2009/01/19

Istruttore: Hani Hanjour era un buon pilota

di Paolo Attivissimo. Si ringraziano ScrewLooseChange e 911Myths per la segnalazione.

La montagna di documenti della Commissione 11/9 recentemente desegretati continua a offrire dettagli che smontano ulteriormente le asserzioni dei complottisti. Svanisce, per esempio, il mito di Hani Hanjour (nella foto qui accanto) come pilota incapace. Già Marcel Bernard, istruttore di Hanjour al Freeway Airport, lo aveva definito "molto tranquillo, con competenze di pilotaggio medie, o sotto la media" e aveva precisato che sarebbe stato in grado di prendere i comandi di un aereo di linea in volo e "facilmente puntarlo in qualsiasi direzione volesse e schiantarlo contro un edificio o simile".

Ora uno di questi documenti inediti, datato 9 aprile 2004, contiene un colloquio degli inquirenti con Eddie G. Shalev della Congressional Air Charters di Gaithersburg, nel Maryland, uno degli istruttori di volo di Hanjour, che offre infatti dettagli come questi:

Nel suo primo volo di certificazione [prassi necessaria per poter noleggiare un aereo da una compagnia di noleggio, N.d.T.] fu utilizzato un Cessna 172. Si tratta di un aereo monomotore. il Sig. Shalev si sedette accanto a Hanjour e gli chiese di volare verso nord dall'aeroporto di Gaithersburg, allontanandosi da Washington DC. Shalev ha notato che Hanjour usò un sistema di riconoscimento del terreno o di punti di riferimento al suolo e non adoperò gli strumenti "VOR" o Very High Frequency (VHF) Omni Directional Rangefinder. Shalev ha dichiarato che lo ritenne insolito, dato che le competenze di pilotaggio elementari richiedono la conoscenza del funzionamento del VOR. Shalev scelse l'aeroporto di Clearview, nel Maryland settentrionale, come designazione [forse è un refuso al posto di "destination", ossia "destinazione", N.d.T.]. Quest'aeroporto si trova vicino a Westminster, nel Maryland. Shalev ha detto che la pista è piccola a Clearview ed è difficile atterrarvi. Hanjour atterrò all'aeroporto senza alcuna difficoltà. Shalev ha dichiarato che sulla base delle sue osservazioni, Hanjour era un "buon" pilota. Shalev pensò che Hanjour potesse essere stato addestrato da un pilota militare per via del suo uso del riconoscimento del terreno per la navigazione [Shalev, nota il rapporto, è un ex paracadutista delle forze armate israeliane, quindi ha una certa familiarità con le procedure militari, N.d.T.]. Hanjour disse a Shalev che il suo addestramento più recente come pilota era avvenuto in Florida.

On his first certification flight a Cessna 172 was used. This is a single engine aircraft. Mr. Shalev sat next to Hanjour and had him fly north from the Gaithersburg airport away from Washington, D.C. Mr. Shalev noticed that Hanjour used a landmark or terrain recognition system for navigation and did not use the ''VOR'' or Very High Frequency (VHF) Omni Directional Rangefinder instruments. Mr. Shalev stated that he considered this unusual because basic airmanship requires knowledge of the operation of the VOR. Mr. Shalev selected Clearview airport in northern Maryland as their designation. The airport is located near Westminster, Maryland. Mr. Shalev said that the runway is small at Clearview and difficult to land. Hanjour landed at the airport without any difficulty. Mr. Shalev stated that based on his observations, Hanjour was a "good" pilot. Mr. Shalev thought that Hanjour may have received training from a military pilot because of his use of terrain recognition for navigation. Hanjour told Mr. Shalev that he (Hanjour) had most recently trained in Florida as a pilot.

Dopo il volo di certificazione, Shalev approvò il noleggio da parte di Hanjour del Cessna 172 dalla Congressional Air Charters. Shalev disse che Hanjour aveva la propria borsa di volo, la propria cuffia e le carte nautiche per lo spazio aereo dell'area di Washington DC. Il 26 agosto 2001, Hanjour tornò alla Congressional Air Charters e noleggiò un aereo. Hanjour entrò e conversò brevemente con Shalev a proposito del corridoio aereo fra l'aeroporto nazionale Reagan [la cui fine pista sta a 1200 m dal Pentagono, N.d.T.] e l'aeroporto internazionale Dulles [dal quale partì il Volo 77 che colpì il Pentagono, N.d.T.]. Questo spazio aereo è soggetto a restrizioni a causa dell'intenso traffico delle compagnie aeree commerciali. Shalev disse che il Cessna 172 che Hanjour avrebbe pilotato non era pressurizzato e che questo avrebbe limitato la quota. In genere i controllori di volo consentono agli aerei piccoli di volare fino a una quota di 5000 piedi [1500 m, N.d.T.].

After the certification flight, Mr. Shalev approved Hanjour for the rental of the Cessna 172 from Congressional Air Charters. Mr. Shalev said that Hanjour had his own flight bag, headset and aviator's chart for the Washington, D.C. area airspace. On 08/26/2001, Hanjour returned to Congressional Air Charters and rented an aircraft. Hanjour came in and spoke briefly with Mr. Shalev. The conversation related to the air corridor between Reagan National Airport and Dulles International Airport. The airspace is restricted because of heavy commercial airline traffic. Mr. Shalev said that the Cessna 172 that Hanjour would be flying is not pressurized and that would restrict the altitude. Generally, the air controllers allow small aircraft to fly to an altitude of 5000 feet.

2 commenti:

brain_use ha detto...

Interessante anche porre questa testimonianza in relazione con l'ipotesi del pilota presente a Lugano che Hanjour avesse compiuto voli di ricognizione sulla zona.
Ottimo!

Laura Atelier Vienna ha detto...

é molto interessante quello che si legge in questo blog

laura