2008/11/11

Barack Obama, debunker involontario

di Paolo Attivissimo

I complottisti undicisettembrini ci hanno rintronato per anni con le loro fosche previsioni di un Nuovo Ordine Mondiale, sostenendo che i neocon avrebbero fatto qualsiasi cosa, compreso un autoattentato, pur di restare al potere; anzi, l'11 settembre era stato messo in scena apposta.

C'era chi preannunciava addirittura un "quarto Reich", come Maurizio Blondet, e diceva che "Cheney, Rumsfeld e i neocon al potere dietro le spalle della loro marionetta presidenziale... non hanno da temere elezioni né rivolta degli elettori, finchè la lobby ebraica lo sostiene."

E invece è stato eletto Barack Obama.

Eletto, oltretutto, con un risultato plebiscitario e di portata storica. E allora come la mettiamo? Tralasciando per pudore l'antisemitismo di certe sparate, sarà molto interessante vedere quali contorsioni mentali verranno partorite dai complottisti per giustificarsi.

Viene quindi a mancare spettacolarmente uno dei pilastri ideologici del movimento cospirazionista: la strenua lotta contro il "regime fascista" di Bush, Cheney e Rumsfeld e la difesa del cittadino-pecora (sheeple) dall'imminente colpo di stato neoconservatore, con tanto di campi di concentramento gestiti dalla FEMA (Comedonchischiotte.net; Luogocomune.net; Effedieffe.com; Alex Jones) e 30.000 ghigliottine (sic) per i sovversivi, come sostiene James Fetzer (spiegazione qui).

In che modo la vendita di cappellini e magliette potesse contrastare l'ascesa di un siffatto stato totalitario, e come mai chi rivelava il colpo di stato in preparazione fosse (e sia tuttora) libero di parlare invece di diventare un desaparecido ghigliottinato, non è ben chiaro, ma per fortuna non sono i debunker a doverlo spiegare.

I complottisti si sono insomma atteggiati per anni a paladini della libertà, ultimo baluardo per la difesa del mondo dall'Apocalisse totalitaria, attirando il consenso di chi aveva forti antipatie per il governo Bush. Ora l'elezione di Obama toglie da sotto i piedi dei cospirazionisti il comodo tappeto di questo alibi ideologico e gratta via in un sol colpo la tenue patina di rispettabilità di cui cercavano di ricoprirsi.

Il declino, tuttavia, è già in atto da tempo. Questi sono i dati di accesso a 911blogger.com degli ultimi dodici mesi:



Secondo i dati raccolti da Screwloosechange, il consueto picco di accessi di settembre di 911blogger si era attestato rispettivamente intorno al 34% e 36%, rispetto ad agosto, nel 2006 e nel 2007; quest'anno il picco si è fermato all'11%. Gli accessi di ottobre 2008 sono stati 142.838, che è il valore più basso da giugno 2006 (marzo 2008 non conta per via di un problema con il sistema di rilevamento Sitemeter). Rispetto ad ottobre 2007, il calo è un inesorabile 39%.

Anche in termini assoluti, il numero di frequentatori di 911blogger è ormai ridicolo: per chi sostiene che l'opinione pubblica sia largamente schierata con i cospirazionisti, faccio notare che un banale blog in lingua italiana, dunque privo di risonanza o fruibilità internazionale, gestito da una sola persona (il sottoscritto), ha largamente superato 911blogger per 11 mesi su 12.



Per contro, l'interesse verso il debunking e l'analisi seria degli eventi dell'11 settembre risulta in costante aumento: segno che l'argomento è ancora di grande attualità, ma che le chiacchiere vuote dei cospirazionisti fanno sempre meno presa. Per esempio, qui sotto sono riportati i dati statistici di Undicisettembre, dall'inizio dei rilevamenti fino a ottobre 2008: si notano i consueti picchi d'interesse a settembre che punteggiano un andamento generale in crescita.




Ci libereremo mai del cospirazionismo intorno all'11 settembre? E' improbabile. Dopo quarant'anni, il cospirazionismo intorno agli sbarchi umani sulla Luna, all'assassinio di John Fitzgerald Kennedy, alla morte di Marilyn Monroe o a quella di Elvis Presley esistono ancora, sia pure come rumore di fondo nel normale chiacchierìo della vita sociale. Per cui è prevedibile che anche il "movimento per la verità" si annacqui progressivamente allo stesso modo, senza mai scomparire.

Ed è altrettanto prevedibile che l'elezione di Barack Obama contribuirà a portare questa diluizione a livelli omeopatici.

19 commenti:

Ice_Rocket ha detto...

Faccio un commento ingenuo:
Ipotesi: il 9/11 è stato un autoattentato organizzato dall'amministrazione Bush; la cosa è nota, banale (dopotutto per accorgersi che è tutto finto bastano le osservazioni di qualunque 4 in matematica "yo yo"), possibile che mai nessun politico ha mai usato questo fatto per contrastare il governo?
Intendo: in Italia si usa una battuta di spirito per dar vita ad una polemica senza fine...negli USA non si usa un autoattentato da 3000 vittime per far politica?

Note:
Risposte che includono l'interrogazione della senatrice "tizia" il giorno "tot" non hanno senso: una rondine non fa primavera e, leggendo quella domanda, non era un'accusa complottista.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Mah, in realtà i complottisti ci hanno messo 5 minuti a correggere il tiro: Obama ha vinto perchè la lobby ebraica lo ha sempre sostenuto contro Clinton e McCain, troppo indipendenti:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-1163.htm

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-1192.htm

Ice_Rocket ha detto...

Vabbè, questa è paranoia.
Vorrei chiedere al tizo dell'articolo se ha uno straccio di prova per sostenere le sue "romantiche cazzate"? (è una citazione Henry; stavolta ti ho fregato :P)

Qquadro ha detto...

Certo che è paranoia.
In ogni caso vincono sempre loro.
Loro chi?
Insomma gli altri, i cattivi.
Ma è una mia impressione o gli articoli contro Obama non erano così frequenti prima che avesse vinto (intendo non quelli da campagna elettorale dei repubblicani et affini nostrani)

yos ha detto...

L'ipotesi più verosimile per spiegare il fatto che un numero sempre maggiore di persone legga i siti di debunking, rispetto ai siti cospirazionisti, è che il numero di persone coinvolte nel complotto sia in constante aumento ...

brain_use ha detto...

Esatto yos: entro un paio d'anni resteranno fuori dal Grande Complotto, qui da noi, solo Mazzucco, Blondet, Chiesa e... Neoprog.

In ogni caso, su LuCom stanno già scoprendo gli infiniti intrighi che il NWO ha ordito per portare Obama alla presidenza...

yos ha detto...

Brain_use
entro un paio d'anni resteranno fuori dal Grande Complotto, qui da noi, solo Mazzucco, Blondet, Chiesa e... Neoprog.

Ma sono loro che non vogliono entrare a far parte del complotto oppure nessuno li ha mai invitati ??


Brain_use

In ogni caso, su LuCom stanno già scoprendo gli infiniti intrighi che il NWO ha ordito per portare Obama alla presidenza...


Confermo: ecco il video di come sono andate le operazioni di voto:
Video 1
E' una ripresa fatta all'interno di una cabina elettorale.


Naturalmente prima di sistemare tutte le macchine elettroniche, la Fox ha mandato in onda un cartone animato in cui si mostrava l'inghippo, in modo da abituare la gente che non ci fosse nulla di strano (più o meno come le scie chimiche occultate nella pubblicità per abituare la gente che non c'è nulla di strano)

cartone animato della Fox

Foxxya ha detto...

Nessun accenno a Chintya MCKinney?

Foxxya ha detto...

PS: forse anche per Obama c'è un atto notarile di Occhetto.

hahahaha...

(ma perchè rido, che invece c'è da piangere...boh)

usa-free ha detto...

Uhm...

Obama mi sembra più a rischio attentato dei suoi predecessori, per il colore della pelle e per le sue origini.

A voi no? Io un pò di preoccupazione ce l'ho. Mah, sarò paranoico :)

brain_use ha detto...

Sì, usa-free, sono d'accordo.
Ma ti assicuro che all'ultima convention del NWO non se ne è parlato... ;-)

usa-free ha detto...

Meno male, spero vi occupiate del programma principale, ovvero rendere sterili tutti i Texani bianchi con irrorazioni chimiche mirate :D

Ice_Rocket ha detto...

"Obama mi sembra più a rischio attentato dei suoi predecessori, per il colore della pelle e per le sue origini."

Qualcuno ha verificato la notizia data che al-Q si è già fatta viva contro Obama?

Henry62 ha detto...

Per l'utente Marco

il tuo commento non viene pubblicato perchè contiene insulti personali ed affermazioni anche gravi prive di qualunque sostegno documentale.

Per quanto riguarda l'approccio "geopolitico" all'11 settembre, credo sia inutile ribadire quanto si discosti dal metodo scientifico che è alla base di ogni ricerca tecnica.

Se non condividi quanto scritto nelle pagine di questo blog, sei liberissimo di farlo, ma per nessun motivo ciò deve trascendere nell'insulto.

Ti ricordo inoltre che fino a prova contraria esiste la libertà di opinione e di espressione, per cui, se non ti va di leggere determinate argomentazioni che non condividi, sei liberissimo di passare oltre.

Saluti

Hammer ha detto...

Aggiungerei a quanto detto da Henry che se un lettore è ancora fermo al rapporto FEMA ha vari anni da recuperare.

Marco, studia i rapporti tecnici (ti do un suggerimento... NIST) e la buona educazione. Poi, dopo che avrai studiato, potrai tornare.

Hammer ha detto...

Marco,

fatti una bella doccia fredda e beviti una camomilla.

Finchè continui a vomitarci addosso accuse infondate i tuoi commenti finiranno nel cestino.

Forse non ti è chiaro il concetto che sei ospite.

emilator ha detto...

Diluizione a livelli omeopatici mi fa sbregare dal ridere! Grande Paolo!

Giuliano47 ha detto...

A proposito del post "Il colpo di stato piu' lento nella storia", con la vittoria di Obama il colpo di stato e' pure fallito.
Ma non sarebbe stato meglio per Bush fare un colpetto semplice semplice, come un qualunque dittatorello del Sudamerica? :-)

Dan ha detto...

"Ma sono loro che non vogliono entrare a far parte del complotto oppure nessuno li ha mai invitati ??"
Ma chi ce li vuole! Questi sono imbranati a inventarsi teorie di complotto, ve l'immaginate che disastri combinerebbero nel nostro settore, dove segretezza e rigore regolano ogni aspetto della vita? No no, meglio che restino dove sono, non possiamo rischiare di essere scoperti per colpa loro.
Vero Paolo?

"Obama mi sembra più a rischio attentato dei suoi predecessori, per il colore della pelle e per le sue origini."
Indubbiamente, con i KKK e i White supremacists ancora a piede libero, è un pericolo concreto... però adesso Obama avrà scorta presidenziale, quindi di tutto rispetto. Sapessi quanto mi fa piacere che "certa gente" si sia trovata ad avere un presidente negro... chissà come hanno reagito.

"A proposito del post "Il colpo di stato piu' lento nella storia", con la vittoria di Obama il colpo di stato e' pure fallito."
Ecco, vedi? A prendersela troppo comoda alla fine hanno fallito. Che peccato, l'avevano preparato per tanti anni, e poi...