2009/05/12

2009: aereo di linea attiva segnale di dirottamento, non viene abbattuto

di Paolo Attivissimo

Esiste una diffusa mitologia secondo la quale già prima dell'11 settembre vi fosse l'ordine di abbattere senza esitazione gli aerei di linea fuori rotta o che risultassero dirottati. Questo non è vero neppure oggi, dopo gli attentati che hanno inasprito le regole di gestione degli eventi aerei.

Una dimostrazione eloquente del reale stato delle cose è avvenuta l'11 maggio 2009. Il volo American Airlines 535, un Boeing 737 con oltre 150 passeggeri a bordo, era in arrivo da San Juan, in Portorico, quando in cabina di pilotaggio è stata inavvertitamente commutata la frequenza del suo transponder, regolandola su quella da utilizzare in caso di dirottamento.

L'aereo è stato intercettato dai caccia della Homestead Air Force Base, ma non è stato abbattuto, bensì scortato fino ad atterrare in un'area isolata dell'aeroporto internazionale Miami, dove la polizia ha messo in sicurezza il velivolo. Non ci sono stati feriti.

(fonte: AP tramite KJRH)

7 commenti:

elevenbravo ha detto...

Ennesima prova di come funziona il mondo reale, al dilà di ciò che pensano gli ingenui/male informati.

Come più volte detto, modificare o spegnere un transponder è questione di poco: basta girare o premere dei bottocini sul pannello dell'apparato, posto comodamente a portata di mano dei piloti e di chi entra nel cockpit.

Gli aerei sono fatti così: sono pieni di cosette che se toccate a casaccio causano un sacco di danni (tipo le shutoff dei motori, che interrompono il flusso di carburante), ed il bello è che, ovviamente, queste cose non sono tenute sotto chiave.

D'altra parte l'idea originale era che nel cockpit ci dovessero stare solo i piloti, che sanno dove e come mettere le mani.
Ma talvolta sbagliano anche loro.
Per far partire il codice di "unlawful interference" basta digitare 7500 (non sto svelando un segreto, è scritto anche sulla bibbia dei somari, Wikipedia)

Alla faccia del transponder "difficile" o "impossibile" da spegnere...

Eh, il cuggino di Paolo aveva ragione...

11b

brain_use ha detto...

Quoto elevenbravo appieno.

Ma... per cortesia, non associamo il nobile animale alla pressopochista uicchiclopedia!

Henry62 ha detto...

Sam,
puoi mandare tutti i messaggi infarciti di volgarità che vuoi, ma non saranno pubblicati.

Se la coprolalia fosse materia di insegnamento, tu saresti docente emerito.

A non più risentirti.

Pax ha detto...

Eh eh... Forse i complottisti vivono ad Hollywood dove ovviamente, per esigenze di drammaticita' e scenografia, far apparire un F-14 Tomcat che lancia un paio di sidewinders contro un un boeing a cuor leggero e' una cosa comune. Purtroppo i movies non sono la realta'.

Camicius ha detto...

Purtroppo i movies non sono la realta'.Direi per fortuna...
Non sarebbe bello che un F-14 tirasse due Sidewinder in un aereo civile solo perché ha un codice errato o non risponde alla radio...

Dan ha detto...

Segnalo un refuso: "..la polizia ha messo in sicurezza il veliColo."

Hammer ha detto...

Dan,

ho corretto. Grazie.