2008/02/16

Due parole sulla moderazione

di Paolo Attivissimo. L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

E' con molto rammarico che viene introdotta da oggi la moderazione preventiva dei commenti. Nessun commento verrà pubblicato automaticamente; dovrà essere prima approvato da uno dei moderatori.

Il bombardamento di troll e provocatori di questi giorni ci ha permesso di raccogliere, nei commenti, un quadro molto chiaro del genere di persona che crede alle teorie cospirazioniste. Tuttavia il campionario è ormai più che sufficiente e non occorrono altri esempi. Inoltre stiamo perdendo troppo tempo in discussioni sterili con questi individui, che ci rallentano nella produzione di articoli. Con l'imminente processo agli accusati di Guantanamo e con il suo prevedibile fiume in piena di materiale documentale inedito, non possiamo permetterci distrazioni.

Capisco che la moderazione preventiva dia fastidio ai tanti fra voi che vogliono davvero intavolare una discussione seria, e che ci sono stati preziosi, in questi mesi di lavoro, anche nello snidare refusi e scovare documenti. Confido che saprete sopportare il disagio di non vedervi pubblicare i commenti immediatamente e mi impegno personalmente a essere celere nell'approvazione (ne ricevo notifica istantanea). Consolatevi pensando a quanto brucerà ai vari troll non poter più venire qui a dire scempiaggini, sporcare l'area commenti e farci perdere tempo.

Per alleviare leggermente il disagio, è stato eliminato il requisito di essere utenti Blogger per poter inviare commenti, e non viene richiesta la digitazione di parole distorte (captcha). D'ora in poi chiunque può inviare commenti. L'unico requisito per la pubblicazione di un commento è che sia civile. Non importa se siete contrari a quello che scriviamo: basta che lo diciate senza insulti e senza attacchi personali. Se trovate errori nei nostri articoli e li documentate, pubblicheremo le vostre segnalazioni.

Per le malelingue che insinueranno che si tratta di una subdola forma di censura: pazienza. Tanto vedete cospirazioni dappertutto, persino quando uno dei vostri "fantastiosi"* apre un blog-fotocopia di Undicisettembre e lo scambiate per una nostra perfida mossa per aumentare la nostra presenza su Internet. Del resto, la purga silenziosa dei commenti è una tecnica che voi conoscete e praticate con scioltezza. Per questo credete che gli altri siano altrettanto codardi. Pazienza.

Oltre mezzo milione di accessi indicano che sono in molti coloro che ci hanno seguito fin qui nel nostro viaggio. Perdere per strada qualche imbecille non potrà che levarci zavorra.

_________
*Contrazione (nata involontariamente in un altro articolo) di fantasioso, riferito all'assurdità delle teorie complottiste, e astioso, riferito al malanimo e alla paranoia che permeano i sostenitori di queste teorie.

30 commenti:

Giuliano47 ha detto...

Penso che la moderazione impegni gli amministratori del blog piu' della cancellazione di alcuni commenti di disturbo gia' pubblicati.

Paolo Attivissimo ha detto...

Non credo. Cancellare i commenti di disturbo porta via tempo. Se i disturbatori non si presentano neanche, perché sanno che non verranno pubblicati, ci guadagniamo.

Moderare richiede a noi moderatori soltanto una cliccata su un link nell'e-mail di notifica. Sia per approvare, sia per annullare.

axlman ha detto...

Ma anche cancellare un commento inopportuno porta via il tempo di una cliccata: dai Paolo, tanto lo sai che i disturbatori alla lunga si stancano comunque, anche se i commenti insulsi vengono cancellati dopo invece che prima.

La moderazione è giusta e sacrosanta, ma quella preventiva non mi è mai andata giù, sa troppo di censura.

Io del vostro giudizio mi fido, li ho visti i commenti che avete tolto ed erano assolutamente fuori luogo e da rimuovere (compresi certi miei che sono stati eliminati), ma chi arriva qui adesso non può conoscere nel dettaglio i precedenti che hanno portato alla tua decisione e potrebbe non fidarsi altrettanto del vostro giudizio: quindi (secondo me, sia chiaro) questa nuova politica porge il fianco a troppe critiche, anche giustificate, e dà indirettamente credito a chi pratica la vera censura.

axlman ha detto...

Due appunti, non pubblicateli, sono pinzillacchere.

Sestultima riga: «uno dei vostri fantasiosi» cosa?

Terzultima riga: Per questi —> Per questo.

Henry62 ha detto...

Ciao AXLMAN,
ma leggi bene.

Sestultima riga "fantaSTiosi" e in un aggettivo c'è più di molte parole!

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

Axlman: Grazie. Ho messo una nota a piè pagina di spiegazione del termine "fantastioso".


tanto lo sai che i disturbatori alla lunga si stancano comunque, anche se i commenti insulsi vengono cancellati dopo invece che prima.

E' proprio questo il problema: alla lunga. Credo di poter parlare anche per gli altri autori del blog se dico che siamo stanchi di offrire ospitalità a tutti, per poi vedere che se ne approfittano i buzzurri.

Che questa scelta porga il fianco non c'è dubbio, ma come ho scritto nell'articolo, lo porge soltanto a chi ci crede comunque "kamikaze di Bush" e simili. Una persona di buon senso si guarda le discussioni precedenti e capisce perché è stato necessario.

Patrizia ha detto...

Concordo abbastanza con il ragionamento di axlman, però la prospettiva di non perdere più tempo a leggere le trollate e gli insulti (con relative risposte di commentatori in buona fede) mi sembra molto attraente. In fondo chiunque potrà constatare che i commenti qui postati non saranno censurati anche se contrari alle opinioni di Attivissimo...

Giuliano47 ha detto...

Per dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, oppure per avere la botte piena e la moglie ubriaca: e' possibile buttare in un cestino i commenti non accettati, e che questo cestino possa comunque essere leggibile?
La censura comunque mi disturba, pero' se i commenti non accettati finiscono in un calderone, anche comune a tutte le sezioni del blog, e sono leggibili a piacere, mi va bene.
Vi sono difficolta' tecniche?

Paolo Attivissimo ha detto...

Giuliano,

richiederebbe troppo tempo e comunque toglieresti il commento dal suo contesto.

Inoltre daresti comunque ai troll la soddisfazione di veder pubblicati i loro insulti.

Henry62 ha detto...

Ciao Giuliano47,
bisogna chiarire alcuni concetti in merito alla gestione dei commenti.

Per quanto mi è dato sapere, il moderatore può solamente accettare o no il commento in fase di moderazione; una volta pubblicato, il commento è cancellabile dal suo autore se questo era un utente registrato oppure dai moderatori.

Non esiste possibilità di creare un repository.

Non parlerei affatto di censura, ma di prevenzione: sapendo che niente passa automaticamente, l'imbecille che vuole lasciare oscenità o spam o altro non ha più motivo di farlo.

Sul mio blog, per esempio, ho fatto scelte diverse rispetto a quelle di Undicisettembre:

- ho attiva la moderazione;
- possono lasciare commenti solo utenti registrati;
- ho creato un unico documento a cui agganciare commenti, sempre in prima pagina.

Perchè ho fatto questo?

Per un motivo molto semplice: la madre degli imbecilli è sempre incinta ed il mio tempo, essendo limitato, non lo posso certo sprecare correndo dietro a simili personaggi.

Ciao

Alessandro ha detto...

@giuliano47: non credo che blogger supporti qualcosa del genere... :(

brain_use ha detto...

Scelta difficile, ma comprensibile.

bifidus ha detto...

Ciao Paolo,
dici:

"E' con molto rammarico che viene introdotta da oggi la moderazione preventiva dei commenti."
Il mio rammarico è altrettanto nell' apprendere la notizia. :)
Ma sbaglio, o non è la prima volta che viene tentata questa forma di moderazione nel blog? Sarebbe interessante sapere perchè si è tornato indietro allora.

"Il bombardamento di troll e provocatori di questi giorni ci ha permesso di raccogliere, nei commenti, un quadro molto chiaro del genere di persona che crede alle teorie cospirazioniste."
Pensa che fino all' altro ieri pure io "credevo" ad alcune teorie cospirazioniste. Non so che "genere di persona" io fossi, ma sono contento di essere "cambiato". :-)

"Inoltre stiamo perdendo troppo tempo in discussioni sterili con questi individui, che ci rallentano nella produzione di articoli."
Khm...

"Con l'imminente processo agli accusati di Guantanamo e con il suo prevedibile fiume in piena di materiale documentale inedito, non possiamo permetterci distrazioni."
Rimuovere commenti idioti è tanto facile e veloce quanto un paio di click. Sai che distrazione. Tanto più che la maggior parte delle volte, tra troll e "utenti seri", non si arriva nemmeno a un centinaio di commenti per articolo.
Ad ogni modo, se così hai deciso e con questa "giustificazione", mi aspetterò UN FIUME di articoli non appena sarà cominciato il processo a Guantanamo. :)

"Confido che saprete sopportare il disagio di non vedervi pubblicare i commenti immediatamente e mi impegno personalmente a essere celere nell'approvazione (ne ricevo notifica istantanea)."
Io posso sopportare questo disagio, non ti preoccupare... ma mi spiace che tu debba impegnarti a stare quasi giorno e notte al pc solo per poter approvare o meno un mio qualunque stupidissimo commento.
In breve: della "moderazione preventiva" mi urtica il fatto che sia, per l' appunto, PREVENTIVA...
Il "problema" non sta certo nella tempestiva pubblicazione dei commenti e mi spiace che tu non abbia valutato questo aspetto.

"Consolatevi pensando a quanto brucerà ai vari troll non poter più venire qui a dire scempiaggini, sporcare l'area commenti e farci perdere tempo."
Sai che consolazione!
Io preferisco sapere che tu dormi bene la notte e preferisco anche trarre in prima persona le conclusioni di volta in volta.
Intendiamoci: io ho somma stima del tuo giudizio, però ... non vorrei dover venire a meno a ciò che da qualche anno vai dicendo: "Non fidatevi di nessuno e verificate da soli per quanto possibile."

"D'ora in poi chiunque può inviare commenti."
Scusami, ma viste le premesse, questa è veramente simpatica :)

"Oltre mezzo milione di lettori ci ha seguito fin qui nel nostro viaggio."
Ehm... il contatore indica 565000 e passa "accessi" alle pagine di questo blog, non il numero di utenti.
Sbaglio io? Sbaglio tu? Comunque sia, ti prego di correggere :), perchè questo è l' unico dato concreto del pezzo. Tutto il resto è molto opinabile.
Ah, a proposito: io avrei evitato il sottile riferimento alle "purghe". ("Un po' di rispetto per i morti!")
___________________________________



Ad ogni modo queste sono questioni secondarie rispetto ai temi trattati in questo blog, perciò colgo l' occasione per farti(vi) i miei complimenti per il lavoro svolto fino ad ora.

Paolo Attivissimo ha detto...

bifidus:

Ma sbaglio, o non è la prima volta che viene tentata questa forma di moderazione nel blog? Sarebbe interessante sapere perchè si è tornato indietro allora.

Non è la prima volta, e ogni tanto il problema si ripropone. Appena togliamo la moderazione preventiva, arrivano i troll. Abbiamo provato un paio di volte, e i risultati sono immancabilmente gli stessi.


Rimuovere commenti idioti è tanto facile e veloce quanto un paio di click. Sai che distrazione.

Non è così semplice: il vero troll non è così immediatamente riconoscibile. Non arriva qui, lancia in resta, a sciorinare insulti. E' più sfuggente. Arriva con una serie di domande da novellino, si spaccia magari per persona apparentemente competente ("pilota militare", per esempio), inizia la discussione e dopo una decina di botta e risposta salta fuori la sua vera natura. E nel frattempo abbiamo perso tutti tempo prezioso.


non si arriva nemmeno a un centinaio di commenti per articolo

Dici poco! Comunque non importa il numero di commenti, ma la loro qualità. Quelli buoni stavano finendo dispersi in un mare di trolleggi. In queste condizioni, i commenti utili (che arricchiscono il blog) diventavano inservibili per i lettori invece di essere una risorsa di approfondimento.


Ad ogni modo, se così hai deciso e con questa "giustificazione", mi aspetterò UN FIUME di articoli non appena sarà cominciato il processo a Guantanamo. :)

Ci stiamo lavorando già adesso.


ma mi spiace che tu debba impegnarti a stare quasi giorno e notte al pc solo per poter approvare o meno un mio qualunque stupidissimo commento

No, assolutamente: tanto ci devo stare per lavoro comunque.


Il "problema" non sta certo nella tempestiva pubblicazione dei commenti e mi spiace che tu non abbia valutato questo aspetto.

L'ho valutato, e da qui il mio rammarico. E' una scelta estrema ma a mio avviso necessaria per mantenere alto il rapporto "segnale/rumore" di questo blog.



non vorrei dover venire a meno a ciò che da qualche anno vai dicendo: "Non fidatevi di nessuno e verificate da soli per quanto possibile."

Non ti preoccupare: qui si tratta solo di come gestire i commenti. L'invito a verificare valeva, e vale tuttora, per gli articoli che scriviamo.

Scusami, ma viste le premesse, questa è veramente simpatica :)

C'è appunto scritto _inviare_, non _pubblicare_.


Ehm... il contatore indica 565000 e passa "accessi" alle pagine di questo blog, non il numero di utenti.

Giusto. Sistemato.


Ah, a proposito: io avrei evitato il sottile riferimento alle "purghe". ("Un po' di rispetto per i morti!")

No, anzi: è importante capire che c'è una certa differenza fra chi avvisa che i commenti verranno moderati e chi invece si fa bello permettendo il commento libero per poi purgare i commenti sgraditi e far finta che non siano mai esistiti. Orwell docet.

Grazie per tutto il resto.

Giuliano47 ha detto...

Chiesa docet.

Carlo Sanga ha detto...

Una domanda: alla luce di questa decisione sulla moderazione, avete intenzione di "riammettere" chi era stato bannato?

Henry62 ha detto...

Ciao,
la moderazione è attivata, ma sono consentiti anche i commenti anonimi, quindi...

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

Carlo,

qui non è stato bannato nessuno. Chiunque ha sempre avuto, e ha tuttora, la possibilità di inviare commenti e di vederseli pubblicati. Non c'è nessun filtraggio selettivo di utenti specifici.

Certamente se un troll arriva, si spaccia per un superesperto d'aviazione, e poi non sa manco come funziona un transponder, ci riserviamo il diritto di non fargli sporcare il blog di sciocchezze.

Carlo Sanga ha detto...

Henry e Paolo,
mentre mi è chiaro ciò che dice Henry (credo di comprendere le ragioni tecniche), per ciò che riguarda Paolo mi "suona" un po' strano. Ma a suo tempo alcuni personaggi non erano stati bannati? Tont (nomen omen), Wells per la faccenda dei "dubbi" sulla sua mascolinità e il rapporto con la sorella di non so più chi?
Per carità, è molto probabile che io ricordi male o che a suo tempo non avessi capito.

Paolo Attivissimo ha detto...

Henry e Paolo,
mentre mi è chiaro ciò che dice Carlo,

Ma a suo tempo alcuni personaggi non erano stati bannati?

Nelle impostazioni di Blogger non esiste, per quel che ne so, la possibilità di un vero e proprio "bannamento", ossia non si può rimuovere la facoltà di inviare commenti selettivamente per uno specifico utente.

L'unica forma di "bannamento" possibile è la cancellazione dei singoli commenti o l'ostracismo (i commenti dell'utente X vengono pubblicati ma ignorati).

Carlo Sanga ha detto...

OK, avevo capito male, evidentemente.
Chiedo scusa.

Anonimo ha detto...

Ho pensato a lungo, probabilmente non sono intelligente in modo sufficiente... tempo fa provai a spiegare su Luogo Comune che la teoria delle "scie chimiche" era ridicola, sappiamo tutti perchè... sono stato subito "inquadrato" come qualcosa di simile ad una spia della CIA o simili, non parliamo neppure di cose tipo Area 51, o cose alla Verne...
Per quanto riguarda l'11/09... io non ho mai avuto una particolae simpatia per il governo degli Usa, se devo essere sincero non ho mai particolarmente amato tutta la loro cultura, non mi piace affatto il loro modello di società, di idea di convivenza, mi riconosco decisamente di più nella socialdemocrazia di stampo nordico e devo dire che anche io sono convinto che ci siano molte cose relative all'attacco del 11/09 che l'amministrazione USA tiene ben nascoste, se non altro la chiara dimostrazione di una assoluta incapacità di gestire in modo credibile la sicurezza nazionale tanto decantata... un Ministro degli Esteri come Andreotti a loro deve sembrare Pico della Mirandola... ma la quantità di stupidaggini che i "cospirazionisti" (purtroppo anche un giornalista che ritenevo attendibile come Giulietto Chiesa ed una persona stimabile come Dario Fo devono essere inseriti tra loro) hanno tirato fuori dal cilindro, non avrei mai creduto fosse stata possibile da creare.
I miei "lunghi pensieri" hanno raggiunto una conclusione: caro Paolo, hai torto, hai torto marcio nel voler smontare con la logica tutto ciò che di assurdo viene scritto dai nostri eroici possessori della verità, queste persone, tolti i pochi che da questa attività ricavano un guadagno materiale, per la maggior parte sono impaurite dalla realtà di questo mondo confuso e, legge del contrappasso, vedendo complotti che solo loro capiscono, si sentono in qualche modo capaci di "controllare" gli avvenimenti che in modo spaventoso li circondano. Paolo, perchè togliere loro questo salvagente? Solo per sbugiardare coloro che mentono sapendo di mentire? Ne vale la pena? Tanto chi ha bisogno di credere per sentirsi rassicurato non accetterà mai che venga messo in discussione il proprio "Guru".
ciao
Stefano(Lampo131)

Paolo Attivissimo ha detto...

Ne vale la pena?

Ciao Stefano,

non ne vale la pena né per i complottisti duri e puri né per i loro guru.

Ma ne vale la pena, e tantissimo, per tutti gli altri. Tutti i giovani che ora hanno diciott'anni e all'epoca ne avevano dieci e hanno solo un ricordo vago. Tutti questi giovani che adesso sono un bersaglio facile per le panzane cospirazioniste di ogni sorta.

Non è un caso, credo, che si sia scelto di proiettare il video di Giulietto Chiesa proprio nelle scuole, dove è più facile rimpinzare la testa dei giovani di scempiaggini.

Per fortuna i giovani usano Internet, e i libri e i blog come questo, quello di Henry, quello di John e altri sorti spontaneamente possono controbilanciare la marea montante di idiozie antiscientifiche ancor prima che complottiste.

Per questa gente vale la pena. Gli altri s'arrangino.

brain_use ha detto...

Per questa gente vale la pena. Gli altri s'arrangino.

Mi piace.
Riassume, in una frase, l'impegno di tutti.

brain_use ha detto...

mmm... un giorno intero senza trovare commenti in nessun post che ho sfogliato!
Effetto "moderazione preventiva" latente?

Paolo Attivissimo ha detto...

Effetto "moderazione preventiva" latente?

Direi di sì. La moderazione preventiva toglie al troll la possibilità di protagonismo e l'autoesaltazione nel fatto di vedersi subito pubblicato.

Le domande serie arrivano lo stesso, perché chi si pone seriamente come interlocutore non ha manie di protagonismo e non vive nell'ansia di vedersi postato il commento.

Numerosi dei troll dei giorni scorsi hanno inviato commenti-fiume, ma sono stati rifiutati perché erano il solito sbrodolio di mille domande alle quali basta usare Google in questo blog per trovare la risposta. Altri erano insulti e proteste per l'esistenza della moderazione.

Dopo un po' hanno smesso. In compenso è salito (leggermente) il numero di commenti inviati via mail, e devo dire che sono commenti e segnalazioni molto interessanti, di cui dovremmo pubblicare i frutti nei prossimi giorni.

Il rumore di fondo si è ridotto davvero tanto, e si lavora molto di più. E' come accendere il Dolby :-)

Giuliano47 ha detto...

Pero' ogni tanto ci si divertiva :-(

Dan ha detto...

Ad essere sincero, vedere l'idiozia dei discorsi di certi "utenti" mi abbatteva; queste cose non riesco a trovarle divertenti, tutt'al più rimango basito. Più o meno l'effetto che mi fa visitare Luogocomune o il Centro Ricerche San Giorgio.
Luoghi come questo, o il Disinformatico e altri, sono un balsamo, un'oasi di ragione per il mio cervello.

brain_use ha detto...

Intanto però c'è un piccolo effetto negativo imprevisto: le "piccole vedette di LC" si spostano sul forum di crono911...
John dovrà attivare la difesa aerea... :P

Paolo Attivissimo ha detto...

Confido che le sue difese antiaeree siano molto più consistenti e reali di quelle del Pentagono, checché ne dica il cartone animato di Chiesa.

Che tristezza. Se solo un decimo del livore di questi complottisti da bar venisse investito in ricerca seria, faremmo tutti dei grandi passi avanti. Basterebbe che qualcuno di loro andasse al Pentagono a indicare e documentare dove si trovano le famose "batterie antiaeree" descritte da Zero.

Se ci fossero, avrebbero dimostrato un fatto concreto. Ma secondo me sotto sotto sanno che non esistono e quindi non vanno ad approfondire per paura di dover ammettere di essersi autoingannati.