrendersi agli incendi.

Qualunque confronto con altri eventi è quindi falso in partenza, perché confronta l'incendio di strutture già indebolite da questi impatti violentissimi con l'incendio di strutture assolutamente integre. Nessun edificio è mai crollato in simili condizioni, perché simili condizioni non si sono mai verificate prima di allora.

La vulnerabilità delle strutture in acciaio


Quello che pochi sanno, al di fuori della cerchia degli addetti ai lavori, è che le strutture realizzate esclusivamente in acciaio sono molto vulnerabili in caso d'incendio. Per questo di norma gli edifici vengono realizzati combinando cemento armato e acciaio. Non fu così nelle Torri Gemelle, la cui ardita struttura fu possibile proprio perché si scelse di non utilizzare cemento armato.

La vulnerabilità delle strutture in acciaio è ben documentata, per esempio, da documenti dei Vigili del Fuoco come questo:

Struttura in acciaio

L`acciaio è un buon conduttore di calore e con il riscaldamento subisce dilatazioni e deformazioni, che oltre 300 - 350 °C riducono gradualmente la resistenza alla rottura, per temperature oltre i 500 - 550 °C la resistenza della struttura si riduce ad un valore inferiore a quello ammissibile, con conseguente crollo della struttura in acciaio.

Il crollo può avvenire anche quando la struttura in acciaio viene attaccata dal fuoco non completamente, ma solo in una limitata zona quale una trave o un pilastro; è necessario anche valutare, ai fini della stabilità dell'edificio, i fenomeni di allungamento della struttura legati alle temperature.

Non per nulla le norme di sicurezza impongono l'uso di rivestimenti ignifughi su tutti gli elementi strutturali in acciaio.

Una ricerca nella storia degli incendi, inoltre, conferma tragicamente questa vulnerabilità delle strutture in acciaio. Anche edifici in acciaio meno ambiziosi delle Torri Gemelle sono infatti crollati per puro incendio, senza danni da impatto.

Nel 1967, il McCormick Center di Chicago, il più grande centro espositivo al mondo dell'epoca, crollò per incendio in soli trenta minuti. La sua struttura, interamente in acciaio, utilizzava grandi travature per creare ampi volumi ininterrotti, proprio come il WTC (dove gli impatti degli aerei crearono inoltre vaste cavità aggiuntive, oltretutto non previste dal progetto e quindi destabilizzanti). Le travature d'acciaio del tetto collassarono per il calore, come si vede qui sotto.


Nel 1993, una fabbrica di giocattoli della Kader Industrial in Tailandia, un edificio di quattro piani con struttura interamente in acciaio, prese fuoco e crollò in venti minuti, causando 188 morti e 469 feriti.

Nel 1997, nella cittadina di Strasburg, in Pennsylvania, prese fuoco il Sight and Sound Theater, inaugurato sette anni prima. Il suo telaio d'acciaio, che racchiudeva l'ampio spazio dell'auditorium, crollò per il fuoco, distruggendo completamente l'edificio e causando danni strutturali anche a quelli adiacenti.

Nel 2005, la piattaforma petrolifera Mumbai High North, una struttura alta sette piani, interamente in acciaio, situata al largo delle coste indiane, prese fuoco dopo una collisione con una nave. Fu completamente distrutta in meno di due ore, causando la morte di dieci persone.


Nel 2006, una cartiera presso Malvern, Worcestershire, nel Regno Unito, subì un incendio che la fece crollare completamente. I pompieri riferirono che il calore intenso aveva causato il cedimento delle travi d'acciaio del tetto.

Si potrebbe obiettare che nessuno di questi collassi da incendio riguarda grattacieli. Ma è proprio questo il punto: un grattacielo è assai più sollecitato, sia dai carichi verticali sia dalla spinta orizzontale del vento, di quanto lo sia una struttura più bassa. Se un incendio è in grado di far collassare una struttura in acciaio di pochi piani, a maggior ragione è in grado di farlo in una struttura maggiormente esasperata come quella di un grattacielo.

Inoltre, se ci si domanda come mai non ci sono casi precedenti di grattacieli interamente in acciaio crollati per incendio, la risposta è molto semplice: esistono pochissimi grattacieli di questo tipo proprio in considerazione del rischio strutturale in caso d'incendio. Uno di questi grattacieli è la Sears Tower di Chicago.

All'affermazione "nessuna torre con struttura in acciaio è mai crollata a causa di un incendio, né prima né dopo l'11 settembre" si risponde quindi con i fatti:

Tutte le strutture moderne realizzate esclusivamente in acciaio, che hanno subito gravi danni strutturali combinati con enormi incendi incontrollati su più piani, sono crollate.

Grattacieli incendiati che non crollano


Spesso i sostenitori delle teorie alternative citano altri casi di grattacieli funestati da incendi che però non hanno portato al loro crollo.

Ma ci sono due differenze importanti: non solo, come già detto, nessuno dei grattacieli citati era stato indebolito dall'impatto di oltre 100 tonnellate scagliate a oltre 700 km/h, ma nessuno degli esempi citati riguarda una struttura interamente in acciaio come quella del WTC. Gli altri grattacieli nei quali si sono verificati incendi (soltanto incendi, senza impatti) hanno infatti una struttura portante che include elementi in cemento armato, assai più resistente al fuoco che l'acciaio.

Inoltre, al WTC non fu possibile alcun intervento antincendio, mentre gli altri grattacieli furono oggetto di azioni massicce di spegnimento.

Il confronto con altri incendi è quindi tre volte scorretto e ingannevole: niente impatti, niente cemento armato, nessun intervento.

Ecco alcuni esempi citati spesso dai complottisti:

  • Nel 2004, uno degli edifici più alti del Venezuela (56 piani, 220 metri, situato nel complesso Parque Central di Caracas), prese fuoco, ma non crollò. Il capo dei pompieri di Caracas, Rodolfo Briceno, coordinò l'intervento massiccio di elicotteri militari per versare acqua sul rogo e dichiarò, d'accordo con i progettisti dell'edificio, che non vi era pericolo di crollo, perché il grattacielo "è completamente differente [dalle Torri Gemelle] e la sua struttura in cemento armato è esterna, cosa che riduce il surriscaldamento".
  • Nel 1999, il One Meridian Plaza di Philadelphia, alto 150 metri, bruciò per più di 19 ore senza crollare. Ma non aveva subito alcun impatto che ne danneggiasse la struttura e rimuovesse le protezioni antincendio (come avvenuto invece al WTC), e il suo sistema di estintori a pioggia continuò a funzionare (a differenza di quello delle Torri Gemelle, tranciato dagli impatti degli aerei, e di quello del WTC7, le cui condotte primarie furono tranciate dal crollo delle torri stesse). Nonostante tutto questo, riportò danni così gravi da imporne lo smantellamento.


Come mai gli autori di Zero non parlano di questi casi?

32 commenti:

brain_use ha detto...

"domandiamo: se Zero è una ricerca della verità sull'11 settembre, come mai i suoi autori non hanno interpellato gli esperti di settore?"

Presupposto sbagliato: "zero" è una operazione politica.
Per fare questo, non avevano nessun bisogno di consultare nessun esperto di nessun settore.
E, infatti, non l'hanno fatto...

brain_use ha detto...

btw, non so se ci si bada, ma le "zerobubbole" sono già alla quarta puntata.
E il film è solo al minuto 10...

massimo.m ha detto...

La concentrazione di cavolate è voluta prima che si sia finito di analizzarle tutte loro avranno già pronto un altro film. Dopotutto basta cercare un altro speaker 'autorevole' e fargli dire le stesse cose

Figura Quattro ha detto...

@massimo.m
Dopotutto basta cercare un altro speaker 'autorevole' e fargli dire le stesse cose

credo che dopo questa uscita di autorevole gli sia rimasto ben poco.

massimo.m ha detto...

'autorevole' fino ad un attimo prima della proiezione!
Stavo pensando a Fo che ha letteralmente buttato nel cesso la sua credibilità con la sua partecipazione ad una baggianata come Zero. Possibile che una persona come lui non abbia neppure pensato ad informarsi prima di mettere la propria faccia in quest'operazione?
Mi spiego: mi sono abituato a immaginare il fenomeno del complottismo come l'interazione tra due 'attori': il 'Guru' da una parte che organizza la cosa a pensa solo a vendere libri e dvd e/o raccogliere consenso 'politico' e il 'Fesso' dall'altra parte che compra e crede a quello che gli vende il suo guru.
Sono tuttora indeciso in quale categoria infilare Fo

brain_use ha detto...

Stavo pensando a Fo che ha letteralmente buttato nel cesso la sua credibilità con la sua partecipazione ad una baggianata come Zero.

Se cominci a considerare "zero" una operazione puramente politica (e per nulla scientifica), cominci a capire il significato della partecipazione di Fo.

massimo.m ha detto...

Proprio dal punto di vista politico Zero è un autogol per chi vi ha partecipato! Da un punto di vista scientifico non importa con chi ti metti assieme ma quello che dici (e in questo Zero ha perso su tutti i fronti)
Da un punto di vista politico se ti metti con chi dice cavolate ... automaticamente dici cavolate (o quasi)
Se vuoi criticare Bush o l'America in genere ce ne sono di motivi seri per farlo senza sputtanarsi a questo modo!

brain_use ha detto...

Se vuoi criticare Bush o l'America in genere ce ne sono di motivi seri per farlo senza sputtanarsi a questo modo!

Quoto in pieno.

Ma anni di frequentazione di blog e forum assortiti mi hanno insegnato che l'antiamericanismo è una malattia autodistruttiva: chi ne è affetto, perde completamente il buon senso, la capacità di discriminare il limite della ragione e comincia a cercare un modo per accusare gli Stati Uniti anche per la morte del gatto di casa...

p.s.
attendo con pazienza le inevitabili bacchettate che i padroni di casa presto o tardi mi daranno per questa mia tendenza ad andare fuori tema... fine OT...

Dan ha detto...

Eh eh eh, allora smetti da solo, se te ne rendi conto... e comunque sempre meglio questi OT di OT stile "ma quelle temperature non potevano sciogliere l'acciaio! (puntata n-ima)".

Per quanto riguarda Fo, ritenendolo io una persona intelligente tendo a propendere per la teoria della "figura del fesso in buona fede": vale a dire quello che uno qualunque potrebbe credere se gli venisse mostrata solo la parte complottista e non avesse conoscenze sul settore... gli è stata mandata un'e-mail per avvertirlo in che scivolosa questione si stava impelagando, e sopratutto con che razza di personaggi veniva ad associarsi?

brain_use ha detto...

@dan

Eh eh eh, allora smetti da solo, se te ne rendi conto...

Una volta tanto, ho voluto sfruttare la Vostra pazienza a fini non complottistici... ;-)

Per quanto riguarda Fo, lo considero anch'io persona di notevole acume e intelligenza.
Non mi sento però di sottoscrivere alla cieca l'ipotesi della buona fede, anche se me la auguro di cuore.

michele ha detto...

Complimenti per un altro articolo ad alta definizione scientifica.

"...la parte in acciaio della struttura della Windsor Tower è crollata eccome."

Perchè ti ostini a mettere una foto della torre che è ancora lì e dire che è crollata. La vedi che il palazzo non è collassato o no?

"Va ricordato che i danni che si vedono in queste immagini sono causati soltanto da un incendio, senza alcun impatto."

E tu quello lo chiami SOLTANTO un incendio?? Prova un pò a mettere vicine le foto del windsor con le torri gemelle. Soltanto un incendio era quello delle twin tower, considerando la loro ridicola estensione rispetto all'imponente massa delle torri.
Eh, ma c'è anche l'impatto! Già perchè un incendio infernale che dura un giorno e che coinvolge la quasi totalità della struttura non è sufficiente a farla collassare, mentre un incendio di breve durata, piccolo e localizzato rispetto all'imponente struttura delle torri gemelle ma causato da un impatto di un aereo, ne provoca l'immediato collasso.La stessa cosa vale anche per la seconda torre. E' chiaro, sono gemelle.
Però anche gli ingegneri avrebbero potuto scrivere queste cose su una targa all'ingrasso delle torri!

"Non solo: nella Windsor Tower non sono state riversate di colpo decine di migliaia di litri di carburante."

COSA? WHAT? Mi stai dicendo forse che la gente che si trovava nei piani coinvolti negli impatti è morta annegata. O forse vuoi dire che il carburante degli aerei è a combustione ritardata? Prima allaga tutto e poi s'incendia. O forse stai parlando di una creatura enooorme che ha scagliato con un secchio grosso come uno stadio migliardi e migliardi di litri di carburante?
Quest'ultima ipotesi mi sembra la più probabile.

"i danni subiti dalla Windsor Tower furono talmente devastanti da imporne la demolizione"

Ma và! Cosa volevi farci dentro? Una sala giochi? E' ovvio che è stata demolita. Dopo un giorno continuato passato in compagnia di un incendio di simili proporzioni la struttura è sicuramente compromessa. Ci andresti ad abitare tu? O pensavi che bastasse una mano di bianco. Ma la sua funzione l'ha svolta!Non è collassata.

"chi sostiene che nelle Torri Gemelle non era possibile che si sviluppassero incendi violenti alimentati soltanto (si fa per dire) da decine di migliaia di litri di kerosene e dagli arredi, come spiega che persino un grattacielo vuoto, senza kerosene aggiunto, arde in questo modo?"

Questo è un volo carpiato.
Appunto! Spiegalo tu.

"questi sono gli effetti di un incendio in un edificio ancora vuoto, quindi privo di tutti gli arredi combustibili che caratterizzano un edificio in uso."

Gli arredi combustibili ce li avrai a casa tua, non certo in strutture simmili soggette a severe e ovvie leggi antincendio.
mettiamoci pure gli arredi combustibili e perchè no un estintore ogni venti piani.
Gli incendi sono rimasti piccoli perchè avevano ben poco di cui nutrirsi!

"La Windsor Tower di Madrid. Un edificio alto 106 metri, quindi un quarto delle Torri Gemelle e di conseguenza molto meno esasperato come carichi strutturali. Ma questo Zero non lo dice (non dice neppure come si chiama l'edificio)."

Hai una belle opinione di questi ingegneri. Costruiscono simili colossi lasciando fuori dai calcoli il peso di tutto quello che ci va dentro (mobili, persone...ecc). Mi viene un dubbio.
Il pavimento di casa mia sarà stato progettato per sostenere il peso dei mobili e di quante persone? 4, 5... se invito degli amici stasera posso stare tranquillo?
Per non parlare di quella pesantssima gru che la struttura della windsor tower è ancora in grado di sostenere dopo un inferno simile.

"L`acciaio è un buon conduttore di calore e con il riscaldamento subisce dilatazioni e deformazioni, che oltre 300 - 350 °C riducono gradualmente la resistenza alla rottura, per temperature oltre i 500 - 550 °C la resistenza della struttura si riduce ad un valore inferiore a quello ammissibile, con conseguente crollo della struttura in acciaio."

Vorrei proprio sapere perche si ostinano a costruire palazzi simili con tutti i difetti che ha l'acciaio. Perchè non li fanno in sasso come un volta. Basta! Io propongo una raccolta di firme per l'abolizione dell'acciaio nei palazzi!

"al WTC non fu possibile alcun intervento antincendio, mentre gli altri grattacieli furono oggetto di azioni massicce di spegnimento"

Eh sì, i vigili avranno detto: sono spacciati! andiamo a casa.
E' ovvio gli incendi si stavano spegnendo da soli. I pompieri stessi hanno definito gli incendi amministrabili e avrebbero fatto benissimo il loro lavoro se non le avessero buttate giù.

Paolo Attivissimo ha detto...

michele:

Complimenti per un altro articolo ad alta definizione scientifica.

Michele, se vuoi fare delle critiche, adotta un tono civile, altrimenti passa tutta la voglia di risponderti. Grazie.


Perchè ti ostini a mettere una foto della torre che è ancora lì e dire che è crollata. La vedi che il palazzo non è collassato o no?

Hai notato che ho detto che la parte in acciaio è crollata?


E tu quello lo chiami SOLTANTO un incendio?? Prova un pò a mettere vicine le foto del windsor con le torri gemelle.

La Windsor Tower era una struttura senza finestre installate, quindi era un reticolo aperto. E' ovvio che le fiamme sono molto più visibili dall'esterno.

Al WTC gli incendi sono meno visibili perché erano racchiusi nella struttura. La maggior parte delle finestre è rimasta al suo posto e ha contribuito a trattenere l'incendio all'interno.


Soltanto un incendio era quello delle twin tower, considerando la loro ridicola estensione rispetto all'imponente massa delle torri.

Se per te un incendio che si estende per 64 metri x 64 metri su più piani è una "ridicola estensione", hai un futuro come pompiere assicurato. Prova a parlarne con i vigili del fuoco, vediamo se riescono risponderti senza prenderti a pedate perché li insulti.

Mi stai dicendo forse che la gente che si trovava nei piani coinvolti negli impatti è morta annegata. O forse vuoi dire che il carburante degli aerei è a combustione ritardata? Prima allaga tutto e poi s'incendia.

Ripeto: parlane con i vigili del fuoco.

O forse stai parlando di una creatura enooorme che ha scagliato con un secchio grosso come uno stadio migliardi e migliardi di litri di carburante?

Non solo sei un pompiere provetto, ma un ottimo macellaio dell'ortografia.

Gli arredi combustibili ce li avrai a casa tua, non certo in strutture simmili soggette a severe e ovvie leggi antincendio.

Ripeto: non hai la più pallida idea di cosa stai dicendo. Parlane con i vigili del fuoco. Ti faranno vedere dei video molto eloquenti di cosa significa "arredo combustibile". Qualsiasi cosa brucia, se la scaldi abbastanza. Anche i corpi umani.

Vorrei proprio sapere perche si ostinano a costruire palazzi simili con tutti i difetti che ha l'acciaio.

Infatti le strutture in puro acciaio sono state abbandonate. Ora l'acciaio si usa solo se combinato con il cemento armato che fa fa protettivo.

Prova a studiare, prima di fare domande.


Eh sì, i vigili avranno detto: sono spacciati! andiamo a casa.
E' ovvio gli incendi si stavano spegnendo da soli. I pompieri stessi hanno definito gli incendi amministrabili


Documenta questa tua affermazione, per favore.

E, ripeto, modera i toni se vuoi altre risposte civili.

michele ha detto...

"Michele, se vuoi fare delle critiche, adotta un tono civile, altrimenti passa tutta la voglia di risponderti. Grazie."

Non avevi detto che non mi parlavi più. Siamo amcora amici allora? Ancora con stò tono civile! E'il mio modo di esprimermi. Parlo come mangio ma non credo di essere incivile o offensivo. Comunque se vuoi... posso mettermi un cravatta.

"Hai notato che ho detto che la parte in acciaio è crollata?"

Hai notato che hai detto che la windsor tower è crollata eccome? Prego.

"La Windsor Tower era una struttura senza finestre installate, quindi era un reticolo aperto. E' ovvio che le fiamme sono molto più visibili dall'esterno."

Che in pratica è il tuo modo oscuro
di dire che se un incendio ha ossigeno brucia e si "vede", mentre se al chiuso non si vede perchè non brucia. Grazie per la conferma di un pricipio da molti sottovalutato.

"Se per te un incendio che si estende per 64 metri x 64 metri su più piani è una "ridicola estensione", hai un futuro come pompiere assicurato. Prova a parlarne con i vigili del fuoco, vediamo se riescono risponderti senza prenderti a pedate perché li insulti."

Bambino attivissimo. La devi smettere di leggere quello che vuoi tu. E' così che fanno i bambini. Parlo dell'incendio RISPETTO allimponente massa delle torri! Ci arrivi? Se quell'imcendio lo prendi e lo sposti nel mio condominio verrà considerato un incendio infernale ma RISPETTO alle dimensioni delle torri è un icendio piccolo e localizzato. L'incendio enorme al windsor ha coinvolto la quasi totalità della struttura per un giorno intero. Si chiamano proporzioni.
Guarda che se continui ti faccio la nota!
Con i vigili ho parlato ma mi hanno preso a pedate solo dopo che gli avevo detto che mi mandavi tu. E mentre scappavo massaggiandomi le chiappe dolenti mi hanno urlato di dirti di ascoltare meglio le loro registrazioni e guardare bene i video e le foto.

"Non solo sei un pompiere provetto, ma un ottimo macellaio dell'ortografia."

Già, ammetto i miei errori, ma non sei tu quello che parla di tono civile? Eh eh eh paolino.
Sì, in italiano andavo male. Avrei voluto studiare di più ma ho dovuto cominciare a lavorare presto. Perchè, hai dei problemi?
Comunque io non sò scrivere tu non sai leggere, facciamo una bella coppia.

"Ripeto: non hai la più pallida idea di cosa stai dicendo. Parlane con i vigili del fuoco. Ti faranno vedere dei video molto eloquenti di cosa significa "arredo combustibile"."

Stiamo parlando delle torri gemelle!! Cosa c'entrano questi video eloquenti?? Ci sono norme severe antincendio previste per queste strutture imponenti. Questo non significa che nulla al loro interno era infiammabile ma che i lori arredi non sono stati certo acquistati al mercatino dell'antiquariato a fontanellato.
Ci siamo?

"Qualsiasi cosa brucia, se la scaldi abbastanza. Anche i corpi umani."

Grazie!! Cercavo proprio un frase focosa da dire a mia moglie stasera. Speriamo sia la volta buona! Grazie ancora.

"Infatti le strutture in puro acciaio sono state abbandonate. Ora l'acciaio si usa solo se combinato con il cemento armato che fa fa protettivo."

Vuoi dire che dopo l'11 settembre hanno demolito tutte queste strutture obsolete in PURO acciaio per fare spazio a questa nuova tecnologia conbinata? Se non è così corri ad avvisare tutti gli inquilini che ci vivono ancora perchè se scoppia un incendio...
Sai non l'hanno detto a quelli che lavoravono tutti i giorni dentro le torri. Oppure l'hanno scoperto quel giorna? I responsabili del progetto si sono telefonati qualche ora dopo per dirsi:
" Hai perso la scommessa. te l'avevo detto che sarebbero crollate!"

brain_use ha detto...

@michele

Parlo dell'incendio RISPETTO allimponente massa delle torri!

Forse ti sfugge un dettaglio.
Una volta che l'incendio ha indebolito i piani in cui ha colpito, che per di più erano già palesemente indeboliti dallo schianto, poco importa che i 95 o 80 piani sottostanti fossero perfettamente integri: una volta che la struttura cede al piano e si è innescato il crollo, è palese che i piani sottostanti non avrebbero potuto trattenerlo.
Non occorre un calcolo strutturale per rendersene conto: basta un minimo di logica e buonsenso.

Il resto è ironia fuori luogo.

michele ha detto...

Forse ti sfugge una cosa.
Non stai parlando di due scatole di cartone vuote. Dovè tutto l'acciaio che formava la struttura centrale delle torri?
Forse ti sfugge un'altra cosa.
Una torre è stata colpita in pieno nella parte alta. Un'altra torre appena sopra la meta e di fianco. Un'altra torre non è stata colpita affatto ma tutte e tre crollano nello stesso identico e preciso modo.
E chiami logica e buonsenso quella lezioncina che hai imparato a memoria.
Cambia logica o cambia nome.
E' ironia, ovviamente.
Quindi, o cambi logica

SirEdward ha detto...

Non avevi detto che non mi parlavi più. Siamo amcora amici allora? Ancora con stò tono civile! E'il mio modo di esprimermi. Parlo come mangio ma non credo di essere incivile o offensivo. Comunque se vuoi... posso mettermi un cravatta.

Michele, ci sono tante cose che "credi" e che nonostante questo sono sbagliate. Credere di non essere incivile né offensivo è una di queste.

(Sei anche maleducato, dato che mi devi ancora delle scuse. (non ti preoccupare, questa cosa ti perseguiterà fino a che non cambierai atteggiamento o non chiederai scusa)

Dovresti seriamente cambiare tono.

O, se sei venuto qui solo per insultare, andartene.

SirEdward ha detto...

P.S.

Non avevo notato che anche qui Michele ha insultato brain use per il nome.

Michele, dovresti scusarti con brain use.

michele ha detto...

Siredward, come fai? Sei ovunque!!
Mi fa piacere ovviamente.

brain_use ha detto...

@michele

Dovè tutto l'acciaio che formava la struttura centrale delle torri?

Così, o occhio, a terra.
E' un abitudine che, su questo pianeta, caratterizza tutti i gravi in caduta.


Una torre è stata colpita in pieno nella parte alta. Un'altra torre appena sopra la meta e di fianco. Un'altra torre non è stata colpita affatto ma tutte e tre crollano nello stesso identico e preciso modo.

Tu conosci molti modi diversi in cui un grattacielo può cadere?

Una volta che la struttura cede, che ceda all'ottantesimo piano, al novantaseiesimo o al piano terra, la sostanza della caduta cambia poco.

Btw, la terza torre (te lo ricordo se non lo sai) è stata ampiamente colpita dalle macerie della torre 1 ed era in fiamme al punto che i pompieri hanno deciso di evacuarla.


E chiami logica e buonsenso quella lezioncina che hai imparato a memoria.
Cambia logica o cambia nome.


Opinioni.
A me sembra che tu ti sia bevuto un concentrato di stupidaggini per buono e voglia sostenerlo oltre ogni limite del buonsenso.


@siredward

Don't worry: non mi preoccupano gli insulti dei complottisti.
Sono notoriamente l'ultima arma a disposizione. Dopo, tacciono.

John ha detto...

Dopo, tacciono.

No, no... ricominciano dall'inizio...

michele ha detto...

brian_use:

"Una volta che la struttura cede, che ceda all'ottantesimo piano, al novantaseiesimo o al piano terra, la sostanza della caduta cambia poco.

Btw, la terza torre (te lo ricordo se non lo sai) è stata ampiamente colpita dalle macerie della torre 1 ed era in fiamme al punto che i pompieri hanno deciso di evacuarla."

Sì, va bè, brian...
... c'era una volta un piccolo anatroccolo...

"A me sembra che tu ti sia bevuto un concentrato di stupidaggini per buono e voglia sostenerlo oltre ogni limite del buonsenso."

Adesso mi devi chiedere scusa.

Paolo Attivissimo ha detto...

Michele,

piantala con le polemiche personali.

Te l'ho già chiesto in altri commenti. Se non capisci che ti viene chiesto un minimo di creanza, credo capirai quando ti verranno cancellati i commenti.

Non credo sia il caso di darti ulteriori avvisi. Grazie.

brain_use ha detto...

@michele.

Sul piano umana: scusa.

Sul piano logico: è quello che dimostri.

Anonimo ha detto...

Beh nn dico di essere dalla parte di michele , ammetto che è a tratti offensivo , ma nn sono qui per parlare di lui ....Qui ci dimentichiamo... punto 1 che le torri gemelle erano state concepite per resistere ad un impatto di un aereo di linea punto 2 l'acciaio fonde a 1600 gradi il kerosene nn arriva a queste temperature , forse l'impatto ha potuto creare un calore simile , ma avrebbe ammorbidito solo la parte della struttura colpita che però è caduta verticalmente (mm molto strano) punto 3 ci sono delle tesimonianze di pesone che hanno usato le scale per scappare e sono passate proprio nel piano della seconda torre dove si era schiantato l'aereo , quindi la temperatura nn doveva essere molto alta punto 3 le due torri sono cadute perpendicolarmente entrambe e con uno stesso tempo di caduta , piuttosto strano visto che per ottenere un risultato del genere le squadre di demolizione ci mettono delle settimane punto 4 il tempo di caduta delle due torri è di 10 secondi cioè lo stesso tempo di caduta di un corpo lanciato dall'ultimo piano delle stesse torri ....molto strano ... se le torri fossero crollate in seguito all'impatto e all'incendio , i piani crtollati sarebberò dovuti crollare su quelli sottostanti ancora in piedi e che nn avevano subito alcun danno , quindi si sarebbe dovuto creare un margine di rallentamento oppure entrambi le torri sarebbero dovute cadere su un lato visto che sono state colpite lateralmente.

Inoltre la struttura delle torri gemelle è detta a plaza ed è una delle tipologie di edificio più utilizzate.... anke il Sears Tower di Chicago è stato costruito in questo modo e come lui tanti altri .

SirEdward ha detto...

oh, FAQ!

Ma perché nessuno le legge, le FAQ?

Eppure sono bene in vista...

Paolo Attivissimo ha detto...

..Qui ci dimentichiamo... punto 1 che le torri gemelle erano state concepite per resistere ad un impatto di un aereo di linea

Infatti hanno resistito all'impatto. E' stato l'incendio a devastarle. E non erano concepite per reggere a un incendio innescato da 32.000 litri di carburante.


punto 2 l'acciaio fonde a 1600 gradi il kerosene nn arriva a queste temperature

Leggi le FAQ del WTC: "Il cherosene non poteva generare, in quelle condizioni, incendi abbastanza caldi..."


forse l'impatto ha potuto creare un calore simile , ma avrebbe ammorbidito solo la parte della struttura colpita

No, perchè l'incendio non si è limitato alla parte colpita.


che però è caduta verticalmente (mm molto strano)

FAQ WTC: "Perché il crollo è così verticale?"


punto 3 ci sono delle tesimonianze di pesone che hanno usato le scale per scappare e sono passate proprio nel piano della seconda torre dove si era schiantato l'aereo

FAQ WTC: "Se alcune persone sono riuscite ad attraversare la zona degli incendi, come è possibile che gli incendi fossero violentissimi?"



quindi la temperatura nn doveva essere molto alta punto 3 le due torri sono cadute perpendicolarmente entrambe e con uno stesso tempo di caduta

FAQ WTC: "Perché le Torri Gemelle sono cadute così in fretta, in 8-10 secondi?"


se le torri fossero crollate in seguito all'impatto e all'incendio , i piani crtollati sarebberò dovuti crollare su quelli sottostanti ancora in piedi e che nn avevano subito alcun danno , quindi si sarebbe dovuto creare un margine di rallentamento

Infatti sono state rallentate. FAQ WTC: "Perché le Torri Gemelle sono cadute così in fretta, in 8-10 secondi?"


la struttura delle torri gemelle è detta a plaza ed è una delle tipologie di edificio più utilizzate

Falso. Citami altri edifici che la usano, a parte la Sears Tower.

Ti consiglio di leggerti le FAQ prima di fare altri commenti. Grazie.

Anonimo ha detto...

come falso la struttura è detta a plaza , ed è utilizzata per costruire edifici molto alti in modo che siano anche abbastanza leggeri , nn troppo ingombranti ma soprattutto resistenti e capaci di distribuire il carico..altrimenti avrebbero utilizzato il sistema a ziggurat

Anonimo ha detto...

ahh e tu quello nn me lo chiami verticale , vorresti dire che le torri sono cadute lateralmente , ma se si vede che i due grattacieli si polverizzano cadendo su se stessi .....scusa se sono un po inclinati di qualche metro...

Paolo Attivissimo ha detto...

Come falso la struttura è detta a plaza

A me non risulta. Visto che hai già detto diverse cose errate sul tema, credo spetti a te documentare la diffusione di questo sistema di costruzione, come ti ho già chiesto prima.

Paolo Attivissimo ha detto...

ahh e tu quello nn me lo chiami verticale , vorresti dire che le torri sono cadute lateralmente

No. Le hai lette le FAQ?


ma se si vede che i due grattacieli si polverizzano cadendo su se stessi.....scusa se sono un po inclinati di qualche metro...

No, evidentemente non le hai lette.

Un blocco di 29 piani da 64x64 m che s'inclina di 25 gradi lo chiami "qualche metro"?

Merlino ha detto...

Mi chiedo solo una cosa, tra quelli che sostengono che il crollo sia dovuto a bombe pre-istallate o cose simili, che conoscenze hanno in materia per sostenere questa tesi? E poi, che conoscenze hanno in ingegneria strutturale per sapere come si comportano i materiali e quali sono i carichi in gioco? Dai lancio una sfida ai complottisti… una sostanza esplosiva che resista un’ora in un incendio e poi esploda a comando? Dai quando mi date una risposta ragionevole a questa domanda iniziamo a parlare seriamente!

francesco ha detto...

Per amor di cronaca, alla lista delle strutture si potrebbe aggiungere la piattaforma petrolifera Piper Alpha, distrutta nel 1988 da un incendio rimasto leggendario nell'ambiente. Una valvola mal rattoppata provocò un' esplosione di gas, con fiamme alte quasi 100 metri; per motivi lunghi da spiegare l'afflusso di gas e petrolio non fu mai interrotto durante l'incendio. Tutto ciò che ne rimase dopo 24 ore fu un moncone del modulo A.

http://en.wikipedia.org/wiki/Piper_Alpha