2008/03/11

Rottami d'aereo al WTC: una cuffia da pilota?

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Dal libro Above Hallowed Ground emergono resti poco conosciuti dei voli che colpirono le Torri Gemelle. L'immagine qui sotto mostra una porzione di un motore situata all'incrocio fra Church Street e Murray Street. La sua posizione rispetto alla traiettoria d'impatto permette di dedurre che si tratta di un motore del Volo UA175.



Questo rottame di motore, tuttavia, è già noto da altre immagini. Quello che colpisce è invece l'altro oggetto che gli sta accanto, in basso a sinistra: una cuffia, il cui connettore somiglia a quello standard in dotazione sugli aerei di linea. Dalla cuffia sporge inoltre quello che sembra essere il "boom", l'astina che regge il microfono.

La sua collocazione accanto al motore, al di là del nastro giallo di delimitazione collocato dalla polizia e visibile in altre foto del medesimo punto, sembra suggerire che si tratti di una cuffia proveniente dal Volo UA175 (i resti del Volo AA11 furono proiettati dal lato opposto delle Torri Gemelle).



Nella foto qui sotto si nota il nastro giallo di delimitazione citato prima e si intravede la cuffia. Altre immagini, nelle quali la cuffia è assente, indicano che la cuffia è stata presumibilmente ritrovata altrove e portata in seguito dentro l'area delimitata dal nastro giallo.



Se fosse confermato come una cuffia d'aereo, del tipo di quella mostrata qui accanto (dettaglio di un'immagine tratta da Flickr e scattata in Costa Rica) quest'oggetto sarebbe (insieme ad altri reperti già presentati in questo blog) un'ulteriore conferma che anche un oggetto fragile può, per circostanze fortuite, sopravvivere a un impatto che trapassa un grattacielo.

Tutto questo renderebbe dunque piuttosto ridicole le perplessità di chi si chiede come possa essere sopravvissuto un passaporto di un dirottatore, come se quel passaporto fosse l'unico oggetto fragile recuperato dai voli dirottati.

Aggiornamento (2008/03/14)


Un pilota di linea italiano, contattato in merito all'immagine della possibile cuffia, ha fornito alcuni dettagli interessanti. Innanzi tutto la somiglianza con una delle cuffie utilizzate in cabina di pilotaggio è confermata. Il connettore appare come uno dei modelli in uso sugli aerei. Si nota inoltre il "boom", cioè il braccetto flessibile che sostiene il microfono. E' l'oggetto nero a forma di "J" rovesciata che parte dalla conchiglia di sinistra (nella foto) e si sovrappone al filo.

La posizione del "boom" suggerisce inoltre che si tratti di una cuffia normalmente usata da chi occupa il sedile di sinistra: ha infatti il "boom" nella conchiglia che sta a destra quando la si indossa ed il filo sta a sinistra (sempre di chi la indossa). Un pilota seduto a sinistra mette la cuffia con il filo a sinistra, per ovvi motivi pratici.

La stessa fonte tecnica chiarisce che benché le tracce rosso sangue sull'archetto della cuffia possano suggerire scenari decisamente macabri, non è detto che la cuffia mostrata nell'immagine debba essere stata per forza indossata da uno dei dirottatori: avrebbe potuto far parte della dotazione di riserva dell'aeromobile ed essere sopravvissuta all'impatto perché protetta da un contenitore o altra struttura più robusta.

"Di solito ci sono una cuffia per il CM1 (crew member 1), quello che siede a sinistra, una per il CM2, e una o più per ciascun posto aggiuntivo, il cui numero varia col tipo di aereo" ha chiarito il pilota. "Questi posti si chiamano in gergo "jump seat", e vengono utilizzati per accomodare istruttori, controllori (quelli che fanno gli esami in volo), o in genere, extra crew. Ogni aereo ne ha almeno uno. Le cuffie aggiuntive possono essere appese ad appositi ganci nel cockpit, oppure essere conservate in stipetti chiusi. Esiste poi la possibilità che ci siano altre cuffie in kit di ricambio, posizionati o in cockpit o in altri posti dell'aereo."

Va chiarito inoltre che sarebbe errato attendersi che la cuffia, o qualsiasi altro oggetto proveniente dagli aerei, sia bruciacchiato dagli incendi, perché il carburante degli aerei si è incendiato dopo che i resti dei velivoli avevano trapassato le torri, come si può notare dalle immagini (per esempio quella qui sotto). Gli oggetti a bordo degli aerei che fossero riemersi dalla torre impattata, per poi precipitare al suolo, avrebbero subito quindi esclusivamente danni da impatto meccanico, non da combustione.

36 commenti:

Andrea Occhi ha detto...

peraltro non è detto che i dirottatori indossassero le cuffie quando si sono messi ai comandi: cosa avrebbero dovuto ascoltare, o con chi avrebbero dovuto parlare?

Giuliano47 ha detto...

La cuffia e' finita li' direttamente, oppure era una zona di deposito dei rottami trovati?
Mi lascia perplesso che cuffia e motore, oggetti di densita' tanto differente, abbiano compiuto lo stesso tragitto orizzontale durante la caduta parabolica, nonostante la resistenza dell'aria.

Paolo Attivissimo ha detto...

Giuliano, giusta precisazione: ho aggiunto all'articolo che la cuffia manca da alcune foto e quindi si presume sia stata portata lì da chi l'ha trovata altrove.

Andrea: è possibile che non le abbiano indossate i dirottatori, ma non abbiamo elementi né per confermarlo, né per escluderlo.

Gabriele ha detto...

Ho letto numerose teorie secondo le quali non ci sia stato nessun secondo aereo... la teoria del "nessun aereo"..ridicolo dopo fotografie eloquenti come questa!! Pensano forse che i rottami siano stati posizionati a mano??!! Esistono però numerosi video in cui il secondo aereo non si vede affatto, nonostante in alcuni filmati con la stessa inquadratura si veda benissimo.
un esempio è questo http://it.youtube.com/watch?v=7UPXaV4gXWE
Avete avuto modo di approfondire la vicenda??
Ciao!

Paolo Attivissimo ha detto...

Gabriele,

qualsiasi analisi basata su video sgranatissimi lascia il tempo che trova. Nel filmato, l'aereo potrebbe benissimo confondersi con lo sfondo, a quella risoluzione. Io ne ho in archivio una versione nella quale si intravede una sagoma compatibile con un aereo di linea, ma non lo considero un elemento di prova. Per le prove bastano i testimoni, i reperti, i tracciati radar.

Il video che linki è chiaramente il frutto di qualcuno che ha molto tempo da perdere e poco buon senso. Chi sarebbe così cretino da fare una messinscena senza aerei sotto gli occhi di centinaia di migliaia di persone, e poi far finta che l'aereo ci sia stato, ma poi dimenticarsi di ritoccare i filmati delle dirette TV?

Chi ha confezionato quel video non si pone la domanda più semplice: perché tribolare con una messinscena così assurdamente complicata e ad alto rischio, quando sarebbe stato molto più semplice usare un aereo vero?

Non è che ci sia carenza di pazzi disposti a suicidarsi pilotando camion-bomba o facendosi saltare in aria in mezzo alla folla. O, in questo caso, pilotando alla carlona un aereo di linea dirottato.

Anonimo ha detto...

>Altre immagini, nelle quali la >cuffia è assente, indicano che la >cuffia è stata presumibilmente >ritrovata altrove e portata in >seguito dentro l'area delimitata dal >nastro giallo.

che la cuffia è stata spostata si capisce anche dal fatto che non è ricoperta di polvere come gli altri oggetti

Andrea Occhi ha detto...

@Paolo
Ok, era per prevenire che qualcuno domandasse: se ci sono le cuffie, perché in mezzo non c'è la testa del dirottatore?
(mi rendo conto che la domanda è abbastanza macabra, ma il complottismo ha fatto anche di peggio...)

Paolo Attivissimo ha detto...

Andrea, capisco il senso del tuo commento. Per i più macabri e ostinati, aggiungo solo che se quella è una cuffia da pilota e se era indossata da qualcuno, la sua testa potrebbe aver seguito una traiettoria ben diversa e, come del resto molti altri resti umani, essere stata portata in custodia pietosamente invece di essere lasciata per strada.

Francesco ha detto...

Paolo,volevo chiederti se avevi visionato su you tube "september cluse",te lo domando ancora perchè gli autori del documentario affrontano anche la traiettoria di questo presunto motore:ma tu sei personalmente convinto che possa essere un pezzo di motore? A me non risulta Paolo,non ne ho mai visti,anche in diverse riunioni,di ridotti così anche nei peggiori impatti! Poi se anche fosse:l'altro dov'è? E soprattutto anche quelli dell'altro aereo che è andato a finire nell'altra torre dove sono? E poi assomiglia al pezzo di rotore del Pentagono? Mah Paolo! Prego tutti Voi di visionare SEPTEMBER CLUSE su you tube,e di aprire qui un dibattito se Paolo consente. Sinceramente è un documentario che mi ha sconvolto, fatto da dei grafici professionisti sicuramente,che mostrano e analizzano tutte le immagini trasmesse dai maggiori network americani in diretta proprio in quello stesso giorno. Buona visione e buona analisi personale a tutti, anche a te Paolo.

Giuliano47 ha detto...

Francesco, saresti cosi' gentile da fornire le coordinate del video che intendi? Su youtube vi sono 290 filmati reperibili con la chiave september cluse.
Quale? Quello con la ballerina che sculetta?
http://www.youtube.com/watch?v=YWAY1nXJAdY

"non ne ho mai visti"
Si, non ne hai mai visti. Su cio' non abbiamo mai avuto dubbi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo,volevo chiederti se avevi visionato su you tube "september cluse"

No. E si scrive "Clues", non "cluse". Altrimenti sembra una roba fatta dall'ispettore Clouseau.

Sbaglio o tu sei quello che diceva di essere un pilota militare?


ma tu sei personalmente convinto che possa essere un pezzo di motore?

No, in realtà a New York a settembre fanno la rottamazione delle lavatrici. Lasciano i cestelli agli angoli delle strade e poi passa la nettezza urbana a ritirarli.

Le mie opinioni personali sono irrilevanti ed è scorretto da parte tua portare la discussione sul piano personale. Ci sono dei fatti, e di fatti si parla, non di opinioni.


A me non risulta Paolo,non ne ho mai visti,anche in diverse riunioni,di ridotti così anche nei peggiori impatti!

"Riunioni"? Sei membro di un'associazione che ha come hobby contemplare motori d'aereo distrutti?

Nelle vostri riunioni, quanti altri motori avete visto che sono stati fatti passare attraverso 64 metri di grattacielo a oltre 700 km/h e precipitare da circa 300 m?


Poi se anche fosse:l'altro dov'è?

A Fresh Kills. Studia e capirai cos'è.


Prego tutti Voi di visionare SEPTEMBER CLUSE su you tube,e di aprire qui un dibattito se Paolo consente

No. Saresti fuori tema.

Francesco ha detto...

Sarei fuori tema? Non mi sembra,ma il sito è tuo e decidi tu,anche se secondo me,vedere che in diversi filmati l'aereo ha ogni volta una traiettoria diversa è almeno interessante no? Ma c'è Giuliano che mi ha chiesto dove potrebbe visionarlo,e vorrei farglielo sapere. Su you tube,sul motore di ricerca cliccate "september clues italiano", Paolo ma perdonami,visionalo anche tu no? Per la storia del pilota,è falsa,ho un fratello che spesso gioca con la mia mail,me ne sono accorto e credevo non avesse fatto molto danno in giro,ma qui di cazzate ne ha scritte abbastanza. Io sono un sottufficiale di marina effettivo,lui so che qua ha spesso giocato con la mia mail e me ne scuso.

Paolo Attivissimo ha detto...

vedere che in diversi filmati l'aereo ha ogni volta una traiettoria diversa è almeno interessante no?

No. Si chiama "prospettiva" ed è un fenomeno piuttosto ben conosciuto.



Paolo ma perdonami,visionalo anche tu no?

No. Non ho né il tempo né la voglia di vedere l'ennesima accozzaglia di stupidaggini.


Per la storia del pilota,è falsa,ho un fratello che spesso gioca con la mia mail,me ne sono accorto e credevo non avesse fatto molto danno in giro,ma qui di cazzate ne ha scritte abbastanza

Davvero? Ma la persona che sta scrivendo questa improbabile spiegazione sei tu o è tuo fratello?


Io sono un sottufficiale di marina effettivo,lui so che qua ha spesso giocato con la mia mail e me ne scuso.

Come no. E io sono dattilografo assaltatore.

Francesco, forse non ti è ancora chiaro, ma ti sei giocato la tua credibilità tempo fa.

axlman ha detto...

Francesco ha scritto:
Per la storia del pilota,è falsa,ho un fratello che spesso gioca con la mia mail,me ne sono accorto e credevo non avesse fatto molto danno in giro,ma qui di cazzate ne ha scritte abbastanza.

Aaaah, che bei ricordi...
Questa frase mi riporta indietro nel tempo, quando visitavo il forum Nintendo, con il decenne di turno che dopo aver insultato mezzo mondo ed essersi comportato da vandalo scriveva: «Non ero io, è che c'ho dato la password a un mio compagno di scuola e lui ha scritto tutte quelle cose brutte al posto mio, per farmi dispetto...».

Francesco, qui siamo tra adulti: quindi facci il favore, almeno, di inventarti scuse credibili per un adulto, e non solo per dei decenni.
Grazie e a buon rendere.

Giuliano47 ha detto...

Per Francesco

Qui non interessa che tu sia sottufficiale di ...Marina, interessa caso mai il tuo corso di studi, la tua specializzazione, che puo' variare anche all'interno di una stessa accademia.
Alcuni ingegneri si sono presentati scrivendo che erano ingegneri e in cosa specializzati, non quale grado ricoprissero all'interno delle loro aziende senza dar conto delle loro competenze tecniche.

E poi, se io fossi sottufficiale di Marina, ad un fratello tanto lazzarone avrei fatto fare un giro di chiglia :-)

Logan7 ha detto...

Francesco ha detto...

Paolo,volevo chiederti se avevi visionato su you tube "september cluse",te lo domando ancora perchè gli autori del documentario affrontano anche la traiettoria di questo presunto motore:ma tu sei personalmente convinto che possa essere un pezzo di motore?

Puoi portare delle referenze sulle persone che hanno realizzato quel documentario o dirci dove possiamo trovarle? O dobbiamo sorbirci l'ennesimo vaneggiamento del primo (o ultimo) arrivato, che sulla base di un paio di filmati sgranati vuole convincerci di aver scoperto, alla faccia del resto del mondo che è notoriamente composta da sempliciotti, IL complotto?

A me non risulta Paolo,non ne ho mai visti,anche in diverse riunioni,di ridotti così anche nei peggiori impatti!

I sottufficiali di MARINA fanno riunioni intorno a resti di motori che sono stati fatti passare attraverso grattacieli? E dove li trovate i grattacieli? Li fate costruire apposta? E quali sarebbero gli impatti peggiori, rispetto a quelli del WTC?

Poi se anche fosse:l'altro dov'è?

Già. Questa è veramente una domanda formidabile.

E soprattutto anche quelli dell'altro aereo che è andato a finire nell'altra torre dove sono?

Soprattutto.

E poi assomiglia al pezzo di rotore del Pentagono?

E' una domanda? E se lo è, che significa?

Mah Paolo! Prego tutti Voi di visionare SEPTEMBER CLUSE su you tube,e di aprire qui un dibattito se Paolo consente.

Ma qualcosa di più serio ed interessante no?

Sinceramente è un documentario che mi ha sconvolto, fatto da dei grafici professionisti sicuramente,che mostrano e analizzano tutte le immagini trasmesse dai maggiori network americani in diretta proprio in quello stesso giorno.

Se basta così poco a sconvolgerti...

Buona visione e buona analisi personale a tutti, anche a te Paolo.

Paolo ti ha già risposto... e faccio mie le sue parole. Tempo perso.

Francesco ha detto...

Non capisco perchè Logan mi abbia attaccato direttamente,comunque. Vorrei subito puntualizzare due cose se mi viene permesso. Mi scuso ancora,e chiunque di Voi è libero di crederci,di alcune mail vomitate in questo sito con la mia intestazione,ma è una cosa che non avverrà più avendo modificato la password. Per quanto riguarda la mia professione,non è affatto inerente ai fatti dell'11 settembre,lo sarebbe (forse) se ci fossero state delle navi kamikaze, passatemi la battuta. Poi vorrei dirti Paolo,che dopo averti visto alle iene e matrix,non capisco questa tua premeditazione su "september clues". Ti ritengo fino a prova contraria,uno che approfondisce gli argomenti,e alla volte riesce anche a smontarli. Sarebbe interessante se smontassi anche questo documentario secondo me. Per quanto riguarda il discorso di traiettoria e prospettiva,hai in parte ragione sul termine. Dico in parte,perchè l'aereo nei vari filmati,ha una traiettoria prima dell'impatto,calcolabile in gradi come si vede nei filmati, che muta in diverse occasioni,negli stessi secondi si intende. Come i palazzi che nei primi piani dei network americani non sono negli stessi punti,e variano la loro posizione,e quella non è prospettiva assolutamente,è solo assurdità no? Ultima cosa,non notate, nei filmati che avete anche Voi,che nonostante il secondo impatto fosse ripreso dalle migliori apparecchiature televisive del mondo,non sia mai nitido al 100%? L'11 settembre era una splendida giornata di sole, ricordiamolo. Visionate "september clues", e chiedo nuovamente e cortesemente a Paolo,di farci,(come ne avrà tempo) un articolo ed aprire un dibattito.

Paolo Attivissimo ha detto...

Francesco:

Non capisco perchè Logan mi abbia attaccato direttamente,comunque.

Fammi indovinare: perché ti sei reso ridicolo da solo con la storiella del fratello che ti ha rubato la password per attribuirti scempiaggini?



Ti ritengo fino a prova contraria,uno che approfondisce gli argomenti,e alla volte riesce anche a smontarli. Sarebbe interessante se smontassi anche questo documentario secondo me.

E' proprio questo il punto. Vuoi che smonti ANCHE questo. E poi ne arriverà un altro. E un altro, e un altro... ne ho già visti decine, e sono tutti uguali. Dicono tutti le stesse assurdità, usano tutti gli stessi filmati sgranati, fanno tutti le stesse manipolazioni.

Sai quante ore ci vogliono per recensire un video complottista? Più o meno quelle che ti ci sono volute per partorire la storiella del fratello vandalo.

No, grazie, la vita è troppo breve per sorbirsi l'ennesimo polpettone complottista. Ci sono ricerche e rapporti tecnici ben più seri da studiare.


Come i palazzi che nei primi piani dei network americani non sono negli stessi punti,e variano la loro posizione,e quella non è prospettiva assolutamente,è solo assurdità no?

Stai dicendo che i palazzi di Manhattan vanno a passeggio?


Ultima cosa,non notate, nei filmati che avete anche Voi,che nonostante il secondo impatto fosse ripreso dalle migliori apparecchiature televisive del mondo,non sia mai nitido al 100%?

Cosa sarebbe "nitido al 100%"? Vorresti anche vedere i peli della barba dei dirottatori?

Ma quali "migliori apparecchiature": erano telecamere NTSC come tutte le altre, mica cineprese IMAX da 70 mm stabilizzate.


Visionate "september clues", e chiedo nuovamente e cortesemente a Paolo,di farci,(come ne avrà tempo) un articolo ed aprire un dibattito.

No, scordatelo. Ti ho già spiegato perché. Ora, per favore, non insistere più. Grazie.

Logan7 ha detto...

Francesco ha detto...

Non capisco perchè Logan mi abbia attaccato direttamente,comunque.

Tu non hai neppure idea di cosa voglia dire la frase "attaccare direttamente". Visto che siamo nei commenti di un blog pubblico, io mi limito a leggere i commenti degli altri e a lasciare i miei. Se non vuoi che qualcuno legga e commenti quello che scrivi, manda delle e-mail private.

Vorrei subito puntualizzare due cose se mi viene permesso.

Perché, qualcuno ti ha negato mai il diritto di parola? Non mi sembra. Quindi non serve che tu metta le mani avanti.

Mi scuso ancora,e chiunque di Voi è libero di crederci,di alcune mail vomitate in questo sito con la mia intestazione,ma è una cosa che non avverrà più avendo modificato la password.

Guarda, avresti fatto meglio a cambiare nick e a non presentarti più su questo blog come "francesco", adducendo scuse quanto meno fantasiose come giustificazione dei tuoi interventi precedenti.

Per quanto riguarda la mia professione,non è affatto inerente ai fatti dell'11 settembre,lo sarebbe (forse) se ci fossero state delle navi kamikaze, passatemi la battuta.

Sei tu che hai affermato di fare riunioni intorno a motori di aeroplano che sono passati attraverso grattacieli, nessun altro. Sei tu, sedicente sottufficiale di Marina, che hai messo in dubbio che quello fosse un resto di un motore di aereo. Nessun altro. Se la tua professione non è inerente ai fatti dell'11/9, perché hai tante certezze?

Poi vorrei dirti Paolo,che dopo averti visto alle iene e matrix,non capisco questa tua premeditazione su "september clues".

"Premeditazione"? Caso mai è vero il contrario, è vero che "September Clues" è un documento "premeditato"... e non solo.

Ti ritengo fino a prova contraria,uno che approfondisce gli argomenti,e alla volte riesce anche a smontarli. Sarebbe interessante se smontassi anche questo documentario secondo me.

Si, certo... come se la gente non avesse nient'altro da fare... mi smonti questo, mi smonti quello... eddai, un altro ancora...

Se tu avessi letto tutto il materiale presente su questo blog, ti saresti reso conto che Paolo ha già smontato quel "documentario".

Per quanto riguarda il discorso di traiettoria e prospettiva,hai in parte ragione sul termine. Dico in parte,perchè l'aereo nei vari filmati,ha una traiettoria prima dell'impatto,calcolabile in gradi come si vede nei filmati, che muta in diverse occasioni,negli stessi secondi si intende.

E tu calcoli i "gradi" di una traiettoria da un filmato, che rappresenta una realtà tridimensionale utilizzando solo due dimensioni? Ci spieghi come fai?

Come i palazzi che nei primi piani dei network americani non sono negli stessi punti,e variano la loro posizione,e quella non è prospettiva assolutamente,è solo assurdità no?

Ah, sono i palazzi che variano la loro posizione? Se questo è uno degli assunti alla base dell'analisi... che dire...

Ultima cosa,non notate, nei filmati che avete anche Voi,che nonostante il secondo impatto fosse ripreso dalle migliori apparecchiature televisive del mondo,non sia mai nitido al 100%?

Hai ragione, al cinema si vedono meglio. Chissà perché.

L'11 settembre era una splendida giornata di sole, ricordiamolo.

Già. Chissà perché, visto che era una bella giornata di sole, non sono riusciti a fare delle riprese cinematografiche.

Visionate "september clues", e chiedo nuovamente e cortesemente a Paolo,di farci,(come ne avrà tempo) un articolo ed aprire un dibattito.

Dibattito? E di cosa dovremmo dibattere, di grazia? Delle teorie farneticanti dell'ultimo conoscitore della sola ed unica verità sul complotto mondiale del secolo? Dell'ennesima persona al mondo che ha scoperto il segreto più sconvolgente degli ultimi anni semplicemente guardando dei filmati sgranati e sfuocati? Se a te non basta la presenza dei rottami dell'aereo tra le macerie del WTC, di cosa vuoi discutere?

Hanmar ha detto...

Vi chedo scusa, non sono Hanmar ma il suo gatto che sta passeggiando sulla tastiera.

Penoso oltremodo...

Per quanto riguarda le eventuali qualifiche io NON sono ne' ingegnere, ne' opero nel campo aeronautico professionalmente, ma ho avuto la "fortuna" di aver visto come si riduce un propulsore di un Su27 dopo l'impatto a bassa velocita' e bassissima quota (Salgareda 9/09/1990 Link

Posso assicurare che era conciato male.
Figuriamoci dopo aver attraversato un intero grattacielo a tutta velocita', essere precipitato al suolo e rimbalzato alcune volte.

Saluti
Hanmar

Francesco ha detto...

Come non detto. "september clues" secondo tutti Voi è una balla a prescindere,e l'America che si fa fregare da 19 islamici,quella è la storia vera, si certo.Hanmar,complimenti per la battuta,la accetto e mi fa sorridere,non si può credere a uno sconosciuto. Buona informazione,e auguri a tutti. Dopo solo 1 giorno,tolgo il disturbo da questo sito. Francesco M. Sottufficiale di Marina.

Paolo Attivissimo ha detto...

Come al solito, il Vero Complottista si riconosce dal rumore che fa sbattendo la porta nell'andarsene, scocciato perché non facciamo esattamente quello che vuole lui.

Francesco, ma non te ne eri andato via indignato già un paio di volte in passato? Boh.

Forse quelli erano altri tuoi fratelli malvagi che ti rubavano la password. La tua dev'essere una famiglia molto numerosa, ma poco astuta in fatto di sicurezza informatica.

Logan7 ha detto...

Francesco ha detto...

Come non detto. "september clues" secondo tutti Voi è una balla a prescindere

Secondo me è peggio che una balla, quando qualcuno si permette di mettere in dubbio che siano morte centinaia di persone (mi riferisco a quelle presenti negli aerei che sarebbero delle "animazioni grafiche" sovraimposte al video in tempo reale per nascondere il missile che è quello che in realtà ha colpito il WTC... e già a scrivere queste cose mi girano...) sulla base delle sue sensazioni fondate sul nulla e sorrette da una fantasia malata e qualche filmato sgranato, compresso all'inverosimile e sfocato... secondo me in questo caso si parla di sciacallaggio, non di una semplice balla.

A prescindere tendo a dare ascolto a chi non pretende che io creda in modo acritico a qualsiasi teoria "alternativa". A prescindere ho bisogno di qualcuno che usi argomenti seri. A prescindere.

,e l'America che si fa fregare da 19 islamici,quella è la storia vera, si certo.

E questa chi te l'ha fatta bere? Mi sa che hai le idee sempre più confuse. Di leggere il blog di Paolo con attenzione non se parla proprio, eh?

Hanmar,complimenti per la battuta,la accetto e mi fa sorridere,non si può credere a uno sconosciuto.

Dipende da quello che dice lo sconosciuto. Se mi dice che per lui la bibbia è un filmato che afferma che qualcuno, in tempo reale, ha sovrimposto ad un missile che si stava infilando dentro il WTC un aereo di linea... si, tendo a non credergli. E ad avere anche poca pazienza.

Buona informazione,e auguri a tutti.

Ma cos'è, non hai proprio niente da dire? Qui si fa buona informazione, quella che a te non interessa visto che non ti sei degnato minimamente di investire il tuo tempo leggendo il materiale che Paolo ha messo insieme.

Dopo solo 1 giorno,tolgo il disturbo da questo sito. Francesco M. Sottufficiale di Marina.

Ci mancherai. Nascondi bene la password, dovesse trovarla tua sorella o qualche altro membro della tua famiglia...

Logan7, Sandman.

Anonimo ha detto...

Se, ma forse...
La veritá é che potrebbe benissimo piovere dal bagagliaio di qualcuno che ha trasportato qualche "reperto" per i gonzi...
La veritá scientifica é che nessuna Teoria potrá mai essere provata (Popper) ma potrá altresí essere falsificata (con anche una sola inconsistenza) e mi pare che la teoria ufficiale faccia acqua da tutte le parti... ma i gonzi amano l'acqua, come i bambini.

Paolo Attivissimo ha detto...

La veritá é che potrebbe benissimo piovere dal bagagliaio di qualcuno che ha trasportato qualche "reperto" per i gonzi...

Perché se non fosse stata piazzata quella cuffia, nessuno avrebbe creduto all'attentato. Proprio nessuno.


La veritá scientifica é che nessuna Teoria potrá mai essere provata (Popper) ma potrá altresí essere falsificata (con anche una sola inconsistenza) e mi pare che la teoria ufficiale faccia acqua da tutte le parti

E' facile dire "la teoria ufficiale fa acqua". Devi documentarlo. Vediamo se sei capace.

Poi ci presenti anche una versione dettagliata di come sono andate le cose secondo la tua teoria alternativa. Ma mi raccomando: che non contenga nemmeno una sola incoerenza, altrimenti, come dici tu citando maldestramente Popper, è falsificata.

Giuliano47 ha detto...

Per Francesco (o suo fratello)

"e l'America che si fa fregare da 19 islamici,quella è la storia vera, si certo".

Ne era bastato solo uno di islamico per far esplodere quasi 700 chili di esplosivo nei sotterranei di una torre del WTC portati con un furgoncino e danneggiandola seriamente e con morti e un migliaio di feriti: l'autista.

Logan7 ha detto...

Anonimo ha detto...

Se, ma forse...
La veritá é che potrebbe benissimo piovere dal bagagliaio di qualcuno che ha trasportato qualche "reperto" per i gonzi...


Hai un concetto molto curioso della verità. Ed anche del modo in cui i "gonzi" si fanno convincere dai reperti recapitati a bella posta da "qualcuno". La verità è che la tua affermazione vale zero, se non è supportata da prove. In effetti, più che di una verità, si tratta di una ipotesi basata sul nulla. Magari è più semplice dare del "gonzo" a chi crede ad una cosa come quella.

La veritá scientifica é che nessuna Teoria potrá mai essere provata (Popper) ma potrá altresí essere falsificata (con anche una sola inconsistenza) e mi pare che la teoria ufficiale faccia acqua da tutte le parti... ma i gonzi amano l'acqua, come i bambini.

Verità scientifica? Popper? Bah.

OrboVeggente ha detto...

quando ero piccolo, credevo che il mondo fosse diviso tra buoni e cattivi.
I primi facevano il bene benissimo, i secondi il male malissimo.
Ma nessuno moriva davvero alla fine, perchè i cattivi erano anche maldestri e poi si pentivano e facevano pace tutti assieme.
E l'America era invincibile perchè c'aveva i missili e i supereroi che la difendevano e nessuno poteva fare niente all'America e ai suoi amici perchè poi in Giappone c'erano i robot giganti.

Poi sono cresciuto.

OrboVeggente ha detto...

anonimo:
e mi pare che la teoria ufficiale faccia acqua da tutte le parti

Esiste una "teoria ufficiale"?
Diavolo, non lo sapevo. Hai qualche link?
E dov'è che farebbe "acqua" questa teoria?

E se non esistesse una Teoria ufficiale, e non esistesse nemmeno un solo "punto debole" nella ricostruzione documentata, tu che affermi questo cosa saresti (aggettivo in italiano corrente)?

SirEdward ha detto...

Se, ma forse...
La veritá é che potrebbe benissimo piovere dal bagagliaio di qualcuno che ha trasportato qualche "reperto" per i gonzi...
La veritá scientifica é che nessuna Teoria potrá mai essere provata (Popper) ma potrá altresí essere falsificata (con anche una sola inconsistenza) e mi pare che la teoria ufficiale faccia acqua da tutte le parti... ma i gonzi amano l'acqua, come i bambini.


la verità è che proprio perché non è possibile escludere in senso assoluto l'esistenza di qualcosa, allora ci sarà sempre gente che non avrà voglia di guardare in faccia la realtà trincerandosi dietro a quella minima speranza di non veder disillusi i propri sogni e inventando nuove ipotesi fantasiose per giustificare altre ipotesi fantasiose: "ah, ma tutto questo potrebbe essere falsificato; non ne ho nessuna prova, ma dato che potrebbe esserlo, allora posso continuare a pensare che è falsificato finché non mi dimostri il contrario".

E' quello che fanno i complottisti continuamente. Nessuna prova, ma se non dimostri l'infondatezza di una teoria senza prove e mutevole nella sua definizione, allora si sente in diritto di crederci quanto gli pare ed esige rispetto e uguaglianza con le tue idee sostenute da tonnellate di materiale.

In effetti il complottista non vuole "capire", ha già la sua verità. Il suo sforzo mentale si traduce nel "il debunker mi attacca, vediamo dove sbaglia questa volta".

Non è più un ragionare su quello che viene detto e cercare di capire se ha senso, si tratta di un ragionamento che nasce da un pregiudizio di errore in cui l'unico scopo è trovare l'errore.

Qualsiasi errore. Come negli indovinelli della settimana enigmistica: l'errore c'è, trovalo. Quando sembra di averlo trovato, eccolo comparire nel testo scritto di risposta al "debunker".

"C'è una cuffia, forse da pilota".

Vediamo dov'è l'errore (che sicuramente c'è): eccolo! Quella cuffia potrebbe essere stata messa lì da chiunque.

Certamente! Peccato che ci si dimentica il fatto che è la versione "classic" che ha come prove decine di filmati, di rottami, di testimoni e di altro materiale per dire "al WTC si sono schiantati due aerei", forse vicino al motore di uno di loro è stata fotografata una cuffia da pilota.

La teoria alternativa non ha ALCUNA prova di nulla. Certo quella cuffia potrebbe anche essere stata messa lì da qualcuno, ma non è altro che il parto della fantasia dei criticoni che vogliono per forza trovare cose che non vanno bene.

Con il solo aiuto della mente si può dire tutto e il contrario di tutto. "Ehi! lo sai che dentro le macchinette della Coca-Cola ci sono gli omarini! Esiste il filmato che li fa vedere! Ma loro sono furbi e quando apri la macchinetta ti condizionano la mente a credere che ci sia solo qualche ingranaggio meccanico. E' un complotto!. Ecco, non c'è quasi limite alla fantasia.

Ma questi sono gli eccessi della fantasia. Esiste una realtà comune ed esiste il modo di trovarsi d'accordo sulle cose partendo dall'esperienza. Usiamolo, no?

Anonimo ha detto...

Io i video di settember clues li ho visti tutti...all'inizio ho riso...poi ho pensato che tanta gente ha poco da lavorare...poi ho capito perche' maghi e maghelle varie fanno tanto successo nel mondo...quei filmati sono l'accozzaglia piu' deprimente e fastidiosa di interpretazioni faziose e ridicole a video e filmati di cui e' comunque difficile dimostrare la genuinita'(nel senso che secondo me questi paladini della verita' hanno giocato un po' con certi video per avvalorare le loro ipotesi)...quei video sono tempo perso...l'ennesima pagliacciata' di chi non vuole vedere la realta ma preferisce costruirla a modo suo...fa bene paolo a non sprecare tempo su quelle "interpretazioni"...

Anonimo ha detto...

ciao, sono il fratello di francesco, il sottufficiale di marina. visto che lui si e' fatto furbo, sono costretto a inserire il mio commento come anonimo...

E invece no, mi chiamo Giampiero e sono in ordine di tempo l'ultimo entrato nella cricca dei cagnolini scodinzolanti... questo commento e' fuori traccia: volevo solo RINGRAZIARVI CON IL CUORE E CON L'INTELLIGENZA per il lavoro che state facendo, per la pazienza di visionare tutti i documenti, per il vostro apporto critico alla materia rispetto al quale qualsiasi altro studio (studio?) diventa... ZERO.
E ve lo dico con quel senso di sollievo di chi si guarda indietro e pensa: "occazzo, per poco non ci credevo, che gli aerei erano telecomandati, che il buco sul pentagono e' di cinque-metri-ripeto-cinque-metri, che le torri sono crollate per demolizione controllata e occulta".
A proposito, un sacco di gente mi dice che questo "e' evidente" guardando le riprese: non e' un po' da sprovveduti pensare che i macchinatori di un complotto tanto diabolico non si accorgano che poi tutto il loro lavoro possa essere "evidentemente" smascherato alla PROVA TV? forse credono che sia una partita di calcio? ma vaglielo a spiegare, alla gente.
io avrei una gentile richiesta (e se finora sono andato fuori tema e continuero' ad andarci non mi importa che non inseriate il commento): un link definitivo dove poter visionare tutte le foto sul Pentagono e un articolo futuro in cui si affronti la questione dell'antrace successiva all'undici settembre.

Di nuovo grazie del lavoro, della serieta', dei fatti addotti a testimonianza. Essi'... ci vogliono i fatti, senno' le chiacchiere stanno a ZERO... (questa e' penosa).
ciao.

giampiero cordisco
gia.cordisco@libero.it

Paolo Attivissimo ha detto...

Ciao Giampiero, grazie a nome di tutti per l'incoraggiamento.

non e' un po' da sprovveduti pensare che i macchinatori di un complotto tanto diabolico non si accorgano che poi tutto il loro lavoro possa essere "evidentemente" smascherato alla PROVA TV?

Certo che lo è, ma questo è uno dei presupposti del cospirazionismo.


un link definitivo dove poter visionare tutte le foto sul Pentagono

Sono letteralmente migliaia: non c'è speranza di pubblicarle tutte. Le stiamo pubblicando in parte, quelle più significative, nei vari articoli e negli archivi di Picasa e Flickr.

e un articolo futuro in cui si affronti la questione dell'antrace successiva all'undici settembre.

Questo personalmente mi intrigherebbe molto, ma è un po' fuori tema rispetto all'11/9: è letteralmente un'altra serie di attentati, con dinamiche e svolgimenti molto differenti e soprattutto con meno miti e teorie da sfatare. Vedremo cosa si può fare, comunque.

Anonimo ha detto...

"non e' un po' da sprovveduti pensare che i macchinatori di un complotto tanto diabolico non si accorgano che poi tutto il loro lavoro possa essere "evidentemente" smascherato alla PROVA TV?"

I cospirazionisti hanno previsto questa obiezione, e ti risponderebbero che i Poteri Occulti l'hanno fatto apposta, per rendere assurda (e perciò non smentibile) la Versione Ufficiale.

Delirio puro, ma così mi è stato risposto da un complottista "esoterista".

Sergio D.

Anonimo ha detto...

Salve...

Volevo aggiungere qualche informazione che potrebbe tornare utile alle vostre ricerche.

La cuffia del pilota nella foto dimostrativa e' una David Clark (probabile modello H10.134 o H10,13x), questo genere di cuffie e' considerato il top delle cuffie intercom per avionica. Modelli di cuffie David Clark si possono vedere indossate da attori che recitano la parte di piloti di linea praticamente in tutti i film e telefilm americani dove una simile parte e' richiesta.

Effettivamente e' vero che le due cuffie a disposizione in cabina montano i padiglioni auricolari sfalsati in modo che il cavo con gli spinotti sia sempre rivolto verso il centro del quadro comandi evitando cosi' di intralciare i piloti, ma e' altresi' vero che e' sempre il padiglione con il cavo quello che monta il microfono. Ho fatto molte ricerche in rete e finora non ho trovato una sola cuffia con microfono montato dalla parte opposta. Il perche' e' anche abbastanza ovvio, si evita di dover allungare il gia' "fragile" segnale microfonico (basso livello audio) con altri inutili centimetri di cavo che potrebbero introdurre rumori e ronzii, parallelamente la costruzione della cuffia risulta molto piu' semplice.
La comparazione con la cuffia di Murray St. ci mostra invece una cuffia con la (presunta) astina del microfono montata dalla parte opposta rispetto l'ingresso del cavo spiralato. Una incongruenza notevole oppure volutamente costruita a mano. L'astina microfonica e' inoltre molto strana in questa foto, sembra rivestita con una guaina di stoffa che si sfilaccia in cima, dove avrebbe dovuto esserci il microfono. L'astina microfonica normalmente e' di plastica o di metallo senza rivestimento alcuno.

In questa cuffia il cavetto destinato a passare sotto l'archetto che sostiene i padiglioni auricolari (porta il segnale audio dal padiglione sinistro a quello destro), e' in bella vista e sembra uscire quasi da un punto a caso del padiglione sinistro invece di essere nascosto per questioni estetiche dietro lo stesso archetto, come usano fare le case produttrici di cuffie. Lo stesso spessore del cavo sembra esagerato.

Lo spinotto della foto e' un banalissimo DIN volante in metallo con 5 o piu' "pin", non e' uno spinotto particolarmente robusto, pur essendo in alluminio (o una sua lega), basta camminarci sopra una volta e viene subito ovalizzato perche' e' vuoto all'interno, questo rende impossibile inserirlo nella presa. Non ci sara' voluto molto per ridurlo nelle condizioni della foto.

Certamente puo' essere considerato uno standard in ambito amatoriale o semi-professionale.
Certamente qualche presa DIN sara' montata nella cabina degli aerei per qualche funzione particolare.
Altrettanto certamente non e' lo standard per le cuffie da intercom che sono usualmente prodotte usando come connettori terminali standard (questa volta si') due spinotti Jack maschio da 6,3 mm (uno con tre capi per i tre fili necessari alle cuffie e uno a due capi per i due fili necessari al microfono), a volte i Jack possono essere sostituiti da due spinotti XLR (pur rimanendo in un ambito standard).
Ovviamente qualsiasi produttore puo' usare gli spinotti che preferisce, anche triangolari, ma se gli aerei di linea italiani usano come standard da intercom poveri DIN a 5 (o piu') poli, beh... vuol dire che quantomeno qualcuno dovra' sostituire gli spinotti originali delle cuffie con spine DIN in metallo prima di passarle ai piloti (non voglio neanche pensare che usino quelle in plastica).

Suppongo avrete gia' notato la differenza dei punti di fissaggio dell'archetto sui padiglioni auricolari. Nella cuffia di Murray St. viene usato un unico punto di ancoraggio basculante centrale, mentre nelle David Clark il fissaggio e' realizzato con due perni laterali per ciascun padiglione, soluzione piu' robusta. Questo perlomeno ci rassicura che non sono entrambe cuffie David Clark.

Concludo questo lungo post (scusatemi) con l'impressione che la cuffia di Murray St. sia un prodotto non professionale di bassa levatura, probabilmente senza quel microfono che a tutti noi sembra di vedere.
Se comunque il microfono ci fosse la vedrei usata accettabilmente in una cabina di traduzione simultanea, oppure da un radioamatore oppure ancora da un cameraman. Questi ultimi, pur scambiandosi attrezzature di ripresa tendono sempre ad usare la stessa cuffia (per una questione di igiene) e per riconoscerla spesso scrivono il loro nome su una etichetta posta proprio sulla parte superiore dell'archetto e per farsi distinguere a distanza spesso ricorrono al trucco usato dai fonici per riconoscere al volo i microfoni, ovvero ci attaccano sopra segnali di diversi colori, come magari un nastro adesivo rosso.

Grazie della pazienza e per avermi ospitato
cordiali saluti.

Giuliano47 ha detto...

Anonimo, ma se continui cosi' questo blog si trasformera' in un Wikipedia sulle sole cuffie! :-)

Deduco dalle tue osservazioni che la cuffia sia appartenuta ad un cameraman o altro, intervenuto in zona al momento dell'attacco, e che la cuffia poi si sia persa nel trambusto. Che so io, in fuga durante il crollo.