2007/10/19

Immagini poco note dell'attentato al Pentagono

di mother. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Dal forum di James Randi è emersa l'esistenza di materiale di recente pubblicazione che documenta l'attentato al Pentagono e i suoi effetti. Il forum segnala infatti l'esistenza di una serie di immagini pubblicate presso 911files.info e provenienti, secondo quanto dichiarato dal forum, dal libro "Pentagon 9/11", pubblicato a settembre 2007 dal Dipartimento della Difesa statunitense e acquistabile presso Amazon.com e presso il Dipartimento stesso. Undicisettembre ne ha già ordinato una copia a titolo di verifica e documentazione.

Prima che il lettore si lasci andare a considerazioni sulla quantità e le condizioni fisiche dei rottami documentati finora al Pentagono, è opportuno fare riferimento alle immagini dei rottami d'aereo trovati intorno al World Trade Center e a quelle delle operazioni di ricerca e raccolta dei rottami del Volo 93.

Uno pneumatico fra i rottami

Nella serie di immagini possiamo vedere per esempio questa, mostrata qui sotto, che riporta il testo seguente: "Nel passaggio A-E [A-E Drive], rottami ed un resto di pneumatico d'aereo".


Che sia uno scatto del Pentagono sembra abbastanza indubbio, vista la configurazione dei muri e la retrostante passerella. Prendendo per esempio quest'immagine, mostrata qui sotto, notiamo la passerella passante fra gli anelli (ring) dell'edificio. Orientandoci con i fori sul muro interno del Pentagono, a destra nell'immagine, e con la porzione crollata (visibile in alto), percepiamo la direzione dalla quale è stata scattata.



Considerato che non ci sono altri fori fino alla verticale della passerella e notando il cartello alla sinistra del foro sulla parete, si può ben vedere che lo pneumatico si trova sostanzialmente di fronte al foro d'uscita (punch-out) dei rottami d'aereo, mostrato in questa fotografia già nota:


E' difficile stabilire in che momento sia stata scattata l'immagine che mostra lo pneumatico. L'incendio sembra essere ancora in corso, tanto che sullo sfondo si nota un pompiere che sta ancora tentando di spegnere le fiamme, dal foro d'uscita fuoriesce ancora del fumo, e a terra c'è un vero lago con circa una decina di centimetri d'acqua.

Si può ipotizzare che in altre foto lo pneumatico non sia visibile poiché sono state scattate dopo che i pezzi del Boeing sono stati raccolti per essere portati via, oppure che siano ancora presenti ma fuori dall'inquadratura.

Numeri identificativi sui rottami

Le immagini segnalate dal forum di Randi includono in particolare un resto fotografato davanti al Pentagono e mostrato qui sotto, sul quale si leggono sia il marchio della American Airlines, sia dei dati identificativi, che rispondono a una delle principali richieste complottiste: dimostrare che il Pentagono è stato colpito specificamente dal Boeing 757 avente tail number identificativo N644AA mediante la pubblicazione di immagini di resti nei quali si vedano i codici di riferimento e di fabbricazione delle parti d'aereo.



Una delle "scatole nere" al Pentagono

Le nuove immagini mostrano anche il Flight Data Recorder, una delle "scatole nere" che registrano i dati di volo, e dicono che è stato "trovato all'interno dell'edificio, vicino al foro nella parete dell'anello C che conduce all'A-E Drive":



Altri rottami al Pentagono

Le nuove immagini includono anche una fotografia di rottame di motore già pubblicata fra gli atti del processo Moussaoui come Exhibit P200030 e descritta qui dalla didascalia come "uno dei frammenti più grandi di rottami del Volo 77":

Il foro d'uscita

Alle foto già note del foro d'uscita si aggiunge questa nuova immagine, nella quale si scorgono rottami le cui forme curve suggeriscono parti d'aereo:

Qui sotto, invece, immagini già note del punch-out: nella seconda si nota, dietro la schiena della persona in primo piano, quello che sembra essere un cerchione di ruota.





Accumulo e smistamento dei rottami al Pentagono

In questa immagine, per esempio, vediamo che i detriti non si trovano più di fronte al punch-out, ma bensì sono stati spostati per essere raccolti e catalogati:


In proposito si ricorda il recente post di John che già identificava le parti del Boeing 757 con tutte le accortezze del caso sulla veridicità dell'immagine (verifica di Henry62).


Un'altra foto nuova mostra l'operazione di setaccio delle macerie, probabilmente in cerca di resti umani dei corpi delle vittime o parti d'aereo, nel parcheggio nord del Pentagono:

Notare l'uso delle tute bianche per evitare contaminazioni da possibili sostanze pericolose ed i contenitori retrostanti in cui mettere i frammenti raccolti.

Le altre foto del sito 911files.info mostrano altri dettagli interessanti.

Raccolta di ogni minimo frammento dell'aereo:


L'interno delle tende blu per la decontaminazione da possibili sostanze pericolose, presenti in qualsiasi incidente coinvolgente la combustione di carburante e materiali eterogenei.


Un'immagine della ricostruzione dell'ala del Pentagono permette di vedere in dettaglio la disposizione elicoidale delle armature delle colonne interne:


L'uso dei raggi X per identificare alcuni corpi presso l'obitorio militare di Dover Port:


L'orologio fermo al momento dell'impatto:



Sempre del sito 911files.info credo siano interessanti anche queste immagini, che documentano l'incendio sviluppatosi sui primi metri ai piedi della facciata del Pentagono tale da annerire tutta un'area, come visibile nelle foto che documentano i detriti:








In questa immagine abbiamo a sinistra due dettagli molto interessanti contro l'ipotesi del missile/ordigno (quale ordigno al Pentagono, Attacco al Pentagono: perchè non regge l'ipotesi del missile) o piccolo aereo al Pentagono:


Vediamo infatti che l'albero (quello a sinistra nell'immagine) presenta un ramo rotto, mentre l'autobotte dei pompieri presenta similmente al camion generatore il cofano anteriore ed il parafanghi squarciato.

Rispetto a questa immagine, il camion generatore si trova alla destra, come il foro di ingresso dell'aereo e lo squarcio creato dall'ala sinistra del Boeing 757 alle colonne della facciata al piano terra.

Tutti punti ben difficili da raggiungere con un ipotetico missile esploso dentro all'edificio e ben più distante ed ancora meno raggiungibili con un piccolo aereo.


Un migliore dettaglio dello squarcio al mezzo dei pompieri in questa immagine:


Il mezzo stazionava sulla piazzola come le auto poi incendiatesi, le cui carcasse sono visibili nelle foto. Si può anche notare la differenza modello di autobotte dei pompieri fra quelle utilizzate per spegnere l'incendio e quella lesionata.

In queste immagini vediamo invece frammenti presumibilmente dell'aereo a terra e vicino allo squarcio, e dei rami dell'albero presente nella zona di impatto del velivolo:



Resti e detriti dell'aereo prato, molto più lontano rispetto alle precedenti immagini:



(queste foto erano già note da anni)

Oltre alla solita poltiglia nerastra con frammenti dell'aereo, abbiamo sulla sinistra lo squarcio all'autobotte dei pompieri, il ramo spezzato sull'albero di sinistra, nonché rami ed un oggetto non ben identificato alla base dell'albero di destra.

Qui è visibile la C della scritta American Airlines

(foto già nota da qualche anno)

Poi ci sono una serie di immagini di uno dei rotori dei motori, seminascosto dall'uomo più a sinistra sotto il mantellino giallo:



A sinistra del rotore si nota qualcosa di circolare e tondeggiante non ben identificabile nell'immagine a scarsa risoluzione.


Ed infine una serie di immagini della zona di impatto con sullo sfondo i palazzoni ed il camion generatore in fiamme (più vari resti del Boeing 757).




L'immagine di una telecamera di sorveglianza atta a controllare la facciata del Pentagono.



Il sito dietrologico Killtown espone queste altre due foto delle telecamere di sorveglianza:


(da Killtown)

(da killtown)

L'albero abbattuto

Riguardo all'albero presente nel punto di impatto del Boeing 757 si può vedere questo sito dietrologico che ha trovato le foto temporalmente più prossime al giorno degli attentati.

Le due foto, scattate il 25 agosto 2001, fanno il paio con quella di Hectop.

(da 911review.org)

(da 911review.org)

Il concio di tronco d'albero tagliato alla base è visibile a destra, nella foto qui sotto, per contrasto con le fiamme:


L'immagine è poco chiara, tuttavia è concorde con quest'altra immagine in alta definizione che riprende il tronco spuntare da parte dei detriti depositatisi in seguito al crollo della facciata
Si può vedere il tronco nel cerchio giallo.


Il "trailer" situato di fronte alla facciata colpita

Un po' fuori tema riguardo all'argomento principale dell'articolo, conviene tuttavia menzionare il poco noto Contractor Trailers.

Come si può notare dalle foto del 25 agosto 2001, un cabinato in lamiera era situato fra il camion generatore a destra del punto di impatto e l'eliporto, vicino all'albero.

Anche in questo caso l'ultima immagine è di circa quindici giorni prima all'11 settembre 2001, tuttavia fra i detriti del crollo del Pentagono fu trovata parte della lamiera che lo costituiva:

(da 911review.org)


(da 911review.org)


(da 911review.org)

La terza foto è tratta dalla CNN, secondo 911review.org. Si può in essa notare un taglio netto lungo una linea leggermente inclinata, proprio come per il camion generatore.

Tutto questo si inserisce in un quadro di devastazione e distruzione distribuito su una lunghezza ben superiore alle capacità di un missile o di un piccolo aereo.

L'autobotte

Riguardo allo squarcio sull'autobotte dei pompieri ci sono queste immagini tratte dal sito dietrologico Killtown. Nella prima si può notare come i pompieri intervengano per spegnere l'incendio proprio dentro lo squarcio dell'automezzo:

(da Killtown)


(da Killtown)

27 commenti:

3llen ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
daphne ha detto...

lo so che pare brutto, ma lo sai che in italiano si dice unO pneumatico?
lo pneumatico, gli pneumatici
ora mi censuro da sola, scusa, mi mando a fanculo

Pape ha detto...

Quanta isteria per un banale errore grammaticale.

Pape

mother ha detto...

Non mi arrabbio per vari motivi
1) un errore di ortografia è un'inezia. Le mie capacità non comprendono il "saper ben scrivere". Bisognerebbe saper far tutto nella vita, ma non è quasi mai così.
2) questa è una settimana di tour-de-force
3)le lingue si evolvono; non scriviamo più come Dante, ed in futuro non scriveranno più come noi. Vedi anche evoluzione della lingua italiana a causa degli SMS.

Vado ad aggiornare il post con un po' di nuove foto.

..:: Bosco Biga's::.. ha detto...

Buongiorno a tutti,
Ho analizzato quelle foto anche con altri colleghi, piloti, tecnici e chiunque sapesse com'è fatto un 757 e sinceramente la gamba di forza del carrello mostrata nel confronto delle 2 immagini è di un Boeing 757, inoltre le parti del compressore di bassa pressione staccatesi dal motore sono nettamente delle dimensioni prossime ad un 757 o comunque non riconducibili ne ad un piccolo aereo, ne ad un missile.
Se guardate attentamente il pezzo di aereo riportante il logo di AA potrete notare in parte il serial number (s/n xxxxxxx) del pezzo in questione, ora leggetelo parzialmente e mettetelo in un qualsiasi motore di ricerca...se siete fortunati e sapete cosa state cercando la risposta verrà da sola....
Ragazzi detto sinceramente...queste foto sono di un evidenza assoluta! I rottami sono di un Boeing 757 e sono dell'American Airlines.
Un'ultima considerazione, quelli a favore del complotto non credono che se l'American Airlines si è persa un 757 e non lo trova più da qualche parte debba pur essere finito?? Non è che gli aeroplani spariscono regolarmente e tutti se ne sbattono...
Cheers,
Pro757Comitee=)

Paolo Attivissimo ha detto...

leggetelo parzialmente e mettetelo in un qualsiasi motore di ricerca...se siete fortunati e sapete cosa state cercando la risposta verrà da sola....

Non sono fortunato e non sono sicuro di decifrare correttamente il s/n. Daresti qualche dritta, anche in privato, grazie?

..:: Bosco Biga's::.. ha detto...

Credevo che la ricerca fosse più semplcie, ma il s/n è di AA non di Boeing quindi risulta più complessa appena riesco a trovare quel pezzo lo fotografo e me lo mando...con annessi i s/n di Boeing in referenza al Boeing 757. Da breve ricerca nel sistema di manutenzione di Boeing, si può dedurre che si tratta di una componente del motore dei boeing 757.
Farò il possibile per pubblicarla..
Cheers,
Pro757Comitee

omar ha detto...

Per quanto mi riguarda, una identificazione certa del rottame con la sigla AA e il serial number, metterebbe la parola fine alla storia dell' auto-attentato al Pentagono.

Una volta accertato che la foto è genuina, il prato ripreso è quello antistante il Pentagono ed a quale parte dell'aereo appartiene, negare che l' AA77 si sia schiantato quel giorno diverrebbe una questione ridotta a pochi irriducibili che non hanno il coraggio di guardare la realtà in faccia.

O da cura di igiene mentale :-)

Credo che, con quel pezzo di codice in mano, chiedere il parere a qualche esperto di aviazione civile possa essere utile.

Dan ha detto...

mother, non c'era nemmeno bisogno di degnarlo di considerazione, perchè aggrapparsi con strafottenza agli errori di battitura è tipica tecnica dei flamer da quattro soldi tanto per suscitare una risposta...
riguardo agli SMS, sei sicuro sul termine "evoluzione" della lingua italiana?

John ha detto...

Scusatemi, Dan, Pape...
ma non mi pare che Daphne (che non ricordo di aver letto prima sul nostro blog) abbia rilevato l'imprecisione grammaticale con cattiveria o tono provocatorio.

O mi sono perso qualcosa?

:-)

Marco Bove ha detto...

Le foto si possono scaricare?

Le posso utilizzare in Università?

Scusatemi... ma non voglio fare casini...

mother ha detto...

mother, non c'era nemmeno bisogno di degnarlo di considerazione, perchè aggrapparsi con strafottenza agli errori di battitura è tipica tecnica dei flamer da quattro soldi tanto per suscitare una risposta...
--------------------------
Un flamer è legato anche ad un'azione spammatoria.
Non seguo spesso i commenti per problemi di tempo, ma credo che questo sia il primo messaggio di daphne.
Più che altro mi sembra caustica nei suoi confronti mandandosi a quel paese da sola, il che mi fa pensare che in passato sia passata in qualche blog o sito del circolo 911 ben noto in cui anche solo una parola fuoriposto o dichiarazione di apertura viene presa come un affronto.
Come già detto un errore di battiruta, un errore ortografico si cancella velocemente.
Ci sono ben altri aspetti della questione 911 che non possono essere cancellati così velocemente.
Gli esempi si sprecano sia sulla diplomazia internazionale (Meyssan), sia per esempio nella diffusione del materiale. Basti pensare che 911files.info è online dal 2006.
--------------------
Riguardo agli SMS, sei sicuro sul termine "evoluzione" della lingua italiana?
--------------------
In questo messaggio scrivo "azione spammatoria" termine non italiamo, ma italianizzato. In passato altri termini sono passati attraverso l'assunzione nel linguaggio comune ed infine l'iscrizione nei vocabolari dei termini: per esempio garage.
Il linguaggio lo si può intendere classicamente come fisso, per cui si può vedere una qualsiasi modificazione come evoluzione o involuzione-devoluzione, oppure lo si può intendere alla pari della variabile tempo come sempre progressivo, da qui qualsiasi modifica è un'evoluzione verso qualcosa di diverso (basti pensare agli alberi genealogici dove un tronco divene molti rami distinti).

Bosco-Omar
Logicamente sarei perplesso se risultasse che in un libro edito dal DoD venga presentato un resto di aereo con codice identificativo non del flight93.
Abbiamo ordinato il libro per meglio vedere il testo scritto a commento delle foto.
Se trovate materiale e decidete di condividerlo potete scrivere alla mail posta in home-page del blog. O magari postate un articolo nel vostro blog e ce lo segnalate, così qualcuno del gruppo viene a dar una letta a quanto postato.
---------------------------
Le foto si possono scaricare?
Le posso utilizzare in Università?
Scusatemi... ma non voglio fare casini...
---------------------------
Le foto sono edite dal DoD nel suo libro. Varrebbe quel copyright.
Il sito 911files.info le ha pubblicate considerando di rendere opera informativa per la rete di notevole peso visto il contenuto.
Non credo che se le usi per fini di diffusione dell'informazione e sviluppo delle discussioni a tema qualcuno abbia da ridire (fini ben diversi da quelli di lucro o profitto).

Perdonate il ritardo con cui rispondo: fra impegni ed una famigliola di trojan sono stato un po' offline.

Marco Bove ha detto...

>Le foto sono edite dal DoD nel suo libro. Varrebbe quel copyright.
Il sito 911files.info le ha pubblicate considerando di rendere opera informativa per la rete di notevole peso visto il contenuto.
Non credo che se le usi per fini di diffusione dell'informazione e sviluppo delle discussioni a tema qualcuno abbia da ridire (fini ben diversi da quelli di lucro o profitto).

Grazie... allora citerò come fonte voi e il Dipartimento della Difesa.

Scusatemi l'off-topic.

Dan ha detto...

Mother:
"..credo che questo sia il primo messaggio di daphne.
Più che altro mi sembra caustica nei suoi confronti mandandosi a quel paese da sola.."

Avevo pensato vi riferiste al primo commento cancellato, che contesse chissà quale acido messaggio provocatorio... evidentemente avevo equivocato. Se le cose stanno così, daphne si è dimostrata un po' troppo suscettibile... verso sè stessa.

Per quanto riguarda gli SMS, intendevo "ke lo scempio ke d slt c fa alla lingua ita" non lo considererei evoluzione, quanto piuttosto un'involuzione bastarda dovuta a ignoranza mascherata da slang. Come qualche forum che conosco, dove qualche utente le idee sull'italiano "c'è l'a" un "pò" confuse...
Sono d'accordo sull'includere termini strnaieri nella nostra lingua, ma non nello storpiarla.
(Anche "xkè" ci vuole meno a scrivere così, ma di più a decifrare...)

mother ha detto...

Dan, buona lettura:
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Bimbiminkia

..:: Ema ::..=) ha detto...

Guardate..sono sempre Bosco etc. ma ho modificato il blog... Quel pezzo è senza ombra di dubbio un pezzo di un 75...l'ideale sarebbe...mandate un mail alla AA con il S/N e vi fate confermare la provenienza...e le marche dell'aereo su cui era installato..il resto lo faccio io...purtroppo non posso risalire io questi dati..perchè quello è un S/N quindi un codice seriale del pezzo e tra l'altro della American Airlines, quindi non posso risalire al criterio di identificazione.
Per andare sul sicuro servirebbe il P/N Part Number che è uguale per tutti i pezzi uguali.
Tenete conto che un 757 ha circa 300000 pezzi diversi, quindi il Part Number è fondamentale per sostenere la causa.
Comunque io sarei pronto ad ammettere davanti a una giuria che quello è indubbiamente un pezzo di 757.
O di un 767 essendo i due aerei pressochè identici a livello di componenti interne.
Fatemi sapere se risalite a qualcosa, che mi metto all'opera.

Emanuele

Dan ha detto...

Grazie mother, lo conoscevo già... ma fa sempre piacere rileggerlo. Divertentissimo.

TomTom ha detto...

Riguardo ai rottami sul Pentagono, le foto che avete mostrato, ed in particolare quella con la "C" hanno fatto vacillari le mie ipotesi, a quel punto mi sono messo a cercare e penso di poter fare osservazioni che vi sono sfuggite:
1) Il colore dei pezzi è troppo chiaro, rispetto a quello di un normale Boeing soprattutto il grigio (ma non sono sicuro....)
2) La traiettoria presa dal rottame con la "C" mi sembra strana (era più probabile che i resti si trovassero sul prato piuttosto che davanti all'edificio, visto che questo avrebbe dovuto fare da scudo

E' esaminando però la livrea che le prove da voi presentate diventano prove "pro-complotto" per almeno 2 motivi:
1) sul pezzo di livrea già noto (non quello con la "C") è stato detto che potrebbe essere una "E" o una "C" (cosa che tra l'altro non condivido), ma guardando bene si osserva che alla destra del rottame non c'è nessun' altra lettera e quindi dovrebbe essere la N finale (cosa piuttosto improbabile)
2) Riguardo alla "C" dovreste notare che nella livrea le lettere sono quasi tangenti alla striscia di colore blu. Zoomando si nota che nè al di sopra, nè al di sotto del pezzo c'è la striscia blu (quindi non fa parte di un Boeing....)

PS: Guardate che dovreste corregger "Un pneumatico all'interno del Pentagono" con "Due pneumatici all'interno del Pentagono"

Paolo Attivissimo ha detto...

TomTom:


1) Il colore dei pezzi è troppo chiaro, rispetto a quello di un normale Boeing soprattutto il grigio (ma non sono sicuro....)

Ecco. Visto che non ne sei sicuro, prima di dire queste cose, informati e accertati. Studia magari i veri colori delle livree AA, studia la riflessione della luce e i principi di base della fotografia, e capirai che dire "troppo chiaro" è una stupidaggine.

O se vuoi, chiediti se gli ipotetici cospiratori sarebbero così imbecilli da prendersi la briga di fabbricare finti rottami e poi sbagliare la tinta del grigio.



2) La traiettoria presa dal rottame con la "C" mi sembra strana (era più probabile che i resti si trovassero sul prato piuttosto che davanti all'edificio, visto che questo avrebbe dovuto fare da scudo

E chi ti dice che quel pezzo sia finito lì da solo e non sia stato invece trasferito lì durante le operazioni di raduno dei rottami?


1) sul pezzo di livrea già noto (non quello con la "C") è stato detto che potrebbe essere una "E" o una "C" (cosa che tra l'altro non condivido), ma guardando bene si osserva che alla destra del rottame non c'è nessun' altra lettera e quindi dovrebbe essere la N finale (cosa piuttosto improbabile)

"Cosa piuttosto improbabile" rispetto a quale criterio di merito?

Ancora: ti pare che i cospiratori si sarebbero presi la briga di fabbricare rottami finti e poi sbagliare la collocazione delle lettere? Che so, avrebbero scritto "Americanc" sulla fusoliera?


2) Riguardo alla "C" dovreste notare che nella livrea le lettere sono quasi tangenti alla striscia di colore blu. Zoomando si nota che nè al di sopra, nè al di sotto del pezzo c'è la striscia blu (quindi non fa parte di un Boeing....)

Senti, TomTom, le tue teorie sull'origine di quel pezzo sono già state sviscerate dai complottisti di mezzo mondo. Studiatele, procurati la livrea AA, e vedrai in quanti punti può collocarsi quel frammento. Un aiutino: osserva la direzione della rivettatura.


PS: Guardate che dovreste corregger "Un pneumatico all'interno del Pentagono" con "Due pneumatici all'interno del Pentagono"

Perché? A me risulta che nell'articolo ne sia mostrato uno solo. Forse non ho capito la precisazione.

TomTom ha detto...

Per Paolo:

PS: Guardate che dovreste corregger "Un pneumatico all'interno del Pentagono" con "Due pneumatici all'interno del Pentagono"

Perché? A me risulta che nell'articolo ne sia mostrato uno solo. Forse non ho capito la precisazione.

Nella foto che mostra il pneumatico all'interno del Pentagono mi pare che attaccato al muro (poco più a destra dell'altro)
ci sia un oggetto che sembra un pneumatico (lo zoom sembra confermarlo...).
Questo non spiega niente, ma mi sembra importante osservarlo.

Siccome sto andando a lavorare risponderò al resto stasera, anche perchè dovrei leggere un pò di cose
Ciao e buon lavoro

Paolo Attivissimo ha detto...

Nella foto che mostra il pneumatico all'interno del Pentagono mi pare che attaccato al muro (poco più a destra dell'altro)

Se ho capito bene quale oggetto intendi, non è uno pneumatico, ma semmai mandami via mail la foto con l'evidenziazione del particolare, grazie.

TomTom ha detto...

Il rottame a cui faccio riferimento è quello della foto "un pneumatico tra i rottami", ed il (presunto) secondo pneumatico penso sia quello che tu hai visto.
Si trova:
1) più in alto degli altri rottami
2) a destra del pneumatico noto
3) Alla destra del buco dove finisce quella specie di filo/tubo che esce dalla fessura
4) è nero
5) si vede piuttosto bene

Se non è un pneumatico cosa potrebbe essere?

Un' altra domanda:
Ma i "forellini" che si vedono nel rottame Faram in un Boeing vanno in "orizzontale" o in "verticale"?
Se ne conosci precisamente la collocazione, mi sapresti dire se si trovano sopra o sotto la scritta della livrea?

Ciao buona serata

Paolo Attivissimo ha detto...

Se non è un pneumatico cosa potrebbe essere?

A mio parere l'immagine è troppo poco nitida per consentire un'identificazione certa. Prevale la prudenza.

Ma i "forellini" che si vedono nel rottame Faram in un Boeing vanno in "orizzontale" o in "verticale"?
Se ne conosci precisamente la collocazione, mi sapresti dire se si trovano sopra o sotto la scritta della livrea?


I "forellini" (le rivettature) vanno lungo l'asse longitudinale della fusoliera e lungo la sezione verticale della fusoliera.

Formano una sorta di griglia regolare. Quindi possono essere sia sopra, sia sotto la scritta.

TomTom ha detto...

1) Il colore dei pezzi è troppo chiaro, rispetto a quello di un normale Boeing soprattutto il grigio (ma non sono sicuro....)

Ecco. Visto che non ne sei sicuro, prima di dire queste cose, informati e accertati. Studia magari i veri colori delle livree AA, studia la riflessione della luce e i principi di base della fotografia, e capirai che dire "troppo chiaro" è una stupidaggine.

Da quel che ho capito la questione "colore" può essere oggettivamente criticata...
Servirebbe poter mettere quel pezzo davanti ad un Boeing e constatare di persona il colore, ipotesi difficile da mettere in pratica.
Sai se i rottami del Pentagono sono stati conservati?

2) La traiettoria presa dal rottame con la "C" mi sembra strana (era più probabile che i resti si trovassero sul prato piuttosto che davanti all'edificio, visto che questo avrebbe dovuto fare da scudo

E chi ti dice che quel pezzo sia finito lì da solo e non sia stato invece trasferito lì durante le operazioni di raduno dei rottami?


E' molto interessante questa foto precedente a quella a quella da voi mostrata in cui la "C" non c'è ancora. Si nota che dietro l'edificio scudo vi sono invece altri rottami e la traiettoria qui risulta ancora più dubbia....

http://static.flickr.com/39/93795815_660098fb63_o.jpg


Importante notare poi come dietro quell'edificio vi sia un certo numero di finestre esplose.
Ecco una foto:

http://static.flickr.com/73/158315985_9700ea0d72_o.jpg

Dato che sul punto d'impatto molte finestre avevano retto non mi viene nessuna soluzione logica per cui i rottami lanciati più in là dall'esplosione abbiano distrutto un certo numero di finestre, mentre il timone di coda che arrivava a 800 all'ora non le abbia distrutte.
Secondary explosions?

Foto del punto d'impatto:

http://www.megachip.info/fotos/foto_pent_prima_crollo_4.jpg

3) sul pezzo di livrea già noto (non quello con la "C") è stato detto che potrebbe essere una "E" o una "C" (cosa che tra l'altro non condivido), ma guardando bene si osserva che alla destra del rottame non c'è nessun' altra lettera e quindi dovrebbe essere la N finale (cosa piuttosto improbabile)

"Cosa piuttosto improbabile" rispetto a quale criterio di merito?

Mi ripeto, se il rottame dev'essere letto da sinistra a destra quella non può che essere la "N" perchè c'è troppo spazio a destra del rottame.
Le dimensioni del rottame Faram si capiscono bene in questa foto:

http://static.flickr.com/21/93795716_899d25e790_o.jpg

Non può però essere una "N" perchè le rivettature non combaciano, visto che non si vedono le rivettature orizzontali che si vedono bene in questa foto:

http://aycu01.webshots.com/image/5720/2000894973309639549_rs.jpg

Un sito "anticomplottista" ha notato queste differenze è ha "girato il rottame per cercare di farlo combaciare....
In principio ha sostenuto che sarebbe potuto essere almeno 5 lettere. Ecco una foto dell'analisi

http://aribandus.altervista.org/_altervista_ht/pentagon/pp2f.jpg

Dopo di che il sito sbugiurada le possibilità che si tratti di una "M" di una "A" o di una "N".
La soluzione finale è che si tratti della "E" del lato sinistro dell'aereo

http://aribandus.altervista.org/_altervista_ht/pentagon/pp2f.jpg


Viene identificata come la parte centrale e in alto della "E", lasciando un bel pò di "E" alla propria sinistra. C'è solo un problemino, che quella non è certo una "E" perchè altrimenti si dovrebbe vedere anche la parte sinistra della "E"
In queste foto la parte sinistra della "E" non si vede proprio:

Qui dovrebbe essere sul tetto del rottame Faram (foto in mezzo),
Qui si vedrebbe anche la "M" che è sul retro (ipotesi non confermata)

http://aribandus.altervista.org/_altervista_ht/pentagon/pentagono-frammenti2.jpg

Nella solita foto del rottame Faram si nota che la parte verticale (quella identificata come la parte in alto della "E") è addirittura più in alto della parte orizzontale (la presunta parte sinistra della "E")

http://static.flickr.com/32/93802722_e7e7c0aec4_o.jpg

4) Riguardo alla "C" dovreste notare che nella livrea le lettere sono quasi tangenti alla striscia di colore blu. Zoomando si nota che nè al di sopra, nè al di sotto del pezzo c'è la striscia blu (quindi non fa parte di un Boeing....)

Senti, TomTom, le tue teorie sull'origine di quel pezzo sono già state sviscerate dai complottisti di mezzo mondo. Studiatele, procurati la livrea AA, e vedrai in quanti punti può collocarsi quel frammento. Un aiutino: osserva la direzione della rivettatura.

Qui penso che ci siamo fraintesi, io sto parlando della foto con la "C" attaccata al muro e con in
primo piano un uomo che porta via un altro pezzo di fusoliera

Non trovandola più uso questa foto anche se di qualità peggiore:

http://static.flickr.com/52/158316134_0ce76b50a5_o.jpg

Osservando dove è disposta la "C" si può notare come questa sia attaccata alla linea di colore blu che qui non si vede nè a destra nè a sinistra nella foto.

Ecco la disposizione della "C" nella livrea

http://static.flickr.com/33/93797915_6a2ba5a9af_o.jpg

Dove sono i rottami blu al Pentagono?


Ciao e buona serata

TomTom ha detto...

Inserisco le foto che non partono nel precedente messaggio:

La ricostruzione fatta dal sito anticomplottista:

1) http://aribandus.altervista.org/_altervista_ht/pentagon/pp2e.jpg

2)
http://aribandus.altervista.org/_altervista_ht/pentagon/pp2f.jpg

La foto che mostra le rivettature orizzontali del Boeing:

http://aycu01.webshots.com/image/5720/2000894973309639549_rs.jpg


3) Questa poi la situazione finestre all'impatto:

http://www.attivissimo.net/11settembre/recensioni/757gsketchup.jpg

Su questa ricostruzione avrei qualcosa da ridire....

TomTom ha detto...

Un'altra domanda (scusate l'insistenza), ma cosa ha causato lo squarcio all'automezzo dei pompieri?

mother ha detto...

RIGUARDO: 1) Il colore dei pezzi è troppo chiaro, rispetto a quello di un normale Boeing soprattutto il grigio (ma non sono sicuro....)

Ecco. Visto che non ne sei sicuro, prima di dire queste cose, informati e accertati.
-------------------
Emm tomtom ti sei accorto che la frase che riporti non è di attivissimo ma tua che la citava in cortsivo per darti una risposta?
Non sono sicuro l'avevi detto tu.
^_^