2009/06/13

WTC7, sbuffo pre-crollo? No, piattaforma per le pulizie

di Paolo Attivissimo

Un lettore, Pierluigi, ha segnalato quest'immagine tratta dal cosiddetto "video di Bob e Bri", una ben nota ripresa amatoriale che mostra le Torri Gemelle durante l'attentato e il successivo crollo. A suo avviso, sulla facciata del WTC sarebbe visibile uno sbuffo sospetto, simile a quelli ben più noti che caratterizzano i crolli delle Torri Gemelle e che i sostenitori delle teorie di complotto interpretano erroneamente some segni di esplosioni, per cui ci ha chiesto un parere in merito. L'immagine è cliccabile per ingrandirla.



Una ricerca in archivio ha permesso di rilevare che si tratta in realtà di tutt'altro: la piattaforma mobile che veniva calata dal tetto dell'edificio per effettuare la pulizia delle facciate, come avviene in molti grattacieli. La si nota in queste fotografie:





In quest'altra immagine si notano i cavi ai quali era appesa la piattaforma:

85 commenti:

Domenico ha detto...

Paolo, son sempre rimasto molto incuriosito da un altro "sbuffo", non so se ve ne siete occupati in passato.
E' possibile vederlo in questo video
http://www.youtube.com/watch?v=IX9gdRST6zM

Essendo il fronte del crollo abbastanza lontano, mi pare strano che sia dovuto ad un cedimento locale della struttura o espulsione di aria dalle finestre.
Ci sono altre spiegazioni plausibili?

Hammer ha detto...

Domenico,

ti rispondo io in attesa che lo faccia Paolo.

Anche quello è uno sbuffo di aria. Considera che durante il crollo della struttura anche i pavimenti all'interno hanno ceduto; quindi la compressione ed espulsione dell'aria ha preceduto di molto il fronte del crollo.

Domenico ha detto...

Uhm, ci sono un bel pò di piani di distanza, mi pare un pò strano, anche perchè mancano altri sbuffi simili che facciano pensare che qualcosa sta crollando internamente.
Certo, è sicuramente successo, ma lo vedo troppo "isolato".

brain_use ha detto...

Ennesima dimostrazione del fatto che affidarsi a immagini sgranate per analizzare gli eventi è assolutamente fuorviante.

mastrocigliegia ha detto...

Blogger brain_use dice...
Ennesima dimostrazione del fatto che affidarsi a immagini sgranate per analizzare gli eventi è assolutamente fuorviante.


Le immagini sgranate hanno un po' la stessa funzione delle macchie di Rorschach in cui ciascuno vede ciò che vuol vedere. Così qualcuno può darsi ragione da solo ed essere un po' meno infelice.

mc

Paolo Attivissimo ha detto...

anche perchè mancano altri sbuffi simili che facciano pensare che qualcosa sta crollando internamente.

Hai centrato esattamente il problema, Domenico. Proprio perché mancano altri sbuffi, non ha senso pensare a scoppi di una demolizione controllata.

Domenico ha detto...

Certo Paolo, non voglio tirare acqua al mulino della demolizione controllata. Un grattacielo del genere non lo demolisci certo con qualche carica qua e là piazzata a come le statuine del presepe.

Sappiamo bene che gli sbuffi sono dovuti ad aria che viene espulsa violentemente dalle finestre a causa del crollo interno ed anche in questo caso rimane la spiegazione più verosimile.

E' insolito che sia così lontano dal fronte del crollo, come se internamente la struttura fosse già crollata in gran parte lasciando le colonne esterne ancora al loro posto.
Se così fosse, è strano che non ci sono sbuffi precedenti a quello in oggetto che descrivano l'avanzamento del crollo interno.

(ma dopo aver visto personalmente una tanica di plastica contenente benzina essere forata dal calore di un incendio ad 1 metro di distanza e non esplodere ... beh, non mi stupisco più di nulla)

mother ha detto...

Tra l'altro, particolare non trascurabile, i pulivetri sono risaliti verso il terro, ed in seguito scesi dall'interno della struttura.

Alberto ha detto...

A parte che si possono notare esplosioni e flash di qualche natura in filmati amatoriali, ben prima del crollo (Se vi serve visionarli, li cerco e vi invio il link), proviamo a pensare a questa cosa dell'aria pressata.
Se è pressata evidentemente, la sommità del crollo come un coperchio schiaccia man mano che scende: infatti la torre si apre a giglio. La compressione dell'aria potrebbe forse giustificare uno sbuffo come quello superiore che si nota poco sotto al crollo.
MA quello inferiore che è già presente, come dice Domenico, quando il crollo è lontano....bè ragazzi è assurdo.
Ma poi come pensare che siano già crollati i piani sotto quando il crollo è appena iniziato?
Peraltro la torre si spacca; se anche la sommità comprimesse l'aria la devastazione fumosa com'è la farebbe uscire.

Ad ogni modo, la presenza di scoppi ed esposioni nei fimati amatoriali, visibili prima del crollo, taglia la testa al toro?

O avete qualche spiegazione?

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

A parte che si possono notare esplosioni e flash di qualche natura in filmati amatoriali, ben prima del crollo (Se vi serve visionarli, li cerco e vi invio il link)

Li conosciamo bene, grazie. Quelle che tu interpreti come esplosioni non sono esplosioni. Se tu avessi esperienza di esplosivistica, come le persone che hanno esaminato il crollo delle Torri Gemelle (Mark Loizeaux, per esempio), te ne accorgeresti subito.

Quando si ha una detonazione d'esplosivo, si produce un'onda d'urto e il materiale viene spinto in ogni direzione a velocità elevatissima. Non se ne esce in volute pigre come nei filmati dell'11/9.



La compressione dell'aria potrebbe forse giustificare uno sbuffo come quello superiore che si nota poco sotto al crollo.
MA quello inferiore che è già presente, come dice Domenico, quando il crollo è lontano....bè ragazzi è assurdo.


Non è assurdo. La compressione dell'aria si propaga a velocità molto più elevata rispetto al crollo.


Peraltro la torre si spacca; se anche la sommità comprimesse l'aria la devastazione fumosa com'è la farebbe uscire.

Non sono sicuro di aver capito la domanda.


Ad ogni modo, la presenza di scoppi ed esposioni nei fimati amatoriali, visibili prima del crollo, taglia la testa al toro?

No. Perché i vigili del fuoco presenti, che presumibilmente ne sanno un po' più di me e di te su quello che accadde al World Trade Center, non teorizzano alcuna demolizione esplosiva.

Domenico ha detto...

Alberto,

la teoria della demolizione controllata non sta in piedi (perdonami il gioco di parole) per mille altri motivi. Ricordo un video, che non riesco a trovare (i più esperti di me sapranno certamente linkartelo), del crollo di una torre vissuto dall'interno dell'altra. Nessun rumore di esplosioni, solo il rombo del grattacielo che viene giù.

Non sarà certo questo sbuffo isolato a mettere in crisi tutte le altre evidenze. Certo è strano essendo così lontano dal fronte del crollo (mentre tutti gli altri sbuffi anticipano il crollo di un numero inferiore di piani), ma non dimostra assolutamente nulla.

Alberto ha detto...

Avevo scritto:
Ad ogni modo, la presenza di scoppi ed esposioni nei fimati amatoriali, visibili prima del crollo, taglia la testa al toro?

Paolo risponde: No. Perché i vigili del fuoco presenti, che presumibilmente ne sanno un po' più di me e di te su quello che accadde al World Trade Center, non teorizzano alcuna demolizione esplosiva.

Che c'entra? Intendevo dire - scusate se non sono stato espliciti - quantomeno taglia la testa al toro sul fatto che qualche scoppio c'è stato (se non vogliamo chiamarle esplosioni)

Paolo stai attento: se c'è una cosa che mi piace di voi è il modo 'geometrico' di ragionare, per esempio suddividendo la risposta a paragrafi e dando una risposta ai diversi quesiti.


Io dico: si vedono nei video amatoriali FLASH E SCOPPI in piani distantissimi in altezza dall'impatto dell'aereo.


TU scrivi:
Li conosciamo bene, grazie. Quelle che tu interpreti come esplosioni non sono esplosioni. Se tu avessi esperienza di esplosivistica, come le persone che hanno esaminato il crollo delle Torri Gemelle (Mark Loizeaux, per esempio), te ne accorgeresti subito.Quando si ha una detonazione d'esplosivo, si produce un'onda d'urto e il materiale viene spinto in ogni direzione a velocità elevatissima. Non se ne esce in volute pigre come nei filmati dell'11/9.

Non ho esperienza ma sicuramente uno scoppio può avere TANTE INTENSITA'. Puo' essere più forte e meno, dipende. UNo scoppio debole è pur sempre uno scoppio-

Guarda che non sto parlando degli sbuffi ma degli scoppi e dei flash che si vedono per esempio qua:finalmente ritrovato

http://www.youtube.com/watch?v=f2etJHvV0s0

e naturalmente si vedono nel filmato originale.

NON C'E' TRACCIA MINIMA DI PIGRE VOLUTE.

Non potevi sapere a che video mi riferivo ma ora dateci un'occhiata; certo un flash non è per forza uno scoppio che serva a demolire ma UNO SCOPPIO si vede, in quel filmato, chiaramente venir fuori dalla superficie dell'edificio. E' un istante.

Allora: non voglio per forza parlare di demolizioni controllate ma per favore, senza dribblare il problema, QUALCUNO FACCIA UN'IPOTESI SULLO SCOPPIO E SUI FLASH DI QUEL FILMATO.

Qui Mancando le virgole, manca di chiarezza:

Peraltro la torre si spacca; se anche la sommità comprimesse l'aria, la devastazione -fumosa com'è -la farebbe uscire.

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

Che c'entra? Intendevo dire - scusate se non sono stato espliciti - quantomeno taglia la testa al toro sul fatto che qualche scoppio c'è stato (se non vogliamo chiamarle esplosioni)

In un palazzo di 110 piani che crolla c'è sempre qualcosa che scoppia: dagli estintori ai recipienti sotto pressione ai monitor CRT alle caldaie.

Ma gli sbuffi che hai citato non sono scoppi. Non ne hanno le caratteristiche fisiche.


Guarda che non sto parlando degli sbuffi ma degli scoppi e dei flash che si vedono per esempio qua:finalmente ritrovato

Ti riferisci a un ingrandimento esasperato di un filmato che era già a bassa risoluzione in partenza: è lo stesso errore concettuale che ha ispirato l'articolo nel quale stiamo discutendo.

Non si può basare alcuna prova di scoppi o esplosioni o men che meno demolizioni sul video che citi.

Cosa possono essere quei vaghi bagliori? Di tutto. La prima cosa che mi viene in mente è che sia il riflesso dei vetri che vengono aperti o spaccati.

L'idea che siano lampi di esplosioni è ridicola. Io sono stato al WTC, e le finestre erano strettissime (intenzionalmente, perché l'architetto Yamasaki soffriva di vertigini, ironicamente). Potevi toccarne entrambi i lati senza spostare i gomiti dal corpo.

Se quello fosse il lampo d'una esplosione, dovremmo ipotizzare che l'esplosione fosse talmente piccola da interessare una sola finestra. Abbastanza implausibile.



Peraltro la torre si spacca; se anche la sommità comprimesse l'aria, la devastazione -fumosa com'è -la farebbe uscire.

L'aria non è obbligata a uscire in alto. Esce dove la pressione la spinge e dove trova uno sfogo, in tutte le direzioni.


In tutto il discorso resta un problema di fondo: possiamo disquisire di sbuffi e lampi in eterno, ma dobbiamo fare i conti con il fatto che i vigili del fuoco non ritengono ci sia stato un'esplosione demolente.

Di conseguenza, qualunque sbuffo o lampo deve avere un'altra interpretazione non demolitiva e non esplosiva.

Alberto ha detto...

Paolo: In un palazzo di 110 piani che crolla c'è sempre qualcosa che scoppia: dagli estintori ai recipienti sotto pressione ai monitor CRT alle caldaie.

IO: Giusto...ma non sta crollando ancora! E ce ne vorrà per almeno un pò ancora.

Paolo: Se quello fosse il lampo d'una esplosione, dovremmo ipotizzare che l'esplosione fosse talmente piccola da interessare una sola finestra. Abbastanza implausibile.

IO: O talmente profonda e interna da apparire solo in quel modo.

Per quanto riguarda la teoria dei vigili del fuoco: 1) quanti sono esperti di demolizioni?
2) Molti erano dentro e non potevano avere una visuale esterna completa come l'abbiamo ora grazie ai video.

Poi signori posto gli ultimi due video che come al solito non dimostreranno niente però:

Uno, per Domenico, a proposito del suono

http://www.youtube.com/watch?v=Y-vlaBJO19E&feature=related

Un altro:
http://www.youtube.com/watch?v=Zowu1Ib6p5E

sui flash immediatamente precedenti al primo crollo.

Infine come poter far esplodere cariche dopo che l'aereo ha impattato anche quelle?

Basta saper dover guidare l'aereo, no? E' pur vero che gli aerei atterrando regolarmente nelle piste giuste fanno centro ogni giorno!
Poi Domenico non bastano due sbuffi a giustificare una demolizione, ma Paolo stesso ci insegna se ho capito bene che una struttura d'acciaio, può essere meno resistente ad esempio al fuoco addirittura di una in legno, come ho letto nel sito.
Quindi conoscendo bene quali sono i punti nevralgici della struttura eventualmente piazzando cariche proprio in questi punti deboli, l'edificio va giù in maniera meno impossibile di quanto magari non ci si immagina

Questione cani antiesplosivi: con un pò di immaginazione si può immaginare di far fuori il fiuto di un cane con qualche sostanza particolarmente nociva al fiuto stesso.
Ne hanno inventate di tutti i tipi, volendo basta sostituire segretamente i cani o fargli addormentare il fiuto.
Fanta-veterinaria?

Ice_Rocket ha detto...

Sinceramente mi fanno ridere tutti coloro che vogliono apparire come interessati a capire il fenomeno, quando invece insistono sulle proprie posizioni giustificate dalla sola presunzione e dall'ignoranza.
Per carità Alberto, non mi riferisco a te, ma è una considerazione generale.
E' stupendo vedere come la gente argomenta violentemente parlando di cose di cui non sa e non capisce praticamente niente.
Viviamo in un paese dove la cultura scientifica latita, eppure, dopo i fatti del 9/11, tutti si scoprono esperti in meccanica e in costruzioni metalliche. Un pò di dignità per favore..

Ice_Rocket ha detto...

Alberto lascia stare l'idea della demolizione, è veramente una schicchezza.
Quando si demolisce un edificio le cariche si fanno brillare in una sequenza compresa in un intervallo di pochi secondi, un paio, tre al massimo; inoltre le cariche brillano secondo uno schema definito studiato per garantire il successo del crollo e la sicurezza dell'operazione; Non è che si fa brillare una carica ogni 20 min a caso...una al 50°, una al 10° una al 95°...e su, accendi il cervello

Ice_Rocket ha detto...

"Basta saper dover guidare l'aereo, no?"

...Directed by Alberto.

E guardatevi un pò Discovery channel invece che andare al cinema!

Giuliano47 ha detto...

"Basta saper dover guidare l'aereo, no?"

E' vero: e' andata esattamente cosi`:
"Mi raccomando, Mohammed Atta, colpisci la Torre nord esattamente al piano che abbiamo stabilito, altrimenti non avrai le 70 Vergini riservate ai Martiri".

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

IO: Giusto...ma non sta crollando ancora! E ce ne vorrà per almeno un pò ancora.

Hai forse omesso di considerare il piccolo particolare che era in corso un incendio multipiano e che dopo l'impatto degli aerei ci possono essere stati scossoni di assestamento della struttura dovuti alla redistribuzione dei carichi. Sai, improvvisamente su quella torre hanno gravato 120 tonnellate in più.



O talmente profonda e interna da apparire solo in quel modo.

Evidentemente non conosci la planimetria del WTC. Studiala. Trovi tutto il materiale in questo blog. Scoprirai che non c'erano pareti interne, i piani erano tutti open-space con semplici tramezze e un nucleo centrale.


Per quanto riguarda la teoria dei vigili del fuoco: 1) quanti sono esperti di demolizioni?

Alcuni. Ma tutti sono esperti di crolli, e sanno riconoscerli piuttosto bene perché ne va della loro pelle. E tutti riconoscono, in quelle immagini, dei crolli.


2) Molti erano dentro e non potevano avere una visuale esterna completa come l'abbiamo ora grazie ai video.

Ma neppure adesso i vigili del fuoco, avendo visto i video, hanno dubbi in proposito.


Poi signori posto gli ultimi due video che come al solito non dimostreranno niente però:

Non te la prendere. I fatti sono fatti, e se non dimostrano la tua teoria prediletta non devi prendertela con i fatti, ma con la teoria.


Uno, per Domenico, a proposito del suono

Se quello secondo te è il suono di una detonazione, evidentemente non hai mai sentito una detonazione vera. Specialmente una detonazione sufficiente a tranciare di colpo oltre 250 colonne d'acciaio perimetrali più le quasi 50 del core.


Un altro:

Alberto, scusami se mi ripeto, ma puoi continuare a indicare tutti i video sgranati che vuoi e il tuo modo di ragionare resterà del tutto inutile se non prendi in considerazione il fatto di base che nessun esperto di settore e nessun vigile del fuoco sostiene che le Torri Gemelle siano state demolite o abbiano subito esplosioni distruttive.

E' inutile che cerchi di eludere questo concetto. O lo spieghi, o non ha senso proseguire.

Basta saper dover guidare l'aereo, no? E' pur vero che gli aerei atterrando regolarmente nelle piste giuste fanno centro ogni giorno

Non hai capito il problema. Il problema è come collocare dell'esplosivo in modo che non venga asportato da 120 tonnellate d'aereo lanciate a oltre 700 km/h. E quale magico esplosivo usare che non bruci o esploda se incendiato dal kerosene trasportato dall'aereo o dai roghi successivi all'impatto.

Se tu sei capace di spiegare tecnicamente queste modalità (oltre al motivo per cui gli esperti e i VdF non rilevano eventi sospetti), sei il benvenuto.



Paolo stesso ci insegna se ho capito bene che una struttura d'acciaio, può essere meno resistente ad esempio al fuoco addirittura di una in legno, come ho letto nel sito

Certo, ma non ho detto che basta un petardo per far collassare un grattacielo.


conoscendo bene quali sono i punti nevralgici della struttura eventualmente piazzando cariche proprio in questi punti deboli

Ti fermo subito perché stai manifestando una totale ignoranza della struttura reticolare delle Torri. Informati prima di proseguire.


con un pò di immaginazione si può immaginare di far fuori il fiuto di un cane con qualche sostanza particolarmente nociva al fiuto stesso.

Con un po' d'immaginazione si può immaginare che sia stata una mandria d'unicorni invisibili ad abbattere le torri con un peto coordinato. Siamo seri, per favore: pensi che le squadre cinofile siano gestite da cretini?


basta sostituire segretamente i cani

Questa è veramente bella. La posso incorniciare?

Domenico ha detto...

Alberto,
Paolo: In un palazzo di 110 piani che crolla c'è sempre qualcosa che scoppia: dagli estintori ai recipienti sotto pressione ai monitor CRT alle caldaie.

IO: Giusto...ma non sta crollando ancora! E ce ne vorrà per almeno un pò ancora.


Esatto e questo smonta la teoria della demolizione controllata. Nelle demolizioni, le cariche vengono fatte esplodere in rapida successione ed il crollo segue rapidamente. Non è che si fanno esplodere cariche qui e là sperando che prima o poi venga giù.

Per quanto riguarda la teoria dei vigili del fuoco: 1) quanti sono esperti di demolizioni?
2) Molti erano dentro e non potevano avere una visuale esterna completa come l'abbiamo ora grazie ai video.


1) non credo bisogna essere espertoni per capire i rumori fatti da un esplosione controllata. Guarda qualche video e vedrai che non si ha la stessa "dinamica acustica" del WTC, gli eventi sonori non sono per nulla compatibili.
Quello che ha fatto balenare l'idea della demolizione, è il come sono venute giù. Belle diritte diritte, come nelle demolizioni e si è cercato di adattare qualunque elemento (sbuffi, flash) a questa teoria.
Peccato che le torri NON sono venute giù belle diritte, che parti delle torri sono rimaste in piedi per alcuni secondi dopo il crollo e che non ci siano altri elementi tipici di una demolizione: il casino che fa.
2) visuale o meno, una demolizione controllata capace di tirare giù un palazzo del genere si sente anche se si è all'interno. Ti ripeto, pompieri che erano nella torre accanto, hanno sentito solo il rombo del crollo. Come lo spieghi?

Uno, per Domenico, a proposito del suono
http://www.youtube.com/watch?v=Y-vlaBJO19E&feature=related


Sai cosa ho pensato subito? Ritardo di propagazione del suono. Ho fatto un rapido calcolo (qualcuno mi corregga se è più preciso): la torre era alta 110 piani, 410 metri di altezza. Quella nel video è stata colpita al 96° piano (sto mediando sui piani colpiti). Una proporzione mi dice che più o meno siamo a 350 metri di altezza. Considera che l'osservatore non è sotto la torre, quindi la distanza breccia-osservatore è ancora maggiore (in sostanza l'ipotenusa del triangolo osservatore-base della torre-breccia). La velocità di propagazione del suono è 340m/s circa. Direi che ci siamo.
Inoltre, anche se fosse il boato di un'esplosione, non si vede nulla che salta per aria. Dobbiamo supporre che la carica sia proprio al livello dei piani colpiti? Che sia ancora lì dopo l'impatto dell'aereo ed un incendio lasciato bruciare allegramente?

Un altro:
http://www.youtube.com/watch?v=Zowu1Ib6p5E

Scusa, sarà che mi son svegliato da poco, ma quei flash non li vedo proprio. Io noto solo oggetti che svolazzano (fogli di carta?) e qualche interferenza video bianca.

Poi Domenico non bastano due sbuffi a giustificare una demolizione, ma Paolo stesso ci insegna se ho capito bene che una struttura d'acciaio, può essere meno resistente ad esempio al fuoco addirittura di una in legno, come ho letto nel sito.
Quindi conoscendo bene quali sono i punti nevralgici della struttura eventualmente piazzando cariche proprio in questi punti deboli, l'edificio va giù in maniera meno impossibile di quanto magari non ci si immagina

Non me ne voglia Paolo (che stimo moltissimo), ma è la scienza e la tecnica che insegna. L'intera faccenda non è una questione di opinioni o una guerra tra blogger.
Inoltre fai un salto di ragionamento che non capisco: qui parliamo di esplosioni, cosa c'entra la resistenza al fuoco?
Anche se un edificio in legno sta su per più tempo in caso di incendio rispetto ad uno di acciaio, credo che venga allegramente giù anche lui se lo si mina.

PS: mentre chiudevo questo post, mi è arrivata la notifica mail della risposta di Paolo che ti risponde già punto per punto. Chiedo scusa a tutti se non ho fatto altro che ripetere ;)

Alberto ha detto...

Dunque che polverone (!) ho sollevato, ragazzi! Bene, bene!

Provo rispondere disordinatamente: con l'ipotesi fantaveterinaria volevo dire che se qualcuno è riuscito a dirottare ben 4 aerei in un giorno, e a fare quel casino inimmaginabile che è l'11 9, bè eludere un pò di cani, sempre nell'immaginazione, in confronto è una passeggiata.



Poi tu dici (Paolo): in corso un incendio multipiano e che dopo l'impatto degli aerei ci possono essere stati scossoni di assestamento della struttura dovuti alla redistribuzione dei carichi. Sai, improvvisamente su quella torre hanno gravato 120 tonnellate in più.


Questo mi sembra piuttosto ragionevole; meno mi sembra che la prima cosa - tu scrivi - che ti venga in mente sia il riflesso di vetri che vengono aperti o spaccati!

A me risulta che I VETRI DELLE TORRI non si potessere affatto aprire, anzi uno dei tanti costi delle TT era proprio dovuto all'impianto di ossigenazione.
Forse io non conosco la planimetria ma anche a te sfugge qlc!!!
Benevolmente parlando, si capisce!!!

E poi scusa a chi vuoi che venga in mente di spaccare un vetro o aprire una finestra nel bel mezzo di un'evacuazione? Dài ragà...eh!!!!



Domenico: Esatto e questo smonta la teoria della demolizione controllata. Nelle demolizioni, le cariche vengono fatte esplodere in rapida successione ed il crollo segue rapidamente. Non è che si fanno esplodere cariche qui e là sperando che prima o poi venga giù.

Si ma si può sempre pensare ad un indebolimento progressivo della struttura!
Prima del big bang coperto dal frastuono che non manca...e poi chi vuol vedere aria compressa la veda pure! ma chi vuol vedere sbuffi non ne vede 2!


D: che non ci siano altri elementi tipici di una demolizione: il casino che fa.


Perchè son venute giù silenziosamente?


D: inoltre, anche se fosse il boato di un'esplosione, non si vede nulla che salta per aria.

IO: no infatti non crolla niente, facendo svolare lontano i pezzi!

Dobbiamo supporre che la carica sia proprio al livello dei piani colpiti? Che sia ancora lì dopo l'impatto dell'aereo ed un incendio lasciato bruciare allegramente?


Ragazzi sopra il punto di impatto c'è ancora una porzione di palazzo. Le cariche potevano essere lì.
Chiaramente la fantasia - come questa o come su i cani - non è che fantasia supportata da nulla. Ma nell'ipotesi non chiamiamola diversamente, piuttosto diffusa delle demolizioni controllate risolvere problemi come i cani o le cariche piazzate poco sopra l'impatto - cioè problemi conseguenti all'assunzione di base - non è così difficile.

In realtà è più concreto in qualche modo smentire la tesi della demolizione su cui abbiamo comunque dei video che - caro simpatico GIULIANO47 -parlare di Mohammed Atta che guida l'aereo solo perchè ci dicono di aver trovato il passaporto!
Di Atta che pilota non avremo mai alcun documento come un video del crollo delle torri.


ALLA DOMANDA.: Per quanto riguarda la teoria dei vigili del fuoco: 1) quanti sono esperti di demolizioni?

PAOLO: Alcuni. Ma tutti sono esperti di crolli, e sanno riconoscerli piuttosto bene perché ne va della loro pelle. E tutti riconoscono, in quelle immagini, dei crolli.

LI SANNO RICONOSCERE TALMENTE BENE CHE NESSUNO TRA QUEGLI ESPERTI HA BLOCCATO I SOCCORSI ALL'INTERNO, PERCHE' NESSUNO SI ASPETTAVA UN CROLLO!!!

Ne va della loro pelle? Ne è andata della loro pelle!!!! Nessuno tra quegli esperti immaginava che quell'impatto tirasse giù la torre. E sono morti.

Domenico ha detto...

Alberto,

A me risulta che I VETRI DELLE TORRI non si potessere affatto aprire, anzi uno dei tanti costi delle TT era proprio dovuto all'impianto di ossigenazione

Ricordi la gente che si affacciava dalle finestre delle Torri? Ricordi i cosiddetti jumpers? Ecco. Quindi?

D: che non ci siano altri elementi tipici di una demolizione: il casino che fa.

Perchè son venute giù silenziosamente?


Alberto, guardati un qualunque video di demolizione su YouTube. Ci sono prima i boati delle cariche che vengono fatte brillare e poi il rombo del palazzo che crolla. Per le torri abbiamo solo il secondo. Quindi?

ALLA DOMANDA.: Per quanto riguarda la teoria dei vigili del fuoco: 1) quanti sono esperti di demolizioni?

PAOLO: Alcuni. Ma tutti sono esperti di crolli, e sanno riconoscerli piuttosto bene perché ne va della loro pelle. E tutti riconoscono, in quelle immagini, dei crolli.

LI SANNO RICONOSCERE TALMENTE BENE CHE NESSUNO TRA QUEGLI ESPERTI HA BLOCCATO I SOCCORSI ALL'INTERNO, PERCHE' NESSUNO SI ASPETTAVA UN CROLLO!!!

Ne va della loro pelle? Ne è andata della loro pelle!!!! Nessuno tra quegli esperti immaginava che quell'impatto tirasse giù la torre. E sono morti.


Alberto erano pompieri, non baby-sitter, la morte è da mettere in preventivo in un lavoro del genere. Che avrebbero dovuto fare, mettersi a guardare il palazzo che bruciava con la gente che grida aiuto?
I pompieri con i contro-attributi si lanciano in palazzi in fiamme ben sapendo che possono lasciarci le penne con l'unico scopo di salvare vite umane.
E (se non ricordo male, chiedo aiuto ai vari Paolo, Hammer che ne sanno di più) guai in USA a toccare i pompieri di New York.

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

con l'ipotesi fantaveterinaria volevo dire che se qualcuno è riuscito a dirottare ben 4 aerei in un giorno, e a fare quel casino inimmaginabile che è l'11 9, bè eludere un pò di cani, sempre nell'immaginazione, in confronto è una passeggiata.

No. Fai il conto di quante centinaia di tonnellate di esplosivo ci vogliono.

E poi spiega dove sarebbe stato collocato questo esplosivo in maniera invisibile. E come, senza che nessuno (le persone, oltre ai cani) se ne accorgesse. Tenendo conto che per agire, la carica deve essere messa a contatto con le colonne che deve tranciare.

Questa non è fantasia. E' uno spreco di tempo piuttosto offensivo.


A me risulta che I VETRI DELLE TORRI non si potessere affatto aprire, anzi uno dei tanti costi delle TT era proprio dovuto all'impianto di ossigenazione.
Forse io non conosco la planimetria ma anche a te sfugge qlc!!!


"Ossigenazione"? Credo tu non abbia ben presente quello di cui parli.

In quanto all'apertura o meno dei vetri: ti ricordi quanta gente si affacciava disperata dalle finestre? E ti sembra impossibile che gli assestamenti abbiano scardinato alcune finestre ai piani inferiori, considerato che subito dopo l'impatto i marmi e le finestre al piano terra erano spaccati?


a chi vuoi che venga in mente di spaccare un vetro o aprire una finestra nel bel mezzo di un'evacuazione? Dài ragà...eh!!!!

Ah, certo. Non viene in mente a nessuno. Perché se sei in una stanza dove manca l'aria per via del fumo e di un incendio, non ti verrà mai in mente di rompere un vetro per respirare.

Temo tu non ti renda conto delle sciocchezze che stai scrivendo e ti invito a riflettere prima di dire altre cose che dipingono come imbecilli i morti delle Torri Gemelle.


Perchè son venute giù silenziosamente?

Alberto, vuoi per favore cercare "Landmark tower" in questo blog e ascoltare il rumore di una vera demolizione con esplosivi?

Noterai un dettaglio essenziale: prima ci sono le esplosioni, poi inizia il crollo. E le esplosioni fanno un botto separato e scandito rispetto al boato del crollo.


Ragazzi sopra il punto di impatto c'è ancora una porzione di palazzo. Le cariche potevano essere lì.

Non siamo ragazzi e il crollo è cominciato esattamente ai piani colpiti. Inutile mettere cariche più su.


Chiaramente la fantasia - come questa o come su i cani - non è che fantasia supportata da nulla.

Mi fa piacere che lo ammetti. Ma dato che non abbiamo tempo infinito da spendere dietro alle fantasie perché preferiamo occuparci dei fatti, direi di chiudere qui l'esercizio di fantasia.

Se hai dei fatti, discutiamone. Ma basta con le fantasie.


LI SANNO RICONOSCERE TALMENTE BENE CHE NESSUNO TRA QUEGLI ESPERTI HA BLOCCATO I SOCCORSI ALL'INTERNO, PERCHE' NESSUNO SI ASPETTAVA UN CROLLO!!!

Non solo non conosci la materia (gli esperti tentarono eccome di avvisare del crollo imminente), ma stai insultando il 343 vigili del fuoco che hanno perso la vita quel giorno. Molti di loro erano perfettamente consapevoli, per via del loro addestramento, che c'era un'alta probabilità di crolli. Erano in una struttura d'acciaio in fiamme. E fa parte delle conoscenze di base del VdF sapere che una struttura in puro acciaio cede di schianto, e senza preavviso, in caso d'incendio.

Ti suggerisco di esercitare la tua fervida fantasia in altro modo.

Ice_Rocket ha detto...

"E poi scusa a chi (...) un'evacuazione? Dài ragà...eh!!!!"

E' per prendere aria. Visto che i fumi della combustione avevano riempito i locali.

"Si ma si può sempre pensare (...) vuol vedere sbuffi non ne vede 2!"

E' una stupidaggine immonda.
Non voglio tornare sempre allo stesso punto, ma purtroppo la mancanza di conoscenze specifiche porta a dire sciocchezze come questa. Del resto non posso condensarti diversi corsi di meccanica in un post; non si può fare quello che dici, è stupido e privo di significato sia teorico che pratico.

"D: che non ci siano altri elementi tipici di una demolizione: il casino che fa.
-
Perchè son venute giù silenziosamente?"

Il suono di un edificio demolito è inconfondibile poichè si sentono le cariche brillare in sequenza...del tipo BUM BUM BUM ed in genere ad intervalli non regolari.
Poi ricordati una cosa sacrosanta:
gli edifici si demoliscono dalla base e non dalla sommità, né dalla metà.
Se guardi i filmati invece, vedi le torri cedere esattamente nelle zone colpite.
Su questo blog c'è un filmato "bellissimo" che mostra la porzione superiore di una delle due torri intraprendere un moto rotazionale all'altezza dei piani colpiti, cambiando radicalmente la geometria degli elementi. Qualche istante dopo gli elementi cedono e la porzione superiore collassa.

Paolo Attivissimo ha detto...

guai in USA a toccare i pompieri di New York.

Domenico, fosse per me, io prenderei la gente come Alberto e la manderei a prestare servizio obbligatorio presso l'FDNY. A pulire i cessi indossando una maglietta con su scritto "i pompieri non entrano mai in un edificio a rischio di crollo. L'11/9 dovevano starsene fuori a guardare".

Sarebbe un'esperienza molto educativa.


Ah, e m'è sfuggita quest'altra perla di Alberto:

caro simpatico GIULIANO47 -parlare di Mohammed Atta che guida l'aereo solo perchè ci dicono di aver trovato il passaporto!

Alberto non sa neanche di chi era il passaporto in questione.

Proporrei di sospendere la conversazione, visto che gli manca persino l'ABC delle competenze sul'11/9 e s'è bevuto tutte le scemenze dei complottisti.

Ice_Rocket ha detto...

"Proporrei di sospendere la conversazione, visto che gli manca persino l'ABC delle competenze sul'11/9 e s'è bevuto tutte le scemenze dei complottisti."

Non vorrei che fosse pubblicizzata come "censura".

Ice_Rocket ha detto...

OFF-TOPIC:
Qui c'è un anteprima di una raccolta di memorie che contiene uno degli articoli di cui parlavo qualche tempo fa:

http://books.google.it/books?id=9Dc_cs5ucdEC&dq=STESSA+2003+-+Behaviour+of+Steel+Structures+in+Seismic+Areas&printsec=frontcover&source=bl&ots=y1gdNtEKF-&sig=pQ_tE_5HYiGx6KjGrWV9qVarWNU&hl=it&ei=Rl41StfWEpuG_Abu1sjiCg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1#PPP1,M1

Paolo, perdonami il ritardo, spero di riuscire a spedirti le copie cartacee presto.

Giuliano47 ha detto...

Alberto non conosce nulla nemmeno dei cani.
"basta sostituire segretamente i cani"
Non sa nulla del feeling profondo fra il cane ed il suo addestratore e poi il conduttore.
Pensare di sostituire "segretamente" un cane e' come pensare di sostituire "segretamente" i figli a dei genitori.

E avrei qualcosina da dire sull'impossibilita' che l'istruttore non si accorga se il fiuto del cane e' fuori combattimento. Ho sempre addestrato i miei cani a fiutare, per rintracciare, la cioccolata che mia moglie nascondeva alle mie grinfie :-)

Alberto ha detto...

Dài pubblica solo l'ultimo, se non sei scorretto:

.... Il suono di un edificio demolito è inconfondibile poichè si sentono le cariche brillare in sequenza...del tipo BUM BUM BUM ed in genere ad intervalli non regolari.....

In questi termini, simulando quello che ha sentito col braccio un pompiere in un famoso video descrive la sua impressione sul crollo.

Non sto neanche a cercarlo lo conoscerete!

Lungi da me offendere gli eroi che sono morti nel WTC, a mio modesto parere non riconoscere nell'11 9 una marea di inganni è una forma di offesa.
questo è solo il mio parere e di qualche milione di persone.

LI SANNO RICONOSCERE TALMENTE BENE CHE NESSUNO TRA QUEGLI ESPERTI HA BLOCCATO I SOCCORSI ALL'INTERNO, PERCHE' NESSUNO SI ASPETTAVA UN CROLLO!!!

TU SCRIVI: Non solo non conosci la materia (gli esperti tentarono eccome di avvisare del crollo imminente), ma stai insultando il 343 vigili del fuoco che hanno perso la vita quel giorno. Molti di loro erano perfettamente consapevoli, per via del loro addestramento, che c'era un'alta probabilità di crolli. Erano in una struttura d'acciaio in fiamme. E fa parte delle conoscenze di base del VdF sapere che una struttura in puro acciaio cede di schianto, e senza preavviso, in caso d'incendio.
(...) Domenico, fosse per me, io prenderei la gente come Alberto e la manderei a prestare servizio obbligatorio presso l'FDNY. A pulire i cessi indossando una maglietta con su scritto "i pompieri non entrano mai in un edificio a rischio di crollo. L'11/9 dovevano starsene fuori a guardare".

Sarebbe un'esperienza molto educativa.

Paolo cosa posso sforzarmi di tentare di dirti?

Innanzitutto in questo modo ovviamente offendi non me ma chi pulisce i cessi veramente e fa un lavoro utile!

I soccorsi non andavano certamente bloccati,
anzi c'è un eroe (Rodriguez: ti è antipatico eh?) che ha salvato parecchia gente che ora però è diventato misteriosamente un farabutto che racconta la sua verità sugli scoppi sotterranei e di altre impossibilità perchè i cani avrebbero fiutato.

Il crollo delle Torri è stato un evento inimmaginabile per tutti. Quelle che riporti come precedenti sono nulla al confronto. Un crollo tantomeno dopo poco più di un'ora non se lo immaginavano.
Alla luce di questo la consapevolezza dell'imminenza di un crollo avrebbe portato ad una gestione diversa dell'emergenza, impedendo alla gente (ai giornalisti) di avvicinarsi, evacuando tutti quelli che si vede sono troppo vicini....facendo intervenire gli elicotteri dall'alto per la gente dei piani alti che è morta carbonizzata e compressa ecc.
Non (solo) mandando a morire tutta quella gente in un crollo non previsto.

Il 12 settembre nei ricordi che ho di tutti gli articoli usciti, c'era una dichiarazione mi pare dell'architetto o dei progettisti: ''Sono stupito che siano crollate''.
Che sono crollate. Non che sono crollate dopo un'ora.
Ma già quella pagina non so dove sia finito, nè che giornale lo avesse pubblicato e non mi sforzerò di cercarli.
Ma se a voi un video sgranato non dice nulla figurarsi un articolo ormai sbiadito.

P.S. Per correttezza ammetto che se le finestre si potevano aprire mi sono sbagliato (ma si potevano aprire? mandatemi un link di verifica!)
I jumpers pensavo si fossero buttati da vetri infranti.

Siate cortesi e pubblicatemelo.

Non voglio offendere nessuno tantomeno, ripeto, i VDF, morti eroicamente



























non credevo fosse veramente importante sapere di chi era il passaporto.
Se di Atta o di un altro terrorista

Alberto ha detto...

Ho lasciato per dimenticanza un pezzo alla fine.
Volevo dire: se è di un altro terrorista e non di Atta non me importa niente.
se invece quella di qualsiasi terrorista di cui si è trovato il passaporto è una panzana dei cosiddetti complottisti bè non me nevogliate perchè non conosco l'ABC dello sbufalamento del cospirazionismo.
Casomai è una buona occasione per ripeterlo!

Saluti

brain_use ha detto...

Battibecco inutile.

Da una parte abbiamo due tra i più alti grattacieli del mondo, colpiti e incendiati da due aerei carichi di carburante, ma che resitono più di quanto si sarebbero aspettato ingegneri strutturisti (si vedano gli atti del convegno di Lugano) e persino i loro stessi progettisti ("Despite the enormous tragedy and loss, we are thankful that the towers stood as long as they did, allowing so many to evacuate", scrivono Leslie & Robertson).

Nessuno - né gli analisti del NIST, né i pompieri, né ingegneri strutturisti indipendenti, né esperti di demolizioni - trova strano il loro cedimento né ritiene plausibile l'ipotesi della demolizione controllata.

Dall'altra abbiamo i soliti video di tuttube che mostrano qualche squib qua e là, spiegabilissimo con sfoghi della compressione dell'aria, piccoli scoppi secondari di materiale vario, lampi dovuti a riflessi.

Ma no, il "ricercatore della verità della domenica" ha trovato la smoking gun del complottone.

E pazienza se non sa come si possano minare due torri da 410 metri senza che nessuno se ne accorga.

Pazienza se non ci sono gli scoppi sequenziali né alcuna altra traccia di demolizione controllata.

Pazienza se non esiste una sola motivazione razionale plausibile per minare due edifici che già sono stati colpiti da due aerei "terroristi".

No, al "Ricercatore della Verità della domenica" basta il video di tuttube.
E il fascino di scoprirsi "Novello Portatore della Verità".

Psicologia, non ingegneria.

Paolo Attivissimo ha detto...

Dài pubblica solo l'ultimo, se non sei scorretto:

Perbacco come sei veloce ad accusare gli altri di scorrettezza: lo fai ancora prima di essere messo in moderazione.

Guarda, Alberto, che io ho semplicemente proposto di cessare la conversazione. Non significa non pubblicare i tuoi commenti. Significa semplicemente ignorarli perché risponderti è improduttivo.


simulando quello che ha sentito col braccio un pompiere in un famoso video descrive la sua impressione sul crollo.

Lo conosciamo benissimo. Ora vai a chiedere a quel pompiere se crede sia stata una demolizione. Considerato che lui descrive i botti dopo che è iniziato il crollo.

Poi considera queste parole del capitano Jay Jonas, intrappolato nella Torre Nord: "Now, people have tried to get me to describe what it was like while the collapse was happening. It was a montage of different sounds and experiences. The sounds were a combination of sounds. This building collapsed in what’s called a pancake fashion."

Nota che dice "collapsed".

"In other words, one floor would hit another floor and would collapse that floor and then collapse the next floor. And every time a floor would hit another floor, it created a loud boom and tremendous vibration.The entire collapse of this 110-story building took 13 seconds. So it sounded like boom, boom, boom, boom, boom, boom, boom, you know, like that. And every time that happened, it shook the entire building. It shook the whole floor. So every time a floor would hit another floor, we’d be literally bouncing off the floor. We were being thrown around the stairway."

Alberto, ora spero che sia chiaro.


a mio modesto parere non riconoscere nell'11 9 una marea di inganni è una forma di offesa.
questo è solo il mio parere e di qualche milione di persone.


La verità e la fisica non dipendono dai pareri. Potreste essere mille milioni a dire che pi greco è 3, ma la geometria non smetterebbe di dire che avete torto.

La marea d'inganni è quella che i complottisti che hai letto con molta attenzione ti hanno ficcato nella mente. Ascolta le testimonianze dei vigili del fuoco, fai lavorare meno la fantasia e affronta i fatti.


Un crollo tantomeno dopo poco più di un'ora non se lo immaginavano.

Balle. Non ti sei neanche preso la briga di leggere le FAQ che abbiamo compilato proprio per chi arriva qui infarcito dei miti cospirazionisti.

FAQ 3.24. Prova a leggerla. E poi torna qui e ammetti la tua ignoranza dei fatti, se sei una persona corretta.


ià quella pagina non so dove sia finito, nè che giornale lo avesse pubblicato e non mi sforzerò di cercarli.

Ah, già. Tu non ti sforzerai di cercare? Bene. In tal caso, Noi non ci sforzeremo di rispondere. Tanto sai già tutto.

Addio, è stato molto educativo.

Alberto ha detto...

Mà pensavo che preventivamente non ti interessasse il parere a caldo dell'architetto.
Era il 12 settembre, difficile dire quale quotidiano, ne presi molti.
Non penso sia impossibile ritrovarli, non certo a casa mia, ma in qualche sede appropriata.

Ripeto. Non voglio dire che Giuliani faccia parte di un complotto ma che l'ermegenza durante e nei giorni successivi è stata gestita male.
Se si fosse risaputo che un impatto di quel genere provocava sicuramente il crollo si sarebbero comportati diversamente.
Nessun aereo aveva sicuramente mai colpito un grattacielo quindi non si poteva saperlo con precisione.
Questo ovviamente ancora - capisco benissimo - non dimostra la demolizione.
Ma dimmi un pò: se tu fossi a capo di una squadra di pompieri e sapessi esattamente che l'edificio a momenti vien giù e che non c'è nessuna speranza di salvare gente, anzi c'è la certezza che condanni a morte delle persone (i tuoi vigili) li mandi lo stesso perchè un Vdf deve morire per mostrare di essere un eroe?

Chiaro uno va dentro sperando che non crolla, che ce la fai, ma allora non vai dentro sperando di spegnere l'incendio, di fare in tempo a far cosa?
Possibile che se si fosse saputa la fragilità di un edificio impattato e incendiato quelli non riuscissero a calcolare che ormai era impossibile impedire al fuoco di indebolire e far crollar tutto?

E perchè poi un autentico eroe, come Rodriguez fa di tutto per salvare vite e poi diventa un farabutto?

Paolo Attivissimo ha detto...

l'ermegenza durante e nei giorni successivi è stata gestita male. Se si fosse risaputo che un impatto di quel genere provocava sicuramente il crollo si sarebbero comportati diversamente.

Se mio nonno avesse avuto le ruote, sarebbe stato una carriola.

Tutti bravi a dirigere le emergenze col senno di poi, eh?



Ma dimmi un pò: se tu fossi a capo di una squadra di pompieri e sapessi esattamente che l'edificio a momenti vien giù e che non c'è nessuna speranza di salvare gente, anzi c'è la certezza che condanni a morte delle persone (i tuoi vigili) li mandi lo stesso perchè un Vdf deve morire per mostrare di essere un eroe?

Ma dimmi un po', l'hai almeno letta la FAQ che ti ho indicato? La parte dove dice che tentarono di avvisarli ma le radio funzionavano da schifo dentro l'edificio?

Mi spiace; ho voluto dare un'ultima occasione di correttezza, ma vedo che non è stata colta. Evidentemente non sei interessato né a studiare la materia né a discutere seriamente.

E a questo punto, visto che continui a insinuare assurdità e comportamenti da cretini a carico dei vigili del fuoco, non mi sembra neanche corretto lasciarti usare questo blog come pulpito.

Domenico ha detto...

Mi son reso conto che ieri sera ho detto una vaccata grande come una casa circa la propagazione del suono.
Il calcolo è giusto, ma il suono (essendo la sua velocità più lenta) dovrebbe sentirsi dopo l'inizio del crollo e non prima.

Questo ovviamente non cambia nulla sulla plausibilità della demolizione (che fa acqua in mille altri punti).

Scusate, ma ore di studio sulla piezoelettricità e l'eccitazione di aver comprato Neverwinter Nights 2 e non vedere l'ora di installarlo fanno brutti scherzi se combinati.

Domenico ha detto...

Chiaro uno va dentro sperando che non crolla, che ce la fai, ma allora non vai dentro sperando di spegnere l'incendio, di fare in tempo a far cosa?
Possibile che se si fosse saputa la fragilità di un edificio impattato e incendiato quelli non riuscissero a calcolare che ormai era impossibile impedire al fuoco di indebolire e far crollar tutto?


Un mese va, il negozio di mio padre ha avuto un incendio. Dentro ci sono, tra le varie cose, lattine di carburante. Sia mio padre che i VdF si sono fiondati dentro per spegnerlo. Tutti deficienti?

Alberto, ti faccio la stessa domanda che ho fatto ad un altro utente ben 3-4 volte a cui non ho ricevuto risposta.
I VdF italiani dicono che un edificio d'acciaio crolla improvvisamente in caso di incendio per cui il crollo delle Torri era del tutto preventivabile. Sparano intenzionalmente vaccate e fanno parte del complotto per coprire la demolizione?

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

il tuo commento è stato rifiutato perché contiene soltanto fantasie personali infondate e lancia accuse gravi d'incompetenza ai Vigili del Fuoco italiani oltre che a quelli di New York.

Come dicevo, non mi sembra corretto lasciarti usare questo blog come pulpito per questo genere di insinuazioni.

Se hai dei fatti, presentali; verranno pubblicati. Ma le tue fantasie personali su cosa sappiano o non sappiano fare i VdF, detto molto francamente, non solo sono offensive: non interessano a nessuno.

Domenico ha detto...

Oddio, ha detto che i VdF italiani sparano vaccate?

Paolo Attivissimo ha detto...

Ha detto che "col senno di poi ora lo sanno" che un edificio d'acciaio crolla improvvisamente in caso di incendio, e altre scemenze offensive che non riporto qui.

Gian_Ibanez ha detto...

OT:

Paolo, il secondo link nella FAQ 3.15 riguardante gli incendi delle twin towers non funziona ( http://undicisettembre.blogspot.com/2006/07/faq-le-torri-gemelle-del-world-trade.html )
ciao

Domenico ha detto...

Ma se col senno di poi lo sanno, vuol dire che allora è stato realmente l'incendio a far crollare le torri.

Insomma, classico atteggiamento: a costo di non dire "ok, hai ragione, ho detto una vaccata" si finisce con autogoal clamorosi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Gian,

sistemato, grazie.

MicheleV ha detto...

Una curiosità
Nel primo video postato da Domenico si vedono due riflessi chiari scendere dalle facciate visibili, sono le onde d'urto provocate dal crollo del blocco superiore?

Paolo Attivissimo ha detto...

Michele,

mi indichi l'URL del video al quale ti riferisci? Grazie.

MicheleV ha detto...

Questo

http://www.youtube.com/watch?v=IX9gdRST6zM

Paolo Attivissimo ha detto...

MicheleV,

non credo. A me sembrano due sbuffi lenti, probabilmente dovuti allo sfiato del fumo interno.

L'onda d'urto di un'esplosione si muove ad altissima velocità e di solito ha una propagazione circolare (o meglio sferica).

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

forse non ti è chiaro che non è corretto saltare di palo in frasca e aprire mille argomenti. Non è corretto abbandonare gli argomenti su cui hai avuto torto senza neppure una parola di ammissione del torto.

Soprattutto non è corretto non rispondere alle domande che ti abbiamo posto.

Per questo il tuo commento non viene pubblicato. Rispondi alle domande, se vuoi proseguire la discussione.

MicheleV ha detto...

Paolo
Io non ho mai parlato di onde d'urto da esplosione
Pensavo invece a possibili onde provocate dal blocco di piani superiore alla zona d'impatto dell'aereo che "urta" il resto del palazzo sottostante
La mia era semplice curiosita, non un nuovo fronte complottista

Paolo Attivissimo ha detto...

Michele,

grazie del chiarimento. Mi sembra ragionevole pensare che gli sbuffi siano prodotti dall'impatto dei piani in caduta che causano la compressione del volume d'aria sottostante, ma è improprio parlare di onda d'urto, che è un evento molto più violento e rapido.

Alberto ha detto...

DOMENICO: Alberto, ti faccio la stessa domanda che ho fatto ad un altro utente ben 3-4 volte a cui non ho ricevuto risposta.
I VdF italiani dicono che un edificio d'acciaio crolla improvvisamente in caso di incendio per cui il crollo delle Torri era del tutto preventivabile. Sparano intenzionalmente vaccate e fanno parte del complotto per coprire la demolizione?


Vediamo se riesco a chiarirmi:

Non si tratta di dare dell'incompetente a nessuno nè di fare strani paragoni tra nonni e carriole.

La questione sulla gestione dell'emergenza è solo questa: SE e SOLO SE si fosse saputo con certezza che dopo un impatto di un aereo un edificio d'acciaio poteva crollare da un momento all'altro mi vien da pensare che mandare dentro gente a tentare di spegnere un incendio da aereo di cui si sappia con certezza che ha sicuramente già indebolito irrimediabilmente la struttura sia una follia.
Nella nostra ipotesi sulla consapevolezza certa del crollo mandare dentro pompieri e non gestire il tutto per esempio con elicotteri è stato sbagliato.
Questo non vuol dire che nessuno dovesse entrare rischiando la vita (complimenti anche ai VDF nel negozio di tuo padre) ma non entri più per spegnere l'incendio ma casomai per salvare gente.
Ma questo - ripeto - solo se si fosse generalmente saputo la fragilità dei grattacieli dopo un impatto.
TUtto qua.
Non ditemi che un crollo che ha stupito il mondo intero fosse atteso in quel modo poi.
La questione della radio: se hanno tentanto di avvertirli avvertiti a un certo punto dell'incendio l'avranno capito dopo, forse vedendo anche quegli scoppi che si vedono nel video di Bob and Bri.

Ora direi dopo le TT col famoso senno di poi se si ripetesse bè ora si sa che crolla tutto.
Finchè non si viene a sapere se e come sarebbero state minate
ora penso xche tutti i Vdf del mondo siano addestrati ad aspettarsi e comportarsi con la consapevolezza che un edificio simile in incendio con aereo crolla.

Io non condivido l'ipotesi però.
In ogni caso è giusto che i Vdf di tutto il mondo abbiano il loro addestramento a prescindere dalla mia idea di complottismo.


Poi sempre nella mia opinione è giusto guardare attentamente i video. Se sono sgranati e certe cose assomigliano ad altre (lo svolazzare dei fogli assomiglia in certi casi a dei lampi) guardare con più attenzione - e mai più che in questo casoè doveroso - è un segno di onestà fondamentale. se si riconoscono esplosioni e flash è giusto ammetterlo.
e questo non vuol dire essere degli Sherlock Holmes della domenica ma osservatori consapevoli di cos'è un flash e cos'è un foglio.
E se il flash lo è davvero qualche domanda la pone.


IO: Ad ogni modo, la presenza di scoppi ed esposioni nei fimati amatoriali, visibili prima del crollo, taglia la testa al toro?

PAOLO: No. Perché i vigili del fuoco presenti, che presumibilmente ne sanno un po' più di me e di te su quello che accadde al World Trade Center, non teorizzano alcuna demolizione esplosiva.


Ma poi scusa: sono spaccati sulla questione i tecnici di mezzo mondo e pensi che un pompiere impegnato sul luogo possa - con tutto il mio enorme rispetto per i pompieri - dire qualcosa in più di realmente significativo a livello di meccanica delle costruzioni.

Alberto ha detto...

(Certo per lo stesso ragionamento io dovrei starmene più zitto di altri!)

Infatti io dico e chiedo solo: il buco del primo aereo è troppo stretto? (vedi precedente com.)
Cosa sono i botti che si vedono (risposta letta ma non per questo convinto di aver risolto il problema)?
Gli sbuffi? (idem)
I flash?

Come possono sopravvivere le cariche all'impatto?
Allora sono stato ridicolizzato perchè ho ipotizzato che gli aerei non andassero a sbattere in un punto qualsiasi.
Poi qualcuno ha parlato di Atta e della promessa delle vergini se andava a sbattere ad una certa altezza.
Amico tenta di essere un pò elastico: stiamo provando ad abbandonare per un attimo la versione ufficiale per vedere se sta in piede quella delle demolizioni controllate.
Se si fa un'ipotesi alternativa si può allargare il campo e pensare anche che se qualcuno si è permesso di pensare che ci siano mine nella torre, si può fare lo sforzo atroce per un momentino di ipotizzare che alla guida dell'aereo non ci sia Mister Atta.
O è un assunto obbligatorio quello di Atta ai comandi perchè si è trovato il passaporto del suo compare?

Secondo voi poi vi fanno una demolizione contr. uguale alle altre?
A me sembra che la prima cosa a scendere sia, almeno per la 2 torre, il tetto con l'antenna che poi schiaccia tutto.
E altre centinaia di domande per le quali anche tramite voi mi sto informando sulla possibile risposta.

E ora se vi va il mio giochetto matematico:

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

per l'ennesima volta: il concetto che le strutture in acciaio crollano in caso d'incendio è documentato da ben prima del 2001.

Quindi basta con questa tua teoria del "senno di poi". Era già noto. I pompieri sono entrati lo stesso perché non sono codardi. Il loro mestiere è salvare vite.

I loro capi, quando hanno saputo che l'entità degli incendi e dei danni rendeva imminente il crollo, hanno cercato di evacuarli. Non ci sono riusciti. Fine della storia.


non gestire il tutto per esempio con elicotteri è stato sbagliato.

Dimostri la tua grave incompetenza nel fare quest'affermazione. Primo: le porte d'accesso al tetto erano chiuse a chiave e nessuno sopra la zona colpita aveva le chiavi.

Secondo: uno solo dei tetti era vagamente accessibile, ma senza potervi atterrare. L'altro era irto di antenne per cui non ci si poteva neanche avvicinare.

Terzo: non hai la più pallida idea di cosa significhi cercare di tenere a punto fisso un elicottero sopra un edificio in fiamme.

Quarto: quand'anche fosse stato possibile, con le porte aperte e senza antenne, quante persone pensi si potessero portare via caricandole una per una con un verricello?

La tua è quindi un'ipotesi ridicola. Prima di accusare gli altri di "follia", dovresti avere un minimo di umiltà. I pompieri ne sanno più di te.


non entri più per spegnere l'incendio ma casomai per salvare gente

Infatti è quello che hanno fatto.


forse vedendo anche quegli scoppi che si vedono nel video di Bob and Bri.

Non sono scoppi. Non insistere: non ne hanno le caratteristiche fisiche.


sono spaccati sulla questione i tecnici di mezzo mondo

E' falso. Documenta questa tua affermazione, se sei capace, oppure ritirala.

Paolo Attivissimo ha detto...

il buco del primo aereo è troppo stretto? (vedi precedente com.)

No. Leggi il rapporto NIST, che ha già analizzato la questione.


Cosa sono i botti che si vedono (risposta letta ma non per questo convinto di aver risolto il problema)?

I botti non si vedono. Sono suoni.


Gli sbuffi? (idem)

Fumo e polvere sospinti dalla pressione interna dell'aria nell'edificio in collasso.


I flash?

Pixel sgranati interpretabili in mille modi. Possono essere riflessi, fogli di carta, disturbi della videocamera. Comunque sono incompatibili con esplosioni sufficienti a distruggere l'edificio.


Come possono sopravvivere le cariche all'impatto?

Siamo noi che lo chiediamo a te.



stiamo provando ad abbandonare per un attimo la versione ufficiale per vedere se sta in piede quella delle demolizioni controllate

Lo abbiamo già fatto in tutta questa discussione -- altro che "per un attimo" -- e sistematicamente le tue teorie sono state smontate dai fatti. Quanto ancora vuoi insistere?


si può fare lo sforzo atroce per un momentino di ipotizzare che alla guida dell'aereo non ci sia Mister Atta

Si può anche fare lo sforzo di pensare che ci fosse mia zia Berta ai comandi. Ma le ipotesi non valgono niente se non sono supportate dai fatti.

Hai dei fatti che dimostrino che non erano i dirottatori a pilotare gli aerei? Presentali. Altrimenti le tue sono chiacchiere senza consistenza.



E ora se vi va il mio giochetto matematico:

No, non ci va, grazie. Stai menando il can per l'aia e cercando in tutti i modi di dimostrare la tua tesi preconcetta della demolizione delle Torri. Tutte le presunte prove che hai portato sono risultate fasulle. Hai dimostrato di non sapere nulla di incendi, di resistenza strutturale degli edifici e di tecniche di soccorso aereo.

Sei, per dirla breve, incompetente. Ma ti permetti di pensare che hai capito una verità che è sfuggita ai vigili del fuoco che erano lì e a tutti gli esperti d'incendi e d'ingegneria strutturale.

Sei, per dirla breve, non solo incompetente, ma anche arrogante.

Non sono insulti: è quello che emerge da ciò che hai scritto.

Alberto ha detto...

Bè meglio anche solo una vita salvata no? Piuttosto di niente!

non gestire il tutto per esempio con elicotteri è stato sbagliato.

Dimostri la tua grave incompetenza nel fare quest'affermazione. Primo: le porte d'accesso al tetto erano chiuse a chiave e nessuno sopra la zona colpita aveva le chiavi.
Sai in preda alla disperazione puoi mandare qualcuno di attrezzato sul tetto a sfondare le porte che erano chiuse.

Le provi tutte, no? pur di salvare qualcuno.

Appunto il mestiere dei vigili è salvare vite, e ne hanno salvate!

Nella mia idea di complotto - lo specifico chiaramente - non fanno parte i VDF!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anzi!



Poi Io sarò incompetente ma nel video non c'è traccia di finestre apribili.

Confermami per piacere che si potevano aprire le finestre altrimenti mi vien da pensare che qualcuno che ha scritto sui jumpers non voglia ammettere di aver detto lui la famosa c...ta!


http://www.youtube.com/watch?v=jDCy0td3q_I&feature=PlayList&p=A0DB6FAF310092D9&playnext=1&playnext_from=PL&index=2

Se mi dài un pò di tempo vediamo se riesco a dimostrare che i tecnici di mezzo mondo sono spaccati.

Nel frattempo - non dirmi: prima dimostra l'ultima questione - ti chiederei gentilmente di pubblicare la questione del foro.

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

non gestire il tutto per esempio con elicotteri è stato sbagliato.

Ha parlato l'esperto di salvataggi di grattacieli in fiamme.

Ma scusa, chi sei tu per giudicare cosa è giusto e cosa è sbagliato? La tua arroganza è seconda soltanto alla tua abilità nell'ignorare le spiegazioni dettagliate dell'impossibilità di un soccorso aereo che ho perso tempo a darti.


Confermami per piacere che si potevano aprire le finestre altrimenti mi vien da pensare che qualcuno che ha scritto sui jumpers non voglia ammettere di aver detto lui la famosa c...ta!

Le finestre erano sfondabili.

Guarda questa foto, poi chiudi per favore questo discorso inconcludente.


ti chiederei gentilmente di pubblicare la questione del foro

No. E' troppo ridicola.


vediamo se riesco a dimostrare che i tecnici di mezzo mondo sono spaccati.

Ma come? Eri così sicuro di quello che hai scritto, e adesso ti serve tempo?

Va bene. Vuoi tempo. Prenditelo pure. Ma la discussione non prosegue finché non porti la tua dimostrazione. O non ritratti.

Domenico ha detto...

Alberto,
sulla questione VdF ti ha risposto ampiamente Paolo. Sia che gli incendi fossero stati spegnibili o meno, loro comunque cercano di salvare vite quindi si fiondano lo stesso nelle Torri.

Questione elicotteri. Se non sbaglio hanno provato ad avvicinarsi, ma il calore era troppo intenso. Chiedo conferma ai più esperti.

Riguardo al lasciare un secondo la versione ufficiale per esplorare strade alternative. Ok, nessun problema, qui nessuno si mette i paraocchi.

La teoria demolizione controllata deve rispondere a queste domande:
- com'è possibile minare di nascosto due edifici alti 400 metri?
- com'è possibile che non ci sentano i tipici boati delle cariche che brillano?
- com'è possibile che il crollo inizi proprio nei punti d'impatto degli aerei?
- come si spiega l'incurvamento delle colonne portanti pochi istanti prima del crollo?

Ho trovato il video che citavo in precedenza, ossia il crollo vissuto dall'interno dell'altra torre
http://www.youtube.com/watch?v=ux49uMHDO84
Senti esplosioni di cariche da demolizione?

Queste sono le prime obiezioni che mi vengono in mente. Persone come Paolo, che sono informate da più tempo circa l'11/9, sapranno farne altre.

Circa le finestre. Ci sono decine di video con persone che si sporgono dalle finestre. Alcune di esse hanno persino cercato di scendere per la facciata, cadendo miseramente.

Confermami per piacere che si potevano aprire le finestre altrimenti mi vien da pensare che qualcuno che ha scritto sui jumpers non voglia ammettere di aver detto lui la famosa c...ta!

Ho tirato io in ballo i jumpers. E non ho problemi ad ammettere di aver detto cavolate, come nel caso della propagazione del suono.
Un complottista invece non lo dirà mai, perchè ciò metterebbe in dubbio tutto ciò in cui crede con il pericolo di rendersi conto di aver detto vaccate a ripetizione.

Hammer ha detto...

Alberto,

Confermami per piacere che si potevano aprire le finestre

Questa è una delle cose più stupide che ho mai sentito.

Dove lavoro io (15 piani, 52 metri di palazzo), le finestre non possono aprire. Ma se le colpisco con l'appendiabiti si rompono.

Che cavolo di osservazione è la tua? Davvero non sai che le finestre si possono rompere?

ShadowRider ha detto...

Riguardo la questione elicotteri: risulta anche a me che la polizia e i pompieri di New York fecero almeno un tentativo di avvicinarsi a una delle Torri con un elicottero. Credo la cosa sia documentata anche su Crono911. Il tentativo fallì, come era prevedibile: il calore degli incendi generava correnti termiche tanto intense da rendere i velivoli incontrollabili. Quand'anche fossero riusciti a portarsi sulla verticale, il fumo avrebbe reso le operazioni di recupero del tutto impossibili.

Quanto scommettete che ora Alberto tirerà fuori Jones e il suo 'articolo scientifico' sull Open Chemical...?

brain_use ha detto...

@Paolo
Si può anche fare lo sforzo di pensare che ci fosse mia zia Berta ai comandi.

Accidenti: non sapevo tua zia avesse il brevetto! :P

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

è inutile che mandi altri commenti e cerchi di toccare mille argomenti senza rispondere a uno solo.

Se vuoi giocare a rimpiattino, cercati un altro posto. Noi non siamo qui per giocare.

Hai detto che avresti dimostrato "che i tecnici di mezzo mondo sono spaccati". Visto che svicoli ogni volta che vieni posto di fronte all'assurdità delle tue affermazioni, ripeto quello che ti ho già detto: la discussione non prosegue finché non porti la tua dimostrazione. O non ritratti.

Non distrarti scrivendo commenti non attinenti a questa tua dimostrazione. Non verranno pubblicati. Il trucco di cambiare discorso quando non si sa cosa dire è vecchio. Qui non attacca. Grazie.

brain_use ha detto...

@Alberto:
posso farti una domanda anch'io?

Perché, dopo aver colpito due grattacieli con due aerei carichi di carburante e aver provocato centinaia di morti e danni per miliardi, tu, responsabile del clamoroso autoattentato, sentiresti il bisogno di rischiare di essere scoperto con una cosa così plateale e così difficile da realizzare come una demolizione controlata?

Anche senza scomodare le evidenze fisiche e documentali che già ti sono state fornite, non credi che sia razionalmente più probabile che non ci sia stata alcuna demolizione controllata fuori dal mondo fittizio creato dalle fandonie dei "venditori di Verità"?

airone76 ha detto...

Tanto per la precisione:

da Crono911

1) 8:52 (p.57) Gli elicotteri del NYPD riportano che non è possibile atterrare sul tetto a causa del fumo. rif. NIST NCSTAR-1 pag. 26

2) 9:30 (p.70) Gli elicotteri dell'NYPD tentano nuovamente di
atterrare sul tetto delle Torri per organizzare
un'evacuazione dall'alto, ma devono rinunciare a
causa del calore e del fumo troppo intensi. rif. CR pag. 304; Staff Statement n. 13 pagg. 20-21.

Da notare poi che sono sempre gli elicotteri, mai andati via a segnalare che la parte sommitale della torre nord si è inclinata e sta cedendo.

airone76 ha detto...

Ma perchè i link non mi riescono più su blogger?

Riproviamo:
Crono911

brain_use ha detto...

Giusto per fornite una fonte degna di tale nome ad Alberto, il link corretto è il seguente:
crono911.

brain_use ha detto...

@airone:
flic e floc? ;)

airone76 ha detto...

@brain_use

Era corretto il link, ma non so come mi ci ha infilato un www.blogger.com che non c'entra...

Comunque almeno non ci sono scuse per chi non lo ha visto ;-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Alberto,

con l'ultimo commento d'insulti che hai inviato (e che è stato rifiutato) hai passato il segno.

Va' pure a rotolare nel fango con i tuoi compagni di merende di Xoomer, tanto bravi a dispensare insulti quanto ossessionati dalla propria paranoia. Fra di voi dovreste trovarvi bene.

I vostri insulti e il vostro odio non cambieranno di una virgola i fatti dell'11 settembre. Quelli che non avete il coraggio di affrontare e che preferite trasformare in una campagna di rabbia contro chiunque, fatti alla mano, non la pensi come volete voi.

Grazie per averci dato una ragione in più per continuare il nostro lavoro.

Domenico ha detto...

Vorrei aggiungere una personale considerazione circa la teoria della demolizione, ditemi voi se è ragionevole o meno.

Che bisogno c'era di minare l'INTERA Torre?
Sposando per un secondo la teoria dell'auto-attentato, è ragionevole pensare che ci fosse (almeno uno) anche un ingegnere strutturista tra le proprie fila o un esperto di demolizioni che dicesse dove e come mettere le cariche.
Supponendo che le cariche fossero a livello della breccia (assurdo di per sè, ma seguitemi un secondo), una volta dato il via al crollo della porzione superiore, è totalmente inutile usare altre cariche lungo le Torri per "aiutare" il crollo.
E' una valanga che si auto-alimenta, fa tutto da sè, non è che si sarebbe fermata a metà strada.
Gli esperti degli auto-attentatori lo avrebbero sicuramente saputo ed avrebbe sconsigliato di dare troppo nell'occhio minando l'intera Torre con troppe esplosioni qui e là.

Consiglio ai sostenitori della demolizione di vedere qualche video tributo su YouTube che contiene spesso immagini mai proposte nei video "demolisti".
Particolarmente significative sono le immagini ravvicinata del crollo delle Torri, in cui si può notare come il crollo sia dovuto dal piegamento delle colonne verso l'interno.
Elemento che la teoria della demolizione deve ancora spiegare.

Paolo Attivissimo ha detto...

Che bisogno c'era di minare l'INTERA Torre?

Dal punto di vista strutturale, nessuno. Ma dal punto di vista complottista è indispensabile.

I complottisti sostengono che il crollo sia stato troppo rapido e che quindi sia stato "aiutato" perché la struttura sottostante veniva demolita progressivamente durante il crollo, con una sequenza di esplosioni perfettamente temporizzate.

Sì, dicono imbecillità di questo genere. E non ho ancora menzionato le microonde spaziali di Judy Wood.

Domenico ha detto...

Paolo,

I complottisti sostengono che il crollo sia stato troppo rapido e che quindi sia stato "aiutato" perché la struttura sottostante veniva demolita progressivamente durante il crollo, con una sequenza di esplosioni perfettamente temporizzate.

Tralasciando l'assurdità della cosa (il crollo, si sa, non è stato per nulla rapido) anche in questo caso ci si può chiedere: il bisogno di renderlo rapido?
Bastava dare inizio al collasso e poi tutto veniva da sè.

A mio avviso, la teoria della demolizione fa acqua da moltissime parti (anzi, non ha senso di esistere), ma anche ignorando le prove contrarie e sposandola per due-minuti-due, ne vengono fuori altre.

Cioè davvero, a furia di dimostrare sta demolizione, si vanno dicendo cose assurde e senza senso.

Giuliano47 ha detto...

Ma poi che bisogno c'era di minare.
Non bastava tutto quel pandemonio provocato dagli aerei e le migliaia di morti?
E le torri, se rimaste in piedi conciate in quel modo, sarebbero state restaurate o successivamente comunque abbattute?

brain_use ha detto...

@Domenico:
Il punto sta nel punto di partenza e in quello di arrivo della mentalità complottista.

Il punto di partenza: il complottista cerca una presunta "prova" che è successo qualcosa di strano, qualsiasi cosa, non importa.
Nel caso delle torri, la trova nella (presunta) velocità dei crolli e negli sbuffi qua e là nei filmati.

Dunque genera la teoria della demolizione.

Per arrivare al punto di arrivo che è: è stato un autoattentato.

La teoria non sta in piedi da nessun punto di vista, né di logica né tecnico, né organizzativo?
Non importa.
Questo, al complottista non interessa affatto.

brain_use ha detto...

@Giuliano:
è quello che ho sempre detto io.

Che bisogno c'era di complicarsi la vita a quel modo e di rischiare di incappare nello "spirito critico" dei truthers?

Domenico ha detto...

Perfettamente d'accordo Brain_use. Non si esaminano i fatti acriticamente, bensì si cerca di plasmarli alla propria idea di partenza.

Purtroppo è un pò quello che vedo in alcune inchieste giudiziarie di questi anni.
La logica vuole che si esaminino le prove per scovare il colpevole. Il trend che noto è, farsi un'idea del colpevole e cercare prove che lo incastrino. E se non si trovano, beh, vuol dire che bisogna cercare meglio.

Insomma, se proprio si vuole partorire la teoria dell'auto-attentato, sarebbe più ragionevole ipotizzare che gli attentatori erano agenti suicidi della CIA e che al-Qaeda si sia presa impropriamente il merito.
Ma questo è meno spettacolare, meno Hollywood, meno Tom Clancy, quindi vai di demolizione, termite ed ologrammi.

scarpa.gio ha detto...

Salve a tutti!
Io volevo fare una domanda alla quale non so se da qualche parte è già stata data una risposta. Tutti conoscono i video e i suoni dell'11 settembre.

Ma in questo video, visto e rivisto, c'è qualcosa di molto strano: a differenza dell'audio dello stesso video altrove proposto che evidentemente è tagliato, qui invece si sente un botto fortissimo a 0:06-07 prima che l'aereo colpisca la torre: qui l'interruzione dell'audio non c'è!
vedere per credere!
http://www.youtube.com/watch?v=OD4CFBHHbcc

Qualcuno sa darmi una risposta?
Giorgia

Paolo Attivissimo ha detto...

a differenza dell'audio dello stesso video altrove proposto che evidentemente è tagliato

Perché sei così sicuro che sia tagliato? Magari è il contrario: magari qualcuno ha aggiunto un botto in più. Come fai a saperlo?

Sarei interessato a capire perché ti fidi di un video messo su Youtube da chissà chi per chissà quali scopi.

scarpa.gio ha detto...

Ma io penso che siccome nello stesso video proposto da altre parti si sentono delle interruzioni quello che vi ho indicato sia l'audio originale.
Secondo voi non lo è?

Io credo di si perchè non è così evidente la non coincidenza tra botto (sonoro) e impatto. Bisogna guardare e ascoltare con attenzione.

Secondo me è più sospetto che ci siano dei buchi nell'audio!
Ho una certa esperienza di videocamere e l'audio non mi salta mai in quel modo!

comunque se anche è l'audio originale non vuol dir nulla: potrebbe essere anche il muro del suono che fatalità viene infranto pochi istanti prima del colpo.
Magari è un caso!!!!
G.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ma io penso che siccome nello stesso video proposto da altre parti si sentono delle interruzioni quello che vi ho indicato sia l'audio originale.
Secondo voi non lo è?


No, non lo è. Ma non è una nostra opinione, è un dato di fatto. La ripresa fu fatta da due documentaristi francesi, i fratelli Naudet (cercali in questo blog per i dettagli). E' pubblicata nel DVD "11/9". Nel DVD non ci sono interruzioni dell'audio e non c'è il botto supplementare.

Naturalmente sta a te valutare se è più attendibile un video anonimo di Youtube o il documentario originale, firmato con nomi e cognomi, dal quale è tratto il video di Youtube.


Secondo me è più sospetto che ci siano dei buchi nell'audio!

Ben detto. Infatti io, se fossi in te, sospetterei della buona fede di chi ha pubblicato quel video su Youtube. Sembra che l'audio sia stato manipolato.


potrebbe essere anche il muro del suono che fatalità viene infranto pochi istanti prima del colpo.

In questo caso no. Gli aerei che colpirono le Torri Gemelle non raggiunsero la velocità del suono.

Fra l'altro, è estremamente improbabile che un aereo di linea riesca ad andare a velocità supersonica in volo orizzontale a bassissima quota: non ha potenza sufficiente e la struttura non reggerebbe. Lo puoi scoprire leggendo i resoconti degli incidenti aerei e un po' di manualistica aeronautica.

scarpa.gio ha detto...

Però è curioso: ho guardato lo stesso video che porta il sottotitolo CNN ed evidentemente qualcuno dei due bara: siccome nessuno dei due ha l'audio diciamo originale presentato in 9/11 (che non ha interruzioni)...allora anche la CNN ha fatto qualcosa a quell'audio.

Peccato poi che non fosse allora il muro del suono raggiunto da un aereo di linea! Ne son successe poche l'11 settembre di stranezze e di casi rarissimi che qualcuna in più non ci guastava ...tanto da rendere la cosa un pò più sospetta per quei poverini dei complottisti!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

Però è curioso: ho guardato lo stesso video che porta il sottotitolo CNN ed evidentemente qualcuno dei due bara: siccome nessuno dei due ha l'audio diciamo originale presentato in 9/11 (che non ha interruzioni)...allora anche la CNN ha fatto qualcosa a quell'audio.

Chi ti dice che sia stata la CNN? Hai trovato il video su Youtube. Chissà da quante mani anonime è passato. E chissà con quali intenzioni hanno lavorato quelle mani. Non capisco perché salti alla conclusione che sia colpa della CNN.

scarpa.gio ha detto...

Non capisco perchè parliamo allora tanto dell'11 settembre!!!

Voi c'eravate?

Chi ci dice che le torri sono veramente crollate solo perchè le abbiamo viste in Tv?

Magari le hanno portate via col carro attrezzi una notte!

No? Potrebbe essere!!

; )

Paolo Attivissimo ha detto...

Scarpa.gio,

non abbiamo tempo di scherzare e la morte di tremila persone non è un argomento che si presta all'umorismo.

Se hai delle domande o delle argomentazioni serie, presentale, altrimenti lascia perdere, grazie.

scarpa.gio ha detto...

Appunto che la morte di 3000 persone non è da scherzarci su che non dovreste tirare fuori le più colossali panzane per tentare di giustificare la colossale bugia dei crolli e degli attentati.
Ma quando mai un incendio disintegra un edificio!!!
Uno? No TRE!!!

Tutti lo stesso giorno!

Ascolta me quell'audio è originale e quello è il muro del suono!
Non capite neppure quando uno vi prende in giro!

ah ah ah!!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

Se sei venuto qui a prendere in giro, puoi anche prendere e andartene. Ti accompagno, o la porta la trovi da solo?

Giuliano47 ha detto...

@Scarpa.gio

"Tutti lo stesso giorno!"

Ma che osservazione intelligente. Davvero contro il calcolo delle probabilita'. Non ci avevo proprio pensato.
D'altronde quando mai in una citta' sono morte piu' di 100.000 persone, e tutte lo stesso giorno?